Forum


ALTRO GIORNALE :: Forum :: Pianeta Terra
<< Discussione precedente | Discussione successiva >>   

terremoto bologna

Vai a pagina   <<      
Autore Messaggio
Richard
12:18 06 mag 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19654


Per fortuna abbiamo pensato al ricorso al Capo dello Stato, unico vero mezzo per mettere la pietra tombale sul deposito: l’opposizione di ERS era prevista, e rafforza la nostra convinzione: l’idea non è tramontata, dobbiamo continuare ad essere vigili. E lo faremo noi, visto che l’amministrazione dorme sonni beati. Sono orgoglioso che il Movimento 5 Stelle possa contare sulla generosità e la capacità di persone come Carlo Valmori, Zeno Razzaboni o il neodeputato Vittorio Ferraresi (firmatari del ricorso) che, assieme all’avvocato Giorgio Rebecchi, stanno monitorando la situazione. E sono orgoglioso anche che ciò che non percepisco del mio stipendio sia andato a finanziare questo importantissimo ricorso. Lo avevamo chiesto anche in Aula con una risoluzione a novembre ma la discussione non venne mai calendarizzata… Chissà come mai…





Torna ad inizio pagina
                                                
Pier72Mars
08:50 23 mag 2013
Utenti Registrati #1553
Registrato il: 15:42 01 feb 2011
messaggi: 2771


Grillo:«Il sisma in Emilia? Colpa del fracking»
E intanto Errani «congela» le trivellazioni
Il leader M5S in un comizio:«Parte della responsabilità
è anche di questi buchi qui, che fanno per cercare il gas»

«Il terremoto in Emilia? Io mi ci gioco le p... che una parte della responsabilità è anche di questi buchi qui, che fanno per cercare il gas», ovvero le trivellazioni, con il metodo contestato del «fracking», per l'estrazione di idrocarburi e gas naturale. Lo ha detto mercoledì 22 Beppe Grillo durante un comizio elettorale in Liguria, a Sestri Levante. Non è dato sapere quanto la scommessa del leader M5S sia suffragata da basi scientifiche, però è certo che nelle zone della Bassa devastate dalla doppia scossa del maggio 2012 «quelle trivellazioni» - sia effettuate in passato e ancora da autorizzare - abbiano destato, e destino tuttora, preoccupazione se non vera e propria paura. Tanto che proprio mercoledì 21 il governatore Errani ha comunicato la sospensione di «ogni decisione su tutti i nuovi progetti di ricerca idrocarburi nei territori colpiti dal sisma del 2012» .


Grillo in un comizio sulle pendici dell'Etna
«AUTORIZZAZIONI SOSPESE» - Le autorizzazioni verranno nuovamente esaminate dopo che sarà noto l'esito della Commissione tecnico-scientifica istituita proprio per far luce sul rapporto - eventuale - tra terremoto e fracking. Ovvero la fratturazione delle rocce, finalizzata a estrarre «gas shale», gas naturale che si trova nel sottosuolo padano. Proprio per individuarne la consistenza dei giacimenti - è il senso di quanto affermato in differenti interrogazioni presentate dai parlamentari modenesi del Pd Manuela Ghizzoni e Stefano Vaccari e dal consigliere regionale ex grillino Giovanni Favia - una società ha chiesto i permessi, appunto «sospesi» ora dalla Regione, per cercare idrocarburi su una superficie di 646 chilometri quadrati in tre province dell'Emilia. Ma sono quelle terremotate, che comprendono i paesi più pesantemente colpiti dalle scosse.

Cavezzo dopo il terremoto
PAURA PER I BOATI - I paesi sono quelli di Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Camposanto, Ravarino, Bomporto e San Felice sul Panaro. Zone dove, non bastasse, era in ballo un progetto - cancellato poi dal governo Monti e dalla giunta Errani - per creare un gigantesco deposito sotterraneo di gas metano. Nei giorni immediatamente precedenti al terremoto - è stato il vociare in quelle zone dell'Emilia, ripreso da Grillo nel comizio - sarebbero state udite esplosioni. Sondaggi condotti facendo brillare cariche. E appunto: carotaggi che in tanti hanno messo in relazione alle due devastanti scosse. Ora però lo stop che blocca le ricerche, in attesa del responso della commissione «fracking»





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
17:45 12 lug 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19654
L'idea e' sempre stata che gli eventi umani che portano ai terremoti siano su scala locale. E cioe' che se io trivello in un certo posto, l'eventuale sismicita' indotta comparira' nelle sue strette vicinanze.

Adesso pero' arriva questo articolo su Science, a firma di Nicholas J. van der Elst, Heather M. Savage, Katie M. Keranen, Geoffrey A. Abers, pubblicato il 12 Luglio 2013 a dire che non e' poi necessariamente cosi vero.

Gli autori infatti affermano che eventi sismici di alta magnitudine possono generare onde sismiche alle lunghe distanze e che questi poi possono scatenarne di secondari, in zone anche a migliaia di chilometri in distanza, specialmente in posti gia' di per conto loro interessati ad accumulo di pressione, squilibri e instabilita' e tensioni.

Fra queste, guarda caso, le zone dove si pratica la reiniezione di fluidi.






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
14:32 23 gen 2014
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19654

ALLUVIONE, INTERROGAZIONE M5S RIMBALZA A ROMA. DEFRANCESCHI: “IN EMILIA VOGLIAMO RISPOSTE, NON EMERGENZE”.

I DEPUTATI DELL’ORCO, BERNINI, DALL’OSSO, FERRARESI, MUCCI, SARTI, SPADONI INTERROGANO IL MINISTERO DELL’AMBIENTE E QUELLO DELLE INFRASTRUTTURE

Come ennesima dimostrazione che l’Emilia-Romagna a 5 Stelle è compatta, i nostri deputati hanno ripreso immediatamente l’interrogazione depositata qui in Regione e l’hanno fatta rimbalzare sulle scrivanie dei ministri dell’Ambiente e delle Infrastrutture. Com’è possibile che la nostra regione sia sempre in stato d’emergenza?

I danni dell’esondazione si potevano evitare. Cosa è stato trascurato? Chiediamodi far luce sulle responsabilità politiche e tecniche di questo ennesimo disastro prevedibile. Per esempio: Regione e Governo si prendono la responsabilità di escludere che siano stati i lavori della Tav ad aver contribuito alla rottura dell’argine nei pressi del ponte su cui è stata impiantata l’alta Velocità?

- See more at: .





Torna ad inizio pagina
                                                
Tru
19:39 23 gen 2014
Utenti Registrati #1300
Registrato il: 19:00 04 giu 2010
messaggi: 660
Non gli frega nulla perche' sanno che sara' sempre peggio stanno calmando questa cosa del clima con le scie cosidette chimiche che servono per il clima ma sanno che questo e' un processo irreversibile non possono fermarlo solo rallentarlo e prendono tempo e intanto con i nostri soldi si costruiscoscono basi dove salvarsi come era nel film 2012 le tasse sono alte solo per farsi questi bunker e lasciare crepare chi non e' elite.
Le alluvioni in emilia non interessano ...sarebbe meglio dire che non devono interessare e manipolano tutto per far che tutto sia normale ma non la vinceranno questa guerra ci sono forze che tengono in alto i cuori e non si fanno corrompere e sono le forze della verita' non vi fate ingannare da questi mistificatori da questi inutili salvatori. Noi siamo anime venute al mondo e sarebbe giusto che ogniuno di noi nato nel pianeta ha diritto a un poco di terra sua e mai pignorabile e a questa terra per vivere ma invece questi si sono comprati il mondo intero!
Ogni essere nato ha diritto di un pezzo di terra di acqua di calore e aria siamo come semi e per crescere di questo abbiamo bisogno. E questi ci vogliono portare via propio questo per farci morire. Vogliono la morte del Fratello .. ma ci pensate che meraviglia di mondo sarebbe se ci vogliamo bene. Il denaro va ABOLITO ci vuole una nuova societa'.





Torna ad inizio pagina
                                                
Vai a pagina   <<      
Moderatori: pasgal, Richard, Quantico, Vincenzo Pinelli

Salta:     Torna ad inizio pagina