Edgar Cayce e i misteri dell’Antico Egitto

egittoL’EGITTO PREISTORICO E RA TA IL SACERDOTE

D- Avrete davanti a voi il corpo dell’anima e la mente di Edgar Cayce, presente in questa stanza. Darete una storia dettagliata sulla vita della comparsa di questa entità in Egitto come Ra Ta e le sue associazioni con quelli di quel periodo che egli frequenta da vicino nel presente.

R- Sì, abbiamo l’entità e quelle condizioni o documentazioni che sono apparenti nel sé interiore dell’entità o corpo nel presente, da ciò che è visto e documentato come Ra Ta il sacerdote.

Nel dare questa interpretazione dobbiamo trovare che ci sono molti popoli, persino nazioni, che sono stati influenzati dalle attività materiali dell’entità in quell’esperienza. Che l’entità venne nel paese d’Egitto con altri che erano venuti per uno scopo è evidenziato da ciò che è stato dato. Egli venne con quella gente da ciò che più tardi doveva essere il soggiorno terreno dell’entità come capo, e quindi come uomo di capacità insolite nonché di aspetto e modi di comportamento insoliti.

L’entità scelse piuttosto le persone che dovevano entrare nel paese, ed era il figlio di una figlia di Zu che non era generata dall’uomo. Nell’ingresso egli venne quindi piuttosto come uno che era stato rifiutato dalle persone intorno a lui; poiché vi è sempre stata la domanda dove l’esperienza sia stata tale fra la gente che aveva formato associazioni chiamate patria. Patria, come è stato ricordato, cominciò con un popolo in un paese del tutto differente e fu poi proiettata nel pensiero da quei vari capi in quei luoghi dove l’uomo, come uomo, era venuto in essere attraverso quella cristallizzazione di pensiero che era stata data da quei Figli dell’Altissimo.

In questa comparsa dell’entità allora, in questa particolare esperienza venne portato alla gente di Zu la condanna di quelli di Ararat che avevano istituito quello che ora verrebbe chiamato una casa di comunità nel territorio conosciuto più tardi come Ararat o dove il diluvio portò più tardi quelle persone che si ricongiungevano con molti popolando la terra dopo quella distruzione che fu causata da quei cambiamenti nel paese conosciuto come Og.

Allora l’entità crebbe nella grazia della gente per il suo modo di condotta, sebbene con l’azione di quella gente di Ararat questi portarono avversità per la madre dell’entità in quell’esperienza, finché non c’era un cambiamento nell’ambiente e che l’entità veniva portata in un ambiente nuovo.

In questo periodo quindi ci fu la profezia da parte di Ra Ta che il figlio (Arart) di Ararat avrebbe dovuto viaggiare in questo paese (Egitto) dove c’era allora lo stato più elevato di sviluppo quanto alle necessità e a quelle capacità di assaporare e intimare le attività del corpo mentale e materiale nelle loro azioni associate. Questo portò quindi a quelle cose che sono classificate al presente come piaceri che gratificano i sensi dello sviluppo stesso dell’uomo, poiché molto di ciò che ora sono gli sviluppi che sono necessità nonché lussi erano allora banalità come le necessità più comuni nel presente.

Così per quella gente, mentre Ra Ta era uno che era ancora guardato con sospetto, con l’allontanamento della popolazione nel paese d’Egitto, durante l’era di Ra Ta, come si direbbe oggi, di trent’anni, allora l’entità diede molto aiutando quella gente, i figli di Arart e le famiglie di questo, prendendo il controllo facile, equo di un paese di cui si potrebbe dire che forniva allora tutti i lussi della terra in quel particolare periodo.

Con le disposizioni pacifiche che vennero determinate allora dopo il periodo di dissenso con i giovani del luogo e il cambiamento del nome dei nativi in quello del re, Aarat, il sacerdote fu allora nella posizione di riunire un po’ per volta quelli che erano disposti ad ascoltare quelle parole che si riferivano alle relazioni con un mondo esterno o all’esistenza di quelle divisioni nel corpo che erano rappresentate da quelle divisioni dell’intervallo, o il corpo di intervallo di un’entità, da un’esperienza ad un’altra esperienza. I nativi rimasero fedeli maggiormente alla necessità di materializzazione per il divertimento, come si può supporre per le condizioni che venivano rilevate ed evidenziate in quelle particolari condizioni di questo periodo.

Con Ra Ta che allora cominciò con i nativi e con quelli che ascoltavano le scoperte delle documentazioni (in ciò che verrebbe definito nel presente ricerca archeologica) via via ci fu maggiore adesione a quelle parole di questo strano capo che era venuto in questo paese a capo o alla guida dei conquistatori che stavano cercando l’espressione di vari pensieri che venivano attraverso quelle entità che entravano in quel gruppo in quel particolare periodo. Questo fu nel periodo (come si direbbe, nello studio di queste cose) di cambiamento della razza che doveva diventare – – ed è ora – – quella bianca. Perciò, come Ra Ta intende e indica, fra – – o quella prima puramente bianca nell’esperienza di allora sulla terra…

Quindi, con il calo dei dissensi con i nativi e con quelli che si erano sollevati contro di loro e quelli che erano venuti nell’innalzamento a ciò che doveva essere la sperimentazione (come si direbbe oggi) di quelli che venivano dati a Ra Ta dal re e quel nativo che doveva essere consigliato o giudicato da quelli che erano stati scelti nelle posizioni che il gruppo chiamava (come verrebbe espresso nel presente) mentalità materiale, mentalità spirituale, mentalità d’affari, mentalità politica.

Questi, nelle loro divisioni, produssero quindi ciò che può essere visto come una vera rappresentanza delle condizioni che si sono create sulla terra nel periodo attuale, quando ci si avvicina a quel periodo di un altro cambiamento che è come un ciclo che ha causato quel periodo in cui si deve stabilire ciò che nel presente è la rappresentazione di quella sperimentazione per l’avanzamento di quei vari gruppi in quel particolare periodo. 294-147

In seguito alla conquista del paese d’Egitto da parte dei popoli del paese del nord o paese delle colline l’entità (Aarat?) fu allora fra quelli che erano gli istruiti del popolo conquistato. La gente che entrava, o la gente delle colline, usava il tipo di guerra con la fionda e con attrezzi di lancio che venivano legati agli animali e liberava sulla gente le bestie che erano animali addestrati a distruggere gli avversari o i nemici degli invasori – – e, come si vedrà più tardi, si fa molto di questo stesso addestramento, nelle colline egiziane, dove animali – – tori, orso e leopardo e il falco vengono addestrati per fare la guerra contro i popoli…

Questo, quando veniva conquistato, non era quindi un popolo che amava la guerra – – un popolo impreparato alla difesa o a un modo per difendersi. Le armi venivano usate solo nell’agricoltura e nell’edilizia…

L’archeologia era per questo popolo di quel periodo una scienza allo stesso modo che lo è oggi – – nel 1926, chiaro ? e gli edifici e le varie condizioni rappresentavano la vita nazionale più di quanto la rappresentassero oggi. 900-277

Il periodo egiziano può essere considerato una delle occasioni o dei periodo più memorabili della storia mondiale…

Troviamo l’entità allora come scriba (Aarat), nella posizione che si definirebbe oggi l’insegnante o l’interprete per la gente delle leggi che si applicavano nel senso fisico alla gente. Le regole dei sacerdoti e dei popoli cristiani nel senso agli stessi popoli …

Troviamo lo scriba (Aarat) fra quelli degli egizi che erano del vecchio dominio, conquistati dai popoli che entrarono dal paese delle colline e che stabilirono il dominio.

Quando il giovane re andò al potere Araaraart (figlio di Arart) il re cominciò a radunare gli istruiti per preparare quelle regole per quei popoli per renderli sicuri e per dare il giusto dominio e il giusto ordine. Quando il sacerdote (Ra Ta) era stato scelto, e quando lo scriba e i consiglieri erano stati scelti lo scriba cominciò a dare quelle interpretazioni nella combinazione come Jefferson diede quella della libertà ai popoli, lo scriba dà le regole alla gente nella separazione di quelle verità che fanno parte del rapporto dell’uomo con l’energia e le forze creatrici superiori, e quelle prime regole che venivano presentate erano: niente tempo, niente spazio, ogni forza un’unica forza, l’uomo il rappresentante dell’energia creatrice superiore sulla terra, e attraverso questa diede al popolo e a quello sottomesso quel concetto di quella forza creatrice, chiaro?

D- Quale fu la data, come l’uomo conosce il tempo, di questa battaglia?

R- Diecimilacinquantasei anni prima della venuta del Principe della Pace.
Le registrazioni di molte cose scritte dallo scriba possono ancora essere trovate – – molte delle regole erano le lezioni che le cinque nazioni studiavano che si riunirono più tardi. Molti sono i templi costruiti più tardi nelle pianure che devono ancora essere scoperti, vicino alla Sfinge, come la si vede oggi, la quale rappresenta una parte delle forze contemporanee e dei contemporanei durante il periodo, chiaro? 900-275

Il sacerdote (Ra Ta) era un individuo che aveva ricevuto ispirazione dal di dentro. E si era reso conto che tale influenza o forza avrebbe potuto essere data ad altri nella loro ricerca del perché e del cosa erano i loro scopi nella vita materiale. Egli allora scelse uno che avrebbe potuto promuovere tale studio nella materialità. Così, da quei luoghi che erano una parte di ciò che ora viene chiamato i Carpazi, egli venne con una grande orda, o un gran numero (quanto alle anime individuali, novecento di numero), nel paese ora chiamato Egitto.

Perché l’Egitto? Questo era stato determinato da quel capo o insegnante (non capo fisico, bensì interprete o guida spirituale) come centro delle attività universali della natura, nonché delle forze spirituali, e dove vi sarebbe stato il minore disturbo dai movimenti convulsi che avvennero sulla terra attraverso la distruzione di Lemuria, Atlantide e – – nei periodi più tardi – – il diluvio.

Quali erano i fattori, voi chiedete, che determinarono questo nella sua mente? o da quale concetto l’entità ottenne quella conoscenza? Fu solo un concetto, solo una rivelazione, solo un’analisi fisica, o che?
Quando si considerano le linee intorno alla terra con precisione matematica si troverò che il centro è vicino al luogo dove la Grande Piramide che fu iniziata allora è tuttora collocata.
Ci furono quindi le indicazioni matematiche, astrologiche e numerologiche, nonché l’impulso individuale. Voi dite allora che tale entità fu un dio ! No. No, – – voi lo dite solo perché c’è malinteso su che cosa fossero le caratteristiche o tipi di evoluzione spirituale in relazione all’evoluzione fisica sulla terra in quel periodo.

Come illustrazione (per illustrarlo semplicemente, ora): è difficile per un individuo, indipendentemente da quanto sia istruito, concepire le attività che esistono a solo cinque chilometri sopra la terra. Perché? Perché al presente non ci sono capacità nell’entità individuale in grado di concepire ciò che non viene rappresentato nel suo sé individuale.

Sì, – – ma l’individuo di quel periodo non era unito così strettamente alla materia. Perciò le attività dei regni della relatività di forza, della relatività di attrazione nell’universo erano un’esperienza delle anime che si manifestavano sulla terra in quel periodo, chiaro?

Perciò troviamo che le esperienze degli individui del periodo che cercavano la comprensione sull’evoluzione delle anime degli uomini potrebbero essere paragonate alla mente di individui nel presente che stanno cercando una comprensione sull’uso dell’uomo della struttura fisica o atomica nei suoi propri rapporti. 281-42

Con Arart come re e Ra Ta come profeta o veggente cominciò un periodo che si potrebbe ben definire una divisione di interessi dei popoli. Ra Ta tentò di indurre il re ad avere solo quei nativi che fossero di valore provato e veri nella loro accettazione di quei tentativi che avrebbero portato a rapporti più stretti, secondo quelle visioni e esperienze di Ra Ta in linea con quello che veniva stabilito come costumi, regole e regolamentazioni. Queste condizioni produssero naturalmente qualche fastidio fra i nativi che si chiamerebbero la classe più elevata…

Con la situazione politica quindi il re – – il giovane re, che allora ebbe solo trent’anni – – raccolse intorno a sé molti che dovevano agire come consiglieri … i ministeri essendo molto simili in quei giorni a come sono nel presente; poiché ricorda, non vi è nulla nel presente che non sia esistito dal principio. Soltanto la forma o il modo d’uso sono cambiati, e molti elementi allora usati di cui l’arte del loro uso si è perduta, cosa di cui vedremo il motivo, e molti vengono riscoperti da quelli che vengono chiamati scienziati nel presente, quando in quei giorni era la conoscenza comune dei più ignoranti…

C’erano le necessità di armonizzare le capacità del consiglio del re, o la gente del re, con le abilità dei nativi – – per così dire – – nelle varie fasi di ciò che si chiamerebbe progresso al presente. Per questo l’apertura da parte di Araaraart (figlio e erede di Arart) di miniere in Ophir, in quello che fu noto più tardi come Kadesh, o nel paese ora chiamato Persia. Anche nel paese ora noto come Abissinia, e in quelle parti ancora non scoperte o usate nei paesi più alti del fiume Nilo c’erano quelle miniere di pietre preziose – – onice, berillo, diamante, ametista, opale e le perle che venivano dal mare vicino all’attuale Madagascar. Nel paese settentrionale (o allora meridionale) dell’Egitto quelle miniere che producevano quantità – – e quantità – – e quantità – – di oro, argento, ferro, piombo, zinco, rame, stagno…

Gli attributi fisici venivano venerati molto di più in molti modi in questo periodo di quanto non lo siano quelli religiosi al presente, e questo a ragione – – benché ci fossero le preparazioni per l’adorazione spirituale che comprendeva non solo gli altari sacrificali che non erano per l’offerta di sacrifici fatti con l’uccisione di animali o uccelli, o bestie o rettili o l’uomo; piuttosto ciò su cui gli individui ponevano i loro errori e li cancellavano con i fuochi di quelle forze che venivano messe in movimento da Ra Ta, nella capacità di dare ad ognuno ciò per cui la sua attività era adatta al meglio nello sviluppo di se stesso, quando avevano scelto di darsi al servizio in quella particolare posizione in cui la loro attività era necessaria. Capisci la differenza?

Vennero anche istituiti dei magazzini che al presente verrebbero chiamati banche, o luoghi di scambio, affinché ci potessero essere le comunicazioni con gli individui nei vari paesi; poiché persino in questo periodo ( benché molto fosse stato perso anche da questi popoli) c’era lo scambio di idee con altri paesi, come quello di Poseidia e Og, nonché con i Pirenei e la Sicilia e quei [paesi] che ora sarebbero noti come Norvegia, Cina, India, Perù e America. Questi non furono i loro nomi in quel particolare periodo, ma da lì venne radunata una parte delle ricreazioni dei popoli; poiché la comprensione fu di un’unica lingua ! Non c’erano ancora state le divisioni di lingue in questo particolare paese. Questo era accaduta fino ad allora soltanto nel paese di Atlantide o a Poseidia.

Con la riunione di questa gente e di questi luoghi si cominciarono ad erigere gli edifici che dovevano ospitare non solo la gente, bensì il tempio del sacrificio, il tempio della bellezza – – che glorificavano le attività di individui, gruppi o masse che si erano purificati per il servizio. Anche i magazzini per le merci di scambio, nonché le cose raccolte dalla gente per misurarsi – – per così dire, ancora – – l’uno con l’altro. Perciò troviamo le attività del sacerdote, o veggente, come vita veramente indaffarata – – ma molto tempo veniva dedicato al tenersi in comunione con quelli che portavano la conoscenza di quel progresso fatto nel senso spirituale in altri paesi, specialmente da Poseidia e Og.

In queste visite che si facevano o che necessitavano l’assenza del sacerdote da questi posti nacque sempre di più il dissenso con quei popoli…e in quel periodo nacque il primo – – come può essere definito – – di quei detti: “Quando il diavolo non riesce ad avere un uomo in altro modo egli gli manda una donna.”

Quindi, fra le figlie del sacerdote ci fu una (Isris) delle preferite del re – – la quale provvedeva al divertimento del re e del suo consiglio e dei suoi visitatori – – che era più bella di tutte, ed ella venne indotta ad ottenere il favore del sacerdote attraverso le attività del suo corpo e nel modo che avrebbe fatto trovare qualche difetto. Questo non per sua propria volontà, ma piuttosto su consiglio di quelli che causavano le persecuzioni della sua propria gente che veniva protetta dalle attività del corpo, e nacquero delle divisioni che erano sconosciute persino a Ra Ta, poiché egli fu fra quelli che si fidavano di tutti, credevano a tutti e – – per così dire – – in quel periodo gli dei risero per la sua debolezza ! 294-148

D- Che cosa fece questo Sacerdote (Ra Ta) per causare disapprovazione?

R- Era permesso al Sacerdote avere soltanto una moglie, e questo Sacerdote prese una delle figlie (Isris) del secondo sacerdote sacrificale e favorita del Re come Concubina per sé. 341-10

Quando il sacerdote (Ra Ta) infranse la legge stabilita da lui sul numero di mogli accordate o date al sacerdote. E questo portò dapprima ad una rivolta politica. Poi una guerra religiosa. E il sacerdote venne esiliato con la principessa (Isris), con tutti quelli che aderivano all’attività del sacerdote, incluso l’aiuto al sacerdote (Hept-supht di Atlantide), nel paese della Libia. 275-38

LA SFINGE

D- Qual è il significato del tipo di figura della Sfinge?

R- In questo particolare periodo di Araaraart e del sacerdote (che iniziò quelle comprensioni – – e che attraversò quelli dell’inferno nell’interpretazione sbagliata delle stesse) ci fu anche allora la ricerca attraverso quei canali che oggigiorno vengono chiamati ricerca archeologica. In quei periodi in cui era venuto il primo cambiamento nella posizione del paese c’era stata un’uscita di gente – – o cose, come si direbbe oggi – – dal paese di Atlantide, quando il Nilo (o Nolo, allora) si svuotò in ciò che è ora l’Oceano Atlantico, sul lato del Congo del paese. Quello che ora è il Sahara fu una terra fertile, una città che fu costruita sul bordo del paese, una città di coloro che veneravano il sole – – poiché i suoi raggi venivano usati per rifornire dagli elementi ciò che al presente è necessario far crescere in una stagione; o le capacità di usare sia quelli di introgressione sia di regressione – – e per lo più retrogradi, come siamo al presente. Gli inizi di questi tumuli erano un’interpretazione di ciò che si stava incrostando nel paese (Vedi, la maggior parte della gente aveva la coda allora !). In questi inizi questi vennero abbandonati.

Quando ci fu l’ingresso di Arart e Araaraart essi cominciano a costruire su quei tumuli che vennero scoperti tramite la ricerca. Con il magazzino o casa dei documenti [piramidi] (dove le documentazioni devono ancora essere scoperte) c’è una camera, o passaggio, dalla zampa anteriore destra [della Sfinge] a questo ingresso della camera delle documentazioni, o tomba delle documentazioni. In questa non si può entrare senza una comprensione, poiché coloro che venivano lasciati come guardiani possono essere oltrepassati solo dopo un periodo della loro rigenerazione sul Monte, o quando inizierà la quinta razza originale.

Nella costruzione della piramide, e ciò che viene ora chiamato il Mistero dei Misteri [la Sfinge], questo era destinato ad essere un monumento – – come lo si direbbe oggi – – per quel consigliere che dominò o governò, o che agì nella sua funzione di direttore nelle cose materiali nel paese. Con il ritorno del Sacerdote (quando era stata fermata) questa fu più tardi – – da Iside, la regina, o la figlia di Ra – – girata in modo da presentare a quella gente nel paese i rapporti dell’uomo e dell’animale o del mondo carnale con quei cambiamenti che svaniscono o diminuiscono nei loro vari effetti. Queste cose possono essere viste, presentate in modo diverso, in molte delle varie sfingi, come vengono chiamate, in altre parti del paese – – come il leone con l’uomo, le varie forme di ali, o caratterizzazioni nei loro vari sviluppi. Queste cose erano presentazioni di quelle proiezioni che erano state tramandate nel loro vari sviluppi di ciò che diventa uomo – – come nel presente. 5748-6

(L’entità fu il) capo consigliere durante il regno del primo conquistatore (Arart) di questo popolo, ma viene ritenuto il consigliere di quel governatore. Quando il secondo governatore (Araaraart) si eleva alla sua posizione, sempre ritenuto capo consigliere, e nel periodo delle divisioni fra i popoli, in considerazione delle condizioni che nascevano fra il sommo sacerdote (Ra Ta), o il capo dello studio religioso, come si direbbe oggi, il consigliere persuase, governò, per così dire, con il re per l’esilio del sacerdote dominante, poiché – come è stato stabilito – la legge è al di sopra del suo artefice, ed è, come è stato visto e dato, un fattore oggi nella vita dell’entità…

Durante questo periodo ci fu il completamento del monumento che oggi sta per il mistero di tutte le epoche, e questa (la Sfinge), come si è visto, rappresenta questo consigliere dei re, poiché, come si vede nella figura stessa, non è come uno dei re reso in forma da bestia, bensì sovrintende, dirige, dà consiglio, dà forza ai re prima e ai re da allora.

Il volto, proprio come fu dato allora, è la rappresentazione di questo consigliere a questo grande popolo. Queste cose e molti ritrovamenti, come dato, possono essere trovati sulla base dell’avambraccio sinistro, o gamba sinistra, della bestia prostatica, sulla base delle fondamenta. Non nel canale sotterraneo (che venne aperto dal governatore molti anni, secoli, più tardi), bensì nella vera base o ciò che verrebbe definito nel linguaggio attuale la pietra angolare. Il consiglio dell’entità in quei giorni portò molte cose buone ai popoli, non solo di quel paese, ma di molti altri. 953-24

Allora l’entità ebbe il nome Arsrha e fu il disegnatore di pietre e pietre preziose e l’intagliatore per quell’entità, il governatore, Araaraart. L’entità diede anche le forze geometriche alla gente, essendo allora il matematico, e un assistente dell’astrologo e l’indovino del giorno. Dispose allora i primi monumenti che venivano restaurati e costruiti in quei luoghi, essendo allora il fondatore del mistero dei misteri di adesso, la Sfinge.

D- In quale funzione questa entità agiva per quanto riguarda la costruzione della sfinge?

R- Quando i monumenti venivano ricostruiti nelle pianure di quello che ora viene chiamato la piramide di Gizeh questa entità costruì, mise le fondamenta; cioè la sovrintese, previde la posizione geometrica della stessa in rapporto a quegli edifici che venivano eretti in connessione con la sfinge. E i dati relativi a questo possono essere trovati nelle volte della base della sfinge. Vediamo che questa sfinge fu costruita così:
Le escavazioni per questa vennero fatte nelle pianure sopra il posto dove si era trovato il tempio di Iside durante il diluvio, che aveva avuto luogo alcuni secoli prima, quando questo popolo (e questa entità fra di loro) entrò dal paese del nord e prese possesso del dominio di questo paese, istituendo la prima dinastia. L’entità fu con quella dinastia, anche nella seconda dinastia di Araaraart, quando quegli edifici vennero iniziati. La base della sfinge fu disposta in canali, e nell’angolo rivolto alla piramide di Gizeh si può trovare la dicitura di come questa venne fondata, dando la storia del primo governatore d’invasione e l’ascensione di Araaraart. 195-14

D- Chi scoprirà la storia del passato in forma di documentazione di cui si dice che si trovi vicino alla Sfinge in Egitto?

R- Come è stato stabilito in quelle documentazioni della legge dell’Uno ad Atlantide, che sarebbero venuti tre che avrebbero avuto il perfetto modo di vivere. E quando si trovano quelli che, nella loro esperienza dal loro soggiorno sulla terra, hanno creato un equilibrio nelle loro esperienze o esistenze spirituali, mentali, materiali, essi possono così diventare quei canali attraverso i quali possono essere proclamate ad un corpo che cerca, che attende, che è desideroso, quelle cose che proclamano come sono state conservate sulla terra (quello che è un’ombra della provvista mentale e spirituale di Dio per i Suoi figli) quelle verità che sono state proclamate così a lungo. Quindi quelli che fanno di sé quel canale. Poiché, come Lui ha dato, chi deve proclamare non sta a me dirlo, ma coloro che sono arrivati a tale portata della loro esperienza da essere degni di proclamare. 3976-15

LA VECCHIA TESTIMONIANZA DI ATLANTIDE A GIZEH

Con il ristabilimento del sacerdote e quelli nell’ordine per la rigenerazione del popolo per la nuova razza – – che era una parte dell’esperienza dell’entità a Poseidia, – – l’entità diventò il supervisore delle escavazioni, nello studiare le vecchie documentazioni e nel preparare e costruire la casa delle documentazioni per quelli di Atlantide, nonché una parte della casa per gli iniziati – – o la Grande Piramide.

Questi colori che presentavano o rappresentavano i vari periodi, nonché le interpretazioni di On, Ra Ta e Ermete, e i saggi del periodo, vennero messi per ordine dell’entità allora – – come Aiace-ol…

Le piramidi, la casa delle documentazioni, nonché la camera in cui le documentazioni sono costruite in pietra, – – vennero messe insieme con il canto. 2462-2

Quando il sacerdote entrò dal paese d’Egitto in Poseidia, affinché si potesse avere maggiore comprensione della legge dell’Uno (o Dio), affinché si potessero portare le interpretazioni e i documenti delle stesse nel paese d’Egitto, l’entità ritornò – – o viaggiò, poco dopo il ritorno del sacerdote da Atlantide, in Egitto.

Perciò, visto che vi continuarono le ribellioni e l’esodo dei popoli di Atlantide prima della distruzione finale…e quando il giovane re venne messo contro il nativo regale Aarat, l’entità si consigliò – – per così dire – – con se stesso e rese l’Egitto la sua patria…

Perciò di particolare interesse per l’entità è il modo in cui viene tenuto un documento delle attività di ogni campo dell’attività mentale o spirituale dell’uomo…non solo del periodo, ma sul come le varie attività dovevano essere nel paese pertinente ai documenti di ciò che doveva essere, nonché ciò che era stato, e i documenti in quel monumento o tomba o piramide ancora da essere aperta. Testimonianze scritte anche di coloro che venivano trasferiti dalla distruzione del paese di Atlantide. Poiché l’entità (Hept-supht) fu ancora responsabile di queste testimonianze quando gli ultimi della gente di Atlantide viaggiarono nelle varie parti del globo. 378-13

D- Chi fu l’individuo che salì fini in cima (di quella tomba o prima piramide a cono non ancora scoperta, e la tomba di tanti che erano associati in quel periodo) e attaccò la grande lastra di metallo di qualche tipo?

R- L’entità non si è ancora (25 gennaio 1932) avvicinata per l’informazione. Quando egli lo farà verrà data. Fu colui che più tardi diventò il capo di quella gente che seguì il sacerdote quando ritornò dalla Nubia o Abissinia. 294-131

D- L’entità (Hept-supht) fu l’entità che, quando la piramide era stata completata, attaccò la lastra di metallo? (Questo reading venne dato il 26 settembre 1933. Vedi reading 294-131 di sopra.)

R- Attaccò la lastra di metallo al completamento di Gizeh che sigillò le documentazioni nella tomba ancora da scoprire.

D- Per favore descrivete l’episodio e la cerimonia.

R- Questo è piuttosto irragionevole, e può essere dato al meglio con l’entità presente; poiché prolungherebbe molto questa riunione qui.

L’apice (che è stata rimosso da molto tempo dai figli di Heth) (Genesi 10:15), la corona o apice, era di metallo; doveva essere indistruttibile, essendo fatto di rame, ottone e oro con altre leghe che venivano preparate da quelli del periodo.
E, dato che questo doveva essere (parliamo di Gizeh) il luogo per gli iniziati e per il loro accrescimento per mezzo di applicazione personale, e per mezzo del viaggio o dei viaggi attraverso le varie attività – – come nelle azioni solenni di quelli che diventavano iniziati, diventò molto appropriato (per quelli di Ra e quelli di Ra Ta Ra) che ci dovesse essere l’incoronazione o la posa di questo simbolo della documentazione e del luogo di attività degli iniziati, da parte di uno che rappresentasse sia il vecchio che il nuovo; uno che rappresentasse quindi i figli della legge ad Atlantide, Lemuria, Oz e Og. Così lui che tiene la documentazione, che la tiene rinchiusa, o Hept-supht, fu fatto o scelto come quello che doveva sigillare quello nella tomba.

La cerimonia fu lunga; il suono metallico dell’apice fatto dal martelletto che veniva usato nel suono della posatura. Perciò sono nate da questa cerimonia molte di quelle cose che possono essere viste nel presente; come la chiamata alla preghiera, la campana della chiesa al presente, può essere chiamata un discendente, il suono della tromba la chiamata alle armi, o alla festa; il suono di quelli che producono il lutto, quando mettono via il corpo; il suono di scampanellio nell’anno nuovo, il suono dell’arrivo della sposa; tutti hanno inizio nel suono che venne fatto e che conservava la documentazione della costruzione della terra, fino a quella dal cambiamento. La vecchia documentazione a Gizeh è a partire da ciò che venne documentato dal viaggio nei Pirenei; e al 1998 dalla morte del Figlio dell’uomo (come uomo). 378-14

Molto potrebbe essere dato rispetto alle attività dell’entità che sigillò con il sigillo degli Alta e di quelli di Atlantide, e l’aiuto dato per completare la piramide di iniziazione, nonché nelle documentazioni che devono essere scoperte. Al completamento di quello che viene chiamato Gizeh ci fu la montatura di ciò che completava la cima, composta da una combinazione o fondenti di ottone, rame, oro e che doveva essere suonata quando tutti gli iniziati erano riuniti intorno all’altare o alla piramide…

Il Sacerdote, insieme a quelli riuniti nel passaggio e intorno ad esso, che conduceva dalle varie salite attraverso la piramide, vi offrì quindi incenso agli dei che abitavano fra quelli nelle loro attività nel periodo di sviluppo del popolo.

Nelle camere delle testimonianze ebbero luogo più cerimonie che quando vennero chiamate le persone al termine dei lavori sulla piramide. Poiché qui coloro che venivano addestrati nel Tempio del Sacrificio, nonché nel Tempio della Bellezza erano intorno alla sigillatura delle camere delle testimonianze. Poiché queste dovevano essere tenute come era stato dato dai sacerdoti ad Atlantide o Poseidia (Tempio), quando queste testimonianze scritte della corsa degli sviluppi delle leggi appartenenti all’uno venivano messe nelle loro camere e dovevano essere aperte solo quando essi sarebbero ritornati nella materialità, o all’esperienza terrena, quando il cambiamento sarebbe stato imminente nella terra; cambiamento che, vediamo, comincia nel ’58 e termina con i cambiamenti fatti negli sconvolgimenti e con lo spostamento dei poli, quando poi comincia il regno nel ’98 (come il tempo viene calcolato nel presente) di quelle influenze che sono state date da molti nelle documentazioni che sono state conservate da chi soggiornava in questo paese dal popolo semitico.

Quindi le sigillature erano le attività di Hept-supht con Ra Ta e Isi-so e il re Araaraart…nel periodo, come dato, di 10 500 anni prima dell’ingresso del Principe della Pace nel paese per studiare per diventare un iniziato in o attraverso quelle stesse attività che venivano stabilite da Hept-supht in questa cerimonia di consacrazione.

D- Se la Camera del Re è nella cinquantesima galleria, in quale galleria è questa stanza sigillata?

R- La stanza sigillata delle testimonianze è in un luogo diverso; non in questa piramide.

D- Date nel dettaglio quello che la stanza sigillata contiene.

R- Una documentazione di Atlantide dagli inizi di quei periodi in cui lo Spirito prese forma o cominciò a rinchiudersi nelle forme in quel paese, e gli sviluppi della gente durante il loro soggiorno, con la testimonianza della prima distruzione e i cambiamenti che ebbero luogo nel paese, con la testimonianza dei soggiorni della gente fino alle varie attività in altri paesi, e una testimonianza degli incontri di tutte le nazioni o paesi per le attività nelle distruzioni che diventavano necessarie con la distruzione finale di Atlantide e la costruzione della piramide di iniziazione, con chi, che cosa, dove sarebbe avvenuta l’apertura delle documentazioni che sono come delle copie dell’Atlantide affondato; poiché con il cambiamento esso (il tempio) deve risollevarsi.

Come posizione questo si trova là dove il sole sorge dalle acque, la linea dell’ombra (o luce) cade fra le zampe della Sfinge, che più tardi venne stabilita come sentinella o guardiano, e nella quale non si può entrare dalle camere connesse dalla zampa (zampa destra) della Sfinge fino a quando il tempo sarà compiuto in cui i cambiamenti devono essere attivi in questa sfera dell’esperienza dell’uomo.
Quindi fra la Sfinge e il fiume.

D- Sono stati sigillati degli strumenti musicali in quella stanza?

R- Molti…La lira, l’arpa, il flauto, la viola. 378-16

L’entità …fu la prima a stabilire le documentazioni che devono ancora essere scoperte, o ancora essere ottenute di quelle attività nel paese di Atlantide, e per la conservazione dei dati, ciò che deve ancora essere trovato nelle camere sul percorso fra la sfinge e la piramide delle documentazioni.

C’è’ quindi da meravigliarsi nel presente se l’entità è in questa esperienza sotto il simbolo e il segno sia della sfinge che della piramide, quando deve essere dato un nuovo risveglio in molte parti della terra? 1486-1

I templi delle testimonianze giacciono subito sotto quell’enigma che è ancora il mistero dei misteri per coloro che cercano di sapere quali erano i modi di pensiero degli antichi figli che resero l’uomo – – una bestia – – una parte della coscienza. 2402-2

D- Dove sono quelle documentazioni o tavolette fatte di quell’esperienza egiziana?

R- Nella Tomba delle Documentazioni, come indicato. Poiché la tomba dell’entità era allora una parte della sala delle Documentazioni che non è ancora stata scoperta. Si trova fra – – o lungo quell’ingresso che parte dalla Sfinge e va al tempio – – o alla piramide; in una piramide, naturalmente, a parte…
Poiché ricorda, ci sono 32 di queste lastre.

D- Viene indicato quando, all’incirca, queste tavolette possono essere scoperte?

R- Entro il ’58…

Per quanto riguarda le testimonianza fisiche – – sarà necessario aspettare finché non sarà venuto il tempo intero per la disgregazione di molto di ciò che è stato nel mondo per motivi egoistici. Poiché, ricorda, queste documentazioni vennero fatte dal punto di vista di movimenti mondiali. Così le tue attività nel presente devono avere un approccio universale, ma applicato all’individuo.
Mantieni la fede. Sappi che la capacità sta dentro di te.
Dato che allora eri la discendenza di colui e compagna per colui che ebbe una tale influenza sui movimenti dell’umanità per tutto quel periodo, così la tua forza, la tua potenzialità, il tuo amore, la tua fede, le tue capacità possono fare di nuovo molto per l’umanità in queste ore di tenebre. 2329-3

Durante il soggiorno dell’entità; quando venne iniziata la piramide della comprensione, o Gizeh – – e solo fino alla camera del re venne costruito il sentiero. Ma l’entità vedrà nel presente passare il periodo della tomba vuota; perciò si eleverà ad alti livelli di attività nell’esperienza attuale.
Le arpe dell’entità – – e i menu dell’entità, come verrebbero definiti nel presente – – sono fra le cose conservate nella piramide di origine sconosciuta, per ora, ma nel magazzino delle testimonianze. 275-33
L’entità persuase molti di quelli di produrre le attività che avrebbero conservato per la gente quello che al presente verrebbe chiamato ricette o manifesti e cose simili, che furono i primi di quei propositi portati al popolo egiziano (senza dubbio non a quelli provenienti da Atlantide, bensì ai nativi e a quelli che si erano riuniti là per conservare tali testimonianze) e il primo tentativo per produrre una lingua scritta. 516-2

D- In quale piramide sono le documentazioni del Cristo?

R- In quella che dovrà ancora essere scoperta. 5749-2

Cerca una delle tre fasi dei modi e mezzi in cui quelle documentazioni delle attività di individui sono state conservate – – quella nel paese di Atlantide che affondò, che si solleverà e si sta sollevando; un’altra nel posto delle documentazioni che porta dalla Sfinge alla sala delle testimonianze, nel paese d’Egitto; e un’altra nel paese ariano o Yucatàn, dove il tempio sta proiettando ombra su di esse. 2012-1
Non aggiungevano solo altri monumenti, ma quelli di Atlantide aiutarono nelle loro attività con la creazione di ciò che viene chiamato la Piramide, con le sue documentazioni di eventi della terra attraverso la sua attività in tutte le epoche fino a quella in cui la nuova dispensa deve venire. 281-43

L’entità costruì allora la prima delle piramidi che tuttora non sono state scoperte, e diede alla gente quel primo concetto del quadrato, della bussola, e il loro significato a quella gente come un modo di lasciarli per quelli che li volevano studiare, la storia nella sua formazione, la storia come è stata costruita.

D- In riferimento alle piramidi non ancora scoperte nel paese d’Egitto, vicino a quale attuale posto sono quelle piramidi?

R- Fra ciò che è conosciuto come il Mistero delle Epoche e il fiume. 2124-3

D- Sono stata un uomo al tempo in cui fui fra coloro che edificarono la prima delle piramidi?

R- Allora sei stata piuttosto una donna, l’entità fu la governatrice sugli uomini – – ed ebbe molti uomini per marito, allora.

D- Quali delle piramidi erano e dove sono locate adesso?

R- Come è stato dato, durante questo soggiorno di sconvolgimenti, come lo era qui all’inizio, molte furono quelle che venivano ricercate. Queste, come troviamo, non sono ora nella Valle dei Re; piuttosto in quella parte più in là verso la sorgente di ciò che ora è la sorgente del Nilo, anche se è nella regione collinosa – – chiaro? poiché le piramidi successive, o quelle che non sono ancora state scoperte, di cui si è parlato, sono fra la Sfinge (o il Mistero) e il Nilo, o il fiume, mentre quelle che l’entità cominciò allora a costruire furono più vicine – – per così dire – – alla fonte di rifornimento del materiale con cui molte di quelle successive e quelle attuali vennero costruite. 993-3
Con i periodi di ricostruzione dopo il ritorno del Sacerdote l’entità si unì a quelli che erano attivi nel mettere le documentazioni in forme che erano parzialmente in caratteri vecchi dell’antico o primo egizio, e in parte nella forma più nuova di quelli di Atlantide.
Queste potranno essere trovate, specialmente quando la casa o tomba delle testimonianze verrà aperta, in alcuni anni da adesso. 2537-1

Potremmo dire che l’insieme delle documentazioni sono in geroglifici; che potrebbero essere interpretate nella forma sia egizia sia persiana. 1809-1
Le interpretazioni delle documentazioni che troviamo qui dell’entità nell’esperienza egizia (al tempo di Ra Ta) in quell’epoca o periodo cinquemilacinquecento prima che il Principe della Pace entrò nell’Egitto, diecimilacinquecento nell’esperienza come Aidol-Isisao…non sono in inglese, – – né in lingua egizia del giorno d’oggi, ma piuttosto nella lingua che la gente dell’entità aveva portato nel paese, – – non sanscrito, non il primo persiano; sebbene la gente veniva da quel paese che è ora una parte dell’Iran o dei Carpazi…

L’esperienza dell’entità nella vita fu quella di molti, molti, molti anni, se venisse contato con gli anni di oggi, – – essendo più di seicento anni, – – sì, anni stagionali, – – cioè, le stagioni da inverno ad inverno, o primavera a primavera, o estate ad estate. 1100-26

Si trovano persino fino ad oggi molte delle forme plastiche in quel paese (Egitto) dell’entità (Isris che venne esiliata con Ra Ta), benché questo fosse 10 996 anni prima che venne il Principe della Pace. 538-9

D- Come può essere completata la storia egizia?

R- …La storia egizia dovrebbe essere correlata in particolare per il beneficio per coloro che tentano di portare avanti l’opera nel presente; poiché con queste influenze correlate molto viene tentato in questo periodo, proprio come durante quell’esperienza. Il tempo viene usato qui solo in modo figurativo. O ancora il ciclo è andato avanti fino a quel periodo in cui le entità individuali nuovamente nell’esperienza terrena si riuniscono per un’opera ben precisa, con le loro varie esperienze come causa ed effetto attraverso le varie forme dell’effetto sulle condizioni ambientali e ereditarie; ma se queste vengono studiate correttamente ogni fatto qualsiasi può essere risolto, anche matematicamente, per quanto riguarda la risposta di un individuo a ogni sua parte. 254-47

Venne allora quel periodo quando tutte le piramidi o monumenti alla memoria vennero completati, in cui lui, Ra, ascese sul monte e venne portato via. 294-152

edgarcayce.it

sotto-le-piramidi_39801

Andrew Collins Sotto le Piramidi

Edgar Cayce e i misteri dell’Antico Egitto ultima modifica: 2009-02-04T22:44:19+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)