Alla ricerca della visione


Altre realtà e dimensioni convivono insieme alla nostra in questa cellula di vita planetaria. Confini che lentamente si stanno dilatando, permettono alla coscienza umana di comprendere le realtà volumetriche coesistenti al proprio interno

Non c'è dubbio sul fatto che questo pianeta e l'umanità stanno incubando una straordinaria potenza di crescita e di trasformazione. Se anche quest'ultima debba intendersi come un processo fondato su ciò che noi chiamiamo morte.Da questo processo si generano la Luce e l'Energia necessarie ad un pianeta per evolvere e ad una umanità per crescere in coscienza, civiltà e libertà. Questa epoca è ricca di forti correnti energetiche che percorrono il pianeta e che attraversano la coscienza delle persone più sensibili conformandone delicatamente i profili, fatti a misura di altri e migliori sistemi, tali da rendere gli uomini atti al cambiamento. Correnti di energia e luce che spesso infiammano l'animo degli uomini, muovono le masse, fanno pronunciare parole, fanno compiere azioni, piccole e grandi onde che si propagano nella Storia, attraversano la superficie del pianeta, ma provengono dai canali che conducono nei segreti reami dell'interno della terra.

Altre realtà e altre dimensioni convivono insieme alla nostra in questa cellula di vita planetaria. E l'interazione fra esse è una realtà che emerge all'interno di quello stesso processo di trasformazione che coinvolge il pianeta nella sua totalità. Carichi di queste onde energetiche di potenza che essi sanno tradurre in profondità spirituale e saggia discriminazione, alcuni esseri umani sul pianeta già si spingono oltre i confini dimensionali entro cui l'umanità è integrata da migliaia di anni. Confini dimensionali che lentamente si stanno dilatando, a causa dell'intero spostamento dimensionale della Terra, permettendo alla coscienza umana di comprendere le realtà volumetriche coesistenti al proprio interno.

La mente degli Dei tace nell'Unità

Questi esseri umani riescono a dilatare enormemente i confini dimensionali della propria coscienza e ad attraversare più velocemente le linee del tempo, che separano con barriere illusorie le dimensioni. Ciò è reso possibile dall'attraversamento di porte dimensionali che vengono aperte da abitanti degli spazi interni del pianeta, quegli stessi spazi interni da cui emergono quelle correnti energetiche che accendono a volte l'animo degli uomini delle nobiltà più elevate. “Fuori dal corpo”, Salvator Dalì, 1965Quegli stessi abitanti dell'interno che partecipano e compongono all'essere macrocosmico Terra, oltremodo inseriti all'interno dell'economia di questa macrocosmica creatura vivente, in qualità di enzimi superiori, coordinatori dei sistemi vitali, istruttori e custodi di tutte le forme di vita da loro coordinate, umanità compresa.
Essi scelgono le coordinate di tempo e spazio entro cui manifestare una finestra aperta (e controllata) tra la nostra e la loro dimensione. Scelgono anche gli uomini a cui manifestarsi secondo logiche che trascendono totalmente ogni sistema morale mai formulato dall'umanità. Nel silenzio delle altezze la mente degli Dei tace nell'Unità e le idee degli uomini sono polvere di vento. Di fatto questi uomini sono in grado di percepire chiaramente, con una propria sensorialità interiore sufficientemente sviluppata, l'apertura della porta dimensionale che avviene fuori dal proprio controllo. Oltre la finestra c'è ovviamente qualcuno che guarda, ascolta e parla.

Questi uomini vengono coinvolti su diversi livelli del loro essere. Di fatto la fuoriuscita di Luce e di Corrente Magnetica è molto intensa e anche il corpo fisico che ne viene inondato viene sottoposto ad un intenso risveglio cellulare. L'esposizione a frequenti correnti di questo tipo e di questa intensità rende possibile raggiungere una sintonia vibratoria con tale dimensione ed è possibile per il corpo fisico trasferirsi completamente su quella potentissima onda vibratoria scomparendo alla vista e alla tangibilità della dimensione fisica.

Ma l'interazione attraverso la finestra dimensionale avviene a livelli più elevati e sottili, in cui il corpo astrale dell'individuo che sta vivendo l'esperienza può attraversare la porta e sperimentare l'immersione in questa straordinaria dimensione dell'essere. Può interagire con coloro che lui vede e sente, che può toccare, con i quali ha scambi di opinioni e di energia. Può accogliere l'immensa mole di informazioni che compongono le strutture di una diversa dimensione e può cercare di comprenderle e di assimilarle. Può comprendere la grandezza, la varietà e la quantità di ciò che vive sopra, dentro e sotto la Terra. Comprenderà in quello stesso momento la sua connessione con la Terra, con lo spazio ed il cosmo, la connessione con la Vita.

La luce è colore ovunque

L'immersione in campi dilatati di coscienza apre alla percezione estatica dell'eternità, della pura gioia, del continuo sentimento di celebrazione della sacralità delle cose. Flussi elettromagnetici sono in questa dimensione ciò che noi intendiamo respiro. Ed i corpi fisici sono abitacoli dinamici liquidi composti da intrecci elettromagnetici.Gli insegnamenti filtrati dal magico luogo di Shamballa, influiscono sulla sapienza di oggi come di ieri Le parole sono energia dinamica ed i pensieri veloci scie di luce brillante. I gesti sono onde leggere sullo stagno tranquillo. Eppure contengono la grandezza e la potenza dei Titani. La Luce è colore ovunque, musica, odore di fecondità, la tangibile essenza magnetica ed onnipervadente dell'OM.

L'uomo che esce dai vincoli del tempo comprende l'Eden, realizza l'Utopia, diviene Cristo ovunque si trovi. Questa è la spinta evolutiva che questi uomini, sparsi per il pianeta, pochi sicuramente rispetto all'umanità e sprovveduti sicuramente di fronte a ciò che è smisuratamente più grande di loro, portano all'umanità intera. Questa è la funzione che i viaggiatori del tempo hanno ricevuto forse dalla Terra stessa dalla quale sono generati, forse dagli Dei che questa Terra hanno fecondato. Essi sono al momento dei precursori e come tali sono spesso non perfettamente sincronizzati con il velocissimo scorrere del tempo degli uomini, vivendo realtà separate in altri livelli del tempo che peraltro attraggono i viaggiatori molto più intensamente dei tristi, pesanti ed oscuri cieli della umana dimensione. Chi conosce quei lidi desidera più di ogni altra cosa ritornarci e permettere ad altri di entrarci. L'innamoramento degli uomini è la ricerca latente dell'Estasi.

Quando i viaggiatori cercano la Visione vivono come innamorati folli in cerca dell'amata, quanto entrano nella dimensione dell'Estasi comprendono quanto sia saggio e coraggioso l'uomo che cerca l'amore. Perché lo Spirito di Shamballa è grande e misericordioso e protegge l'umanità con abbracci possenti.

di Carlo Barbera

Fonte: www.isolachenonce-online.it


Alla ricerca della visione ultima modifica: 2008-01-08T21:30:20+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico