tantra


Introduzione alla medicina tibetana

Il Giornale Online
La medicina tibetana si fonda sui Quattro Tantra Medici (Gyu Shi) insegnati dal Buddha e approfonditi in Tibet a partire dall'VIII secolo d.C. I suoi principi si basano sullo stretto legame di interdipendenza tra corpo e mente e sullo studio e la cura dei tre umori, vento, bile e flemma, che costituiscono il sistema psicofisico della persona. I metodi terapeutici si avvalgono dell'uso di erbe medicinali, di una dieta specifica, di consigli inerenti il comportamento, e sull'applicazione di terapie ausiliarie quali il massaggio, l'agopuntura, la moxa e l’ago d’oro.

L'intero testo è composto da 156 capitoli. Buddha diede gli insegnamenti dei Quattro Tantra a Benares (Varanasi) all'età di 71 anni. Li diede per beneficiare gli esseri, non per far arricchire i medici. Per questo la medicina tibetana pone molto fortemente l'accento sull'attitudine che un medico deve avere. In passato, in India e Tibet, i medici non presentavano la parcella; erano i pazienti a fare delle offerte. Se non offriva...[leggi tutto]

tantra   buddha   
Posted on ven 26 set 2008, 12:29

LA VISIONE TANTRICA DELL'ESSERE

Il Fiore del Tantra

Il sesso è l’energia più vitale, la sola energia che avete. Non la combattete – sarebbe uno spreco di vita e di tempo; piuttosto, trasformatela. Ma come farlo? Come trasformarla? Cosa si può fare? Mentre fate l’amore occorre che vi ricordiate di tre cose. Una è: prima di fare l’amore, meditate. Non fate mai l’amore senza meditare, altrimenti l’amore rimarrà sessuale.

Prima di incontrare una donna dovreste innalzarvi nella vostra coscienza; in questo modo, l’incontro avverrà su un piano più elevato. Per almeno quaranta minuti restate seduti e guardate il muro lasciando accesa solo una luce molto bassa che possa dare un senso di mistero.

Sedete in silenzio senza muovere il corpo, come se foste delle statue. Più tardi, quando farete l’amore, il corpo si muoverà; quindi dategli prima l’altro estremo, quello dell’immobilità, così che possa guadagnare forza per poi muoversi profondamente. In questo modo l’impulso diventerà così vibrante che il corpo intero, ogni fibra sa...[leggi tutto]

tantra   amore   meditazione   Omega   
Posted on dom 30 set 2007, 06:08

...[leggi tutto]
tantra   Quantico   
Posted on gio 01 gen 1970, 01:00

La Sakinah: il Tantra Yoga del Corano
Il Giornale OnlineSia per l'uomo comune che per un maestro spirituale, l'arte e la scienza dello Yoga Tantrico (l'unione con Dio tramite l'utilizzo dell'energia sessuale) e della ritenzione del seme è molto importante.

Lo scandalo religioso è diventato un luogo comune, perché è la chiara conseguenza della posizione dominante dell'uomo che non ha controllato la propria energia sessuale. Disinteressarsi d’energia sessuale non è certo risolutivo, forse lo potrebbe essere in un monastero di clausura - ma anche lì ci sono dei dubbi. Infatti, se un ecclesiastico si trova nel bel mezzo di questo mondo moderno ossessionato dal sesso, gli sarà difficile respingere le sue sollecitazioni. Quindi, è necessario trascendere e trasmutare la forza sessuale.

Numerosi testi antichi narrano di miti (scienze espresse metaforicamente) nei quali le divinità erano tutte castrate. Il Sumero Anu, il Greco Urano, gli Egizi Osiride e Seti, erano tutti castrati.

Il significato della castrazione può essere decifrato col metodo della c...[leggi tutto]
corano   tantra   yoga   
Posted on ven 23 nov 2007, 15:33

Brahmacarya, dal piacere alla gioia

Sentire la presenza divina in ogni esperienza per conferire pieno significato alla nostra esistenza

Il termine Brahmacarya viene spesso tradotto con «continenza» o «astinenza sessuale»: secondo la visione religiosa tradizionale infatti è indispensabile la castità assoluta per poter disporre delle energie che indubbiamente e normalmente si disperdono nell'atto sessuale ai fini della propria crescita spirituale.

Ardua impresa, tuttavia, la castità; se non viene vissuta con consapevolezza può facilmente trasformarsi in sofferenza, senso di esclusione dalla vita ed impossibilità di sperimentare ciò che Dio ha concesso all'uomo per uno scopo ben preciso.

Ogni essere vivente infatti ricerca l'unione con il suo opposto e complementare per tentare di ricreare inconsciamente il rito cosmogonico; l'uomo inconsapevole utilizza l'accoppiamento a scopo di gratificazione, per sentire il fluire della vita, per procreare, per esprimere un'energia naturale che però, se non viene trasmutata, andrà dispersa...[leggi tutto]
brahmacarya   yoga   tantra   
Posted on mar 26 mag 2009, 02:44