Cervello, rivelata la “colonna sonora”. Onde cerebrali in musica

Il Giornale Online
Un team di ricercatori coordinato da Jing Lu della University of Electronic Science and Technology of China ha combinato e tradotto due tipologie di onde cerebrali in musica, creando la prima l'intonazione e la durata di una nota attraverso l'elettroencefalografia e il controllo dell'intensità della musica attraverso la risonanza magnetica funzionale

Che suono hanno i nostri pensieri? Qualcuno lo sa perché è stata rivelata la colonna sonora del cervello umano. Un team di ricercatori coordinato da Jing Lu della University of Electronic Science and Technology of China ha combinato e tradotto due tipologie di onde cerebrali in musica, creando la prima l’intonazione e la durata di una nota attraverso l’elettroencefalografia e il controllo dell’intensità della musica attraverso la risonanza magnetica funzionale.

La ricerca è stata pubblicata sulla rivista ‘Plos One’. La ricerca rivela un’inedita colonna sonora delle onde cerebrali del cervello, un metodo per riflettere in musica i processi fisiologici del cervello. Il traguardo è il risultato ottimizzato delle scoperte effettuate precedentemente dallo stesso gruppo di ricerca che ha descritto come le ampiezze e le forme d’onda dell’elettroencefalografia possono essere convertite in musica. Questo nuovo studio utilizza l’elettroencefalografia e la risonanza magnetica funzionale simultaneamente per rappresentare al meglio l’attività del cervello in note musicali. Secondo i ricercatori questa musica cerebrale “interpreta artisticamente il lavoro del cervello, sviluppando una piattaforma creativa dove scienziati e artisti possono incontrarsi per comprendere meglio i link tra la musica e il cervello umano”.

Fonte: http://www.ilfattoquotidiano.it/2012/11/16/cervello-rivelata-colonna-sonora-onde-cerebrali-in-musica/416346/

Cervello, rivelata la “colonna sonora”. Onde cerebrali in musica ultima modifica: 2012-12-16T22:09:01+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)