Barack Obama alla NASA: “Basta con le solite cose, bisogna inventare qualcosa di nuovo”

Credit: NASA/CXC/SAO/J.DePasquale and NASA/JPL-Caltech e NASA/STScI

Con il programma Shuttle in chiusura e il programma Constellation per tornare sulla Luna annullato, e pur dichiarandosi orgoglioso del passato, Obama ha dichiarato che non è più tempo di pensare alla Luna e alle “solite cose”, è ora di inventare qualcosa di rivoluzionario per esplorare l’Universo.

“Invece di fare sempre le solite cose, cerchiamo di investire nella ricerca su nuove tecnologie che ci permettano di spostarci nello spazio più rapidamente e di viverci più a lungo”

“Mentre aziende private si arrovellano per ideare nuovi mezzi di trasporto per portare gli astronauti nello spazio, l’agenzia spaziale americana può investire il suo tempo cercando modi per prolungare la possibilità per gli astronauti di vivere nello spazio e per inviare missioni umane su Marte e sugli asteroidi”, ha detto.

“Per farlo, abbiamo bisogno di qualche innovazione tecnologica che non abbiamo ancora. Le aziende private potrebbero occuparsi di rendere più confortevoli i viaggi spaziali perfezionando le tecnologie esistenti, mentre la NASA potrebbe focalizzarsi su nuove ricerche che richiedano grossi investimenti, non sostenibili dai privati.”

Nel 1997 alla NASA Marc Millis, del NASA Lewis Researcg Center, promosse un inconsueto convegno che raccoglieva gli scienziati più “fantasiosi” e ricerche “di confine”, come macchine per produrre antigravità, motori per viaggiare più veloci della luce, utilizzo di tunnel spaziotemporali, estrazione di energia infinita dal vuoto, e altro. Sono passati quasi 15 anni da allora, forse è tempo di farne un altro?

Alcune delle relazioni presentate nel corso di quel convegno:

Riproduzione di un esperimento che ha prodotto un eccesso anomalo di energia – David S.Alexander
Piano per superare la velocità della luce – J. David Baxter
Propulsione a induzione tramite tunnel spaziotemporali – Eric W. Davis
Ricerca di masse negative negli spazi intergalattici – Robert Forward
Laser a Zero-Point-Energy e viaggi interstellari – Gregory L. Marlogt
Strane anomalie nel peso causate da superconduttori YBCO a basse temperature (ricerca sull’antigravità) – Frederic N. Rounds

Il testo completo delle relazioni del convegno: archive.org

Potrebbe trattarsi solo di un discorso “di consolazione” che accompagna la chiusura del programma Shuttle, o dell’inizio di una nuova era spaziale.

Barack Obama alla NASA: “Basta con le solite cose, bisogna inventare qualcosa di nuovo” ultima modifica: 2011-09-14T09:14:18+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)