Conferenza di Genova sulle scie chimiche (relazione del Dottor Giorgio Pattera)

Il 26 giugno 2009 il centro culturale “GALILEO” di Parma ha organizzato a Genova, presso la sede dell’Associazione “La finestra sul Mondo”, una conferenza-dibattito sul seguente tema: “Scie in cielo, timori sulla terra…”

Grazie all’accurata regia in loco di Emilia Ventura Balbi, socia onoraria di “Galileo”, si sono dati appuntamento nel capoluogo ligure, dando vita ad un’interessante kermesse, quattro relatori: Domenico Azzone, da Bologna, esperto meteo A.M. e socio “Galileo”; Claudio Bianchini, da Milano, e Rosario Marcianò, da Sanremo, ricercatori indipendenti; Giorgio Pattera, biologo, giornalista e vice-Presidente di “Galileo”.

Il pubblico è accorso numeroso ed ha appreso con una certa inquietudine dell’esistenza di queste “scie chimiche” (chemtrails, in inglese), formate in cielo da aerei spesso privi di contrassegni, che molto spesso transitano anche sulle nostre città e che rilasciano sostanze potenzialmente pericolose per la salute umana.

Il Maresciallo Domenico Azzone, da esperto meteo dell’Aeronautica Militare, ha spiegato come distinguere le scie chimiche dalle normali e rarissime scie di condensazione, rilasciate dai motori a reazione dei jets, sia civili sia militari.

Il Dr. Claudio Bianchini, uno dei primi ricercatori ad occuparsi del problema, ha messo in guardia i presenti, spiegando quanto siano pericolose le emissioni di certi elementi (come bario ed alluminio, presenti nelle scie) ed ha invitato tutti a sensibilizzare e coinvolgere le autorità competenti ad ogni livello (comunale, provinciale e regionale), affinché si possano far cessare questi aerosol del tutto dannosi per la nostra salute, che farebbero insorgere la silicosi, il morbo di Alzheimer, di Parkinson, la S.L.A., la sclerosi multipla etc.

Il Sig. Rosario Marcianò che, da anni, si dedica allo studio di queste “scie anomale”, ha spiegato che cosa si nasconde dietro queste attività, che possono sembrare al profano assolutamente innocue, ma sulle quali, chiedendo informazioni presso le sedi competenti (aeroporti, controllori di volo, meteorologi, piloti), è impossibile avere spiegazioni: nessuno sa nulla!

Infine il Dr. Giorgio Pattera ha trattato la parte riguardante le sostanze di cui sarebbero composte queste scie ed i filamenti che talora scendono su campagne e città, in concomitanza con irrorazioni da parte di aerei-fantasma. Questi strani filamenti, composti da polimeri sintetici simili alla seta, sarebbero i veicolanti delle suddette sostanze rilasciate dagli aerei, sia militari sia civili, privi di livrea.

Il numeroso pubblico, presente sia in sala sia in video-conferenza nell’attigua hall, è rimasto visibilmente impressionato da questi interventi. Molti hanno riconosciuto di essere totalmente all’oscuro di questa situazione, confessandone anche la causa: non si ha più il tempo di osservare il cielo! E’ indispensabile, quindi, continuare a parlare di queste emissioni chimiche, per sensibilizzare i cittadini affinché facciano pressione con le loro proteste sulle istituzioni preposte alla tutela ambientale, seguendo il recente esempio del Comune di Cesena.

E' una questione di salute e questa va salvaguardata, a qualunque prezzo.

www.tankerenemy.com

Conferenza di Genova sulle scie chimiche (relazione del Dottor Giorgio Pattera) ultima modifica: 2009-07-11T13:49:41+00:00 da zret
About the Author