Forum


ALTRO GIORNALE :: Forum :: Salute
<< Discussione precedente | Discussione successiva >>   

Guerra al cancro - fallimento totale?

Vai a pagina   <<        >>  
Autore Messaggio
Richard
17:22 21 set 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
certo, ho notato solo il punto sulle staminali , queste necessitano diciamo di informazione che le porti a specializzarsi in una certa forma giusto?
quindi il punto e' l'informazione e alla base arriva da mente e spirito anche per me
ovvero l'UNO del proprio organismo non e' piu' UNO


In ogni essere fisico il corpo intero è costituito delle forze atomiche del sistema, con la mente di ogni atomo, quando viene costruito, sorvegliata da tutta la mente mentale del corpo, modificato dalle sue diverse fasi e attributi, poiché, come è visto nelle sue analisi, un atomo del corpo è un intero universo in sé, nello stato più minuto. ( Edgar Cayce ,137-81)

• IL CANCRO HA I SUOI ASPETTI MENTALI E SPIRITUALI. L’approccio olistico di Cayce alla salute e alla guarigione è degno di nota nelle letture che diede per persone che soffrivano di cancro. Egli enfatizzò fortemente gli aspetti mentali e spirituali di prevenzione e trattamento. Sostenne inoltre che preoccupazioni eccessive e atteggiamenti negativi possono rendere una persona con una predisposizione genetica al cancro più vulnerabile allo sviluppo della malattia.


certe tecniche aggressive piu che altro a mio parere sono diventate la norma quando dovrebbero essere usate se proprio necessario per aiutare l'organismo a prendere fiato,ma la cura principale dovrebbe puntare ad ottimizzare le forze e il recupero dell'organismo in se'..


[ Modificato 17:33 21 set 2009 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
pasgal
17:22 21 set 2009
Editore

Registrato il: 12:38 20 mar 2007
messaggi: 10620
Medico omeopata ha scritto ...

Purtroppo non ho nessuna fiducia in questo filone di ricerca. Ricordo che con le terapie geniche fin'ora non si è riusciti a curare NULLA e questo perchè ancora non si è capito che il gene viene per ultimo in ordine di importanza. Sono la mente e l'ambiente circostante che hanno il controllo di tutto, anche dei geni ma questo la medicina convenzionale non lo vuole capire o forse fa finta di non capirlo perchè sa che se così fosse le terapie che attualmente utilizza non servirebbero a nulla e sarebbero tutte da rivedere.


Complimentissimi, questo è giusto anche per me.





Torna ad inizio pagina
                                                
sephir
17:40 21 set 2009
Utenti Registrati #162
Registrato il: 14:25 28 dic 2007
messaggi: 1904
pasgal ha scritto ...

Medico omeopata ha scritto ...

Purtroppo non ho nessuna fiducia in questo filone di ricerca. Ricordo che con le terapie geniche fin'ora non si è riusciti a curare NULLA e questo perchè ancora non si è capito che il gene viene per ultimo in ordine di importanza. Sono la mente e l'ambiente circostante che hanno il controllo di tutto, anche dei geni ma questo la medicina convenzionale non lo vuole capire o forse fa finta di non capirlo perchè sa che se così fosse le terapie che attualmente utilizza non servirebbero a nulla e sarebbero tutte da rivedere.


Complimentissimi, questo è giusto anche per me.


idem,





Torna ad inizio pagina
Sito Web                                                 
Richard
09:01 23 nov 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
Medicina/ Morfina favorirebbe metastasi nei tumori
Roma, 23 nov. (Apcom) - La morfina, prescritta di norma come antidolorifico nei casi di cancro, potrebbe invece contribuire alla crescita e all'espansione del tumore: questo il risultato di uno studio condotto dall'Università di Chicago. Come riporta il sito della Bbc, la morfina favorirebbe infatti lo sviluppo di nuovi vasi sanguigni, in grado però di alimentare la massa tumorale: tuttavia, esiste un farmaco in grado di contrastare quest'effetto, ovvero il metilnaltrexone (Mntx), sviluppato negli anni Ottanta e che non inibisce le proprietà analgesiche della morfina. Se i risultati dello studio venissero confermati dai test clinici, potrebbero cambiare le linee guida per gli anestetici somministrati negli interventi chirurgici sui pazienti affetti da tumore.






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
09:06 23 nov 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
Scoperta una proteina che ripara i danni del DNA
..
Dal punto di vista delle implicazioni terapeutiche, la scoperta è una novità assoluta e dà indicazioni inaspettate anche sull´avvio della chemioterapia: fino a questo momento si pensava infatti che per aiutare una cellula a riparare i danni al DNA, il CDK dovesse essere inibito farmacologicamente. Ma alla luce dei nuovi risultati, questa strategia potrebbe essere pericolosa. “In alcuni pazienti”, spiega Foiani, “inibire l´azione del CDK potrebbe infatti inceppare i sistemi di controllo e addirittura favorire la crescita del cancro...






Torna ad inizio pagina
                                                
Marì
10:22 24 nov 2009
ACCOUNT_INATTIVO
Utenti Registrati #748
Registrato il: 21:25 13 apr 2009
messaggi: 3794

... ultimissime sul Dr. Simoncini:


El Ciudadano (Chile) - ‎17/nov/2009‎


I


II


III








Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
16:40 03 dic 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
(ANSA) - ROMA, 3 DIC - L'80% dei pazienti oncologici attribuisce al benessere spirituale e alla religione un ruolo fondamentale per affrontare la malattia.

Emerge da uno studio condotto dall'associazione di volontariato Aiscup-Onlus con il patrocinio dell'Idi-Irccs dell'ospedale Sant'Andrea di Roma.'La spiritualita' si e' dimostrata uno dei principali fattori che consentono di affrontare con dignita' la malattia',dice Paolo Marchetti, ordinario di Oncologia medica al Sant'Andrea, uno degli autori dello studio.






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
01:05 12 dic 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661

(ANSA) - PORDENONE, 11 DIC - I casi di morte per cancro polmonare attribuibili al radon in Italia sono circa 3 mila all'anno. Lo ha reso noto oggi Umberto Tirelli, primario di Oncologia medica del Centro di riferimento oncologico di Aviano (Pordenone), secondo il quale la maggior parte dei casi riguarda i fumatori. Aggiunge che 'occorre controllare con strumenti idonei la concentrazione di radon nelle abitazioni e prevenire l'esposizione a questo gas cancerogeno'.


Radon is causing intellectual earthquakes within the health physics community as a result of Cohen's work showing decreasing lung cancer incidence with increasing radon exposure. There is also increasing evidence that radon is useful in the prediction of actual earthquakes.



Bernard Cohen
Professor Emeritus of Physics,
University of Pittsburgh

Some of my publications that are most currently useful are accessible below. Items 1-6 and 9
are in PDF format that can be read with Adobe Acrobat. Items 7,8, and 10-16 are text only. .
Items 1,2,7,8,14 and 16 deal with our test of the linear-no threshold theory of radiation
induced cancer, based on lung cancer rates vs radon exposures in U.S. counties. #7 is the best
place to start in reading about that study; it reviews and justifies the procedures, with special
emphasis on treatment of confounding factors





We see from Figure 5 that lung cancer rates decrease with increasing r, in sharp contrast to the increase expected from LNT, shown by the line labeled "theory," demonstrating the inverse of LNT predictions in this low dose region.





AN ANTIDOTE TO RADON SCARE PROPAGANDA
..
[National Research Council. Committee on the Biological Effects of Ionizing Radiations (BEIR IV). Health Risks of Radon and Other Internally Deposited Alpha-Emitters. Washington, DC: National Academy Press, 1988.]

Studies in the US not only fail to convincingly demonstrate a risk from residential radon, but there is a suggestion of declining risk with higher low-level exposure. Radon scare propagandists have attempted to dismiss the work of Bernard L. Cohen, who found that lung cancer rates actually decreased with increasing residential radon levels, as merely an ecological study, and claim that it must have been confounded. However, the data have been exhaustively subjected to statistical tests showing that confounding could not possibly account for his findings.




Ma è solo una raccomandazione. Secondo la teoria del linear no threshold theory milioni di edifici nel mondo e centinaia di migliaia in Italia hanno inaccettabili concentrazioni di Radon e si valuta che in Italia siano attribuibili al Radon 4000 casi di tumore polmonare ogni anno, 15000 degli Stati Uniti, 2000 dell’Inghilterra e 900 della Svezia. Però secondo gli studi, già citati, del Professore B.L. Cohen, effettuati analizzando ben 39.000 misure di esposizione al Radon in relazione all’incidenza dei tumori al polmone in 411 contee negli Stati Uniti, la correlazione è negativa per valori bassi di Radon: in pratica si è potuto constatare empiricamente che, al di sotto di una soglia, una maggiore concentrazione di Radon determina un minor numero di casi di tumore al polmone. Per esempio, nella Contea di Cumberland, Pennsylvania, il terreno ha nove volte più Radon del resto degli USA, uttavia il cancro ai polmoni è di gran lunga al di sotto della media americana.


[ Modificato 01:07 12 dic 2009 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
09:48 21 dic 2009
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
Visualizing metastasis

Nature Medicine, December 21, 2009

Using a specific laser scanning method, the establishment of metastasis during cancer can be visualized in the brain, reports in this week's Nature Medicine.

Brain metastasis commonly occurs in patients with cancer and is often fatal. Frank Winkler and colleagues have now used a technique known as multiphoton laser scanning microscopy to see the single steps of metastasis formation in real time. They were able to track the fate of individual metastasizing cancer cells in relation to blood vessels deep in the mouse brain over minutes to months.

The scientists established a series of essential steps ― arrest of the cancer cells at blood-vessel branching points, exit from the blood vessel, persistent contacts between the cell and capillaries and, finally, growth of the metastasis around the blood vessel.

The ability to visualize the establishment of brain metastases inside the living brain will provide new insights into their development and will enable scientists to measure response to therapies.




Metastasis formation revealed in detail and real time

Up to 25% of cancer patients develop metastases in the brain – often long after successful treatment of the primary tumor. In almost all such cases, the prognosis is poor. The mechanisms responsible for the appearance of brain metastases have long been mysterious. Now a research team led by neurologist Dr. Frank Winkler of LMU Munich has followed, in real time, the steps that lead some tumor cells to establish metastases, while others fail to form new tumors. The team also discovered that, by blocking formation of new blood vessels, the anti-cancer drug Avastin can suppress the emergence of metastases. "We hope that our results will help to optimize existing therapies and allow us to develop new agents that can be targeted against specific stages in the process of metastasis", says Winkler. (Nature Medicine online, 20. Dezember 2009)..

[ Modificato 09:51 21 dic 2009 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
18:19 22 gen 2010
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
fisica quantistica applicata alla biologia


DIAGNOSTICA PSICOCINETICA, EVOLUZIONE DELLA SEMEIOTICA BIOFISICA ...
Psicocinesi e Semeiotica Biofisica Quantistica.
Il termine psicocinesi (dal greco “psyche” e “kinesis”), noto anche come telecinesi, si riferisce alla
diretta influenza della mente sopra un sistema fisico che non si può assolutamente interpretare come
dovuto alla mediazione di una qualsiasi forma di energia fisica nota. Esempi di psicocinesi
potrebbero essere la distorsione o il movimento di oggetti.
Lo studio di fenomeni psicocinetici è notoriamente un aspetto della parapsicologia.
Finora non esisteva una convincente prova scientifica a sostegno della esistenza della psicocinesi.
Tuttavia, a mio parere, fondato però su una rigida interpretazione di esperimenti clinici di natura
semeiotica-biofisica-quantistica, è giunto il tempo di cambiare la nostra idea in materia (V. Avanti).
All’inizio dell’aprile 2009, ho iniziato una originale ricerca clinica, accogliendo come ipotesi 0 da
falsificare, la possibilità che l’entanglement quantistico potrebbe permettere il collegamento stretto
tra il paziente e il medico esaminatore, l’uno distante dall’altro, in modo che le modificazioni dei
trigger-points nel primo (paziente) potessero provocare identiche modificazioni degli uguali
trigger-points nel secondo (medico) e viceversa, secondo i dati di mie precedenti ricerche, iniziate
con l’Esperimento di Lory (1-11).
Per esempio, la “intensa” pressione digitale applicata sul precordio dell’esaminando, cioè sopra la
proiezione cutanea del cuore, anche se lontano chilometri dal medico esaminatore, causa
“simultaneamente” il riflesso gastrico aspecifico anche nel secondo, soltanto se l’esaminando è
colpito da un qualsiasi processo patologico, come la CAD (4-6, 15).
Ne consegue che, mi sono sentito autorizzato a considerare questo fatto, di natura psicocinetica, nel
senso che i trigger-points cardiaci del medico venivano “simultaneamente” stimolati, con il solo
“pensiero”, nella stessa maniera di quella del paziente, provocando il riflesso cardio-gastrico
aspecifico anche nel medico, e, fatto importante, mostrando valori parametrici identici a quelli
presentati dall’esamiando per quanto lontano potesse essere dal medico: tempo di latenza, durata,
intensità, ecc. In realtà, gli eventi osservati durante l’esperimento sono piuttosto complessi, ma
completamente spiegati dalla Semeiotic Biofisica Quantistica (V. Avanti).





Wilcock:
D: Due diverse fonti, di cui la donna che canalizzava la seconda non aveva idea di quella connessione, entrambe dicevano la stessa cosa. La Legge dell' Uno entra piu' nel dettaglio su cosa questo significhi.

Sembra che nel 1936 abbiamo rotto il bordo esterno di questo campo di energia galattico, questa banda di energia, se vuoi. Queste bande hanno la forma di turbini che vanno dal centro della galassia al bordo esterno, non sono come anelli.

Quando colpiamo queste onde, i pensieri iniziano a divenire cose. Uno dei risultati di questo fatto, dice la Legge dell' Uno, sarebbe la manifestazione della crescita di tessuti cancerosi. Questo rappresenta i pensieri delle persone, in questo caso rabbia ed emozioni negative si manifestano come crescita di tessuti anomali.

M: Quindi ne è risultata una epidemia di cancro.

D: Giusto. Ma nel lato positivo abbiamo una enorme esplosione di crescita tecnologica, divuta all' esplosione di crescita in intelligenza. Questo è ancora in corso.






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
11:35 27 gen 2010
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661


Un canale ionico è una glico-proteina trans-membrana (cioè attraversa la membrana cellulare) che permette il passaggio di determinati ioni dall'esterno all'interno della cellula o viceversa. I canali ionici sono selettivi per una o poche specie ioniche.


Ion Channels and Cancer
Abstract Membrane ion channels are essential for cell proliferation and appear to have a role in the development of cancer. This has initially been demonstrated for potassium channels and is meanwhile also suggested for other cation channels and Cl− channels. For some of these channels, like voltage-gated ether à go-go and Ca2+-dependent potassium channels as well as calcium and chloride channels, a cell cycle-dependent function has been demonstrated. Along with other membrane conductances, these channels control the membrane voltage and Ca2+ signaling in proliferating cells. Homeostatic parameters, such as the intracellular ion concentration, cytosolic pH and cell volume, are also governed by the activity of ion channels. ..


Sigma Receptors and Cancer
Possible Involvement of Ion Channels
Ebru Aydar, Christopher P. Palmer and Mustafa B. A. Djamgoz

Department of Biological Sciences, Sir Alexander Fleming Building, Imperial College, London, United Kingdom



Quei cancelli elettrici che regolano le cellule

Sono i canali ionici, che si aprono e chiudono in presenza di molecole di diverse dimensioni e carat

BIOLOGICAMENTE parlando, siamo fatti di cellule, geni e DNA. Ma molti nostri meccanismi sono «elettrici» e i canali ionici sono la loro componente fondamentale. Il 10 dicembre metà importo del premio Nobel 2003 per la chimica andrà a Roderick MacKinnon, 47 anni, per avere fatto luce "sulla struttura e il meccanismo dei canali ionici"...
.....
MacKinnon, invece, voleva "vedere" il canale e ben presto capì che l'unica via da imboccare era la cristallografia ai raggi X, una tecnica che permette di «vedere» le strutture molecolari. Ma i canali ionici, essendo proteine di membrana, erano considerati dai cristallografi tra le molecole più difficili, se non impossibili, da cristallizzare. Nel 1996 MacKinnon accettò l'invito di spostarsi alla Rockefeller University (New York), che gli diede carta bianca sulla ricerca da perseguire e uno straordinario finanziamento, sostenuto anche dall'Howard Hughes Medical Institute.

[ Modificato 11:43 27 gen 2010 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
23:03 30 gen 2010
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
09:05 01 feb 2010
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
Mi chiamo Daniele Brandani e ho una figlia di 2 anni di età che si
>chiama Lucia. Nell' Ottobre del 1999 abbiamo scoperto che Lucia ha un
>cancro, si tratta più precisamente di un "endocarcinoma surrenalico
>secernente", una forma molto rara nei bambini. Purtroppo dopo 2
operazioni
e
>la chemioterapia fatta (si tratta di un ciclo con Mitotane associato a
>Etoposide, Doxorubicin e Cisplatino) non abbiamo avuto il minimo
risultato
>ed il tumore continua a crescere
> >ad una velocità spaventosa. Forse tu conosci qualcuno che potrebbe
>darci aiuto per affrontare questo tumore, forse tu conosci un amico che
ha
>già avuto questa esperienza. Se lo conosci digli di contattarmi al più
>presto, non ci rimangono che poche settimane! Se non lo conosci tu lo
>potrebbero conoscere i tuoi amici.
> >Per favore fai circolare questa lettera.Grazie
> >> >Daniele Brandani c/o Edizioni Bora snc
> >Via Jacopo di Paolo 4240128 Bologna Bo Italy
> >cell: 0348-711.25.95
> >Fax: 051-374.394 specificare per LUCIA BRANDANI
> >> >Anche se non sapete come aiutarlo inoltrate questa mail, non costa
>niente! e stiamo parlando di una vita!

mi è arrivata in email

questa volta non è una bufala


pero leggo che

Intorno a giugno 2003, qualche imbecille ha modificato le date indicate nell'appello originale per farlo sembrare ancora attuale: così l'appello in circolazione non parla più di una diagnosi fatta a ottobre 1999, ma a ottobre 2001.

Ad aprile 2006 ha iniziato a circolare una versione nella quale la data della diagnosi è stata cambiata a ottobre 2005.

Queste ri-datazioni potrebbero far credere che i dati raccolti in quest'indagine antibufala siano errati. Non è così: Daniele Brandani ha pubblicato interviste sui giornali in proposito, come riportato qui sopra. Non ha molto senso credere a un e-mail passato attraverso mille mani (non tutte affidabili) invece di ascoltare la diretta voce dell'interessato.

Quindi rimane valida la raccomandazione già data a suo tempo per la versione originale: per favore, non diffondete l'appello. Aiutereste soltanto quel demente che l'ha modificato.

Un lettore (dlopez) mi segnala che il 14 marzo 2002, alle 11.50,

"un'accorata Patrizia Rossetti ha diffuso a tutti i telespettatori la notizia di Daniele Brandani e ha invitato tutti gli interessati a farsi avanti e a telefonare in redazione per aiutare Lucia (immagino che in redazione sarebbe stato dato il numero del sig. Brandani)."

Il lettore ha telefonato e mandato e-mail in redazione, segnalando il fatto che si tratta di un appello ormai purtroppo inutile. Radio Italia ha risposto

"con una lettera in cui i redattori della radio si scusavano sinceramente dell'accaduto e mi facevano sapere che la mia protesta era stata girata alla sig.ra Patrizia Rossetti in persona perché 'le serva anche per il futuro a stare più attenta'".

Non so se Radio Italia ha provveduto a smentire anche pubblicamente, ma questo episodio dimostra che non ci si può fidare ciecamente delle fonti "ufficiali" come radio, giornali e televisioni, che spesso non verificano le notizie prima di pubblicarle.

[ Modificato 09:07 01 feb 2010 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
brig.zero
16:31 03 feb 2010
Utenti Registrati #300
Registrato il: 18:40 09 mag 2008
messaggi: 5542
... adesso so come curare il melanoma ... ... ma non so come procurarmelo l'olio di canapa ...
1

2



[ Modificato 17:02 03 feb 2010 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
Vai a pagina   <<        >>  
Moderatori: pasgal, Richard, Quantico, Vincenzo Pinelli

Salta:     Torna ad inizio pagina