Contatti con Extraterrestri Umani negli anni '50: un messaggio per oggi…e domani

Il Giornale Online

di David Wilcock

La grande maggioranza delle persone che visitano la Terra sono molto simili a noi come aspetto fisico. Negli anni '50 e '60 questi ET hanno contattato molte persone della terra e hanno rivelato un messaggio spirituale sull'inizio di una Era Dorata che avrà forti implicazioni per tutti. Sono stati scritti diversi libri su questo denomeno in USA e Canada e sono stati largamente ignorati quando il concetto delle “abduction” ha iniziato a dominare l'Ufologia negli anni '60.
Ci è stato detto che la Terra sta passando in un balzo evoluzionistico che influenzerà tutti in modo profondo. Molti degli effetti precursori stanno già avendo effetto. Una riunione aperta con i nostri parenti extraterrestri sarà parte del processo, ma cosa più importante, vivremo un salto quantico del significato di essere umano. Allineandoci con la vera natura dell'Universo, che è energia d'amore per quanto ci è stato detto, possiamo ottimizzare il nostro percorso evoluzionistico e potenzialmente “laurearci” ad un livello in cui la levitazione, la telepatia, la materializzazione, la guarigione istantanea e persino il viaggio temporale, sono parte delle abilità umane.

Con la pubblicazione del “Caso Amicizia”, un documentario alla televisione italiana, sono emersi nuovi documenti, fotografie, film, registrazioni audio e testimonianze, che rivelano un importante contatto con umani ET negli anni '50 e '60, in Italia, Francia, Germania, Svizzera, Australia, Argentina, Russia e altrove. Solo in Italia sono state coinvolte oltre 100 persone. Questo aggiunge nuovo supporto ai casi degli USA e del Canada, mostrando che questi contatti sono stati davvero uno sforzo mondiale, per portare lo stesso messaggio.
Lo stesso documentario, assieme ad una dettagliata analisi dei suoi contenuti, può essere studiato al seguente link, che rilascia anche questo documento che state leggendo:
www.divinecosmos.com/start-here/davids-blog/956-1950s-ets

Il documentario Italiano rivela che questi ET hanno riferito che stiamo passando in una potente fase d'evoluzione, ma sfortunatamente viene accennato brevemente alla fine. Il documentario è nato soprattutto dal libro Contattismi di Massa di Stefano Breccia, un fisico. Vengono citati altri libri che forniscono ulteriore informazione su questa storia complessa, come quelli scritti da Alberto Perego.
Il libro di Breccia rivela moltissime correlazioni tra il Caso Amicizia e il materiale degli anni '50 dagli USA e dal Canada. Senza dubbio, alcuni scettici diranno che l'intera faccenda è una frode, ma davanti all'evidenza, incluse foto, film, registrazioni audio e testimoni oculari credibili, la più semplice e logica spiegazione è che degli extraterrestri umani hanno visitato la Terra in varie aree negli anni '50 e '60, portando un messaggio. Il documentario Italiano accenna un punto che viene più evidenziato nel materiale dei “contattisti” degli USA, che la Terra si sta spostando in un'Era Dorata. Breccia parla del lavoro di George Hunt Williamson diverse volte nel suo libro e lo definisce credibile e complementare a quanto è stato rivelato nel Caso Amicizia. I libri di WIlliamson hanno chiaramente spiegato, iniziando nel 1954 in The Sacuers Speak, che il nostro Sistema Solare si sta spostando in una “nube” più carica nella nostra regione della Galassia e che questo avrebbe causato un cambiamento climatico interplanetario e una trasformazione del DNA.

Il mio libro The Source Field Investigations, che deve uscire il 23 Agosto 2011 e che potete già ordinare, presenta un vasto corpo di dati scientifici che mostra quanto Williamson e altri contattisti dicessero la verità. Gli scettici possono pensare che sia tutto falso. Comunque, il materiale degli anni '50 forse non aveva riscontri a quel tempo, ma oggi sono disponibili molti dati a supporto.
Parte del miglior materiale di quegli anni o non è stato rilasciato o è stato visto da poche persone. Il proposito principale di questa collezione è rendere disponibile tale informazione a più persone, nel giusto periodo.
Questa collezione di documenti inizia con Wilbert B.Smith, un ufficiale del governo Canadese che ha guidato un lavoro pionieristico per identificare “contattisti” in USA e Canada, iniziando nel 1952. Il suo amico Lyman Streeter ha avuto contatti con ET umani tramite telegrafo radio e altri hanno ricevuto visite dirette di persona, con scambi telepatici che sono stati riportati su carta, contenente nuove informazioni scientifiche, filosofiche e spirituali.

Smith ha localizzato circa dodici persone che hanno affermato indipendentemente di essere in contatto telepatico con extraterrestri e tra loro non si conoscevano, ma dicevano tutte le stesse cose. Smith apparentemente non conosceva il Caso Amicizia in Italia e non ci sono indicazioni che i contattisti in Italia o altrove, sapessero cosa avveniva in America, ma le correlazioni tra questi dati sono voluminose e intriganti.
Come leggerete, Smith ha sviluppato un questionario di 100 parti, anche da informazione classificata e ha scoperto circa dodici “contattisti” diversi che hanno potuto dare identiche risposte, anche se non si conoscevano e si trovavano in aree geografiche diverse. I frutti di questo contatto includevano tecnologie funzionanti e molta informazione filosofica e tecnica. W.B.Smith ha presentato il suo caso ad un gruppo di studio sugli UFO ad Ottawa, il 31 Marzo 1958. Il primo documento che leggerete in questa collezione è una trascrizione parziale di quel discorso, nella forma degradata dell'originale. Potete ascoltare l'audio originale e sapere altro di Smith in questa presentazione: www.checktheevidence.com/WBSmith/
Il link al file MP3 di Smith si trova qui: www.checktheevidence.com/WBSmith/WilbertSmithSpeech1958.mp3
Una dei principali “contattisti” di Smith era Frances Swan, che affermava di essere in contatto con un essere chiamato AFFA, dall'Aprile 1954. I suoi contatti telepatici iniziarono con un forte rumore nel suo orecchio sinitro, seguito dalla “scrittura automatica”, con cui la sua mano avrebbe scritto le parole che riceveva senza l'interferenza del pensiero conscio. Questo arrivò all'attenzione della CIA e degli agenti dell'Intelligence della Marina, che si recarono nel Maine ad intervistare Swan. L'intera storia venne raccontata da Jay Gourley nel numero di Maggio del 1979 sul magazine Second Look:
www.presidentialufo.com/old_site/affa_cia.htm

Bel Giugno del 1959, due agenti dell'Intelligence della Marina hanno visitato Swan a South Berwick, nel Maine, su richiesta di un ammiraglio non più in servizio. Le fecero domande mentre era in trance e lei rispose accuratamente a cose che non avrebbe dovuto sapere:
“Secondo gli ufficiali vennero date diverse risposte non verificabili a domande come, “Qual'è la popolazione di Giove?”. Tra altre cose, AFFA disse che lei e il suo uomo erano parte di una forza di polizia del sistema solare che indagava sui test atomici sulla Terra.”
Cosa più interessante, l'intelligence della Marina fece domande incompatibili ai suoi studi e alle sue conoscenze tecniche, ad esempio “Qual'è la lunghezza del giorno di Urano?” e “Qual'è la distanza tra Giove e il sole all'apogeo di Giove?”
“Le sue” risposte erano corrette e i due investigatori increduli poi fecero rapporto all'Amico (il Magg.Robert) (il direttore del Progetto Blue Book alla base Wright-Patterson).

L'articolo continuava dicendo che uno dei due comandanti presenti all'incontro nel Maine, entrarò in trance il 6 Luglio 1959 in un ufficio segreto del governo, davanti ad un ufficiale dell'Intelligence della Marina e altri ufficiali. Tramite la scrittura automatica, l'uomo ricevette messaggi che sarebbero arrivati da “Affa”, la stessa entità in contatto con Frances. Leggiamo il seguento scambio:
Domanda: “E' molto interessante, stiamo parlando con qualcuno che possiamo vedere, ma possiamo avere prova della tua esistenza?”
Risposta: “Che tipo di prova volete?”
D: “Possiamo vedere la tua astronave?”
R: “Quando la volete vedere?”
D: “Ora”.
R: “Andate alla finestra”
Si avvicinarono tutti alla finestra e videro un UFO in volo a breve distanza. Come poi dissero ad Amico, era di forma discoidale e più luminoso nel perimetro che al centro. La confusione seguente chiuse la comunicazione con AFFA.

I documenti dell'FBI declassificati hanno rivelato qualche dettaglio di questo caso e si trovano in questa collezione dopo la trascrizione di W.B.Smith. Come rivelato dalle conferenze di W.B.Smith, i contatti di Swan hanno confermato quanto detto dagli altri contattisti, sull'arrivo di una trasformazione del Sistema Solare, mentre ci spostiamo in una regione di galassia più carica di energia, che ci spinge nella tanto anticipata “Era Dorata”.
I Documenti sui Contattisti
Segue una serie di documenti su un gruppo di “contattati”, guidato da Walt Rogers, che si incontrava a Detroit, nel Michigan. Questo gruppo, sembra essere stato autenticato da W.B.Smith. Il primo documento inizia col titolo “Messaggio Per un Nuovo Gruppo” e non ha data, ma dovrebbe arrivare dal 1959. Il secondo documento è datato Lunedì, 15 Giugno 1959. Noterete anche “Hatton:C” sopra. Hatton è la persona che parla, ma non è certamente ciò a cui si riferisce C.
Il terzo documento è datato Mercoledì, 23 Giugno 1961. Viene indicato il nome “Warren”, probabilmente il nome della persona che parlava in questo caso.

Il quarto documento viene dal 2 Agosto 1961, di Marianne Francis di Montecito, California e lei è ancora viva oggi. Sono riuscito a localizzarla grazie ad Internet. Le ho chiesto se avesse mai parlato a W.B.Smith e ha negato. Comunque questo documento era nella stessa collezione originale degli altri e la qualità sembra alta. Ora, 11 Luglio 2011, sto raccogliendo altro del suo materiale da Internet.
Il quinto documento è del 5 Gennaio 1963, sempre di Marianne Francis, di Garden Grove, California. Questo è seguito da un altro documento di Marianne Francis del 26 Maggio 1964 da Montecito, California.
Di seguito abbiamo una serie di documenti dal gruppo di Walt Rogers Detroit scritti a macchina. Il primo è del 4 Aprile 1957, da un uomo che conosciamo solo come “Vern”. I documento seguente è del 3 Gennaio 1957 sempre di Vern. Questo è seguito dal documento del 1 Dicembre 1957 dello stesso gruppo e poi un documento arrivato grazie a Jim nel Dicembre 1957.
Quest'ultimo è seguito da un altro documento del 17 Gennaio 1957 dallo stesso gruppo. Quindi abbiamo “A Message From Hatton (Pomar) For the People of Earth”, senza data e un altro documento del 5 Dicembre 1957 da Jim.

Il Blocco Note Marrone

A questo punto arriviamo al “Brown Notebook”, che contiene il contatto telepatico di Roger con gli ET, iniziato il 19 Settembre 1958. Questo materiale inizia semplicemente, con alcune frasi per sessione e poi cresce. Le copie da questa collezione arrivano solo fino all'11 Febbraio 1959, Mercoledì, ma le trasmissioni sono continuate per tutto il 1959 e fino al 1960.
Il testo completo del “The Brown Notebook”, come altro materiale da Detroit, “Man, Consciousness and Understanding” può essere recuperato dal sito della L/L Research. “La Legge dell'Uno” rimane ancora il material ricevuto telepaticamente, di maggior valore, per mia opinione, ma venne ispirato da: http://llresearch.org/origins/origins_toc.aspx

Vi invito a godervi questa informazione illuminante e provocante e vi ricordo che se quanto leggete non corrisponde al vostro sentire, mettetelo tranquillamente da parte. Questi contatti si legano con le menti dei canali degli anni '50 e primi '60, quindi leggerete termini basati sulla forza masculina e che oggi sembrano fuori luogo, come il riferirsi all'Intelligenza dell'Universo come forza maschile o chiamare “Uomo” gli esseri umani. Nonostante questi termini arcaici, penso che questa informazione sia di valore e spero che possiate trarne beneficio come ho fatto io.

Scarica il documento pdf: http://divinecosmos.com/media/1950s_ETs.pdf
Tradotto da Richard per Altrogiornale.org
Fonte: www.divinecosmos.com

Contatti con Extraterrestri Umani negli anni '50: un messaggio per oggi…e domani ultima modifica: 2011-07-25T09:44:35+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)