economia


La febbre dell’oro in Cina, segnale di una crisi finanziaria mondiale?
Il Giornale OnlineIn Cina sembra proprio che sia scoppiata la febbre dell’oro. Si sa che l’oro è uno dei metalli più rari, e dunque preziosi, esistenti al mondo. Secondo i dati del World Gold Council, il Consiglio Mondiale dell’Oro, sulla terra ci sono 165.000 tonnellate di oro, estratte durante tutto il corso della storia umana; per avere un’idea esatta di quanto sia poca la quantità d’oro esistente, basta dire che tutto l’oro del mondo entrerebbe in una stanza lunga 20 metri, larga sempre 20 metri e profonda ancora 20 metri, ossia un cubo. E’ dunque, la rarità a rendere l’oro un bene tanto prezioso. Negli ultimi anni, la Cina sta sperimentando una veloce e iperbolica crescita economica, tanto che nel 2010 è diventata la seconda economia del mondo ed entro pochi anni diventerà la prima economia del mondo sorpassando gli Stati Uniti.

Ovviamente, la crescita economica della Cina si riflette anche e forse soprattutto nel consumo di oro. Sempre secondo il citato World Gold Concil, nel corso del 2010 la dom...[leggi tutto]
economia   
Posted on mar 24 mag 2011, 16:03

L’ECONOMIA GLOBALE SARA’ SALVATA DALLA FINANZA ISLAMICA ?

Il Giornale OnlineInviata da skorpion75
DI SABINA MORANDI
Liberazione

Aprile 2010. Dai paesi arabi arriva un aiuto insperato per arginare la crisi di liquidità che sta trascinando nel baratro l'economia occidentale: la finanza islamica, che per motivi religiosi rifiuta la speculazione ed è quindi rimasta immune dall'infezione dei mutui statunitensi, offre il proprio sostegno in cambio della possibilità di vendere il petrolio in euro per compensare gli effetti della disastrosa svalutazione del dollaro. Le capitali europee hanno accettato entusiasticamente mentre la Casa Bianca, per motivi puramente ideologici, ha preferito cedere importanti assetts alle banche cinesi, ormai principali creditrici di Washington. Così Bruxelles decreta che, d'ora in poi, gli europei celebreranno con i musulmani la festa per la fine del Ramadam per esprimere la propria gratitudine…

Fantascienza? Effettivamente il calendario ci ha preso un po' la mano. Facciamo allora un passo indietro e torniamo al febbraio 2008 quando, nel pien...[leggi tutto]

economia   islam   
Posted on gio 20 mar 2008, 08:23

...[leggi tutto]
economia   islam   
Posted on gio 01 gen 1970, 01:00

NESARA (la Futura Economia Mondiale) ecco e' quasi QUI !

Il Giornale Online La storia di NESARA

- National Economic Security And Reformation Act - Atto Nazionale di Riforma E Sicurezza Economica


Agli inizi del 1993, su sollevamento del problema da parte dei Sindacati degli Allevatori, la Corte Suprema degli Stati Uniti decise che le banche statunitensi stavano fraudolentemente precludendo il riscatto delle ipoteche sulle fattorie e che il governo degli Stati Uniti era in collusione con queste banche. La testimonianza e le prove da parte di un agente in pensione della CIA, apportarono altre dimostrazioni che le lamentele dei Sindacati degli Allevatori erano legittime.

Suddette prove dimostrarono inoltre che l’imposta sul reddito non fu stata mai ratificata correttamente dal numero di Stati necessari e che quindi le tasse sul reddito erano illegali.

Pressoché unanimamente la Corte Suprema di Giustizia degli U.S.A. decretò a favore dei Sindacati degli Allevatori. I Giudici riconobbero che prove schiaccianti dimostravano che il governo degli Stati Uniti e il Sist...[leggi tutto]

economia   illuminati   
Posted on dom 26 ago 2007, 01:03

LEZIONI DI STORIA MONETARIA

di Silvano Borruso

Il Giornale OnlineSe la storia dev'esser maestra di vita, la discussione in corso sul fenomeno dilagante delle valute sociali di scambio, non può portar molto lontano se basata su dati di fatto vaghi o addirittura falsi. Volgiamo quindi lo sguardo indietro di 70 anni, per mettere a fuoco eventi reali che possano aiutare a evitare gli errori del passato.

Protagonista della nostra storia è il tirolese Michael Unterguggenberger (1884-1936), borgomastro della cittadina austriaca di Wörgl, nodo ferroviario nella provincia del Vorarlberg.

Era il luglio del 1932. In seguito a una politica globale deflazionista mai dovutamente spiegata e falsamente attribuita al collasso della borsa di New York di tre anni prima, la moneta scarseggiava, le intraprese chiudevano i battenti e infuriava la disoccupazione. La cittadina di poco più di 4000 abitanti e dintorni già contava 1500 disoccupati, che inutilmente si rivolgevano al borgomastro per aiuti che non potevano venire da nessuna parte.

Però il nostro...[leggi tutto]

economia   mammona   
Posted on gio 07 feb 2008, 17:07

Il collasso del moderno sistema bancario è alle porte

Il Giornale OnlineLe banche non hanno le riserve per coprire le perdite accumulate dai loro assett e la Fed non può salvarle.

I mercati azionari sono scesi bruscamente la scorsa settimana in seguito a notizie poco incoraggianti relativi al rialzo del tasso di inflazione che potrebbe limitare un abbassamento ulteriore dei tassi di interesse; siamo ora molto vicini all’accensione della spia che segnala l’inizio di un mercato orso, ossia di discese protratte delle borse. Il settore finanziario è stato finora il più colpito con una perdita di capitalizzazione del settore del 25% dal luglio scorso ad oggi. Il mercato immobiliare americano manifesta segni di rallentamento sempre più inquietanti e perfino il governatore della California ha annunciato che dichiarerà l’emergenza fiscale in gennaio a causa della perdita in bilancio di 14 bilioni di dollari causati dalle perdite legate alle obbligazioni garantite da mutui.

Il capo economista di Morgan Stanley, Stephen Roach, sul New York Times di domenica scorsa a...[leggi tutto]

economia   
Posted on ven 21 dic 2007, 22:11

Ban Ki-moon al G20: crisi finanziaria e cambiamento climatico si battono con l´economia verde

Il Giornale OnlineLIVORNO. In un´intervista all´International Herald Tribune ripresa dall´ufficio stampa dell´Onu, il segretario della Nazioni Unite Ban Ki-moon sottolinea che «La crisi finanziaria mondiale non è una scusa per ignorare la crisi provocata dai cambiamenti climatici e la risposta alle due crisi è lo sviluppo di un´economia verde.

La crisi finanziaria mondiale è la crisi più urgente; la più essenziale è quella provocata dal cambiamento climatico.

L´urgenza della prima non è una scusa per dimenticare la seconda».

Ba Ki-moon manda un preciso messaggio al summit del G20 che il 15 novembre a Washington riunirà i principali Paesi industrializzati ed emergenti per discutere della riforma del sistema finanziario mondiale ed al quale il segretario generale dell´Onu prenderà parte.

La ricetta proposta dall´Onu per uscire dalle due crisi globali che si intrecciano è quella che appare tanto indigesta al nostro governo: green economy.

Secondo Ban «Gli scienziati sono d´accordo nel dire che per affrontare ...[leggi tutto]

clima   economia   energia   
Posted on mar 11 nov 2008, 22:49

Il 2037 sarà l'anno delle catastrofi

Il Giornale Online

Clima e ambiente, i giovani italiani e britannici lanciano l'allarme: ecosistema compromesso, intervenire anche se è già troppo tardi

Pensando ai cambiamenti che potrebbero intervenire nei prossimi 30 anni, qual è quello che ti spaventa di più?
Che cosa spaventa di più i giovani italiani e britannici che guardano alla loro vita da qui a trent’anni? Il 2037 potrebbe essere l’anno dei disastri naturali, inquinamento, masse della popolazione mondiale spinte a migrare in fuga dalla povertà, rischio di destabilizzazione. È questo il quadro di sintesi di un sondaggio commissionato dall’ambasciata britannica a Roma e dal British Council e presentato al Convegno di Pontignano. I dati del sondaggio tra duemila britannici e italiani serviranno ai politici, imprenditori e opinion makers riuniti sotto la presidenza di Lord Chris Patten e Giuliano Amato come base di discussione sul tema dei «Climate Changes», i cambiamenti di clima che hanno un effetto a catena su crescita economica, stabilità dei ...[leggi tutto]

clima   economia   ecosistema   
Posted on gio 15 nov 2007, 11:01

I principi dello swadeshi

Il Giornale Online«La vera India non è quella che si vede nelle sue poche città, ma quella dei suoi 700 mila villaggi», diceva Gandhi: «Se questi muoiono morirà anche l'India». In queste parole è racchiuso lo swadeshi, il programma economico del Mahatma per la promozione delle piccole comunità locali.

L'India libera auspicata da Gandhi non era uno stato nazionale ma una confederazione di villaggi autonomi e autosufficienti. Il potere politico ed economico doveva essere gestito dalle assemblee locali.

Questa filosofia era profondamente radicata nella popolazione: per millenni la gente aveva vissuto in armonia con la natura, mangiando quello che coltivava e tessendo i propri vestiti. Gli animali, la terra e le foreste erano parte integrante di questo equilibrio sociale e ambientale. Ogni regione aveva una propria identità culturale ben definita ed era orgogliosa di questa diversità.

Secondo lo swadeshi, tutto quello che viene prodotto nel villaggio deve essere utilizzato dai suoi abitanti. ...[leggi tutto]

swadeshi   Gandhi   economia   societa   
Posted on lun 24 nov 2008, 10:19

Come estinguere le radici della Depressione con metodi Divini
Il Giornale OnlineIl pianto della "Depressione" in questa Terra di Milionari sta straziando l'aria. Al di sotto delle prosperose luci delle grandi strade di tutta la nazione, delle sgargianti, allettanti vetrine dei negozi e del silenzioso fruscio delle costose automobili, c'è un silente, ribollente pianto di povertà. In Oriente si vedono strade ben disseminate di mendicanti vestiti di stracci, ma qui in questo Paradiso Economico, questa Terra di Fusioni, si vedono uomini e donne ben vestiti senza soldi nei loro portafogli o cibo nel loro stomaco. Il ben vestito ricco od il malandato povero entrambi si mostrano a loro modo per il loro vestito e la loro andatura, ma l'Occidentale di classe media che deve vestirsi come un ricco ma rimane povero, per loro mi preoccupo.

Senza coscienza e senza cuore, le Rolls-Royce e le Packards contenenti i loro sorridenti, ingioiellati, esseri umani pietrificati nel sè ignorano questi esternamente diffidenti ma internamente sventurati segnati dalla povertà. Dov'è la voce d...[leggi tutto]
Yogananda   crisi   economia   depressione   egoismo   
Posted on ven 07 ago 2009, 18:01