David Wilcock: 2012 e Politica IV: Storia dei Crop Circles (parte 1/2)

Mercoledì, 9/10/08

Questa storia dei “crop circles” rivela i segreti e le date profetizzate scoperte recentemente, incluso ciò che può essere accaduto il 16 Agosto! (Nota: A causa dei continui impegni, carichiamo questo articolo perima di aver legato tutti i dati sulle formazioni dei cerchi del grano che vedrete verso la fine. Comunque troverete tutti gli elementi. Aggiorneremo l'articolo fra poco.)

RAPIDA STORIA DEI CROP CIRCLES

Grazie a film come “Signs” di M.Night Shyamalan, tutti hanno sentito parlare dei “crop circles”, ma viene considerato un altro soggetto di “frangia” che molti deridono. Nel film di Shyamalan sono stati presentati come messaggi di una invasione aliena planetaria:

La prima volta che ho visto un “crop circle” è stata nel Dicembre 1990, sulla copertina di un nuovo cd dei Led Zeppelin, che mio padre mi ha dato per Natale, giusto in tempo per sopravvivere al mio viaggio in college nel 1991. Non sapevo ancora se fosse reale o un trucco fotografico.
Scoprii dopo che era reale e apparso in Alton Barnes, Wiltshire, il giorno 11 Luglio, 1990:

La mia seguente ricezione di informazioni sui “crop circles” è arrivata quando ho letto il libro “The Monuments of Mars” di Richard C. Hoagland nel settembre 1993, esattamente 15 anni fa. La copertina posteriore della mia edizione del 1993, mostrava una immagine in bianco e nero di una formazione crop gigante nella metà superiore della pagina. Era apparsa a Barbury Castle, in Inghilterra, il giorno 11 Agosto, 1991:

Rimasci affascinato nello scoprire che questa formazione rappresentava una formula geometrica, poi profondamente studiata da diversi ricercatori. Come illustra parzialmente il successivo diagramma, Barbury Castle del 1991 fornisce tutte le relazioni angolari che si manifestano quando mettiamo un semplice solido geometrico chiamato “tetraedro” dentro una sfera. (Un tetraedro sembra una piramide, ma invece di un quadrato alla base abbiamo un triangolo equilatero):

La formazione di Barbury Castle ha chiaramente la forma di un tetraedro, un triangolo gigante con una forma circolare interessante per ogni vertice e partono linee da ogni angolo del triangolo, verso il centro, formando un oggetto tridimensionale simile a una piramide:

UNA NUOVA FISICA CHE INFLUENZA I PIANETI
Hoagland ha fatto ricerche su scoperte di fisica che dimostrano come questo schema, un tetraedro dentro una sfera, sembri influenzare i pianeti. Ogni pianeta, nel ruotare, produce forti flussi di energia in uscita nei punti in cui tocca il tetraedro, se fissiamo un vertice al polo sud o nord. Per esempio, sui pianeti gassosi abbiamo cicloni giganti vicini alla “latitudine tetraedrica” di 19.5° sopra o sotto l'Equatore.

Questo si vede bene con la Grande Macchia Rossa di Giove, che è rimasta nello stesso posto da quando è stato scoperto il primo telescopio ed è grande abbastanza da contenere più di un pianeta Terra:

Anche Nettuno ha la stessa “Grande Macchia Scura” alla stessa latitudine e Saturno ha le bande nuvolose rotanti più veloci a questa latitudine. Sui pianeti solidi avete vulcani giganti, come nella catena di isole Hawaiane sulla Terra e il Monte Olimpo su Marte, un vulcano tre volte più grande del Monte Everest. Anche Venere ha due enormi vulcani alla stessa latitudine.

STAMPI DI UNA NUOVA SCIENZA

Questa è ovviamente una fisica più avanzata di quanto venga accettato a livello ufficiale ed è centrata sull'idea che questa geometria sia in qualche modo coinvolta con l'energia. Sui pianeti solidi, viene prodotta una grande quantità di lava e mantello per creare vulcani, proprio dove prevede la teoria e si formano vortici atmosferici giganti sui pianeti gassosi.

Qualcosa deve causare la formazione di questi vulcani e super-cicloni, in questi punti geometrici ed è ovviamente qualcosa che generalmente non sappiamo e non capiamo. Ho realizzato immediatamente che se questo fenomeno venisse studiato in dettaglio, allora sarebbe possibile usare questa nuova fisica per produrre energia pulita a costo zero o quasi, proprio come quella che ha mantenuto la rotazione della Grande Macchia Rossa di Giove in attività per almeno 400 anni, senza segni di rallentamento.

Sono rimasto impressionato dall'idea che una formazione in un campo possa aver dimostrato tali concetti di fisica avanzata. Per anni ho cercato di capire come si creino questi schemi di flusso energetico nei pianeti e cosa significhi.
Come spiego nei tre libri di CONVERGENCE su questo sito e in vari articoli del Blog, infine ho realizzato che debba avere a che fare con le vibrazioni armoniche che appaiono come schemi tridimensionali geometrici, ma questa è un'altra discussione.
La formazione di Barbury Castle del 1991, suggerisce anche una geometria “piramidale” tridimensionale in uno dei vertici, ma dobbiamo disegnare nelle linee per notarla:

I CROP CIRCLES NON SONO NUOVI

Non rientra in questo articolo discutere di prove dell'attività paranormale nel fenomeno dei crop circles. In nessun modo si può descrivere come semplice risultato di manomissione umana o con teorie su vortici atmosferici. Una delle migliori raccolte di dati è stata scritta da Geoff Stray http://mmmgroup.altervista.org/e-ancrops.html . Un libro di 66 pagine sulla storia dei crop circles potete leggerlo qua http://www.scribd.com/doc/211243/Crop-circles . Infine, questo articolo di David Pratt è eccellente e contiene alcune delle migliori immagini http://ourworld.compuserve.com/homepages/dp5/cropcirc1.htm .

Per chi non ne è a conoscenza, i “crop circles” appaiono di notte, pienamente formati e in vari campi. Una formazione sostanziale, il “Julia Set”, è apparsa in 15 minuti circa a Stonehenge il 7 Luglio del 1996. Un ingegnere professionale ha riportato che servirebbero due giornate piene per produrre il progetto:

Come determinato dal Dr. Gil Levengood e da altri ricercatori, sulle “vere” formazioni, gli steli sono piegati nei nodi di crescita, non rotti:

Un simile effetto lo si può produrre usando microonde, ma in questi casi le piante spesso continuano a crescere dopo la piegatura. Il problema, chiaramente, è che le microonde cuociono rapidamente le piante, ma nelle formazioni non c'è segno di bruciatura. Alcuni ricercatori hanno scoperto che sparisce molta acqua sotterranea vicino alle formazioni, proprio dopo la loro apparizione, altro segno dell'uso di una tecnologia avanzata usata per evitare che le piante brucino.

I CROP CIRCLES APPAIONO IN TUTTO IL MONDO E MIGLIORANO CONTINUAMENTE

Quelle che hanno ricevuto maggiore attenzione sono apparse in Inghilterra, ma ne sono apparse anche in Europa e America. Diverse migliaia sono state viste in India, nonostante non si trovino buone immagini e non abbiano ricevuto attenzione.
Questa introduzione all'articolo di David Pratt è un riassunto eccellente http://ourworld.compuserve.com/homepages/dp5/cropcirc1.htm :

Ogni anno appaiono oltre 200 formazioni nei campi del mondo. Questi schemi di piante sdraiate sono state riportate da ogni continente, in circa 30 paesi, ma la maggioranza sono apparse nel sud dell'Inghilterra. Fin dai primi anni '90, i semplici cerchi originali si sono sviluppati in enormi, intricati schemi geometrici di incredibile precisione e bellezza. Molti appaiono nei campi di frumento, orzo, segale, avena, mais, zucchero, patate, girasoli, erba, riso, neve e ghiaccio.

Negli anni, le formazioni sono state collegate a varie cause mondane: ubriachi armati di corde e tavole, giovani fattori, studenti d'arte, giornalisti in orario non lavorativo, eccesso di fertilizzanti, interferenze dei cellulari, volatili litiganti, mucche dotate nella geometria e ricci pazzi di sesso. Nonostante il pubblico generico, i mass media e la scienza tendano a ignorare il fenomeno, in quanto scherzo di origine umana, esistono forti evidenze che sia al lavoro una forza intelligente non identificata.

Per quanto incredibile possa suonare, i rapporti documentati sulle formazioni crop riportano almeno al 815 DC. Agobard, l'Arcivescovo di Lione, proibì ai pagani di prendere semi dai crop circles per i loro rituali sulla fertilità. Ovviamente questi erano un fenomeno regolare per venire menzionati nei registri ufficiali della Chiesa. Questi tre estratti aiutano a capire la storia. Persino la BBC ha parlato di questo:

http://news.bbc.co.uk/1/hi/uk/871607.stm

A quando datiamo il fenomeno? Uno dei primi rapporti è stato fatto a Lione nel 815 DC e un taglialegna del 16° Secolo ha dipinto un diavolo che si muove in un campo in modo schematico.
http://www.mysteriousworld.com/Journal/2002/Summer/Fragments/

Il crop circle più vecchio conosciuto, ci riporta al 9° secolo in Francia, dove il Vescovo di Lione ha proibito di recenti locali convertiti, di usare i semi presi dai crop circles per i rituali pagani sulla fertilità.

http://www.philipcoppens.com/nexus07_1.html

Nel 815 DC, Agoboard, l'arcivescovo di Lione, ha scritto “Contro la stupida opinione delle masse sulla grandine e il tuono” e ha riportato che la gente credeva in “Tempestarii”, che ha evocato le navi di nuvola da Magonia, un posto lontano nei cieli.
Questo è risultato in furiose tempeste e venne richiesto un riscatto per conto dei Magoniani tramite i campi che hanno appiattito.Il racconto è stato reso famoso dal ricercatore UFO Jacques Vallee nel suo “Passport to Magonia”, in cui ha sottolineato che il fenomeno UFO sembra essere una variazione moderna di un antico tema…

“ANELLI FATATI” RIPORTANO AL 12° SECOLO

Esiste una ricca storia delle leggende sui crop circles, in cui queste formazioni vengono indicate come “anelli fatati” o “cerchi fatati”. In questo link su Wikipedia abbiamo molti collegamenti e dati che riguardano questi racconti storici http://en.wikipedia.org/wiki/Fairy_ring . Si credeva che i cerchi venissero formati dopo le danze delle fate e di altri esseri mitologici.

In alcuni casi sembra che crescessero in cerchio dei funghi o dei fiori, come vedremo, ma in altre leggende troviamo riscontri in quello a cui si riferiva il Vescovo di Lione nel 815 DC. Potete vedere da Wikipedia che la leggenda dell'”anello fatato” è vasta e si estende fra diverse culture, per almeno diversi secoli, circa fino al 12° secolo. Il termine Inglese elferingewort (“elf-ring”), che significa “un anello di margherite (daisies) prodotto dagli elfi danzanti”, risale al 12° secolo.

Hall, Alaric (2007). Elves in Anglo-Saxon England: Matters of Belief, Health, Gender and Identity. Rochester, New York: Boydell & Brewer. ISBN 978-1-84383-294-2

Una illustrazione degli “anelli fatati” è stata caricata su Wikipedia, trovata in un libro di folklore Britannico del 1880. Questa è una evidenza fotografica che mostra come la leggenda degli anelli fatati fosse associata con cerchi di piante appiattite:

Questo prossimo estratto sugli anelli fatati entra in dettaglio su questo fenomeno, relazionandosi ai moderni crop circles:
http://www.philipcoppens.com/nexus07_1.html

Infatti, cerchi a terra hanno sempra avuto una connotazione magica. Prendete, per esempio, gli anelli fatati, che sono legati a favole su passanti richiamati verso le terre delle fate. Gli anelli fatati erano “porte per altre dimensioni”, altra teoria proposta su quello che potrebbero rappresentare i crop circles.

Nell'Europa che parla Tedesco, gli anelli fatati sono conosciuti come Hexenringe o “anelli stregati”, derivante da un antico credo medievale per cui gli anelli rappresentavano posti in cui le streghe si radunavano. Nel folklore Inglese, gli anelli fatati si credevano prodotti dagli elfi, fate o folletti che danzavano in cerchio, appiattendo l'erba sotto i loro piedi. Queste creature mitiche, chiaramente, sono spesso associate con misteriose sfere di luce.

IL DEMONE FALCIATORE

Dovreste ricordare che il nostro articolo della BBC ha menzionato la storia del “Demone che falciava degli schemi in un campo”, ma non è entrato nei dettagli. Questo è un capitolo affascinante nella storia dei crop circles, documentato come avvenuto nel 1678.

In breve, un contadino stava cercando di assumere qualcuno per il raccolto nei campi e il lavoratore voleva guadagnare più di quanto gli veniva offerto. Il contadino lo cacciò, dicendo qualcosa come “Preferirei avere il Diavolo al lavoro nei miei campi piuttosto che darti ciò che chiedi!”

Quella notte apparve una luce molto forte sopra i campi, “come se fosse andato tutto in fiamme”, cosa che venne notata dal contadino e il giorno dopo apparve un crop circle, “così ordinatamente falciato…come nessun Uomo Mortale avrebbe potuto fare”.

Il contadino attribuì il fenomeno al cosiddetto “Demone Falciatore”. Ecco una immagine dell'evento, completa con una rappresentazione del crop circle e del diavoletto incolpato. Dopo l'immagine abbiamo una trascrizione di quello che venne raccontato:

IL DEMONE FALCIATORE O STRANE NOTIZIE DA HARTFORD-SHIRE

Il racconto rilasciato da un contadio, che contrattava con un povero operaio, parla del taglio di tre mezzi acri di avena: dato che l'operaio chiedeva troppo, il contadino imprecò che il diavolo avrebbe dovuto falciare nel campo al posto suo. Così accadde, che la stessa notte, il campo di avena sembrò prendere fuco: la mattina seguente apparve così precisamente falciato dal diavolo o qualche Spirito Infernale, che nessun uomo mortale avrebbe potuto fare di meglio. Inoltre, l'avena si trova ora sdraiata nel campo e il padrone non ha il potere di portarla via. Licensed, 22 Agosto 1678.

Potete vedere che questo venne preso almeno semi-seriamente al tempo. Questo è avvenuto prima dell'avvento del materialismo scientifico, che ora automaticamente dichiarerebbe il contadino come matto o disinformato.

IL PROF. ROBERT DOCUMENTAVA LE FORMAZIONI CROP NEL 1600

Di questo periodo, si possono trovare chiare formazioni “crop circles” ben documentate nei registri del Prof. Robert Plot (13 Dicembre 1640 – 30 Aprile 1696). Plot era un naturalista inglese, il primo Professore di Chimica dell'Università di Oxford e il primo custode del Museo Ashmolean http://divinecosmos.com/kulkuls-birthday.html?view=mediawiki&article=Ashmolean_Museum .

Come scritto qua, era conosciuto perchè cercava in vari paesi Inglesi, informazioni su curiosità naturali e scoprì veramente un femore fossilizzato di un dinosauro Megalosaurus, che considerò lo scroto di un “gigante”. Questo può essere facilmente la prima scoperta paleontologica homo-erotica documentata:

Plot trovò varie formazioni crop circle e ideò una sua teoria sulla loro formazione. Credeva che il vento creasse vortici perfettamente geometrici che influenzavano le piante nei campi. In queste due illustrazioni cercò di disegnare come pensava che avvenisse:

Il Dr.Plot scoprì anche anomalie nel suolo in corrispondenza di queste formazioni. Le stesse osservazioni vennero riportate 300 anni dopo dal Dr.Gil Levengood, forse il ricercatore che ha fornito le migliori prove sul fatto che alcune formazioni non sono prodotte dall'uomo o da cause convenzionali:

http://www.eso-garden.com/index.php?/weblog/2007/05/

Plot esaminò multiple formazioni e affermò che il suolo “sotto di esse era più cedevole e asciutto della norma e aveva parti intervallate da una sostanza bianca…molto simile a quella del pane ammuffito, di un odore rancido, ma insipido al gusto. “-Una Storia Naturale dello Staffordshire (1686).

GIORNALE SCIENTIFICO DOCUMENTA I CROP CIRCLES NEL 1880

Altro chiaro rapporto dell'attività sui crop circles, si può trovare nel prestigioso giornale scientifico Nature del 1880:
http://www.stonehenge-avebury.net/scienceofcropcircles.htm

J.Rand Capron, uno spettroscopista che ha vissuto nel paese di Guildown vicino a Guildford, Surrey, nel sud dell'Inghilterra, (scoprì i crop circles nel 1880). Il riferimento è Nature, volume 22, pag.290-291, 29 Luglio 1880. “Visitando una vicina fattoria la sera di mercoledì (il 21), scoprimmo un campo di frumento eretto, ma in schiacciato in alcune zone, come si vedeva a distanza, in macchie circolari.

Esaminando da vicino, queste presentavano quasi le stesse caratteristiche, pochi steli eretti come centro e altri organizzati in direzione da formare un cerchio attorno al centro e fuori da questo, un muro di steli che non avevano subito…” Capron cercò di spiegare questo come risultato di vortici nell'atmosfera che creavano perfetti cerchi nei campi, proprio come il Prof. Plot scrisse due secoli prima. Alcune persone credono ancora a questo concetto, anche se con qualche extra per spiegare alcuni degli altri misteri. Come leggerete nei prossimi estratti, abbiamo rapporti unici di testimoni del ventesimo secolo, in cui le persone hanno visto formarsi i crop circles in tempo reale. Non c'era nulla oltre alla sola luce, suono e/o vento turbinante.

Rapporti più recenti hanno anche indicato palle di luce e suoni dal tono acuto durante la notte.

TESTIMONI OCULARI DEGLI ANNI '40

Ecco le prime due testimonianze che confermano l'attività dei crop circle storica del 20° secolo, in cui le persone hanno visto
la formazione crearsi davanti a loro:
http://www.stonehenge-avebury.net/scienceofcropcircles.htm

Una testimonianza oculare del Sud Wales è stata portata all'attenzione dei ricercatori nel 1991, dopo una lettera del Sunday Mirror. Questo a Cilycwm, 6 km da Llandovery, Dyfed.

Mr.William Cyril scrisse: “Riguardo al mistero dei cerchi nel grano, ne ho visto uno formarsi. Ero davanti a un campo di grano una mattina e vidi un turbine di vento toccare terra e formare un cerchio nel grano. Fu la forza del vento a formare il cerchio”.
L'evento accadde negli anni '40 quando lavorava nella fattoria di suo padre, Penfedw Farm a Cilycwm. Aveva circa 20 anni. L'area è circondata da colline ad ogni lato e si sono visti i cerchi “frequentemente”. In questa occasione, un giorno d'Agosto, dalle 10.30 circa fino alle 11.00 della mattina (o circa le 9.30-10 GMT), Mr.Williams si trovava nel campo giorni prima del taglio delle macchine e stava attraversando la zona quando sentì un rumore di ronzio proveniente da un turbine d'aria a qualche metro di distanza.

Quindi vide una massa d'aria rotante contenente polvere e nell'osservarla, in solo “un paio di secondo circa le piante caddero producendo un preciso cerchio di 3 o 4 metri di diametro”. Assomigliava al crop circle che aveva visto prima, ma questo era completamente appiattito, mentre quello di prima aveva alcuni gruppi di steli eretti al centro come piramidi coniche. Il vortice quindi si spense rapidamente, ma in questo breve istante (4 o 5 secondi) rimase allo stesso posto.

TESTIMONIANZA OCULARE DELLA FORMAZIONE DI UN CROP CIRCLE, DAL 1972

Questo estratto viene da un simile rapporto del 1972. Bryce Bond e Arthur Shuttlewood videro le piante “spinte in basso” da una forza invisibile in direzione oraria. L'unica spiegazione come causa è il suono e altri testimoni hanno documentato di aver sentito suoni ad alta frequenza:
http://web.archive.org/web/20070227141227/http://www.lovely.clara.net/crop_circles_early.html

Improvvisamente, ho sentito un suono. Sembrò come se qualcosa abbia spinto in basso il grano. Quella notte l'aria era completamente ferma. Ho guardato attorno. La luna era appena apparsa e brillava. Davanti ai miei occhi ho potuto vedere un grande stampo prendere forma. Il grano venne spinto in basso in direzione oraria.”
-Bryce Bond e Arthur Shuttlewood, primi testimoni moderni dei crop circles, Warminster, notte del 12 Agosto 1972.

MULTIPLI RAPPORTI OCULARI DAL VENTESIMO SECOLO

Questo estratto rivela un più ampio orizzonte dell'attività dei crop circle nel ventesimo secolo:

http://www.scribd.com/doc/211243/Crop-circles

Il Dr.Terence Meaden ha pubblicato delle testimonianze oculari su cerchi formatisi nel Regno Unito, una delle quali viene dagli anni '30. La testimone, Katherine Skin, ricorda di aver visto due cerchi formarsi in un giorno caldi di Agosto del 1934 a Cambridgeshire. La loro apparizione venne preceduta da un turbine d'aria in cui gli steli, semi e polvere erano visibili. Dentro al cerchio vide che alcuni steli vennero intrecciati.

Altro testimone ha descritto un evento in Sud Wales, datatato negli anni '40 e anche Meaden scrisse di due anelli fotografati nel 1960 a Gloucestershire. Questo venne riportato nel Evesham Journal e attirò molti visitatori. Andrew e Delgado citano un contadino, Simon Brown, che ricorda dei cerchi nella sua fattoria a Headbourne Worthly presenti quasi ogni anno dal 1958.
Paul Fuller, in The Crop Watcher 14, elenca un numero di altri cerchi, inclusi rapporti dai Paesi Bassi, Canada, Francia, Australia, Nuova Zelanda, Svezia, Turchia e Stati Uniti. La lista arriva a circa 78 unità, principalmente anelli, semplici cerchi o ellissi e cerchi multipli.

Gli eventi attorno a Warminster negli anni '60 e '70 sono stati soggetto per diversi libri, notevoli quelli di Arthur Shuttlewood, un giornalista che ha vissuto nella cittadina. Le cose sembrano essere iniziate il giorno di Natale del 1964, con una serie di rumori e vari strani eventi continuati nel 1966. L'area divenne un punto di avvistamenti UFO e durante l'osservazione del cielo nel 1972 Shuttlewood osservò la formazione di un cerchio in un campo di erba. Descrisse il suono ad alta frequenza e che il cerchio venne prodotto come “l'apertura di un ventaglio”.

I CROP CIRCLES DIVENGONO NOTI

Fino a tempi recenti, l'approccio dei media ai crop circles è sempre stato leggero come in questo articolo di Discovery:
http://www.discoverychannel.co.uk/conspiracies/places/crop_circles/index.shtml

I Crop Circles sono apparsi nei campi di tutto il mondo per i passati 30 anni. Vanno da semplici schemi geometrici a complesse composizioni. Si è ipotizzato che i dischi volanti atterrino per appiattire le piante o persino che siano messaggi lasciati da alieni visitatori. Altri pensano che vengano creati da microonde emesse da satelliti in orbita attorno alla Terra.
Altre spiegazioni più razionali dicono che i crop circles siano falsi prodotti da umani, che cercano di convincere il pubblico della vita extraterrestre sulla Terra. Alcuni possono chiedersi, perchè gli alieni viaggano fino al nostro pianeta solo per appiattire le piante di grano? Perchè non fare un contatto in modo più semplice?

Questa prospettiva è cambiata notevolmente nel 2008 grazie ad una formazione che ha attratto l'attenzione dei media, in quanto conteneva una interessante prova matematica, come vedremo.

CROP CIRCLES DEL 2008

Il 2008 potrà essere ricordato come l'anno più sostanzioso nella storia dei “crop circles”. Questo è stato l'anno in cui hanno colpito i media ufficiali nel modo più eclatante mai visto prima, grazie ad una formazione che ha codificato il “pi” con accuratezza decimale.

Questo è stato largamente discusso dai media fuori dagli USA e in alcuni casi all'interno.

Persino il mondo Neocon mediatico compra e vendi di Fox News, ha prodotto questo:
http://www.foxnews.com/story/0,2933,368422,00.html

“Prendete lo schema e disegnate delle linee radiali dalla depressione centrale attraverso ogni salto radiale”, ha scritto in email Reed al sito Earthfiles.com http://www.earthfiles.com/news.php?ID=1434&category=Environment . “Prendete il più piccolo settore angolare e chiamatelo 1, quindi confrontate gli altri 10 settori angolari contenuti con il più piccolo e prendete la singola cifra più vicina al rapporto. Risulta 3.141592654.”

Come ogni matematico conosce, queste sono le prime dieci cifre del pi, l'irrazionale ma estremamente importante numero che definisce la circonferenza del cerchio divisa per il suo diametro. Gli entusiasti dei crop-circle affermano che questo provi ulteriormente che siano stati degli alieni con particolare affinità con il sud dell'Inghilterra, a lasciare le tracce sul grano.

Se cercate maggiori informazioni su questa decodifica, questo sito Inglese ha fatto un buon lavoro:
http://www.mailonsunday.co.uk/news/article-1027178/Easy-pi-Astrophysicist-solves-riddle-Britains-complex-crop-circle.html

Fonte: http://divinecosmos.com/index.php?option=com_content&task=view&id=409&Itemid=70
Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

David Wilcock: 2012 e Politica IV: Storia dei Crop Circles (parte 1/2) ultima modifica: 2008-10-18T14:43:17+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)