Forum


ALTRO GIORNALE :: Forum :: Spirito
<< Discussione precedente | Discussione successiva >>   

I Maya Galattici di Antonio Giacchetti

Vai a pagina   <<      
Autore Messaggio
skorpion75
02:09 19 ago 2010
Utenti Registrati #73
Registrato il: 18:27 17 set 2007
messaggi: 314
Fratello mio è l'attimo che va vissuto serenamente, senza i condizionamenti e le credenze del passato ne le ansie e le paure tipiche del futuro.

E' l'aspettativa/ansia di un futuro, che ancora non esiste e che potrebbe esistere o no in quanto tale, che regola e determina le nostre vite oggi, e non i condizionamenti e le credenze del passato come si potrebbe supporre (anche se ammetto che esercita un forte peso anch'esso).
Se ci riflettete per bene è proprio la vostra visione, e quindi aspettativa, positiva/ottimistica o negativa/pessimista che sia a determinare il vostro comportamento di oggi, di adesso; se comprare o meno una tal cosa (auto, casa), se programmare un corso di studi, un figlio, etc....

Tutta la "Realtà" di adesso (l'unica ad esistere) è condizionata dalla nostra visione della "realtà futura", che in quanto tale non esiste, se non in una forma di probabilità tra le tante (una funzione d'onda tra tante che poi collasserà nella forma da noi umanità voluta).





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
08:49 19 ago 2010
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652
skorpion75 ha scritto ...

Fratello mio è l'attimo che va vissuto serenamente, senza i condizionamenti e le credenze del passato ne le ansie e le paure tipiche del futuro.

E' l'aspettativa/ansia di un futuro, che ancora non esiste e che potrebbe esistere o no in quanto tale, che regola e determina le nostre vite oggi, e non i condizionamenti e le credenze del passato come si potrebbe supporre (anche se ammetto che esercita un forte peso anch'esso).
Se ci riflettete per bene è proprio la vostra visione, e quindi aspettativa, positiva/ottimistica o negativa/pessimista che sia a determinare il vostro comportamento di oggi, di adesso; se comprare o meno una tal cosa (auto, casa), se programmare un corso di studi, un figlio, etc....

Tutta la "Realtà" di adesso (l'unica ad esistere) è condizionata dalla nostra visione della "realtà futura", che in quanto tale non esiste, se non in una forma di probabilità tra le tante (una funzione d'onda tra tante che poi collasserà nella forma da noi umanità voluta).


ciò che rimane scritto nel tempo fa comunque parte della coscienza dell'uomo,del rapporto tra la coscienza dell'uomo e la vita, l'Universo che lo circonda, il suo rapporto e la sua idea di un Dio in quel momento, fa parte del rapporto tra le coscienze e tra queste e la "Coscienza Universale"..
la nostra realtà di oggi è sicuramente influenzata da questa coscienza del passato, in cui l'uomo definiva un Dio estremamente masculino, ad esempio.

..Il significato che poi verrà dato da chi leggerà infuturo, dipenderà dalla sua coscienza, dal modo in cui in quel dato momento interpreterà il testo, dal punto di vista in cui vorrà vederlo.
In parte andrà decodificato, in parte può essere preso letteralmente come una storia descritta e in parte come metafora..ora possiamo pensare che in quel dato tempo gli uomini fossero poco istruiti e molto fantasiosi, la stessa cosa potrebbe accadere a ciò che lasciamo scritto ora, quando eventualmente sarà riletto in un lontano futuro. Lessi tempo fa un articolo che diceva che anche noi dovremmo usare la mitologia e il sacro se volessimo far sopravvivere nel futuro la nostra conoscenza, anche in seguito ad un eventuale drastico declino dell'umanità.

Il sentire profondo dell'essere umano che interpreta l'Universo in cui vive, lo spinge a definire, a descrivere l'Intelligenza di cui intimamente sa di fare parte, ma lo fa nei limiti che ha in quel dato momento e che purtroppo vengono sfruttati per strumentalizzare e deviare.
In futuro qualcuno potrebbe prendere parte di testi dei nostri tempi diciamo dal 700 a oggi, da vari popoli e farne un libro...
Vi consiglio questo film


[ Modificato 09:00 19 ago 2010 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
13:45 19 ago 2010
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13198
Ognuno interpreta la vita come crede, dopo aver seguito vari studi ho capito che gli antichi ci hanno lasciato dei messaggi codificati su come vivere, sulle conoscenze astronomiche e pratiche, e sta a noi a scegliere cosa sia giusto o no per la nostra vita...





Torna ad inizio pagina
                                                
kingofpop
20:31 19 ago 2010
Utenti Registrati #1170
Registrato il: 13:42 11 gen 2010
messaggi: 2657
farfalla5 ha scritto ...

Ognuno interpreta la vita come crede, dopo aver seguito vari studi ho capito che gli antichi ci hanno lasciato dei messaggi codificati su come vivere, sulle conoscenze astronomiche e pratiche, e sta a noi a scegliere cosa sia giusto o no per la nostra vita...







Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
13:54 03 apr 2012
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652
Ho notato, ora perchè in passato non mi interessavo di queste cose,
che girano questi articoli che spingono a trarre una rapida conclusione



e altri che mi sono capitati sotto il naso..

vorrei solo ricordare, domande che io stesso mi pongo.., che bisogna essere prudenti a seguire queste "conclusioni" che siamo indotti a digerire:


Il sacrificio umano era un aspetto importante della cultura e della religione azteca, nonostante le proporzioni di questa pratica siano tuttora in discussione tra gli studiosi.

Gli spagnoli che per primi ebbero contatti con gli Aztechi dicono chiaramente nei propri scritti che il sacrificio umano era largamente praticato in tutta la Mesoamerica. Ad esempio, l'opera di Bernal Díaz del Castillo intitolata Historia verdadera de la conquista de la Nueva España comprende testimonianze oculari dei resti di vittime sacrificali.

"Bernal Díaz del Castillo (Medina del Campo, 1492 – Guatemala, 1584) è stato un esploratore spagnolo e il principale cronista della Conquista del Messico."

Inoltre esistono numerosi fonti secondarie scritte dai frati che narrano di sacrifici umani, storie raccontate loro dagli stessi nativi americani.

Attualmente, quasi tutti gli studiosi accettano il fatto che i sacrifici fossero praticati all'interno dell'impero azteco, così come in tutta la Mesoamerica precolombiana. A partire dalla fine degli anni settanta, gli scavi delle offerte rinvenute presso il Templo Mayor di Tenochtitlán, la Piramide della Luna di Teotihuacan ed altri siti archeologici, hanno fornito prove fisiche di sacrifici avvenuti tra i popoli mesoamericani.[1][2][3]

Sono state proposte dai moderni studiosi varie interpretazioni della pratica azteca del sacrificio umano, sia riguardanti il significato religioso che quello sociale. Ad esempio, una teoria che è stata ampiamente screditata è quella secondo la quale la dieta mesoamericana era carente di proteine, e che il cannibalismo di vittime sacrificali era una componente necessaria della dieta del tempo.[4] Altre teorie collegano la pratica a speciali fattori socio-psicologici oppure la considerano uno strumento politico. Buona parte degli studiosi mesoamericani, comunque, considera i sacrifici aztechi quale parte della millenaria tradizione culturale dei sacrifici della Mesoamerica.

I sacrifici umani tra le popolazioni indigene precolombiane rappresentano un argomento controverso. La discussione in merito viaggia di pari passo con quella tendente a decidere se i popoli nativi americani fossero buoni selvaggi o barbari primitivi, con alcuni studiosi che tendono a romanticizzare la descrizione dei sacrifici umani, mentre altri tendono ad estremizzarli.[5]


di sicuro è difficile dire chi fosse peggiore:



[ Modificato 14:03 03 apr 2012 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
16:51 03 apr 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13198
Penso che non sapremo mai la verità fino in fondo. L' America è stata troppo derubata di tutto, sia fisicamente che spiritualmente. A me viene solo da pensare che le opere che hanno lasciato non possono appartenere ad un popolo così malvagio...





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
17:15 03 apr 2012
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652
farfalla5 ha scritto ...

Penso che non sapremo mai la verità fino in fondo. L' America è stata troppo derubata di tutto, sia fisicamente che spiritualmente. A me viene solo da pensare che le opere che hanno lasciato non possono appartenere ad un popolo così malvagio...

chissà
hai visto a Voyager quel tunnel lunghissimo nella Piramide che stanno scavando?
E questi?
E magari qualche sorpresa da questo



[ Modificato 17:16 03 apr 2012 ]





Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
17:23 03 apr 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13198
Richard ha scritto ...

farfalla5 ha scritto ...

Penso che non sapremo mai la verità fino in fondo. L' America è stata troppo derubata di tutto, sia fisicamente che spiritualmente. A me viene solo da pensare che le opere che hanno lasciato non possono appartenere ad un popolo così malvagio...

chissà
hai visto a Voyager quel tunnel lunghissimo nella Piramide che stanno scavando?
E questi?
E magari qualche sorpresa da questo



No, Rich siccome è tornato il mio figliol prodigo...la sera non riesco più a vedere nulla.
Comunque interessantissimo.





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
17:30 03 apr 2012
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652
farfalla5 ha scritto ...

Richard ha scritto ...

farfalla5 ha scritto ...

Penso che non sapremo mai la verità fino in fondo. L' America è stata troppo derubata di tutto, sia fisicamente che spiritualmente. A me viene solo da pensare che le opere che hanno lasciato non possono appartenere ad un popolo così malvagio...

chissà
hai visto a Voyager quel tunnel lunghissimo nella Piramide che stanno scavando?
E questi?
E magari qualche sorpresa da questo



No, Rich siccome è tornato il mio figliol prodigo...la sera non riesco più a vedere nulla.
Comunque interessantissimo.

mi sono perso delle puntate anche io
comunque sono arrivati mi pare a 150 metri di profondità, , lo stanno restaurando e mettendo in sicurezza e ancora non è finito non si sa quanto sia profondo! Hawass ha detto che prima pensava fosse solo una galleria "simbolica", ma ora non ci crede più, deve avere un utilizzo speciale, chissà cosa c'è alla fine..






Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
17:45 03 apr 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13198
Richard ha scritto ...


mi sono perso delle puntate anche io
comunque sono arrivati mi pare a 150 metri di profondità, , lo stanno restaurando e mettendo in sicurezza e ancora non è finito non si sa quanto sia profondo! Hawass ha detto che prima pensava fosse solo una galleria "simbolica", ma ora non ci crede più, deve avere un utilizzo speciale, chissà cosa c'è alla fine..


Ma non si trattava di Messico...
ok naturalmente ci sono anche dei condotti sotto la Sfinge...ma mi sa che faccio casino





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
17:56 03 apr 2012
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652
farfalla5 ha scritto ...

Richard ha scritto ...


mi sono perso delle puntate anche io
comunque sono arrivati mi pare a 150 metri di profondità, , lo stanno restaurando e mettendo in sicurezza e ancora non è finito non si sa quanto sia profondo! Hawass ha detto che prima pensava fosse solo una galleria "simbolica", ma ora non ci crede più, deve avere un utilizzo speciale, chissà cosa c'è alla fine..


Ma non si trattava di Messico...
ok naturalmente ci sono anche dei condotti sotto la Sfinge...ma mi sa che faccio casino

a Voyager hanno fatto vedere la galleria in Egitto
poi ci sono ricerche anche in Messico..





Torna ad inizio pagina
                                                
farfalla5
19:02 03 apr 2012
AG-STAFF COLLABORATORE
Utenti Registrati #180
Registrato il: 17:21 16 gen 2008
messaggi: 13198
Richard ha scritto ...

farfalla5 ha scritto ...

Richard ha scritto ...


mi sono perso delle puntate anche io
comunque sono arrivati mi pare a 150 metri di profondità, , lo stanno restaurando e mettendo in sicurezza e ancora non è finito non si sa quanto sia profondo! Hawass ha detto che prima pensava fosse solo una galleria "simbolica", ma ora non ci crede più, deve avere un utilizzo speciale, chissà cosa c'è alla fine..


Ma non si trattava di Messico...
ok naturalmente ci sono anche dei condotti sotto la Sfinge...ma mi sa che faccio casino

a Voyager hanno fatto vedere la galleria in Egitto
poi ci sono ricerche anche in Messico..

Ah ok, infatti se non erro...tempo fa a Voyager hanno già parlato di questa galleria con Hawass ma tutto era in fase di esplorazioni e di grande mistero. Secondo me Hawass sa tante cose, ma non può parlarne.





Torna ad inizio pagina
                                                
Richard
21:34 21 mag 2012
Redattore

Registrato il: 16:57 06 giu 2007
messaggi: 19652










Torna ad inizio pagina
                                                
Vai a pagina   <<      
Moderatori: pasgal, Richard, Quantico, Vincenzo Pinelli

Salta:     Torna ad inizio pagina