Avvistamento UFO nel film "Milano – Palermo : il ritorno" – Nuove Analisi

[youtube=480,295]7x6jVnfHIbo

di Maisto Mario

Gli analisti del clamoroso avvistamento degli UFO nel film “Milano – Palermo : il ritorno” non si sono fermati a ciò che era stato già scoperto, ma hanno voluto capire principalmente quale fosse la dinamica di questi oggetti e quindi hanno passato al setaccio ogni fotogramma del video, riuscendo a fare nuove sensazionali scoperte, che hanno chiarito la dinamica. Sono giunti anche ad una conclusione, cioè che questo è uno degli avvistamenti migliori, più sconcertanti e più belli che abbiano mai visto. Gli analisti spiegano che nel video compaiono più di un FOO FIGHTER, un piccolo disco volante e la notizia sensazionale è che si è riusciti ad individuare un disco volante molto grande che sarebbe la base da dove partono e ritornano queste sfere.

La dinamica consiste nel fatto che, analizzando fotogramma per fotogramma, si nota che ad un certo punto sulla destra degli attori, in alto, partono delle sfere che vengono fatte uscire dal disco volante più grande. Tali sfere seguono dei percorsi studiati assumendo in alcuni istanti delle particolari formazioni come nella foto 1 (a croce), nella foto 3 (a Y) e nella foto 4 (a parallelogramma). Nella foto 3 compare anche un disco volante piccolo sul lato sinistro della formazione a Y.

Molte di queste sfere si dirigono sul lato sinistro, come si nota nella foto 5, dove si trova anche il disco grande, dietro le nuvole. E' necessario dire che per ottenere questa foto e riuscire a scoprire nuovi oggetti, si è dovuta fare una particolare compressione del video passando da 16:9 a 4:3, in modo tale da mettere in contrasto le immagini, facendo così vedere oggetti che nel video con formato originale 16:9, non si vedono, perché sono sfocati. Per capire ciò basta fare un esempio, cioè se si prende un oggetto e lo si dilata, come una plastica nera, questa si schiarisce mentre se la si comprime succede l'opposto, cioè si scurisce, quindi prendendo un'immagine con formato 4:3 e comprimendola, tutti i dettagli all'interno di essa vengono compressi assumendo una densità di colore maggiore ed assumendo così un maggiore contrasto, così come avviene nella foto 5.

Dopo l'immagine 5 entra in gioco la sfera sul lato sinistro degli attori, che si avvicina di più alla zona di ripresa del film, la quale è accompagnata da altre sfere, così come si nota dalla immagine 7. Tale sfera si ferma all'improvviso e insieme alle altre sfere, si dirige verso il lato destro, forse verso il disco grande, così come si nota dall'immagine 8 e 9.
Quest'avvistamento è avvenuto vicino ad una ex base Nato chiusa nel 1994, cioè nella zona dei monti della Tolfa ad Allumiere (RM) dove qui sono presenti ancora dei grandi paraboloidi lasciati dalla Nato, definiti in un articolo, dei “monumenti alieni”, cioè strumenti di cui non si conosceva il fine. Per vedere le immagini di questi paraboloidi e le dichiarazioni dove questi vengono definiti “monumenti alieni”, basta cliccare questi link: http://radiolawendel.blogspot.com/2007/09/quattro-balzi-tra-monti-e-troposfera.html , http://www.mediasuk.org/iw0hk/tolfa.htm

[youtube=425,344]Oa6iMdiSevs

[youtube=480,295]y_KApfWD0oE

[youtube=425,344]xOnQ03SxlJY

[youtube=425,344]35wy9QNbsVk

[URL=http://img244.imageshack.us/my.php?image=30316090yj5.jpg][/URL]

Le immagini 1,2,3,4,7 sono state analizzate da Maisto Mario

Le immagini 5,6,8,9 sono state analizzate dalla FAO.

La compressione dell'immagine 5 è stata fatta da me mentre tutti i dettagli all'interno di essa (disco grande e sfere) sono stati scoperti dalla FAO.

Il canale YouTube di Maisto Mario: http://it.youtube.com/user/mar6mar1

Avvistamento UFO nel film "Milano – Palermo : il ritorno" – Nuove Analisi ultima modifica: 2009-01-24T13:19:32+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)