Astronauti U.S.A parlano dei loro incontri con U.F.O ed Extraterrestri

Il Giornale Online
Persistono da anni voci che astronauti – quasi tutti sono ufficiali militari a cui puo’ essere ordinato il silenzio – possano aver visto qualcosa di piu’ che rocce e polvere sulla Luna.

In base alle trascrizioni del rapporto tecnico seguente la missione Apollo 11, gli astronauti Armstrong, Edwin “Buzz” Aldrin e Michael Collins raccontano di un incontro con un grosso U.F.O cilindrico prima di aver raggiunto la Luna, il giornalista investigativo americano e ricercatore Jim Marrs documenta che Mr. Aldrin ha nuovamente presentato ufficialmente il suo incontro con evidenti Extraterrestri al programma Larry King Show sulla CNN.

Jim Marrs inoltre mostra che Mr.Aldrin disse: “La prima cosa inusuale che abbiamo visto, suppongo fosse a un giorno dall’ arrivo sulla Luna. Aveva una dimensione notevole.” . Aldrin disse che l’ equipaggio dell’ Apollo inizialmente penso’ che fosse il razzo Saturn 4 ( S-IVB ); ma, aggiunse, “Chiamammo a terra e ci venne detto che il S-IVB si trovava a 6.000 miglia da noi”.

Mr.Aldrin descrisse l’ UFO come un cilindro, mentre Armstrong disse che era “ piu’ realmente come due anelli, due anelli collegati”. Collins disse che sembrava un cilindro cavo e rotante. Aggiunse “Era un cilindro cavo. Pero’ quando si cambiava la messa a fuoco al sestante, appariva con la forma di un libro aperto. Era davvero strano”.

Ancor piu’ strana fu l’ esperienza di Mr. Aldrin e Mr. Armstrong, dopo aver raggiunto la Luna.
In base ad una storia fornita dall’ Associated Press nel 20 Luglio 1969 e pubblicata dal S.Bernardino Sun-Telegram, gli astronauti videro luci inquietanti dentro un cratere vicino al punto sulla Luna dove doveva atterrare il loro modulo lunare il giorno dopo.

Nel loro primo passaggio attorno alla Luna, Armstrong descrisse una misteriosa luce vivace sul muro interno del cratere Aristarchus, localizzato a nord del loro percorso di volo.
“Sembra avere una leggera fluorescenza. L’ area nel cratere e’ piuttosto luminosa”, riportava.

“Quell’ area e’ effettivamente piu’ luminosa di qualsiasi cosa d’ altro possa vedere. Non sembra presentare colori. E’ qualcosa di misterioso” confermava Aldrin.
Due astronauti che sembra abbiano rotto i ranghi sono il Dr.Edgar Mitchell e Gordon Cooper. Durante “The Oprah Winfrey Show” il 19 Luglio 1991, Mitchell suggeri’ che le informazioni sugli UFO non sono state rilasciate, dicendo, “Credo che si sappia molto di piu’ dalle investigazioni sugli UFO, rispetto a quello che e’ stato rilasciato al pubblico ora e da molto tempo…e’ una lunga, lunga storia. Torniamo indietro alla Seconda Guerra Mondiale quando tutto su questo accadde, ed e’ materiale altamente classificato”.

Sul Dateline della NBC nel 1996, Mitchell fu’ molto piu’ chiaro. “ Non ho esperienza diretta, ma ho avuto l’ opportunita’ di incontrare persone di 3 Paesi, che nel corso dei loro doveri ufficiali, affermano di aver avuto esperienze personali dirette di incontri…con Extraterrestri” disse. Jim Marrs dice che “Mitchell risolutamente afferma che alcuni aerei avanzati usano tecnologia derivata da un’ astronave aliena recuperata dal Governo USA .”

Cooper, leggendo una lettera durante una conferenza nel 1978 alle Nazioni Unite per discutere sugli UFO, affermava, “credo che questi veicoli extraterrestri e i loro equipaggi stiano visitando questo pianeta da altri pianeti, i quali ovviamente sono leggermente piu’ avanzati di noi sulla Terra.”

Inoltre in quell’ anno, Mr. Cooper scrisse una lettera all’ ambasciatore della Missione di Grenada per le Nazioni Unite, supportando un’ iniziativa per lo studio sugli UFO.
Nella sua lettera, Cooper affermava che gli astronauti “sono molto riluttanti nel discutere sugli UFO a causa del grande numero di persone che hanno indiscriminatamente venduto false storie e contraffatto documenti, abusando dei loro nomi e reputazioni senza esitazione.

I pochi astronauti che hanno continuato a partecipare nel campo UFO devono farlo con molta cautela. Sono in molti fra noi che credono negli UFO e che hanno avuto occasione di vedere un UFO a terra o da un aeroplano.”
Cooper , con le parole “UFO a terra”, evidentemente si riferisce alla sua esperienza presso la Base Aerea Edwards il 2 maggio 1957.

Nel 1993, Cooper dava questo resoconto dell’ avvenimento: ”avevo un gruppo che stava filmando l’installazione di un sistema di atterraggio di precisione sul letto asciutto del lago, loro stavano li’ con piedistalli e telecamere e filmavano l’ intera installazione e vennero da me correndo per dirmi che questo UFO, un piccolo disco, era sceso sopra di loro, aveva abbassato tre supporti ed era atterrato a circa 50 yard da loro, quindi cercarono di avvicinarsi per filmarlo, si alzo’, ritiro’ i supporti e spari’ rapidamente.

“Dopodiche’ dovevo seguire le mie direttive come militare … dovevo controllare il regolamento su chi chiamare per farne rapporto, cosa che feci, e loro mi ordinarono di sviluppare subito il film, metterlo in un sacchetto, e spedirlo a loro con l’aereo del generale di comando verso Washington, cosa che feci.
Questa fu l’ultima cosa che seppi del film.”

E’ interessante cio’ che fa notare Mr. Marrs: “nonostante le continue proteste sul fatto che non esistono segreti governativi sugli UFO, non esiste rapporto pubblico su questo incidente. L’evento, sebbene risulti nell’indice del libro Project Blue Book, un pieno rapporto e chiare foto sono sospettosamente assenti.”

Inoltre Mr Cooper, che ha riportato l’atterraggio UFO, venne selezionato come astronauta del Mercury solo due anni dopo. In un’intervista del 1996, Mr Cooper diceva che esclude ogni spiegazione convenzionale su questa esperienza. A domande sul suo parere sugli UFO, l’astronauta diceva “bene, credo che fosse qualcuno proveniente da un luogo lontano per visitarci.”

Steve Omar, un altro giornalista investigativo e ricercatore, indica che J. Allen Hynek (che investigo’ sugli UFO per l’aeronautica USA), Major Donald Keyhoe, Timothy Good (nel suo libro Above Top Secret) appoggiarono la segretezza su UFO e Extraterrestri.
Un esperto assolutamente indiscutibile a cui possiamo affidarci, e’ Christopher Kraft, che fu Direttore della base NASA in Houston durante le missioni Apollo, quando rilevo’ la seguente conversazione “dopo” che lascio’ il suo lavoro alla NASA:

Gli astronauti Neil Armstrong e Buzz Aldrin parlano dalla luna:
“Quelle sono cose giganti.No,no,no,…non e’ un’ illusione ottica. Nessuno crederebbe a questo !”

Controllo missione dal centro di Houston:
“Cosa…cosa…cosa ? Che diavolo succede ? Cosa non va ?

Astronauti:”loro sono sulla superficie.”

Houston:” cosa c’e’ li’ ? Trasmissione interrotta…interferenza, controllo chiama Apollo 11.”

Astronauti:”abbiamo visto alcuni visitatori sono stati qua un attimo, osservando gli strumenti.”

Houston:” ripetere le ultime informazioni”

Astronauti:” ho detto che qua c’erano altre astronavi. Erano allineate sull’altro lato del cratere.”

Houston:” ripeti…ripeti !”

Astronauti:” lasciaci verificare quest’orbita…da 625 a 5…relay automatico connesso… le mie mani tremano tanto che non riesco a fare nulla. Lo filmi ? Dio, se queste dannate camere hanno ripreso qualcosa…cosa ancora ?”

Houston:” hai ripreso qualcosa ?”

Astronauti:” non avevo nessun film a mano. Tre scatti dei dischi o qualsiasi cosa fossero hanno rovinato il film”

Houston:” controllo, qui controllo. Siete in posizione ? “

Astronauti:” sono atterrati qua. Loro sono qua e ci stanno guardando.”

Houston:” gli specchi, gli specchi… li avete sistemati ? “
Astronauti:” si’, sono in posizione corretta. Ma chiunque ha costruito quelle astronavi di sicuro puo’ tornare domani e rimuoverli .”

Esiste un rapporto non confermato, anche questo documentato da Steve Omar, in cui quando Buzz Aldrin apri’ il portello dopo l’atterraggio sulla Luna, vide immediatamente una creatura eterica trasparente di fronte a lui.

“Benvenuti sulla Luna ? ”
Per quanto si suppone, il Direttore della NASA Kraft aggiunse che ci fu una pubblica e una privata frequenza radio segreta A.S.A., tra la Luna e il Controllo Missione e che la conversazione suddetta ebbe luogo durante una misteriosa interruzione delle trasmissioni pubbliche per due minuti. Per provare che e’ la verita’, centinaia di operatori radio indipendenti e civili, con potenti equipaggiamenti VHF affermarono che stavano ascoltando il rapporto dall’ equipaggio dell’ Apollo.

“ Anche operatori radio sovietici lo ricevettero e lo pubblicarono a Mosca. Un altro misterioso messaggio radio dalla Luna fu trasmesso sulla televisione pubblica francese solo una volta prima di essere censurato. Questa trasmissione sembrava un misterioso ma evidente linguaggio alieno “, riporta inoltre Steve Omar.

Il famoso storico francese e autore Robert Charroux pubblico’ la trasmissione censurata negli USA. Veniva dall’ astronauta Worden che la trasmise alla NASA, ed esperti linguisti non riuscirono a decifrare il messaggio.

fonti: paolaharris.com, agoracosmopolitan.com/home/Frontpage/2007/09/07/01749.html

Astronauti U.S.A parlano dei loro incontri con U.F.O ed Extraterrestri ultima modifica: 2007-09-18T06:45:45+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)