yoga


IL KARMA YOGA
Il Giornale Onlinedi Guido da Todi

Ogni pensiero e azione del passato ci legano inesorabilmente al nostro karma odierno, tuttavia proprio attraverso la stessa azione, quando è compresa ed agita in modo corretto, è possibile ricongiungersi con il Tutto... Vivekananda considerava l’essenza del Karma Yoga la più nobile delle Vie Spirituali. La Bagavadh Gita è un compendio praticamente esclusivo di questo Yoga. Perché? In effetti, una delle caratteristiche fondamentali degli insegnamenti indù è il buon senso e la praticità immediata, anche se ciò non invalida l’altissima natura delle loro tradizioni.

Non è possibile afferrare il significato della legge del karma, se almeno non si è – in misura bastevole – intuita la natura delle cose universali: che è unità fondamentale, olismo ininterrotto, identificazione totale dell’apparente frammento con il tutto. La ripercussione di ogni atto e di ogni pensiero prodotti da noi avviene e si risolve, alla fine, in noi stessi solo per il fatto che non esiste soluzione di c...[leggi tutto]
yoga   
Posted on gio 24 dic 2009, 16:14

Edgar Cayce: LO YOGA
Il Giornale Onlineda Edgarcayce.it

Hugh Lynn Cayce: Avrete davanti a voi il corpo e la mente curiosa di [2475] ...con riferimento particolare agli esercizi yoga con i quale egli ha sperimentato nella respirazione. Indicherete solo quello che è accaduto nel corpo e che cosa dovrebbe essere fatto a questo punto, considerando il migliore sviluppo fisico, mentale e spirituale dell’entità...

Edgar Cayce: Sì, abbiamo il corpo, la mente curiosa... quelle esperienze... Per dare ciò che sarebbe utile al corpo questa volta si potrebbe indicare per il corpo qualcosa di ciò che ha luogo quando si usano tali esercizi - e le esperienze vissute da chi li fa.

Questi esercizi sono eccellenti, ma è necessario fare una preparazione particolare –o arrivare ad una comprensione perfetta da parte del corpo per quanto riguarda ciò che ha luogo quando tali esercizi vengono usati. Perché il respiro è la base dell’attività dell’organismo vivente. Perciò tali esercizi possono essere benefici o dannosi nel loro effetto su di un corpo....[leggi tutto]
kundalini   yoga   chakra   
Posted on mer 12 nov 2008, 22:13

Brahmacarya, dal piacere alla gioia

Sentire la presenza divina in ogni esperienza per conferire pieno significato alla nostra esistenza

Il termine Brahmacarya viene spesso tradotto con «continenza» o «astinenza sessuale»: secondo la visione religiosa tradizionale infatti è indispensabile la castità assoluta per poter disporre delle energie che indubbiamente e normalmente si disperdono nell'atto sessuale ai fini della propria crescita spirituale.

Ardua impresa, tuttavia, la castità; se non viene vissuta con consapevolezza può facilmente trasformarsi in sofferenza, senso di esclusione dalla vita ed impossibilità di sperimentare ciò che Dio ha concesso all'uomo per uno scopo ben preciso.

Ogni essere vivente infatti ricerca l'unione con il suo opposto e complementare per tentare di ricreare inconsciamente il rito cosmogonico; l'uomo inconsapevole utilizza l'accoppiamento a scopo di gratificazione, per sentire il fluire della vita, per procreare, per esprimere un'energia naturale che però, se non viene trasmutata, andrà dispersa...[leggi tutto]
brahmacarya   yoga   tantra   
Posted on mar 26 mag 2009, 02:44

Nada Yoga - Lo Yoga del suono
Il Giornale OnlineUn'antica pratica indiana, il Nada Yoga, ti aiuta a scoprire chi sei veramente dal tono della tua voce e a liberare, con il canto e con la musica, le emozioni represse. Sei razionale o intuitivo, estroverso o timido, pigro o dinamico? La risposta è nella voce o meglio nella nota personale. A ogni nota personale infatti corrisponde un tipo di personalità. Cosi' il tipo RE è un curioso dotato anche di grande senso pratico, il LA ha la stoffa del manager, il SOL desidera fortemente un amore spirituale. Lo dice il Nada Yoga, o yoga del suono, disciplina che utilizza la vibrazione del suono per aiutare l'uomo a migliorarsi.

A metterlo a punto attingendo alle antichissime tradizioni dei Veda, i testi sacri indiani, è stato un maestro contemporaneo, Sri Vemu Mukunda, fisico nucleare e grande musicista indiano. Coniugando i suoi studi scientifici con la tradizione millenaria del suo paese ha elaborato una lunga indagine sul corpo umano e le sue risposte fisiche e psichiche al suono, arrivando ...[leggi tutto]
nada   yoga   suono   chakra   
Posted on lun 16 nov 2009, 17:20

La Sakinah: il Tantra Yoga del Corano
Il Giornale OnlineSia per l'uomo comune che per un maestro spirituale, l'arte e la scienza dello Yoga Tantrico (l'unione con Dio tramite l'utilizzo dell'energia sessuale) e della ritenzione del seme è molto importante.

Lo scandalo religioso è diventato un luogo comune, perché è la chiara conseguenza della posizione dominante dell'uomo che non ha controllato la propria energia sessuale. Disinteressarsi d’energia sessuale non è certo risolutivo, forse lo potrebbe essere in un monastero di clausura - ma anche lì ci sono dei dubbi. Infatti, se un ecclesiastico si trova nel bel mezzo di questo mondo moderno ossessionato dal sesso, gli sarà difficile respingere le sue sollecitazioni. Quindi, è necessario trascendere e trasmutare la forza sessuale.

Numerosi testi antichi narrano di miti (scienze espresse metaforicamente) nei quali le divinità erano tutte castrate. Il Sumero Anu, il Greco Urano, gli Egizi Osiride e Seti, erano tutti castrati.

Il significato della castrazione può essere decifrato col metodo della c...[leggi tutto]
corano   tantra   yoga   
Posted on ven 23 nov 2007, 15:33

Il Karma Yoga

Inviata da skorpion75

di Da Todi Guido

Ogni pensiero e azione del passato ci legano inesorabilmente al nostro karma odierno, tuttavia proprio attraverso la stessa azione, quando è compresa ed agita in modo corretto, è possibile ricongiungersi con il Tutto... Vivekananda considerava l’essenza del Karma Yoga la più nobile delle Vie Spirituali. La Bagavadh Gita è un compendio praticamente esclusivo di questo Yoga. Perché? In effetti, una delle caratteristiche fondamentali degli insegnamenti indù è il buon senso e la praticità immediata, anche se ciò non invalida l’altissima natura delle loro tradizioni.

Non è possibile afferrare il significato della legge del karma, se almeno non si è – in misura bastevole – intuita la natura delle cose universali: che è unità fondamentale, olismo ininterrotto, identificazione totale dell’apparente frammento con il tutto. La ripercussione di ogni atto e di ogni pensiero prodotti da noi avviene e si risolve, alla fine, in noi stessi solo per il fatto che non...[leggi tutto]
meditazione   coscienza   karma   yoga   
Posted on sab 12 dic 2009, 21:36