C'è una massa minima per le galassie

La scoperta svela una proprietà fondamenatle della materia oscura e aiuta a comprendere le particelle che la costituiscon, gettando luce sul modo in cui le galassie si formano .

Analizzando lo spettro luminoso di una serie di piccole galassie che orbitano attorno alla Via Lattea, un gruppo di ricercatori dell'Università della California a Irvine ha scoperto che c'è una massa minima per la formazione di questi oggetti celesti e che questa sarebbe pari a dieci milioni di volte la massa del Sole.
Le più piccole galassie conosciute, o galassie nane, possono variare notevolmente in luminosità, da mille a 10 milioni di volte quella del Sole, e attorno alla Via Lattea ne sono state identificate almeno 22. I ricercatori dell'UCI, che ne hanno studiate 18, si aspettavano che le loro luminosità risultassero in qualche modo funzione delle rispettive masse, la cui determinazione era uno degli obiettivi originari della ricerca. Sorprendentemente però hanno scoperto che tutte avevano una stessa massa, pari appunto a 10 milioni di volte quella del Sole.

“Siamo eccitati perché queste galassie sono virtualmente invisibili, e contengono una enorme quantità di materia oscura”, ha detto James Bullock, uno degli autori dell'articolo pubblicato su “Nature” in cui si illustra la scoperta. “E questo ci aiuta a comprendere le particelle che la costituiscono e ci insegna qualcosa su come le galassie si formano nell'universo.”

Fonte: http://lescienze.espresso.repubblica.it/articolo/articolo/1333074

C'è una massa minima per le galassie ultima modifica: 2008-08-31T14:50:09+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)