Astronave (?) fotografata nei cieli dell’Argentina poco prima di un black-out


[color=#999999]L'astronave madre fotografata in Argentina evidenziata dal cerchio rosso[/color] 10 Dicembre 2009
da evidenzaliena

Un gigantesco velivolo sigariforme ha causato un black-out il 26 novembre scorso nella città argentina di Joaquin V. Gonzalez della provincia di Salta. Una città di circa 20.000 abitanti il cui quotidiano convive con la regolare presenza di velivoli alieni sulle sue montagne. L’intera città, o almeno, quelli che erano ancora svegli in quella notte di caldo insopportabile e cercavano refrigerio all’aperto come meglio potevano con bibite e gelati e guardavano un cielo minaccioso che preannunciava una tempesta, sono stati tutti testimoni dello straordinario fenomeno. Improvvisamente alle ore 02.00 un enorme, gigantesco oggetto allungato, luminoso e senza peso è apparso attraversando il cielo, dirigendosi verso la città di El Tunal, distante circa 35 kilometri. Ha attraversato l’oscurità del cielo di Saltan, volando al di sotto delle fitte nuvole e illuminando ogni cosa attorno a sè.

Aveva scintillanti luci intermittenti e una luce rossa fissa che sembrava un faro, dicono i testimoni. L’astronave è poi scomparsa alla vista mentre si dirigeva verso El Tunal. Alcuni minuti dopo – alcuni dicono 5, altri 15 o 20 – un black-out elettrico è occorso facendo piombare nell’oscurità più nera la città di Joaquin V. Gonzalez che comprende un’area di 200 chilometri. Anche le linee telefoniche si sono interrotte. I servizi hanno ripreso a funzionare nove ore dopo, alle ore 11.30 di mattina.

“Faceva terribilmete caldo. Alcune persone mangiavano un gelato mentre altre erano sedute all’aperto ai tavoli dei ristoranti. Improvvisamente tutti hanno visto uno strano velivolo completamente illuminato solcare il cielo, e poi, poco dopo, c’è stato il black-out. Anche le linee telefoniche non funzionavano più. Le cose hanno ripreso a funzionare nove ore dopo” ha raccontato un testimone al “Salta El Tribuno”. La mancanza di corrente è stata confermata dalla società EDESA, che ha confermato la mancanza di elettricità solo pochi minuti dopo il blackout aggiungendo che era impossibile trovare il guasto, il quale si è appurato poi, era avvenuto alla principale stazione di energia collocata a El Tunal. Il motivo? bruciature al generatore.
L’esperto UFO Luis Burgos ha detto al “Diario Popular” che il black-out è accaduto tra i 5 e i 20 minuti quando l’oggetto avvistato su Joaquin V. Gonzalez si è diretto sull’impianto lettrico di El Tunal. Per l’esperto, vista la forma del velivolo, si trattava di quella che in ufologia viene indicata come astronave madre; una sorta di portaerei spaziale di dimensione non inferiore ai 200-300 metri di lunghezza, dalla quale fuoriescono e rientrano UFO di diametro inferiore. Per Borgos è stato questo, un evento importante, visti i numerosi resoconti dei testimoni oculari e, ha aggiunto, che aveva già familiarità con questa piccola comunità di Salta in quanto i casi più significativi sono avvenuti lo scorso anno vicino la città di Chicoana.

Nell’ottobre del 2008 decine e decine di testimoni videro luci librarsi sopra i campi coltivati e la mattina seguente trovarono gigantesche e strane figure geometriche. Nel frattempo, altri esperti Ufo hanno aggiunto che dopo l’avvistamento dell’astronave madre parecchi avvistamenti di UFO sono stati riportati in Peru. “E’ molto probabile che siano partiti dall’astronave madre che è passata su Salta”, hanno detto.

Il black out scaturito dal passaggio della presunta astronave madre,sopra la provincia settentrionale di Salta può ragionevolmente essere considerato tra le notizie ufologiche più importanti provenienti dall’Argentina nel corso del 2009.La conferma di questa “presenza” potrebbe essere stata individuata in una fotografia analizzata da Jorge Luis Figueiras della Fundación Argentina de Ovnilogia.

Luis Burgos che si occupa delle relazioni FAO ha dichiarato: “Il nostro corrispondente nel comune di Comandante Luis Piedra Buena, in provincia di Santa Cruz, ci ha inviato un documento eccezionale che mostra un astronave madre che ha sorvolato la periferia di quella località del sud del nostro paese. Questo” UFO fantasma”è stato ripreso da un residente del luogo,Jose Acosta,proprietario delle fotografie scattate a 15 chilometri a ovest di Piedrabuena e nelle vicinanze del fiume Santa Cruz, alle ore 16:00 del 24 novembre 2009. L’immagine mostra un oggetto a forma allungata e affusolata.

“Secondo i calcoli effettuati dal nostro analista, Jorge Luis Figueiras, l’oggetto è a una distanza di 7 km, con una quota approssimativa di 4000 metri. La presunta lunghezza dell’astronave madre è compresa tra 80 e 100 metri.

“L’elemento particolarmente significativo, al di là della luminosità della sua struttura, è che quest’oggetto è rimasto statico tra le fotografie 451-459, per una durata di 2 minuti e 29 secondi, prima di “scomparire ” sorprendentemente, nei successivi due minuti!

Conclusione: o si è dileguato ad una velocità incredibile o è diventato “invisibile “… Ad ogni modo, non era più nelle foto successive.”

Fonte: http://evidenzaliena.wordpress.com/2009/12/10/astronave-madre-fotografata-nei-cieli-dellargentina-poco-prima-di-un-black-out/ Inexplicata.blogspot.com
Vedi: http://analuisacid.com/?p=4387 http://centroufologicotaranto.wordpress.com/2009/11/28/un-ufo-a-forma-di-sigaro-causa-blackout-elettrico-e-telefonico-in-argentina/

Astronave (?) fotografata nei cieli dell’Argentina poco prima di un black-out ultima modifica: 2009-12-11T22:16:58+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico