Chiarimenti su Nibiru di Ben Boux

Vorrei con questo articolo offrire una panoramica sull'argomento Nibiru, perchè credo sia arrivato il momento di parlarne e nello stesso tempo troppe voci completamente errate per un verso o per l'altro si levano a sproposito. Vorrei, nel seguito usare il termine PX, è più comodo e più scientifico, il nome Nibiru deriva dagli antichi Sumeri, ed è il suo vero nome. Abbiamo due fonti di informazioni su internet, una è http://www.zetatalk.com/ gestita da Nancy Lieder che comunica con una popolazione Zeta di quarta densità e l'altra è: http://www.nibiruancouncil.com/ gestita da Jelaila Starr che comunica con il Concilio Nibiruano di nona dimensione che risiede sul pianeta stesso (in 4 d).

Le informazioni che presento derivano, per le linee generali da questi siti, ma per i dettagli sono il frutto delle mie ricerche che ho condotto usando esclusivamente il materiale disponibile su internet e fotografie fatte solo con una macchina digitale a basso costo. L'intento è esplicitamente di avere delle prove alla portata di chiunque voglia fare delle verifiche, senza alcuna attrezzatura. E' un' impresa difficile, non di meno i dati sono quelli che seguono e sono senz'altro convincenti. Aggiungo che alcune immagini proposte da alcuni siti erano mie. Ecco dapprima la figura 1 dove si vedono due immagini di Px, certamente autentiche perchè si vedono due globi, poi vedremo cosa significa.

[URL=http://img78.imageshack.us/my.php?image=figura1sw8.jpg][/URL]

Px è un pianeta che ha una doppia realtà, nell'universo 3d, il nostro, è un pianeta grande quattro volte la terra con una massa 16 volte la terra, quasi completamente coperto di acqua, con un unico continente, ha un forte calore interno che lo rende abitabile anche quando è nello spazio profondo ed ha un forte campo magnetico. Possiede un'atmosfera che ha la tendenza a rarefarsi nello spazio e che richiede una continua stabilizzazione e viene ottenuta con sospensione di polvere d'oro negli strati alti. E' circondato da una fitta nube di detriti di polvere ferrosa tale di impedire la vista delle stelle e possiede svariati satelliti. E' un mondo abitato da umanoidi più grandi di noi, che hanno sei dita e che nell'antichità venivano sulla terra per procurarsi l'oro che serviva appunto loro. Essi sono ricordati nella mitologia come dei , es. gli dei dell'Olimpo greco. Hanno una civiltà più evoluta della nostra attuale, ma informano, non di molto. Nell'universo 4d è invece un mondo artificiale, una gigantesca astronave da battaglia costruita eoni fa ed utilizzata per riportare l'ordine nelle zone dell'universo in cui scoppiavano guerre e distruzioni. Questa astronave ospita svariati gruppi di esseri senzienti provenienti da varie popolazioni, è una guarnigione con dei ricambi continui del personale.

Il nostro interesse prevalente è logicamente verso la realtà 3d, qui viviamo e qui dobbiamo fare i “conti” col pianeta. Per iniziare l'esame delle prove della sua esistenza occorre fare alcune premesse. Come per il mio precedente lavoro su Dark Twin occorre dire alcune cose. Dapprima : La gravità non è soltanto la forza di attrazione che supponiamo, è la risultante di due forze in opposizione, una di attrazione e una di repulsione. Le due forze agiscono con leggi diverse e sono tali che se due corpi celesti hanno la stessa massa non si incontrano mai, anzi rimangono ad una notevole distanza. Soltanto una forza esterna li può avvicinare, come succede agli asteroidi dotati di un loro moto proprio col quale possono vincere la forza di repulsione.

In seguito : Quando un corpo celeste si trova quasi dietro al sole ne viene illuminato quasi frontalmente, quindi il riflesso è molto più forte che nelle altre condizioni, dove la luce che vediamo non è il riflesso, ma l'emissione secondaria omnidirezionale della materia quando riceve una radiazione luminosa. Inoltre se la radiazione luminosa passa in una zona di spazio a forte gradiente gravitazionale, come vicino al sole, ne viene alterata la linearità come attraverso una lente divergente e l'immagine dell'astro si ingrandisce molto. Einstein parlava di curvatura, non è esatto, si tratta di divergenza.

Ancora : quando un obiettivo fotografico mette a fuoco un punto lontano, ma non all'infinito, se all'infinito appare una sorgente luminosa, questa si vedrà come un globo rotondo sfocato e più grande della fonte luminosa stessa.

(STO = service to other, STS = service to self.)

Gli Zeta, una delle oltre cento popolazioni del cosiddetto Zeta Reticuli, in particolare questi sono di orientamento altruista (STO) e vivono nell'universo 4d, hanno avuto l'incarico dal Concilio dei Mondi di questa parte della galassia, di informarci su molti argomenti di tipo spirituale e scientifico e di tenerci al corrente sulle evoluzioni di Px. Senza però dirci tutto, loro ci suggeriscono, non possono rivelare cose che il genere umano non conosce, salvo se viene richiesto, protocollo seguito da ogni alieno. In particolare hanno organizzato le informazioni che ci hanno dato in modo tale da far nascere in certi ambienti la convinzione che Px sarebbe arrivato nel sistema solare a metà del 2003. In quali ambienti? Presso coloro che da mezzo secolo frequentano segretamente gruppi di alieni, cioè il governo segreto americano, il gruppo Mj12 e annessi.

Costoro avevano scelto la collaborazione con gruppi di alieni di 3d ed anche di 4d con un orientamento spirituale più affine al loro, cioè votati all'egoismo (STS), a cominciare dal “onnipotente Krill” e poi con altri, ed hanno sempre rifiutato la collaborazione degli altri alieni, gli altruisti (STO), che avevano posto come condizione per gli aiuti, di abbandonare le bombe atomiche. Naturalmente rifiutata.

Costoro erano e sono al corrente del destino della terra, dapprima abbiamo rischiato un conflitto nucleare attorno all'anno 2000, per fortuna sventato con l'aiuto dei nostri fratelli dello spazio benevoli (STO), ed in seguito della comparsa di Px. Quindi loro credevano fermamente agli Zeta, conoscevano altri gruppi della stessa origine ed hanno creduto alla venuta di Px per il maggio del 2003. La politica di questi tiranni, come abbiamo agevolmente constatato poi, era di controllare le fonti energetiche mondiali, in vista dei cambiamenti causati da Px. Perciò hanno programmato la guerra all'Iraq per impadronirsi dei pozzi di petrolio per poi passare all'Iran ed ai paesi arabi.

Ma hanno malinteso: Px non è arrivato e si sono impantanati in una logorante guerra di occupazione che è più simile ad una disfatta che ad una conquista. Senza poter poi invadere l'Iran e l'Arabia, perchè sono allo stremo delle risorse. E questo perchè Px non è poi arrivato.

Ma gli alieni altruisti (STO) dicono bugie? No, non possono, possono solo dire la verità o al massimo non dirla tutta o dire bugie così grossolane che chiunque non ci crederebbe. Così hanno fatto, però loro sono alieni, molto più intelligenti di noi, ciò che per loro è una bugia grossolana e non credibile spesso per noi umani pare autentico, non siamo abbastanza acuti con l'intelletto il più delle volte.

Hanno fornito le giuste coordinate della zona del cielo da cui PX sarebbe arrivato, quindi bastava fare due calcoli per scoprire che la data non era giusta ed hanno omesso l'informazione che non è quando arriva che Px agisce sulla Terra, ma quando va via, anni dopo. E loro ci sono cascati, ma anche molti ignari lettori, è sorto quindi un mito di incertezza che ha alimentato un mucchio di leggende.

Ora noi faremo chiarezza, vi fornirò i dati veri di Px.

Il sistema solare è un sistema binario, vi sono due soli a distanza di circa 4,5 UA, il secondo è tuttavia spento, quindi invisibile, ma ha una massa paragonabile al primo, alcuni hanno ipotizzato la sua presenza e l'hanno chiamato Nemesi. Px vagava nello spazio ed ha, ad un certo punto, incontrato il sistema solare. Date le relative direzioni e velocità, si è inserito in un'orbita tra i due soli come fuochi ed il piano dell'orbita risulta inclinato rispetto l'eclittica dei pianeti del Sole di circa 30 gradi. Questo è avvenuto moltissimo tempo fa. L'orbita così stabilita non è come i nostri astronomi la calcolerebbero, questa è una delle ragioni della perplessità degli astronomi più aperti nel considerare l'esistenza di Px. Gli altri negano e basta.

Come si è detto, l'orbita dei pianeti è la risultante delle due forze di gravità, l'attrazione e la repulsione unite all'inerzia. Infatti si è constatato che il percorso seguito da Px non ha niente a che vedere con le previsioni possibili con le tradizionali formule, è molto più complesso. In breve la dinamica è la seguente.

Partiamo dal punto dello spazio centrale tra i due soli. Px sta venendo verso Sole, nel punto centrale perde l'influenza di Nemesi ed incomincia ad essere attirato da Sole. Nello spazio non c' è attrito, quindi la velocità aumenta progressivamente sino a diventare una frazione della velocità della luce. Ora ha raggiunto Sole, attraversa il sistema solare in ore e si avvicina a Sole. Qui interviene la forza di repulsione che frena la corsa sino alla completa fermata di Px vicino a Sole. Galleggia attorno a Sole per circa un anno, mentre la forza di inerzia lentamente comincia a spingerlo verso la parte opposta del piano dell'eclittica. Un poco per volta la forza di repulsione comincia a spingere Px lontano da Sole, perchè così vicino è preponderante rispetto alla forza di attrazione. Px perciò si muove, lentamente dapprima, poi sempre più velocemente, la forza di repulsione ora lo scaglia lontano e dopo molti anni raggiunge il punto centrale tra Sole e Nemesi. Allora inizia lo stesso ciclo dall'altra parte.

L'orbita viene percorsa in 3600 anni, anzi ci dicono in 3657. E' un'orbita fortemente schiacciata, non è una ellissi, ma un doppio binario. Px proviene dalla zona del cielo dove vediamo Orione e ritorna verso quella direzione dopo il periodo di qualche anno nel sistema solare. La figura 2 mostra una webcam a Jesolo che riprende una immagine ogni ora, il giorno prima si vedeva solo il sole e così il giorno dopo, ma il 24 dicembre 2003 alle ore 14 ed alle 15 e 16 si è vista l'immagine in figura 2.

[URL=http://img61.imageshack.us/my.php?image=figura2vj4.jpg][/URL]

Le striature rosse in alto sulla destra sono polvere che ha macchiato il vetro. Operando qualche filtraggio preparo la figura 3.

[URL=http://img61.imageshack.us/my.php?image=figura3xz0.jpg][/URL]

Si notano bene due globi, uno vicino al sole e l'altro discosto. Aumentando il contrasto del secondo si possono notare abbastanza distintamente quattro punti, cioè quattro lune, mentre il primo è confuso.

In realtà Px è un complesso planetario: oltre al pianeta vero e proprio vi sono molte lune attorno, ma sono coperte da una enorme nube rossastra di detriti ferrosi che circondano il pianeta; ed è seguito ad una notevole distanza da quattro lune più piccole di Px, ma molto grandi in assoluto, veri e propri pianeti. Quindi Px è autentico quando presenta queste caratteristiche, a volte viene ripreso dal davanti e le lune al seguito non si vedono perchè sono dietro, ma la nube è sempre presente ed è grandissima, molte volte più grande del pianeta.

Io non mi sono accontentato di questa prima immagine, mi sono chiesto: ma cosa appare sul satellite Soho che osserva il sole continuamente? Vi sono i sensori C3 e C2 che riportano l'immagine dei dintorni del sole, quindi ci deve essere anche lì. Bisogna sapere che ciò che si vede non è l'immagine ripresa dalle fotocamere, ma il prodotto di una complessa elaborazione atta ad eliminare il rumore nel sensore, quindi a differenza di ciò che pensano molti, le immagini che vediamo sono in realtà il prodotto di elaborazione di un computer. E cosa ci vuole per alterarle? Nulla per gli scienziati della Nasa. Le immagini di Soho C3 e C2 di quegli anni sono tutte false. Con delle indagini accurate si vedono delle discontinuità tra immagini di giorni successivi, quando ci sono state delle comete si è visto chiaramente che erano tutte finte, la chioma alla stessa ora sulla terra e su C3 avevano direzioni diverse. Non parliamo del transito di Venere, addirittura si vedeva Venere in trasparenza. Ma non è questa la sede per l'esame approfondito di questa mascherata, in figura 4 c' è un piccolo saggio.

[URL=http://img258.imageshack.us/my.php?image=figura4hi7.jpg][/URL]

Qui c' è il confronto tra la foto di un dilettante pubblicata su Spaceweather.com della Nasa e C3 di quel giorno . Nel cielo c' è qualcosa su C3 no. Altro esempio la stessa immagine presentata dalla Nasa e dalla Marina Americana in figura 5, ci sono delle diversità. In quella della Nasa c'è un pianeta in più.

[URL=http://img248.imageshack.us/my.php?image=figura5ss7.jpg][/URL]

Ed infine così appare l'immagine della camera C3 senza elaborazione, in figura 6.

[URL=http://img248.imageshack.us/my.php?image=figura6cd3.jpg][/URL]

Perciò nente di strano se nessuno ha mai visto Px sul quel satellite, l'hanno tolto, “taroccato”. Molti hanno creduto di vedere qualcosa, ma per un fotogramma, era solo rumore: Px è stato lì un anno. Però i solerti “hackers” della Nasa si sono dimenticati o non hanno dato importanza, per fortuna, al fatto che su Soho ci sono altri sensori. In particolare esiste Swan che riprende le emissioni secondarie della polvere cosmica sia davanti che dietro al sole. E Swan non l'hanno adulterato e qui sì che c' è Px in tutta la sua possenza!

In figura 7 vediamo l'immagine del 24 dicembre in confronto con swan del 23, 24,6 e 8 gennaio 2004 .

[URL=http://img341.imageshack.us/my.php?image=figura7nu9.jpg][/URL]

Si nota distintamente il gruppo di Px seguito da un gruppo di lune o di oggetti cosmici. Le immagini di Swan non sono fotografie, ma permettono di individuare degli oggetti cosmici che permangono nella zona per molto tempo, si possono individuare bene le comete.
Nella figura 8 si vede un anno dopo e Px si sta incominciando a muovere per allontanarsi.

[URL=http://img248.imageshack.us/my.php?image=figura8su7.jpg][/URL]

Vi sono molti altri dati, non li riporto per esigenze di spazio, ma se qualche lettore fosse interessato potrebbe andare direttamente al sito di Soho e vedere che per tutto il 2004 in Swan c' era questo gruppo e che all'inizio del 2005 si è allontanato.

Nemmeno questo mi bastava, ho cercato altri riscontri che fossero non solo inoppugnabili, ma ricavati da fonti ufficiali ed ho guardato allora le foto del robottino su Marte. Lì di certo non ci sono interferenze e forse non le hanno ritoccate a causa di improbabili lettori come me. Dapprima la foto n. 1N139999114EFF3140P1998M1_a, a sinistra in figura 9, ci mostra un globo in cielo, non so cosa sia, ma serve a dimostrare che se in cielo c' è un globo luminoso questo si vede nella telecamera. La foto 1N141512065EFF3200p1991R0M1 ci mostra invece tre globi in cielo. Nel sistema solare non ci sono dei pianeti che si presentano in quel modo in nessuna circostanza. Quelli non possono essere altro che Px.

[URL=http://img341.imageshack.us/my.php?image=figura9tn5.jpg][/URL]

Potevano mancare le fotografie dirette ? No di certo La figura 10 riporta a sinistra una foto che ho fatto io stesso in agosto del 2004, a destra in quello stesso periodo l'immagine di un osservatorio astronomico che riprende la corona solare. Si può notare che entrambi riprendono il corpo Px e le lune che seguono.

[URL=http://img367.imageshack.us/my.php?image=figura10em8.jpg][/URL]

La figura 11 seguente ci mostra un filtraggio che evidenzia le lune al seguito. Se ne vedono distintamente 3, la quarta è più piccola.

[URL=http://img518.imageshack.us/my.php?image=figura11lh4.jpg][/URL]

Altra foto ricavata da una webcam in Calfornia in figura 12.

[URL=http://img367.imageshack.us/my.php?image=figura12qp2.jpg][/URL]

Sempre dallo stesso osservatorio in confronto con Swan e le verifica che non ci sono pianeti in quel punto dello spazio, la figura 13

[URL=http://img236.imageshack.us/my.php?image=figura13lo5.jpg][/URL]

E per finire un collage di alcune fotografie recenti sia mie che prelevate da internet in figura 14. Ve ne sono altre decine, forse centinaia, il fenomeno l'hanno osservato in tanti, si fa per dire, in giro per il mondo.

[URL=http://img236.imageshack.us/my.php?image=figura14xe5.jpg][/URL]

Conclusioni.

Per prima cosa è necessario dire a gran voce che Px non ha niente a che vedere con il 2012 e discorsi simili.

Si è formata una serie di dicerie a questo riguardo. Chi le ha originate e che le diffonde lo fa per una azione di disinformazione. Si pensa che se si diffonde una tale convinzione ai popoli la gente possa rimandare a quella data la preoccupazione che indubbiamente verrebbe a crearsi in seguito ad avvenimenti imprevisti. Non è vero. E' meglio conoscere la verità e ne parliamo tra poco.

In figura 15 vediamo una mappa del cielo su cui sono segnati gli avvistamenti fatti nel 2003. Mentre in figura 16 vediamo due cerchi nel grano che ci parlano di Px. A sinistra viene indicata l'inclinazione dei piani delle eclittiche, a destra è un cerchio fatto a pochi chilometri da casa mia nel riso. Non voglio pensare che fosse per me, ma perchè farlo proprio lì? Si tratta della interazione tra Px e la Terra quando il primo attraversa l 'eclittica della seconda.

[URL=http://img253.imageshack.us/my.php?image=figura15ji0.jpg][/URL]
[URL=http://img521.imageshack.us/my.php?image=figura16tn1.jpg][/URL]

Il momento in cui Px è passato attraverso il sistema solare è stato la fine del dicembre 2003. Nel percorso inverso Px si dirigerà nuovamente verso la zona di Orione, non nella stessa posizione, per via dell'inclinazione della sua eclittica, ma la direzione è circa quella. Nel percorrere lo spazio lentamente vi sarà un momento in cui incontrerà la Terra che sta seguendo la sua orbita ed anche gli altri pianeti, Marte, Venere, Dark twin. Essendo più o meno stabilita la direzione, è facile prevedere che il periodo dell'incontro sarà quando la Terra si affaccia verso Orione, e questo accade all'inizio dell'anno. E' ragionevole pensare quindi che l'incontro avverrà o all'inizio del 2009 oppure al massimo del 2010.

Questa stima proviene da mezze verità dette dagli Zeta circa la posizione di Px in rapporto agli altri pianeti. Loro non dicono dove è, ma parlano delle influenze reciproche tra i pianeti e con un po' di riflessioni si può fare qualche stima.

Le ripercussioni.

Px è un corpo planetario di notevoli dimensioni e quando appare nel sistema solare causa delle interferenze ai pianeti ed in particolre alla Terra. Dal suo apparire ad oggi le azioni più rilevanti sono state:

[*]Il 26 dicembre 2003 l'asse terrestre è stato bruscamente mosso per circa un giorno.
[*]Si è determinata una oscillazione residua dell'asse terrestre, che è rimasta e ha causato i cambiamenti delle stagioni.
[*]Marte e Venere sono stati rallentati, di poco per il primo, ma in modo sognificativo il secondo. La sua posizione è stata poi aggiustata per consentrire il corretto transito davanti al sole (dai nostri amici dello spazio STO).
[*]Dark twin è stato spinto via dalla sua posizione abituale all'opposto della Terra rispetto al Sole, ed è apparso alla vista.
[*]Una certa quantità di polvere rossa è caduta sulla Terra colorando ad esempio la neve delle Alpi di rosa l'inverno successivo.
[*]Si è perturbata l'orbita della Luna, che, anch'essa è stata in seguito aggiustata per mantenere le eclissi corrette entro certi limiti. [*]Alcune si sono presentate in ritardo e in modo imperfetto.
[*]Ad ogni fine anno l'allineamento tra Px , Sole e Terra ha creato delle perturbazioni che hanno provocato dei terremoti, come lo tsunami, che pur essendo stato causato dalle improprie trivellazioni per il petrolio, è occorso nel momento di maggiore tensione tra le placche tettoniche spinte da Px.
[*]In generale sono aumentati i terremoti e le eruzioni vulcaniche a causa dell'influenza della grande gravità e del grande campo magnetico di Px.

Il pubblico ha notato questi cambiamenti uniti all'aumento della temperatura, il riscaldamento globale, che è però dovuto ad un altro fattore concomitante, ed ha chiesto a gran voce delle risposte che gli scienziati non hanno saputo o voluto dare. Le principali agenzie spaziali conoscono perfettamente l'esistenza di Px, ma tutti i governi mondiali hanno dato ordine di mantenere il silenzio assoluto.
E' comprensibile, certo. Se l'opinione pubblica sapesse di questo intruso, Px, si scatenerebbe il panico, infatti non sono le conseguenze descritte sopra a fare paura, ma le altre, che avvengono all'incontro tra Px e la Terra durante il ritorno verso Nemesi.

Prima di proseguire voglio annunciare che non corriamo nessun pericolo. Il Piano Divino è stato elaborato per risparmiare all'umanità questa catastrofe. E' per via di questa certezza che ho deciso di parlare di questo argomento, Px, altrimenti non lo avrei fatto.

Nel passato il passaggio di Px ha causato enormi danni, la sua influenza gravitazionale ha causato, in prossimità del passaggio, il rallentamento della rotazione della Terra con la fermata di tre giorni, i tre giorni di buio o di luce a seconda di quale parte dell'emisfero si blocca, delle profezie. Dopo aver ripreso a ruotare, la Terra si era avviata ad incontrare la forte forza magnetica che ha causato lo spostamento dei poli. Non lo spostamento dell'asse terrestre e nemmeno del campo magnetico come sostengono alcuni, ma proprio del punto geografico cui corrispondono i poli.

Questo avvenimento ha provocato terremoti giganteschi con l'innalzamento di catene montuose, il formarsi o lo scomparire di interi continenti. Tsunami di 1 km di altezza, onde di marea di 100 km. L'eruzione simultanea di tutti i vulcani e l'oscuramento dell'atmosfera per anni. Ogni mitologia racconta di catastrofi del passato, i libri antichi egiziani raccontano che quel popolo ha vissuto questo passaggio tre volte nella sua storia. Le piaghe dell'antico Egitto, l'arca di Noè e il diluvio universale, certamente il lettore è a conoscenza di questi argomenti. Uno scrittore, Zecharia Sitchin, con pazienza ha ricostruito dalle leggende degli antichi Sumeri gli avvenimenti collegati al passaggio di Px ed il veggente Cayce ne ha parlato diffusamente.

Voglio ripetermi, non sarà così questa volta, è stato deciso che l'umanità non deve affrontare questa catastrofe, ce lo conferma anche il Maestro Violinio Germain (St. Germain) in una comunicazione del 18 ottobre 2008.

http://www.fourwinds10.com/siterun_data/bellringers_corner/anne_bellringer/news.php?q=1224351436.

We are not here to clean up Mother Earth for you while you “sleep”. We are not here to make everything beautiful again, while those, who have created this mess, have no responsibility. We are here to help when asked, but more so to evacuate those from Shan, when the birthing of Mother Earth into 5th dimension starts in earnest. This would be the physical pole shift of Shan that has occurred many times in the past. This time, however, Mother Earth has been granted permission to move into 5th dimension. That time, chela, is very soon, for we are on Red, Red Alert.

Noi non siamo qui per ripulire la Madre Terra per voi mentre voi “dormite”. Noi non siamo qui per fare di nuovo tutto bello, mentre quelli che hanno creato questo pasticcio, non hanno alcuna responsabilità. Siamo qui per aiutarti quando hai chiesto, ma ancor di più per evacuare Shan (Terra), quando la nascita di Madre Terra in 5a dimensione inizia sul serio. Questo sarebbe lo spostamento fisico dei poli di Shan che si è verificato molte volte in passato. Questa volta, però, a Madre Terra è stato concesso il permesso di muoversi in 5a dimensione. Quel momento, Allievo, è molto presto, perché noi siamo su Rosso, Allarme Rosso.

Grazie, Ben Boux.

Argomenti correlati:

Cambiamenti Climatici ed evolutivi del sistema solare

Prima degli Egizi furono i Sumeri. Prima dei Sumeri…

Chiarimenti su Nibiru di Ben Boux ultima modifica: 2008-10-31T19:17:28+00:00 da Pasquale Galasso
About the Author
Pasquale Galasso

Pasquale Galasso, editore di Altrogiornale.org – Conoscere non è avere l’informazione.