Correlazioni esistenti fra manifestazioni geologiche terrestri e dinamiche planetarie da Giugno ad Agosto 2010

Il Giornale Online
Segnalata da Canero

di Michele ( http://daltonsminima.altervista.org/?p=11023)

Analisi grafica & cronologia eventi

Prima di procedere nell’esplorazione di questa vera e propria “cronologia” di avvenimenti sismico/vulcanici – astronomici degli ultimi tre mesi, un doveroso consiglio a tutti quegli utenti che per la prima volta si affacciano al blog di NIA, è quello di leggersi due importati articoli, che di seguito riporto. Articoli che gettano delle “fondamentali” basi scientifiche sulle correlazioni (geologico-planetarie) che sto cercando (attraverso un duro e complicato lavoro di archiviazione ) di portare a conoscenza al maggior numero di persone possibile. Il primo collegamento fa riferimento ad un mio precedente lavoro che analizza, come il seguente, la prima parte dell’anno (all’interno trovate cenno a numerosi studi scientifici) – http://daltonsminima.wordpress.com/2010/05/31/manifestazioni-solari-attivita-sismicovulcanica-terrestre-da-gennaio-a-maggio%C2%A02010/
Ricco di ulteriori e interessanti citazioni scientifiche è inoltre il seguente articolo redatto dal nostro Sand-rio: http://daltonsminima.wordpress.com/2010/04/16/correlazione-tra-il-minimo-solare-e-violente-attivita-geofisiche/
Non dimenticatevi di leggere anche i commenti dove sono riportate interessanti citazioni e collegamenti a lavori scientifici che non fanno altro che avvalorare quanto emerge dai miei studi ed analisi! Lasciatemi riportare poi questa doverosa premessa a carattere personale. Più volte in questi mesi ho riflettuto sul come impostare questa mia ricerca nel tentativo di dimostrare la stretta correlazione esistente fra le principali dinamiche astronomiche del nostro sistema solare ed i principali e più significativi eventi geologici del pianeta. E’ stato un vero e proprio tormentone estivo per il suddetto, ma come spesso riportato nei più bei romanzi, nel bel mezzo di una calda giornata estiva di metà Agosto, sono forse, dico forse, riuscito a trovate una buona soluzione. In pratica ho deciso di scorporare l’intero report grafico in tre specifiche analisi grafiche.

Ho separato i disturbi geomagnetici prodotti dalla nostra stella con manifestazioni come Corona Hole, flare, Cme e altro, dai disturbi gravitazionali. Disturbi gravitazionali che si vanno a verificare durante le fasi di luna nuova e/o piena o durante i principali allineamenti planetari che vedono come “obbiettivo” principale delle forze d’attrazione/repulsione il nostro pianeta. E qui otteniamo due grafici. Il terzo e ultimo grafico non fa altro che portare alla luce alcuni dei periodi di scarsa attività geologica, che come vedrete, vanno a combaciare perfettamente con i periodi di scarse dinamiche celesti! Spero che questa “suddivisione” accontenti sia i detrattori che gli oppositori di questi studi, ritengo infatti che questa catalogazione sia un’ottima strada per poter avvalorare ancor di più come queste fenomenologie si muovano a “braccetto”! Per gli oppositori a queste correlazioni ho deciso perfino di riportare, in ordine cronologico, evento per evento con immagini e descrizioni registrati! Ma adesso partiamo. In primis riporto l’immagine dell’intero grafico:
http://a.imageshack.us/img193/8092/graficocompleto.jpg

Nota per comprensione legenda :

Su l’asse “X” ho riportato il conteggio dei giorni, a partire dal 21 Maggio 2010 al 31 Agosto 2010, mentre su l’asse “Y” ho adottato una particolare scala (da 0 a 120 ) comune per tutti i campi/indici analizzati, dove mostro, sia l’indice planetario “Ap” che la magnitudo dell’evento sismico, naturalmente i valori numerici di quest’ultima indicazione deve esser divisi per 10. Per comodità d’analisi ho successivamente riportato (linea con valore Y=90 fittizio!) nel tempo l’evolversi dell’attività vulcanica, viceversa sulla linea (pallini di color azzurro) con valore Y=100 riporto sia le fasi lunari che i principali allineamenti planetari (quadratini di colore verde). Sulla linea con valore Y = 80 (pallini di color rosso) sono indicati i giorni nel quale il nostro pianeta è stato sottoposto ad un disturbo di natura geomagnetica.

Legenda :

Adesso il primo grafico che riporta tutti quegli eventi sismico/vulcanici che ritengo esser stati in correlazione contemporanea con tutti quei disturbi di natura solare (disturbi geomagnetici).

CORRELAZIONI GEOMAGNETICHE

Cronologia eventi:

Evento n°2 Disturbo geomagnetico del 10 Giugno 2010

Salto del Solar wind da 270km/h a 500km/h.

Istantanea ripresa dell’attività sismica terrestre! (vedi immagine riportata nel collegamento per una miglior comprensione del fenomeno). http://a.imageshack.us/img9/7231/eventon2.jpg

Evento n°4 Disturbo geomagnetico del 16 Giugno 2010

Da segnalare un potente sisma di magnitudo 7.4 in Indonesia e la contemporanea ripresa dell’attività sismica su scala globale! http://a.imageshack.us/img25/7335/eventon4.jpg

Riporto a cavallo dell’evento n°4 – n°5 l’immagine di una giornata tranquilla dal punto di vista sismico. E’ il 22 Giugno 2010. http://a.imageshack.us/img828/1249/scarsaattivitgeologian2.jpg

Evento n°6 Disturbo geomagnetico del 30 Giugno 2010

Anche in questa circostanza segnalo un sisma di magnitudo 6.5 a Oxaca in Messico. Sciame sismico nei pressi di Oakhurst (Long Valley) California.Incremento attività vulcano Sakurajama in Giappone. http://ds.data.jma.go.jp/svd/vaac/data/TextData/20100630_SAKU_0550_Text.html

Incremento attività Stromboli. http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_tit=21:32%20Aggiornamenti%20sullo%20Stromboli&_cgifunction=form&_layout=news&keyval=news.news_id%3D23231

Anche nella seguente situazione riporto la contemporanea manifestazione dei due fenomeni ossia il disturbo geomagnetico e l’attività sismica terrestre.Osservate l’orario del salto del “solar wind” e la cronologia dei sismi del pianeta! http://a.imageshack.us/img37/9071/eventon6.jpg

Evento n°9 Disturbo geomagnetico del 14 Luglio 2010

Terremoto di magnitudo 6.5 in Cile con generale incremento dell’attività sismica mondiale come nei precedenti eventi sopra riportati. http://a.imageshack.us/img812/5978/eventon9.jpg

Altra giornata tranquilla da un punto di vista sismico è il 17 Luglio 2010. http://a.imageshack.us/img192/6091/scarsaattivitgeologian3.jpg

Evento n°12 Disturbo geomagnetico del 3-4-5 Agosto 2010

In ordine abbiamo avuto una M6.1 a Tonga , una M6.4 a Papua nuova Guinea ,una M6.4 alle isole aleutine ed una nuova scossa di M7.0 a Papua nuova Guinea. Il 5 Agosto segnalo anche una serie di scosse nel Wyoming sede del famoso parco di Yellowstone (in ordine una M3.0 – M4.8 – M4.5 e una M3.2). Anche sul Katla in Islanda aumentano i tremori. Ed il 6 Agosto segnalo l’eruzione del vulcano Karangetang, a Sulawesi in Indonesia. http://a.imageshack.us/img203/6173/eventon12.jpg Viceversa a cavallo di quest’ultimo evento e il prossimo, ossia fra il 7 e 8 Agosto abbiamo una nuova giornata tranquilla. http://a.imageshack.us/img641/2121/scarsaattivitgeologian4.jpg

Adesso invece il secondo grafico che riporta tutti quegli eventi sismico/vulcanici che suppongo esser stati prodotti da particolari eventi astronomici, attrazioni e/o repulsioni gravitazionali (allineamenti planetari e/o fasi di luna piena o nuova).

CORRELAZIONI GRAVITAZIONALI

Cronologia eventi:

Evento n°3 Luna nuova del 13 Giugno 2010 Forte impennata dell’attività sismica planetaria con il terremoto di magnitudo 7.7 alle isole Nicobar del 12 Giugno. http://a.imageshack.us/img228/56/eventon3.jpg Anche nella seguente situazione c’è da riportare l’incremento dell’attività del vulcano il Gorely in Kamachatka e il Sakurajima in giappone a cavallo fra il precedente disturbo di natura solare e il il suddetto di natura planetaria. http://scienceblogs.com/eruptions/2010/06/tourists_volcanoes_and_governm.php#comment-2587765

“Slightly off topic but Sakurajima in Japan put on some impressive activity last night with intense crater glow and what looks like hours of Strombolian activity.” http://english.ruvr.ru/2010/06/12/9692858.html “In the Russian Far East, Kamchatka’s Gorely volcano is spewing steam and ash again after decades in dormancy.The plume has stretched to over a hundred kilometers, compromising regional air travel and threatening disruption at a local geothermal power plant. Volcanologists say that population centres are not under threat.”

Evento n°7 Allineamento planetario Terra-Sole-Mercurio del 2 Luglio

Sisma di magnitudo 6.8 nell’arcipelago di Vanuatu (Indonesia) accompagnato da un crescente attività sismica del pianeta. Da segnalare anche l’incremento dell’attività del vulcano Ebeko a nord delle isole Kurile (Kamachatka). http://a.imageshack.us/img338/282/eventon7.jpg

Evento n°8 Luna nuova del 11 Luglio 2010

Il 10 Luglio abbiamo un sisma di magnitudo 6.6 a nel territorio di Guam, nell’oceano pacifico. Il 12 Luglio abbiamo invece un sisma di magnitudo 6.2 in Cile. http://a.imageshack.us/img230/89/eventon8.jpg

Evento n°10 Dal 18 Luglio si entra in allineamento Saturno-Marte-Venere-Terra

Entriamo in un’area del nostro sistema solare ricca sotto un punto vista di forze gravitazionale in gioco, infatti il 18 si parte subito con una scossa di M7.2 a Papua nuova Guinea in Indonesia e una M6.7 in Alaska. L’indonesia fa il bis anche il 20 con una scossa di magnitudo M6.6. Segnalo inoltre anche uno sciame sismico nell’area vulcanica di Long Valley (California). http://a.imageshack.us/img517/2222/eventon10.jpg

Evento n°13 Luna nuova del 10 Agosto 2010

Sisma di magnitudo 7.5 a Vanuatu (Indonesia).

Evento n°14 Allineamento del 14 Agosto 2010 Marte-Venere-Terra

http://a.imageshack.us/img713/1983/allineamentomartevenere.jpg

Nuova serie di significativi sismi, segnalo una 7.2 alle Isole Marianne il 14 Agosto, una 6.6 nell’arcipelago di Papua nuova Guinea il 15 e una 6.3 alle isole Mauritius il 16. Dal 17/18 Agosto fino al 24 Agosto non si registrano eventi sismico/astronomici da riportare. Ad esempio la giornata del 23 Agosto è stata una giornata “molto calma” sia sotto un punto di vista sismico che solare, planetario con allineamenti e quant’altro!

http://img836.imageshack.us/img836/4051/giornatatranquilla23ago.jpg

In contemporanea abbiamo invece :

Evento n° 1 Luna Piena del 27 Maggio 2010 e Disturbo geomagnetico del 28-29

Sisma di magnitudo 7.1 del 27 maggio nell’arcipelago di Vanuatu, oceano Pacifico meridionale. Da segnalare la ripresa dell’attività vulcanica con l’eruzione del vulcano Pacaya in Guatemala, del vulcano Tungurahua in Ecuador e del Bezymianny in Kamachatka. Nei giorni successivi al disturbo geomagnetico del 29 oltre ai vulcani sopra riportati si registrano anche degli importanti segnali di risveglio da parte d’altri vulcani vedi il Clevaland in Alaska,il Taal nelle Filippine e il Yasur a Vanuatu. Restando nel pacifico sede del potente sisma del 29 si registra anche l’eruzione del Sarigan alle isole marianne. Immagine riepilogativa dei principali eventi del 29 maggio.

http://a.imageshack.us/img638/4096/eventon1.jpg

Prima di passare al successivo evento, vi riporto l’immagine riepilogativa della scarsa attività sismica registrata fra il 7 e 8 Giugno 2010.

http://a.imageshack.us/img824/3765/scarsaattivitgeologian1.jpg

Evento n°5 Luna piena + Disturbo geomagnetico 26/27 Giugno 2010

Incremento dell’attività sismica in varie parti del mondo. In particolare incremento dei sismi in Islanda. Vedi nello specifico il Grimsfjall. Il picco dell’attività lo troviamo con il sisma di magnitudo 6.9 alle isole Salomone.

http://a.imageshack.us/img261/1992/eventon5.jpg

Evento n°11 Luna piena del 27 Luglio 2010 + Disturbo Geomagnetico

Il 27 Luglio entrerà nella “storia” delle mie ricerche come l’unico evento esterno al sistema Terra, preso in considerazione quest’ultimi tre mesi, nel quale non si riscontrano correlazioni fra la fase lunare di luna piena ed eventi sismici significativi (M>6.0). http://a.imageshack.us/img153/9643/eventon11.jpg

Che la spiegazione di questa scarsa influenza planetaria del nostro satellite sia da ricercarsi nei “PERIGEI E APOGEI DELLA LUNA” ?

In effetti osservando attentamente il grafico elaborato scopriamo che sia nell’evento n°11 che nell’evento n°15 la distanza della Luna dalla Terra è di 405.953 Km. e di 406.388 Km. Rispettivamente! Viceversa i sismi più significativi sono stati registrati in giorni coincidenti o molto prossimi ai Perigei!

n°1 27/05/2010 Perigeo del 20/05/2010 con distanza Terra – Luna di 369.733 Km.

n°3 13/06/2010 Perigeo del 15/06/2010 con distanza Terra – Luna di 365.933 Km.

n°13 10/08/2010 Perigeo del 10/08/2010 con distanza Terra – Luna di 357.860 Km.

http://www.marcomenichelli.it/perigei_apogei.asp

Evento n°15 Luna piena del 24 Agosto 2010 + Disturbo Geomagnetico

A seguito di questa nuova dinamica solare, segnalo un solo evento di magnitudo superiore alla 6 con una sisma M 6.1 in Messico. Viceversa l’attività vulcanica subisce un’improvvisa accelerazione il 25 Agosto con l’eruzione del Galeras in Colombia. In Italia torna di moda l’Etna con una forte esplosione dalla bocca Occidentale! In Alaska l’allerta per vulcano “Cleveland” passa dal livello verde al giallo, anche nelle isole Curili (Russia) il vulcano Ekarma passa dal livello verde al giallo. Abbiamo poi l’eruzione del vulcano “Sinabung” in Indonesia il 28 Agosto 2010. La lista dei vulcani che mostrano evidenti segnali di ripresa non finisce qui! Da riportare anche il vulcano “Manam” a Papua nuova guinea a cavallo fra il 26 e il 30 Agosto, il “Nyiragongo” nel Congo il 30 Agosto e il “Nevado de Huila” in Colombia il 29 Agosto.

http://www.meteoweb.it/cgi/intranet.pl?_tit=21:18%20-%20Forte%20Esplosione%20di%20cenere%20dall%E2%80%99Etna&_cgifunction=form&_layout=news&keyval=news.news_id%3D26497

http://scienceblogs.com/eruptions/2010/08/a_busy_day_for_etna_and_galera.php

http://www.avo.alaska.edu/activity/print_report.php?output=screen&id=1682

In quest’ultima immagine sono stati invece evidenziati (rettangoli di color rosso) tutti quegli intervalli di tempo, dei quali ho precedentemente parlato, riportando collegamento ai report, dove non si è manifestata alcuna attività geologica (simico/vulcanica) degna di nota.
Inutile sottolineare che questi brevi intervalli risultano coincidere con piccoli periodi di tempo dei quali non si evince alcuna contemporanea dinamica planetaria/solare da riportare!

A compendio di quest’analisi sismica dei passati tre mesi e come nel precedente articolo sulle correlazioni sismiche/solari e planetarie, riporto collegamento ad alcuni interessanti studi che avvalorano le ricerche e l’analisi che da più mesi sto portando avanti.

Entrambi i testi sono stati redatti da un certo S. MUKHERJEE e A. MUKHERJEE dell’università di Jawaharlal Nehru University, New Delhi.

Il primo a titolo : Change in magnetic field: an early warning system to understand seismotectonics

www.aip.de/thinkshop/posterpaper/mukherjee1.pdf

Un breve passo:

Explosive events on the Sun can charge the magnetosphere with energy, generating magnetic storms that occasionally may affect the active faults inigneous/sedimentary/metamorphic geosphere and change its viscosity (Marsh 1981; Brandish and Marsh, 1989) to trigger the shallow focus earthquake.

A conclusione di questo trattato lasciatemi riportare questa breve, ma doverosa, riflessione di carattere personale! Da quel che ho potuto studiare e osservare giorno dopo giorno, di queste fenomenologie, posso sicuramente affermare, che la maggior parte degli eventi sismici terrestri, registrati con magnitudo M>6.0, presentano come evento “scatenate” delle dinamiche di natura “esterna” al pianeta terra. Mi domando però se arrivato a questo punto dei miei studi, citare termini come “scatenate” o “esterna” sia corretto o sbagliato. Il dubbio, nasce leggendo le grandi ricerche di personaggi di confine come Bendandi, Tesla o Ighina, opere nelle quali non si trovano mai termini di questo tipo! Che la loro visione di vedere il creato “Universale” e “Unito” in ogni sua manifestazione sia un pò troppo fantasiosa, poetica e intrinseca di sogni ed emozioni umane. Viceversa ritenete invece che la giusta strada da seguire sia quella proposta dalla scienza d’oggi? Ricerca impostata nel “separare” ciò che è in Terra da quel che è in Cielo ..per egoismo personale..per interesse ….o per ragione scientifica?

A voi la vostra “personale” ed “intima” risposta e/o riflessione!
E poi, prima di lasciarvi, mi raccomando non venite a domandarmi con quale entità e in quale area precisa si scatenerà il prossimo terremoto…perchè…io questo non lo so di certo!

P.S. Opsss…Ma che cosa sto dicendo ….anche in questo mio “lavoro grafico” è stato utilizzato il “separare”…..
“Divide et impara”..cari miei….

Michele
Fonte: http://daltonsminima.altervista.org/?p=11023
Vedi: http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3518 – http://www.altrogiornale.org/news.php?extend.5366


Correlazioni esistenti fra manifestazioni geologiche terrestri e dinamiche planetarie da Giugno ad Agosto 2010 ultima modifica: 2010-09-24T12:06:33+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)