sole


Una sonda farà un «giro» intorno al Sole

Il Giornale OnlineUna navetta spaziale che arriverà molto vicino alla nostra stella, per svelare molti misteri della nostra stella.

di Alessandra Carboni


È stata battezzata Solar Probe la missione spaziale che porterà una navetta vicino alla nostra stella per studiare e comprendere i segreti del Sole e delle tempeste magnetiche che avvengono sulla sua superficie.

MAI COSÌ VICINO – Il progetto, tra i più ambiziosi nella storia delle missioni spaziali, nasce nell'Applied Physics Laboratory (APL) della Johns Hopkins University con l'appoggio della Nasa e prevede l'invio della sonda a 6,6 milioni di chilometri dal Sole (circa otto volte più vicino di quanto si sia arrivati in passato) fino a raggiungerne la superficie gassosa, la corona, ovvero la parte più esterna dell'atmosfera, in cui ha origine il cosiddetto vento solare. Solar Probe si avvicinerà al Sole protetto da uno scudo, una specie di ombrello in grado di sopportare fino a 2.600 gradi Fahrenheit di temperatura (circa 1.400 gradi Celsius) e resister...[leggi tutto]

sole   sonda   
Posted on mar 06 mag 2008, 11:09

I poli magnetici del Sole si sono rovesciati

Il Giornale Online21 aprile 2001
di Claudio Del Duca

Con l'eccezionale attività solare di questo periodo, sono apparsi sulle riviste del settore titoli come "pericolo aurore", "probabili tempeste magnetiche", "straordinario brillamento solare", e "il campo magnetico solare si è rovesciamento". Tale magniloquenza di termini su quotidiani che spesso non approfondiscono abbastanza questi argomenti, però, potrebbe generare qualche preoccupazione in chi non conosce le reali cause e la natura del fenomeno che genera il tutto.

Guardandolo, non si direbbe, ma gli scienziati della NASA dicono che il campo magnetico del Sole ha subìto un cambiamento importante. Il suo polo nord magnetico, che era nell'emisfero settentrionale appena pochi mesi fa, punta adesso verso sud. È un rovesciamento della situazione, ma non improvviso e neppure inaspettato. Questa transizione accade ogni 11 anni, quando, come in questo periodo, il ciclo di macchie solari raggiunge il suo picco.

Tale fenomeno è facilmente osservabile con un se...[leggi tutto]

sole   macchie solari   2012   campo magnetico   
Posted on lun 16 lug 2007, 15:12

Il Sole resta un mistero
Nell'immagine la ricostruzione del Grande Nastro Trasportatore tratta dal sito della Nasa: http://science.nasa.gov.


In un recente numero di Science, il prestigioso fisico solare della Nasa David Hathaway spiega che le nuove scoperte fatte riguardo al funzionamento del Grande Nastro Trasportatore del Sole in relazione alle macchie solari hanno messo in discussione le nostre conoscenze sulla stella e soprattutto la nsotra capacità di prevedere su basi fisiche la futura attività solare.

da meteogiornale.it
Aldo Meschiari
15 Marzo 2010

Il lettori del MTG avranno ormai compreso, visti i numerosi articoli scritti in proposito, la notevole importanza che riveste per la scienza climatica poter prevedere come varierà nel tempo l'attività del Sole. Per ora tale previsione è affidata soprattutto alla statistica, che, studiando i cicli del passato anche e soprattutto attraverso i dati indiretti (proxy), cerca di individuare delle regole più o meno precise che possano permettere di intuire la futura att...[leggi tutto]
sole   macchie solari   
Posted on mar 16 mar 2010, 14:05

Ecco perché il Sole è andato in letargo

Questo collage mostra i campi magnetici all'interno del Sole, secondo il modello della dinamo solare (al centro). A destra, la corona solare in fase quiesciente. A sinistra, la fase attiva che fa seguito alla precedente. Le simulazioni mostrano che si assiste a un minimo nell'attività solare quando le fasce del campo magnetico (le regioni in blu e in rosso a destra) si separano a causa di cambiamenti nel flusso del plasma. Questa separazione comporta l'assenza di macchie solari (e quindi di tempeste) tra due cicli successivi. Credit: NASA/Goddard/SDO-AIA/JAXA/Hinode-XRT.


Prima di tornare a dar spettacolo con tempeste magnetiche, la nostra stella ha passato un periodo insolitamente lungo d'inattività, caratterizzata da poche macchie solari e un debole campo magnetico polare. Un gruppo di ricercatori ha fornito una spiegazione su Nature
Alessandro Bemporad (INAF-OA Torino): "È un po' come se il Sole avesse consumato troppo rapidamente il campo magnetico e si fosse preso una pausa".


...[leggi tutto]
sole   campo magnetico   
Posted on gio 03 mar 2011, 18:03

Freddo come il Sole - Torus Topology
Il Giornale Online“Nassim Haramein has spent most of his life researching the fundamental geometry of hyperspace, studying a variety of fields from theoretical physics, cosmology, quantum mechanics, biology and chemistry to anthropology and ancient civilizations.

Combining this knowledge with a keen observation of the behavior of nature, he discovered a specific geometric array that he found to be fundamental to creation and from which the foundation for his Unified Field Theory emerged.”
Questo è il profilo di Haramein come appare sulla pagina Web The Resonance Project

L’autore, nel paper What is the Origin of Spin spiega che il potente motore che muove tutte le cose, dalle galassie alle particelle sub-atomiche, e le pone in moto circolare e le dota di momento angolare, non può che essere la gravità. Nel suo pensiero, (credo di aver capito,) si è radicata l’idea che l’accumulo di materia nello spazio, non solo modifica lo spazio-tempo, nel senso fino ad adesso inteso dalla teoria della Relatività Gen...[leggi tutto]
sole   
Posted on ven 08 mar 2013, 22:44

Prima visione del Lato Oscuro del Sole


di Clara Moskowitz

Presto potremo dare la prima occhiata al lato oscuro del sole. Beh, no, non esiste davvero un lato oscuro di una sfera luminosa di gas infuocati, ma esiste in effetti un lato oscuro, un lato che non possiamo vedere. Gli scienziati non sono contenti di avere solo una parte dell'immagine e hanno lanciato la missione STEREO (Solar Terrestrial Relations Observatories), un paio di astronavi della NASA che orbiteranno attorno al sole simultaneamente per fornire una visione completa di tutti i lati della stella in una volta.

"Quindi non ci saranno punti nascosti e potremo vedere l'intero sole per la prima volta", ha detto lo scienziato Michael Kaiser del Goddard Space Flight Center della NASA a Wired.com La visione perfettamente sferica arriverà il 6 Febbraio 2011. Ora i due satelliti, lanciati nell'Ottobre 2006, si trovano a circa 90° tra loro e permettono una visione di circa 270° del sole. "L'obiettivo di tutto questo è di racco...[leggi tutto]
sole   
Posted on gio 05 feb 2009, 22:59

La stella più massiccia!
Il Giornale OnlineSegnalato da CANERO

Sofferto la recente forte ondata di caldo? Beh, consoliamoci pensando a quanto sarebbe arroventato il nostro pianeta se al posto del Sole, una piccola e docile stella gialla che possiede una temperatura superficiale di quasi 6mila gradi, ci fosse la stella scoperta recentemente: con una temperatura superficiale di 53mila gradi e una luminosità quasi 9 milioni di volte superiore al nostro caro Sole… hai voglia a spalmare creme ad elevata protezione! Il nostro pianeta sarebbe immerso in un bagno di radiazione ultravioletta, tanto feroce da sterilizzare qualsiasi tentativo di forma di vita.

R136 è un ammasso di circa 100mila giovani stelle massicce nel pieno del loro vigore giovanile, che si trovano nella nebulosa 30 Doradus (detta anche Tarantola) nella Grande Nube di Magellano, una galassia nana satellite della Via Lattea visibile nell’emisfero meridionale e distante 165mila anni-luce.
L’ammasso è stato studiato da un gruppo di astronomi mediante il Very Large Telescope...[leggi tutto]
sole   
Posted on gio 29 lug 2010, 20:46

Tempeste solari in intensificazione: secondo il NOAA al 50% la Terra ne sarà colpita


di Renato Sansone
(3 novembre 2011)

Il Sole si è già avviato sulla strada che lo porterà al picco massimo della sua ttività prevista tra la fine del 2013 e l’inizio del 2014. In queste ore una delle più grandi macchie solari degli ultimi anni è in rotazione sul vesante Nord-Orientale del Sole. Il Solar Dynamics Observatory della NASA, ha scattato questa fotografia della macchia solare, denominata AR 1339, durante le prime ore della giornata. Misura circa 40.000 chilometri di larghezza e almeno il doppio di lunghezza, ed è facilmente visibile anche con piccoli telescopi amatoriali, utilizzando naturalmente opportuni filtri da anteporre all’obiettivo e non all’oculare. Due o tre macchie sono addirittura più grandi di tutto il nostro pianeta. Ricordiamo che le macchie solari sono aree della superficie solare, la fotosfera, più fredde, nell’ordine dei 4000°C. Le macchie solari sono correlate all’attività solare, nel senso che un numero elevato è sinomino di intensa attività solare. Naturalme...[leggi tutto]
sole   
Posted on dom 06 nov 2011, 22:38

Prosegue la crisi solare
Il Giornale OnlineInviata da BIO

In una recentissima intervista David Hataway (uno dei più importanti astronomi della NASA e del mondo) non ha nascosto preoccupazione ed un certo imbarazzo riguardo l'anomalo andamento dell'attuale minimo solare. Un minimo che ha costretto quasi tutti i centri di ricerca a posticipare massicciamente l'inizio del 24° ciclo e che sta dando non pochi grattacapi nel formulare nuove proiezioni. I timori e i dubbi di Hataway sono giustificati dagli ultimi dati provenienti dall'SIDC belga, che per Agosto ha ufficializzato una media giornaliera di macchie solari pari a 0.5. Si tratta del secondo mese consecutivo con un numero di sunspots prossimo a zero a conferma dell'estrema problematicità dell'attuale fase di passaggio, senza dubbio tra le più critiche degli ultimi 259 anni.

Anche la NASA comincia a tentennare di fronte all'eccezionale dilatarsi dell'attuale minimo solare. David Hataway, in una recente intervista, non ha nascosto un certa preoccupazione riguardo l'anomalo andam...[leggi tutto]
sole   macchie solari   
Posted on sab 06 set 2008, 19:53

SOLE FREDDO E FUSIONE NUCLEARE CONTROLLATA

Il Giornale Online27/2/2003

(Articolo ripreso dalla rivista "Andromeda"

La scoperta che il Sole è caldo fuori e freddo di dentro l’ha fatta Sir Frederik William Herschel (1738-1822).

Nel 1781 Herschel, il primo grande astrofisico della storia, scoprì il PIANETA URANO, nonché i satelliti Encelado e Mimas di Saturno.

Herschel affermava che “il globo centrale del Sole è un mondo abitabile, protetto dall’ardore fotosferico da uno strato di nubi fredde e non luminose”



LA PRIMA BOMBA H: l’ordigno era veramente “termo” nucleare?


Gli scienziati che hanno costruito la bomba H, hanno sempre creduto “erroneamente” che essa possa essere innescata solo grazie alla enorme quantità di calore sprigionato dall’esplosione di una bomba atomica (A), così come - essi affermano - avviene nel sole nel cui nocciolo la temperatura è stimata intorno ai 14-15 milioni di gradi Kelvin, mentre quella esterna al Sole si aggira intorno ai 6000 °Kelvin.

Questa affermazione viene completamente smentita dallo studioso Renzo Boscoli il quale, ri...[leggi tutto]

sole   fusione fredda   
Posted on dom 02 dic 2007, 20:59

Vai a pagina       >>