I cinesi dichiarano di stare costruendo ciò che è da molti ritenuto irrealizzabile: lo space drive


DAVID HAMBLING – WIRED

Non so se questa tecnologia avrà successo o se farà la stessa fine della macchina della Steorn. È però indubbio che la coscienza non locale dell’umanità abbia concepito un’alternativa alle tecnologie energetiche attualmente esistenti, che presto verrà alla luce in qualche parte del mondo. Quello di Edison fu solo uno di circa trentasei tentativi di fabbricare una lampadina, il che mostra come la sincronia di informazioni che arrivano da diversi ambienti sia un fattore indicativo importante.

I ricercatori cinesi confermano la validità della teoria su cui fonda quello che molti ritengono inattuabile, lo space drive, e dichiarano di stare costruendo un prototipo dimostrativo. Se ciò fosse vero, trasformerebbe la tecnologia di risparmio energetico nel settore satellitare, aprirebbe nuove possibilità all’esplorazione spaziale e darebbe ai cinesi un vantaggio decisivo nella presenza militare nello spazio.

Dire che l’“Emdrive” (contrazione di "electromagnetic drive", ovvero “propulsione elettromagnetica”) sia oggetto di controversie è un eufemismo. Secondo Roger Shawyer, lo scienziato inglese che ha sviluppato questa teoria, questo tipo di propulsione sfrutta le microonde per convertire l’energia elettrica in una spinta, senza infrangere alcuna legge della fisica. Un articolo apparso sulla rivista “New Scientist”, avente come oggetto l’Emdrive, ha scatenato una raffica di polemiche. Secondo gli scienziati, non solo l’invenzione di Shawyer è spudoratamente irrealizzabile e i suoi ragionamenti sono pieni di falle, ma l’articolo non avrebbe mai dovuto essere pubblicato.
Leggi tutto ...


da Richard dom 05 ott 2008, 23:02 Stampa veloce LAN_NEWS_24