Colombo, c'è chi lo vuole figlio di un Papa


Si tratta del pontefice Innocenzo VIII, genovese,
che lo avrebbe avuto dalla nobildonna romana Anna Colonna

Due studiosi si sono rivolti all'Università di Pavia
chiedendo di cercare il Dna del navigatore


di Rino Di Stefano


In questi giorni l'Università di Pavia si è vista recapitare una nuova richiesta di esami del Dna sui resti di Colombo che conserva in una teca dell'ateneo. A inoltrarla sono stati due storici romani, Lioniero Boccianti e Renato Biagioli, i quali (tanto per cambiare) si dicono convinti di poter dimostrare le origini di Cristoforo Colombo. I due illustri studiosi avanzano l'ipotesi, che per loro è una certezza, che il grande navigatore non fosse il figlio di Domenico e di Susanna Fontanarossa, bensì del patrizio Gianbattista Cibo, futuro cardinale di Genova salito al trono di San Pietro col nome di Innocenzo VIII, e della nobildonna romana Anna Colonna.

Secondo i due romani, il «fattaccio» sarebbe accaduto nel 1446 tra le discrete mura del Maschio Angioino di Napoli dove l'allora quattordicenne Cibo avrebbe avuto una relazione con l'affascinante romana. Quest'ultima, scopertasi incinta, con l'aiuto delle sorelle si sarebbe trasferita in una città dell'Emilia dove al termine dei nove mesi avrebbe infine «scodellato» l'intrepido Cristoforo. A questo punto, non si sa quando né come, il precocissimo Cibo avrebbe fatto in modo e maniera che il pargoletto fosse affidato a Domenico e Susanna, in quel di Genova, che l'avrebbero cresciuto come genitori adottivi. Leggi tutto ...


da Quantico gio 21 ott 2010, 21:20 Stampa veloce LAN_NEWS_24