Forum


ALTRO GIORNALE :: Forum :: Spirito
<< Discussione precedente | Discussione successiva >>   

poteri

Vai a pagina   <<      
Autore Messaggio
farfalla5
15:27 31 lug 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13211
prixi ha scritto ...


[/quote1343685695]
sono contenta che ti sia piaciuto

direi molto





Torna ad inizio pagina
                                                
sphinx
06:37 01 ago 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #1187
Registrato il: 08:32 31 gen 2010
messaggi: 1121
E' piaciuto anche a me..
Se volete sapere di più su Chico Xavier..








Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
09:58 01 ago 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13211
sphinx ha scritto ...

E' piaciuto anche a me..
Se volete sapere di più su Chico Xavier..


Grazie Tesoro





Torna ad inizio pagina
                                                
prixi
14:25 01 ago 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #1374
Registrato il: 23:03 27 ago 2010
messaggi: 5771
sphinx ha scritto ...

E' piaciuto anche a me..
Se volete sapere di più su Chico Xavier..





stasera lo guardo






Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
21:47 31 gen 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661


Emanuel Swedenborg, nome di nascita Swedberg (Stoccolma, 29 gennaio 1688 – Londra, 29 marzo 1772), è stato uno scienziato, filosofo, mistico, medium e chiaroveggente svedese. È considerato tra i precursori dello spiritismo.

Ho visto mille volte che gli angeli hanno forma umana e mi sono intrattenuto con loro come l'uomo si intrattiene con l'uomo, a volte con uno solo, a volte con più di uno, e non ho visto nulla in loro che differisse dall'uomo in quanto alla forma. Affinché non si potesse dire che si trattava di illusione, mi è stato concesso di vederli in pieno stato di veglia, mentre ero padrone di tutti i miei sensi ed in uno stato di limpida percezione





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
19:46 02 feb 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661

Quando Jonas Elrod cominciato a vedere angeli, demoni, aura e fantasmi che non erano visibili a quelli intorno a lui, si voltò alla comunità scientifica e spirituale, per scoprire perché.







Torna ad inizio pagina
                                                
brig.zero
16:29 07 feb 2013
Utenti Registrati #300
Registrato il: 18:40 09 mag 2008
messaggi: 5542






Torna ad inizio pagina
                                                
prixi
22:17 07 feb 2013
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #1374
Registrato il: 23:03 27 ago 2010
messaggi: 5771
brig.zero ha scritto ...









Torna ad inizio pagina
                                                
deg
02:21 08 feb 2013
Utenti Registrati #260
Registrato il: 22:56 27 mar 2008
messaggi: 7242
"Se vi passasse per la mente la curiosità di sapere chi fosse e cosa abbia fatto nella vita un tale svedese di nome Emanuel Swedenborg vissuto a cavallo tra il 1600 e il 1700 vi consiglio di regalarvi il libro di cui vedete riprodotta in ultima edizione la copertina sotto l'articolo: Cielo e Inferno, a cura di Paola Giovetti (Edizioni Mediterranee). I motivi per cui ve lo consiglio sono due: il primo è che questo è in pratica l’unico testo di Swedenborg in lingua italiana che potete trovare (forse, ma ne dubito, potreste pescare La dottrina celeste o Vera christiana religio in qualche angolo nascosto di una libreria dell’usato o in un mercatino), il secondo è che, grazie alle pagine introduttive di Paola Giovetti, troverete ben riassunte le vicende biografiche e umane del nostro uomo oltre ad un compendio sufficiente delle idee scientifiche, filosofiche e religiose che Swedenborg ha espresso, attraverso un numero impressionante di libri, circa 180, lungo tutto l’arco della sua vita, una vita fondamentalmente divisa in due periodi percettivi sensibilmente diversi ma affrontati con metodo e volontà di conoscenza non dissimili.
A me la curiosità di saperne di più nacque un giorno del 1999 leggendo in Inferno di Strindberg diverse citazioni del nome di Swedenborg e righe come queste:
La lettura di Swedenborg occupa la mia giornata e il realismo delle sue descrizioni mi schiaccia. Ritrovo in esse ogni cosa, tutte le mie osservazioni, le mie impressioni, i miei pensieri per modo che quelle visioni mi sembrano cose vissute, veri documenti umani. Non occorre credere ciecamente a ogni cosa; basta leggere e confrontare con la propria esperienza.
Purtroppo questo libro di cui dispongo non è che un compendio. I fondamentali enigmi della vita dello spirito li troverò risolti soltanto quando sarò in possesso dell’opera originale Arcana Coelestia...

Da quel momento divenne naturale mettersi in caccia degli scritti di Swedenborg e così, dopo aver rimediato parecchie delusioni, approdai finalmente a questo testo chiarificatore che mi permise di cominciare a conoscere qualcosa di più di questo enigmatico personaggio.

Ma chi era Emanuel Swedenborg?
E’ impossibile in un breve testo riassumere il ponderoso lavoro scientifico e l’incredibile svolta che portò Swedenborg a diventare un indagatore del mondo aldilà, per cui ci affideremo ad una narrazione per dati, mentre tutto il resto lo potrete scoprire da soli se vi appassionerete a questa impervia ricerca.

Emanuel Swedenborg nacque nel 1688 a Stoccolma, terzo figlio di otto di Sarah Behm e di Jesper Svedberg, pastore che in seguito divenne rettore all’università di Uppsala e anche vescovo di Skara. Swedenborg quindi si ritrovò da subito e per tutta la sua vita immerso in un ambiente dove cultura umanistica, scienze e religiosità non agivano in opposizione ma cominciavano a dialogare con il comune scopo di arrivare ad una conoscenza del mondo e di Dio.
(.....)
Swedenborg ci narra di viaggi in altri mondi e nello spazio siderale, ci ordina le vie dello spirito e della religiosità secondo quello che gli spiriti gli comunicano e gli chiedono di comunicare all’umanità, ci offre una panoramica della nostra vita spirituale allo stesso tempo incredibilmente estranea alle nostre possibilità umane eppure estremamente legata alla nostra dimensione terrena da non poter scindere gli effetti delle nostre azioni e del nostro animo dalla nostra vita ulteriore.
Quello che ci offre Swedenborg è un viaggio straordinario che merita di essere letto senza pregiudizi, e questo ci porta, per quanto ci riguarda, alle note dolenti.
Come mai, in un paese come l’Italia dove si traduce qualsiasi cosa proveniente dall’estero anche di spessore veramente infimo, a 300 anni dalla morte di questa personalità eccezionale, non possiamo leggere quasi nulla dei suoi scritti? .. "







Torna ad inizio pagina
                                                
Xeno
11:52 08 feb 2013
Utenti Registrati #380
Registrato il: 23:56 13 ago 2008
messaggi: 1321
deg ha scritto ...

"Se vi passasse per la mente la curiosità di sapere chi fosse e cosa abbia fatto nella vita un tale svedese di nome Emanuel Swedenborg vissuto a cavallo tra il 1600 e il 1700 vi consiglio di regalarvi il libro di cui vedete riprodotta in ultima edizione la copertina sotto l'articolo: Cielo e Inferno, a cura di Paola Giovetti (Edizioni Mediterranee). I motivi per cui ve lo consiglio sono due: il primo è che questo è in pratica l’unico testo di Swedenborg in lingua italiana che potete trovare (forse, ma ne dubito, potreste pescare La dottrina celeste o Vera christiana religio in qualche angolo nascosto di una libreria dell’usato o in un mercatino), il secondo è che, grazie alle pagine introduttive di Paola Giovetti, troverete ben riassunte le vicende biografiche e umane del nostro uomo oltre ad un compendio sufficiente delle idee scientifiche, filosofiche e religiose che Swedenborg ha espresso, attraverso un numero impressionante di libri, circa 180, lungo tutto l’arco della sua vita, una vita fondamentalmente divisa in due periodi percettivi sensibilmente diversi ma affrontati con metodo e volontà di conoscenza non dissimili.
A me la curiosità di saperne di più nacque un giorno del 1999 leggendo in Inferno di Strindberg diverse citazioni del nome di Swedenborg e righe come queste:
La lettura di Swedenborg occupa la mia giornata e il realismo delle sue descrizioni mi schiaccia. Ritrovo in esse ogni cosa, tutte le mie osservazioni, le mie impressioni, i miei pensieri per modo che quelle visioni mi sembrano cose vissute, veri documenti umani. Non occorre credere ciecamente a ogni cosa; basta leggere e confrontare con la propria esperienza.
Purtroppo questo libro di cui dispongo non è che un compendio. I fondamentali enigmi della vita dello spirito li troverò risolti soltanto quando sarò in possesso dell’opera originale Arcana Coelestia...

Da quel momento divenne naturale mettersi in caccia degli scritti di Swedenborg e così, dopo aver rimediato parecchie delusioni, approdai finalmente a questo testo chiarificatore che mi permise di cominciare a conoscere qualcosa di più di questo enigmatico personaggio.

Ma chi era Emanuel Swedenborg?
E’ impossibile in un breve testo riassumere il ponderoso lavoro scientifico e l’incredibile svolta che portò Swedenborg a diventare un indagatore del mondo aldilà, per cui ci affideremo ad una narrazione per dati, mentre tutto il resto lo potrete scoprire da soli se vi appassionerete a questa impervia ricerca.

Emanuel Swedenborg nacque nel 1688 a Stoccolma, terzo figlio di otto di Sarah Behm e di Jesper Svedberg, pastore che in seguito divenne rettore all’università di Uppsala e anche vescovo di Skara. Swedenborg quindi si ritrovò da subito e per tutta la sua vita immerso in un ambiente dove cultura umanistica, scienze e religiosità non agivano in opposizione ma cominciavano a dialogare con il comune scopo di arrivare ad una conoscenza del mondo e di Dio.
(.....)
Swedenborg ci narra di viaggi in altri mondi e nello spazio siderale, ci ordina le vie dello spirito e della religiosità secondo quello che gli spiriti gli comunicano e gli chiedono di comunicare all’umanità, ci offre una panoramica della nostra vita spirituale allo stesso tempo incredibilmente estranea alle nostre possibilità umane eppure estremamente legata alla nostra dimensione terrena da non poter scindere gli effetti delle nostre azioni e del nostro animo dalla nostra vita ulteriore.
Quello che ci offre Swedenborg è un viaggio straordinario che merita di essere letto senza pregiudizi, e questo ci porta, per quanto ci riguarda, alle note dolenti.
Come mai, in un paese come l’Italia dove si traduce qualsiasi cosa proveniente dall’estero anche di spessore veramente infimo, a 300 anni dalla morte di questa personalità eccezionale, non possiamo leggere quasi nulla dei suoi scritti? .. "




-------->





Torna ad inizio pagina
                                                
prixi
13:21 08 feb 2013
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #1374
Registrato il: 23:03 27 ago 2010
messaggi: 5771
Grazie ad entrambi Deg e Xeno







Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
11:59 09 apr 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661
sphinx ha scritto ...

E' piaciuto anche a me..
Se volete sapere di più su Chico Xavier..










Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
10:29 10 giu 2013
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19661






Torna ad inizio pagina
                                                
Vai a pagina   <<      
Moderatori: pasgal, Richard, Quantico, Vincenzo Pinelli

Salta:     Torna ad inizio pagina