IL SANGUE E' LUCE

Il Giornale OnlineNella concezione comune l’uomo è una realtà fisica con forma e struttura propria, che rappresenta solo una parte dell’entità umana organizzata, in quanto, oltre al corpo fisico, vi sono altri elementi di natura più sottile cui far riferimento. Esiste una forza eterica, la quale solleva la sostanza organica alla vita, trasformando i succhi vitali in materia sensibile.

Gli elementi esterni privi di forma, penetrano nel corpo umano e l’energia vitale li trasforma in strutture viventi. Il sistema della circolazione sanguigna, con l’organo che più la identifica: il cuore, è l’espressione del corpo eterico (o vitale) trasformato. Il sangue è la sostanza che edifica il corpo umano, ed assorbendo l’ossigeno dal mondo circostante, si rinnova, penetrando in ogni parte del corpo e depositando gli elementi nutritivi. Immaginiamo questo flusso d’energia come una luce meravigliosa che irradia l’organismo, percorrendo ed illuminando ogni organo vitale. Oggi questa realtà straordinaria è provata scientificamente con tecnologie avanzate e di precisione.

La sperimentazione scientifica più seria, parte dal presupposto che spirito e corpo non possono essere concepiti separatamente. Essa ha fornito le conferme necessarie, per iniziare a formare, nella mente dell’uomo del Terzo Millennio, la vera concezione del corpo umano e le pratiche mediche che si dovrebbero adottare nel rispetto di queste conoscenze. Il professor Vocikof, cattedratico di Biochimica presso l’università di Mosca, dove è studiata l’UNICITA' DEI SISTEMI BIOCHIMICI, ci ha rilasciato un’interessantissima intervista.

La formazione del professore è delle più rigide, avvenuta tra le mura dei collegi ex sovietici, dove sicuramente è stato lasciato poco spazio alle teorie fantasiose.

D: Professore, Ermete Trimegisto disse: tutto è uno. È possibile riscontrare questa teoria anche nella scienza odierna?

R: L’attuale concezione scientifica fonda l’organizzazione del sistema vivente sul concetto materialistico, in altre parole visto "dal basso". Gli organismi vitali sono costituiti da vari complessi biologici, considerati in senso olistico, i quali, erroneamente, sono assimilati ad un’automobile cui si possono indifferentemente sostituire le parti usurate. Ogni singolo organo, svolgendo la propria funzione, dipende contemporaneamente dall’attività dell’intero organismo. Esistono dei precisi e ben individuati collegamenti.

D: Quali sono?

R: Con le sole leggi del sistema nervoso e di quello ormonale, non è possibile spiegare l’unità del corpo, nel tempo e nello spazio; ci sono altri nessi che lo fanno diventare unico, e Alexander Gurvic, all’inizio del secolo, li ha chiamati "Campo di collegamenti morfogenetici". Sono quelli cui va incontro la prima cellula umana quando si sviluppa nel corpo adulto. Per spiegare la forma della persona adulta, è necessario un complesso regolatore intelligente. Il professore ha postulato che esiste un campo energetico biologico, composto di vibrazioni a vari livelli. Il corpo è costituito di liquidi e di molecole, ed ogni sua più piccola particella ha una propria vibrazione; l’insieme costituisce un campo vibrazionale armonico. L’energia vivente usa il complesso e noi ne siamo il risultato concreto. Il nostro corpo è l’armonico campo vibrazionale, che riassume tutte le vibrazioni delle molecole, cellule, organi. Corpo e cellula interagiscono reciprocamente. Il sistema ha una propria autonomia affinché la cellula possa essere autonoma o comandata dal corpo.

Leggi tutto ...


da Richard mar 28 ott 2008, 10:01 Stampa veloce LAN_NEWS_24



luce   sangue