Che cosa sono veramente le scie chimiche (articolo di C. Williams Palit)

Pubblichiamo un articolo di Carolin Williams Palit, segnalatoci dalla gentilissima tossicologa californiana Dottoressa Hildegarde Staninger. Prescindendo dai contenuti tecnici dell’articolo, alcuni dei quali potrebbero essere inesatti, è comunque chiaro e reale lo scenario delineato dalla Palit: è un fosco quadro che si riferisce alle Guerre stellari. La sinarchia crea e sperimenta micidiali sistemi d’arma, di cui gli episodi di Caronia sono l’inquietante indizio. La presenza di installazioni belliche in molti stati del mondo, anche tra loro in (apparente) attrito, induce a pensare che queste formidabili armi spaziali siano state progettate e costruite anche contro qualcun altro…

Gente, noi siamo ormai nel mondo delle Guerre stellari! Ciò significa che le scie chimiche sono diffuse per creare un medium per trasmettere onde elettromagnetiche, tramite oscillatori di campi elettromagnetici chiamati gyrotrons e per mezzo del riscaldamento della ionosfera. Il particolato consente alle armi ad energia diretta di funzionare meglio. Ciò riguarda la natura del plasma e la propagazione dei raggi.

Il bario cosparso nell'atmosfera reagisce chimicamente con i raggi ultravioletti. Quindi viene creato un plasma contenente alluminio che reagisce sia con le onde elettromagnetiche irradiate da H.A.A.R.P. sia con il sistema gyrotron sulla terra (Ground wave emergency network – G.W.E.N.) sia con le installazioni laser nello spazio. Il bario rende il plasma contenente alluminio più denso. Ciò vuol dire che essi ottengono un plasma più denso di quanto non avverrebbe solo riscaldando la ionosfera.

Una maggiore densità significa che le particelle che collidono tra loro aumenteranno la loro carica, poiché aumenta il numero di tali particelle. Quello che stanno tentando di realizzare è di creare armi di raggi al plasma.

Le scie chimiche sono il medium. I radar del sistema G.W.E.N., le varie stazioni H.A.A.R.P. e le stazioni laser nello spazio sono il metodo, ossia le chemtrails sono il medium, l'energia diretta è il metodo.

Questi sistemi d'arma si trovano in Russia, Canada, Stati Uniti ed in tutta Europa. Le armi esotiche possono essere mobili o fisse, sulla Terra, ma anche essere collocate nell'atmosfera e nello spazio.

Si tratta di un sistema di difesa e di offesa contro attacchi elettromagnetici e missilistici. Esso impiega “scudi” di particelle ionizzate come sistema di difesa. Ciò vuol dire che essi irrorano e rafforzano l'irrorazione con le onde elettromagnetiche. Quando questi scudi sono attivati, essi “escludono” ed alterano il campo magnetico terrestre. Questi scudi possono essere disposti in strati uno sopra l'altro per proteggere dai missili. Le scie chimiche contengono anche carbonio che può essere usato per assorbire le microonde (1). Alcune scie sono formate da elementi (chaff) che rendono gli aerei invisibili ai radar.

(1) Alcuni anni fa, l'industriale italiano Giuliano Coppini, titolare del Gruppo Lineapiù, brevettò il filato Relax, contenente carbonio: con esso è possibile produrre un tessuto in grado di schermare le radiazioni elettromagnetiche.

Fonte: http://sciechimiche-zret.blogspot.com/

Che cosa sono veramente le scie chimiche (articolo di C. Williams Palit) ultima modifica: 2007-11-09T20:12:09+00:00 da zret
About the Author