A/h1n1. Ricercatori giapponesi attaccano il virus


di Maria Melania Barone

ROMA – Un duro colpo per le case farmaceutiche produttrici del Tamiflu datato 3 dicembre 2009 è stato inferto dall'Università di Hokkaido, nel nord del Giappone, dove un gruppo di ricercatori ha appena scoperto un mix di sostanze che, combinate insieme, avrebbero la capacità di debellare il virus h1n1. Gli esperimenti, fino ad ora condotti soltanto sugli animali hanno evidenziato l'innalzamento del tasso di sopravvivenza nei soggetti colpiti da Influenza A.

LA SOSTANZA sarebbe composta da fluidi di coltura ricavati dai ceppi di Aureobasidium che contengono betaglucani, dei polisaccaridi, e da uno speciale acido lattico. Questa soluzione sarebbe più efficace dei farmaci attualmente usati contro il virus come il Tamiflu e Relenza. L'equipe scientifica guidata dal Prof. Tadaaki Miyazaki, biologo molecolare dell'Università di Hokkaido, ha diviso i topi da laboratorio in due gruppi tutti infettati dallo stesso virus h1n1.

Un gruppo è stato curato con Tamiflu e il secondo gruppo con la sostanza creata in laboratorio. Il gruppo curato con la sostanza creata in laboratorio avrebbe mostrato un tasso di sopravvivenza altamente superiore rispetto al gruppo di topi curato col Tamiflu che, invece, ha presentato una repentina perdita di peso con conseguente decesso. Dunque la novità è che questa combinazione individuata avrebbe un'alta capacità – ancora non del tutto spiegabile – di rafforzare le difese immunitarie dell'organismo contrariamente ai comuni farmaci antinfluenzali che si limitano a contrastare lo sviluppo del virus.

Fonte: http://www.dazebao.org/news/index.php?option=com_content&view=article&id=7789:ah1n1-ricercatori-giapponesi-attaccano-il-virus&catid=92:sanita&Itemid=171
Vedi: http://www.newsabahtimes.com.my/nstweb/fullstory/30342

A/h1n1. Ricercatori giapponesi attaccano il virus ultima modifica: 2009-12-03T16:35:30+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)