einstein


I segreti del cervello di Einstein
Il Giornale OnlineC’era qualcosa di speciale nel cervello di Albert Einstein? Forse sì, nel lobo parietale, secondo un nuovo studio in corso di pubblicazione sulla rivista Frontiers in Evolutionary Neuroscience.

La ricerca, firmata da Dean Falk, antropologo dell’Università della Florida a Tallahassee, avrebbe individuato alcune formazioni in rilievo sulla parte di corteccia motoria che controlla la mano sinistra (Falk D, New Information about Albert Einstein's Brain, Front Evol Neurosci, in press 2009).

Simili "bozzi" sono stati correlati alla capacità musicale (e il grande fisico suonava il violino fin dall’infanzia). Ma, soprattutto, è stata confermata la dimensione superiore alla media della corteccia parietale (circa il 15 per cento), con l’individuazione di uno schema di circonvoluzioni piuttosto raro. Falk ipotizza che sia questa configurazione della zona deputata alla cognizione spaziale, matematica e visiva ad aver favorito l’intuizione scientifica e la particolare abilità di concettualizzare i p...[leggi tutto]
einstein   cervello   Quantico   
Posted on dom 17 mag 2009, 00:22