Cristalloterapia: L’uso delle pietre nella storia

Sotto un profilo storico, in ambito tradizionale, la scoperta dei poteri dei cristalli e della cristalloterapia non è prerogativa della nostra era; tornando indietro attraverso i secoli, si arriva alla civiltà di Atlantide, forse la prima ad aver fatto uso dei cristalli.

I sacerdoti di Atlantide avrebbero adoperato i cristalli per contattare gli dei, pregando e praticando riti sempre alla loro presenza. Questi cristalli, pare fossero enormi e di conseguenza la loro potenza amplificava le loro pratiche quotidiane.

Questo scambio di energie aveva creato equilibrio e armonia sulla Terra, purtroppo per breve tempo: per colpa di uomini ambiziosi di potere, che utilizzarono alcuni cristalli per scopi egoistici, Atlantide venne distrutta e tutto il pianeta fu scosso da grossi sconvolgimenti.

I superstiti di Atlantide tramandarono le loro conoscenze relative ai cristalli agli Egiziani, ai Tibetani, agli Indiani, e ai Sudamericani. Gli antichi Egizi usavano molte pietre preziose, tra le quali la Corniola che veniva intagliata a forma di scarabeo e poi sepolta insieme alle mummie.

Per gli Egiziani, il Rubino aveva un’azione protettiva per l’amore e la bellezza, la Giada rendeva più sereno il passaggio delle anime nell’aldilà. La Malachite veniva utilizzata per guarire i disturbi della circolazione. Cleopatra regina d’Egitto, beveva le Perle sciolte nell’aceto, per mantenere bianca la pelle.

In Oriente l’Ambra veniva mescolata al miele per calmare i dolori muscolari, le Perle polverizzate e aggiunte alle creme di bellezza l’Adularia era per scopi divinatori.

In Cina la pietra sacra per eccellenza era la Giada, che veniva usata anche nella costruzione dei templi. I pavimenti delle pagode, infatti, erano, arricchiti da preziosi intagli in Giada.

Gli Atzechi preparavano degli specchi in Ossidiana. Gli antichi popoli della Mesopotamia, Sumeri, Babilonesi e Assiri, usavano come amuleti pietre preziose. I loro stemmi personali, usati come sigilli, venivano incisi nel Topazio, nell’Ametista, nel cristallo di Rocca e nell’Agata.

Gli Indiani D’America e i Maya facevano uso dei cristalli per diagnosticare e curare le malattie.

In Grecia e nell’antica Roma le pietre venivano indossate come talismani per salvaguardare la salute e per proteggersi dagli eventi sfortunati.

In india le pietre e i minerali venivano e sono tutt’oggi adoperati per la preparazione dei medicinali. In quasi tutte le civiltà riscontriamo il concetto di sacralità legato alla pietra.

Fra i testi antichi, nella Bibbia viene descritto il pettorale del gran sacerdote Aaron. Questo pettorale era ornato da dodici pietre sacre che rappresentavano i dodici figli di Giacobbe e le loro tribù.

Nell’Apocalisse di San Giovanni, nel Nuovo Testamento, sono descritti due troni del Signore intagliati nel Diaspro e nella Sardonica, mentre il trono del Giudizio è descritto come Adamantino.

L’altare medioevale era ornato da sette minerali diversi. I crocefissi, i calici, i rosari e i paramenti dei sacerdoti sono sempre stati molto preziosi.

Oggi, i cristalli vengono principalmente usati per trasmettere le energie in vari modi: i cristalli di Quarzo sono utilizzati nei dispositivi ad ultrasuoni, negli orologi, nei computer e nelle attrezzature elettroniche. I cristalli di Rubino vengono usati nel laser, impiegato in microchirurgia. La California, madre di tutte le tendenze e cuore della New Age, ha riportato alla luce tante conoscenze di antiche culture, tra cui la cristalloterapia.

In questi ultimi anni si è diffuso il sistema culturale degli Indiani d’America a cui si deve la conoscenza sull’uso terapeutico delle pietre. La riscoperta della cultura degli Indiani pellirosse è avvenuta negli anni 60. Nonostante siano divisi in tribù e gruppi etnici, gli Indiani hanno in comune una cosa: un profondo amore per la natura e le sue leggi. E’ loro credenza che il popolo degli alberi e quello delle pietre abbiano la stessa dignità dell’uomo.

Per gli Indiani le pietre sono molto importanti, le considerano la pelle della madre terra, e ci insegnano che possiamo usare tutte le pietre per riavvicinarci all’energia della terra stessa.

Costantino Mazzanobile D’aragona

Accademia Internazionale delle Scienze Naturali

Fonte degli studi:

Ad oggi la Cristalloterapia, retaggio di una conoscenza antica arrivataci come deposito tramandato attraverso la tradizione, interessa anche il mondo accademico e scientifico, attraverso realtà come l’Accademia Internazionale delle Scienze Naturali.

È nel Giugno del 2014, che nasce l’Accademia Internazionale delle Scienze Naturali, con l’obiettivo di condurre ricerche nell’ambito della Medicina Olistica e nelle cosiddette cure alternative.

L’accademia gestisce iniziative seminaristiche aperte e indirizzate al pubblico, che toccano tutti i settori della crescita personale, grazie al contributo di un team d’eccezione formato da medici specialisti in varie branche della medicina, naturopati con diploma nazionale riconosciuto dal CSEN, Ente riconosciuto dal Ministero del Lavoro, dal Ministero delle Politiche Sociali, dal Ministero degli Interni, dal Ministero Istruzione Università e Ricerca M.I.U.R. e dal C.O.N.I.

Le conferenze che l’Accademia Internazionale delle Scienze Naturali promuove, sono gratuite e riguardano le medicine naturali attraverso corsi olistici di ogni tipologia, tra cui un corso speciale per diventare educatori visivi per il recupero del campo visivo delle varie diottrie ottiche mancanti, corsi di massaggio, tra cui l’hot-stone (pietre calde), linfodrenante, connettivale, rilassante, massaggio al viso e alla testa, cristalloterapia, massaggio alle rose e massaggi sportivi.

Vengono organizzati da questa Accademia, a scopo puramente divulgativo e formativo, corsi sul riconoscimento delle erbe officinali, corsi di cucina vegetariana, cristalloterapia, riflessologia plantare, anche auricolare, reiki, tecnica metamorfica, angeli cristallini, costellazioni familiari, the reconnection, corsi di fiori di Bach, fiori australiani, aloe terapia, welness, più varie altre discipline. Molti corsi olistici proposti dalla nota Accademia hanno il riconoscimento dello CSEN dunque in maniera ufficiale dal Ministero del Lavoro, delle Politiche Sociali e degli Interni con rilascio di diploma nazionale previo esame di valutazione finale delle competenze acquisite con la conseguente approvazione del diploma nazionale riconosciuto dalle istituzioni, con possibilità di ottenere crediti formativi ECP, con certificazione ufficiale delle competenze acquisite dagli operatori olistici tramite la SICOL.

L’Accademia Internazionale delle Scienze Naturali, oltre alla cristalloterapia, si occupa anche di ricerca scientifica con la collaborazione di numerose istituzioni universitarie medico scientifiche anche internazionali, di rilevanza mondiale.

Il tutto guidato dalla scrupolosa ed attenta regia del Presidente e Direttore Didattico il prof. Costantino Mazzanobile D’Aragona docente di medicina naturale, naturopata con diploma nazionale di 3 livello (massimo grado), riconosciuto dalle Istituzioni, ricercatore e scrittore medico-scientifico, medical manager, conferenziere internazionale, direttore medico scientifico del giornale on line comeviversani, membro del comitato scientifico mondiale della longevità, membro dell’Harvard Medical School USA e del New York University Hospital Medical center, USA.

È a questo Ente di ricerca prestigioso, che noi ci rifacciamo, come testimone di una sperimentazione articolata e documentata in anni di attività.

Cristalloterapia: L’uso delle pietre nella storia ultima modifica: 2017-03-21T14:36:38+00:00 da Pasquale Galasso
About the Author
Pasquale Galasso

Pasquale Galasso, editore di Altrogiornale.org - Conoscere non è avere l'informazione.