cern


Fisica, l’ora della rivoluzione

Il Giornale OnlineAl Cern, centro europeo di ricerche nucleari di Ginevra, sta per essere acceso l’acceleratore più potente del mondo

La ricerca fondamentale sembra oggi un po’ dimenticata di fronte agli straordinari entusiasmi per gli sviluppi tecnologici e ambientali. Ciononostante la ricerca fondamentale, quella esclusivamente guidata dal desiderio umano di conoscere e di sapere, è ora in una fase di straordinario progresso. E in questo gli enti europei Cern, Eso, Esa e italiani Infn e Asi continuano ad avere un ruolo determinante. Il 2008 si annuncia come un anno molto interessante per la fisica delle particelle e per l’astrofisica. La densità e la composizione della materia ed energia nell’Universo sono di importanza fondamentale.

Stiamo adesso arrivando ad una svolta, come è stato dimostrato dal premio Nobel per la fisica 2006 a John Mather e George Smoot per i loro studi sul Big Bang con il satellite Cobe, lanciato dalla Nasa nel 1989. Queste misure, che hanno aperto alla cosmologia il ruolo di un...[leggi tutto]

cern   materia oscura   
Posted on sab 05 gen 2008, 13:35

Danni all'acceleratore LHC, stop di due mesi all'esperimento

Il Giornale OnlineUna fuga di elio liquido, causata da un collegamento elettrico difettoso fra due dei magneti della macchina, sarebbe alla base dell'inconveniente: ora bisognerà riportare il settore a una temperatura ben al di sopra dello zero assoluto per poter effettuare le riparazioni necessarie

Acceleratore LHC Ginevra, 20 settembre 2008

I danni riportati dal Large Hadron Collider (Lhc) del Cern sono maggiori del previsto e costringeranno i tecnici a sospendere il funzionamento dell'impianto - entrato in funzione lo scorso 10 settembre - per almeno due mesi: lo hanno reso noto fonti del Cern.

La fuga di elio liquido alla base del guasto è stata causata da un collegamento elettrico difettoso fra due dei magneti della macchina, secondo quanto accertato dai tecnici: ora tuttavia si dovrà attendere che il settore interessato venga gradualmente portato a una temperatura ben al di sopra dello zero assoluto per poter effettuare le riparazioni necessarie.

L'acceleratore di particelle dovrà dunque essere spen...[leggi tutto]

cern   lhc   
Posted on sab 20 set 2008, 16:14

Cern, attivato l'acceleratore Lhc

Il Giornale OnlineGINEVRA - L'acceleratore è stato attivato e tutto è andato come previsto: nessuna apocalisse all'orizzonte. L'esperimento preliminare del Lhc (Large Hadron Collider) del Cern di Ginevra è partito come da programma poco dopo le 9 e 30, con l'obiettivo di verificare il funzionamento del più grande acceleratore di particelle del mondo, costato oltre 6 miliardi di euro. Per "vedere" i primi protoni scontrarsi tra loro e ricreare così le condizioni del Big Bang, bisognerà invece aspettare qualche giorno, mentre la piena efficenza del Lhc sarà raggiunta solo nel 2009.

La prova. Nel test di oggi per la prima volta un fascio di particelle, composto da un miliardo di protoni, ha percorso interamente l'anello di 27 chilometri, senza però essere "accelerato" dai magneti superconduttori e quindi con una velocità inferiore a quella prevista per gli esperimenti, che sfiora quella della luce. La prova preliminare procederà con l'iniezione di un altro fascio in direzione opposta, utile perchè si possa ...[leggi tutto]

cern   lhc   antimateria   big bang   
Posted on mer 10 set 2008, 12:23

Ecco la risposta degli americani all'Lhc del Cern europeo


di Giuseppe Caravita

Segnalato da Lila


"La posta in gioco (autentica): la più grande scoperta scientifica nella storia (finora) dell'umanità. Ovvero capire se l'universo si ferma alle solite quattro dimensioni (le tre spaziali più il tempo) o va oltre, e forse ben oltre.
Gli strumenti, per questa gara segreta tra scienziati: da un lato il grande Lhc del Cern europeo, appena messo in funzione, e dall'altro un minuscolo apparato che i suoi concorrenti Usa del Fermilab stanno costruendo. Una macchina puntata su una delle più misteriose e anomale particelle del nostro universo: lo sfuggente neutrino.

E' competizione, come è sempre stata (per fortuna) tra la scuola europea e americana dei fisici. I primi, e da vent'anni, hanno puntato sul più grande anello di accelerazione e collisione di materia possibile. E, dopo due decenni di progetti, prototipi, prove, hanno effettivamente messo a punto il massimo "martello" di materia elementare mai realizzato. Una macchina di 27 chilometri di diametro, ...[leggi tutto]

cern   lhc   neutrino   
Posted on sab 13 set 2008, 18:04

Intervista: Il Professore Otto Rössler prende parola sul LHC

Il Giornale Online
Sul vasto territorio del CERN fuori da Ginevra, c'è solo una importante figura nella scienza che critica il mulinello LHC, il Dr.Otto Rössler. Un anziano vetrano con circa 300 ricerche sotto la cintura, a volte chiamato il padre della teoria del Chaos, sembra parte di una vivace campagna per i diritti umani, per conoscenza e immaginazione, pronto per combattere con i feroci demoni, i terrorizzanti micro buchi neri del Large Hadron Collider, che possono apparire. Si preoccupa che possano fare merenda con la Terra.

Il CERN, l'incanto per i fisici nucleari, non è molto preoccupato, con un laboratorio sotterraneo che fa concorrenza a qualsiasi fortezza mai costruita, sostenuto da una armata di 2500 fisici e altri 6000 nel mondo.
Se fate i calcoli, non c'è molta possibilita per cui Rössler possa ritardare lo sparo della prima carica di protoni, ritardato più volte dal CERN stesso, per problemi di costruzione e tecnici in 3 anni ad ora, benchè ancora atteso forse questo settembre.

Questo giugno...[leggi tutto]

cern   lhc   buco nero   superfluido   big bang   frattale   
Posted on dom 21 set 2008, 12:46

Cern: slitta a primavera l'appuntamento col big bang

Il Giornale OnlineAggiornamento

Rinviato di mesi, probabilmente per la prossima primavera, l'appuntamento storico con le prime collisioni di protoni all'interno del più grande acceleratore del mondo, il Large Hadron Collider (Lhc) del Cern di Ginevra, dopo il guasto diagnosticato nei giorni scorsi. Date precise ancora non sono uscite dalle riunioni che si susseguono in queste ore nella sede del Centro europeo per le ricerche nucleari.

"Stiamo verificando l'entità dei danni", ha detto il direttore del laboratorio magneti superconduttori del Cern, Lucio Rossi. Quello che è certo è che è necessario un mese solo alzare la temperatura bassissima (271 gradi sotto zero) alla quale funziona l'acceleratore: una gradualità indispensabile per evitare il rischio di rotture meccaniche di bobine e magneti.

Un altro mese servirà per tornare alla bassissima temperatura indispensabile al funzionamento della macchina. A questi due mesi vanno poi aggiunti i tempi tecnici per riparare i danni. Si arriverà così a fine anno. ...[leggi tutto]

cern   lhc   big bang   
Posted on mar 23 set 2008, 00:04

...[leggi tutto]
cern   buco nero   antimateria   
Posted on gio 01 gen 1970, 01:00

Il Cern e le ceneri della scienza

Il Giornale OnlineInviata da skorpion75
“Senza energia l'uomo, semplicemente, non esiste”.
Mark Twain

E’ stato definito il più importante esperimento della scienza contemporanea, l’esperimento che ci porterà tra le stelle, quello dell’acceleratore di particelle del CERN. L’istallazione del Large Hadron Collider (LHC) permetterà di raggiungere forme di energia mai conosciute prima, con la finalità di scoprire proprietà della materia finora teoriche, almeno per i cosiddetti scienziati ufficiali come Rubbia.

Il mondo intero si è fermato attonito dinanzi allo spettacolo di una macchina dalla mole impressionante, senza proferire parola, anche perché la maggior parte delle persone non ha le conoscenze scientifiche necessarie per esprimere un parere, se non ripetere a pappagallo ciò che ha sentito nei servizi del Tg1 e “Studio Aperto” sulle interviste improvvisate. In realtà, per chi ha memoria, questo sembra un film già visto, ed è altamente probabile che le finalità di questi esperimenti vadano al di là di quel...[leggi tutto]

cern   lhc   materia oscura   big bang   
Posted on ven 19 set 2008, 15:06

...[leggi tutto]
cern   buco nero   
Posted on gio 01 gen 1970, 01:00

COMMENTO ALL’ULTIMO ESPERIMENTO DEL CERN DI GINEVRA
Il Giornale Online
di Russo Vincenzo


Tempo fa Stephen Hawking voleva poter conoscere la Mente di Dio. Per questo io gli dedicai il mio libro: “Il Tachione il dito di Dio”. Ora ha cambiato idea e dice che Dio non esiste. Il CERN a sua volta ripropone l'eterna esistenza e autosufficienza della materia. Io rispondo così:

Ciò che è stato osservato al CERN di Ginevra, consiste di un plasma di teorema geometrici e matematici, espressi in numeri cardinali. Questi a loro volta sono costituiti da un gas di numeri ordinali, (la polvere di Cantor invisibile ”diviene“ frattali visibili). A proposito DUNQUE, della presunta autosufficienza della materia, affermata dopo gli ultimi esperimenti del CERN di GINEVRA. Siamo semplicemente alle solite tesi ideologiche del materialismo. Non si tiene conto che l'energia applicata nell'esperimento del CERN è già esistente nell'universo. Quindi la materia non è affatto autosufficiente. Rimane vero semplicemente che nulla si crea e nulla si distrugge in assoluto.

La domanda ultima è...[leggi tutto]
cern   
Posted on dom 12 dic 2010, 21:20

Vai a pagina       >>