David Wilcock: Il Cambio d’Era – cap. 15 prima parte

– Cayce e Ra parlano del Grande Ciclo Solare

Grande Ciclo SolareOra, passiamo in rassegna le notevoli opere di Edgar Cayce e del The Ra Material (1). Le letture di Cayce parlano specificatamente di un Ciclo Solare, e noi indagheremo questa questione sullo sfondo di altre informazioni contenute nelle Letture di Cayce.

Poi, passeremo attraverso una profonda analisi di una serie di brani tratti dal Ra Material, che ci forniscono un profilo preciso di ciò che dovremmo aspettarci come risultato dell’Ascensione, o di quello cui loro si riferiscono come il “raccolto”.

22 Settembre 1939: Alla fine, il Profeta Dormiente Edgar Cayce sta diventando noto al pubblico. Il mondo presto sarà in guerra. Le tensioni sono alte e la pazienza è scarsa. Per trent’anni o più, le informazioni di Cayce sono state piuttosto sbalorditive. Egli aveva catturato l’interesse del mondo accademico attraverso letture mediche stupefacenti, diagnosticando correttamente malattie e prescrivendo trattamenti naturali.

Ora è un fatto risaputo che, con nient’altro che un nome ed un indirizzo, Cayce poteva cadere in uno stato di trance e descrivere precisamente qualsiasi acciacco medico patito da una persona, con un grado di accuratezza del 99%. Senza alcuna educazione formale, le sue “letture” utilizzavano tutto il gergo anatomico e medico convenzionale del suo tempo. Nessuno poteva assolutamente discutere questi punti, e quindi le letture mediche di Cayce erano essenzialmente “a prova di bomba” all’occhio indiscreto di chi è scettico per devozione.

Le letture prescrivevano anche un’ampia gamma di rimedi naturali per curare questi problemi, dalla dieta all’attività fisica, all’omeopatia ai chiropratici, massaggiatori ed osteopati. Esse idearono molti nuovi rimedi medici mai visti prima, descrivendo precisamente quali ingredienti usare ed in quali combinazioni. Esse progettavano anche nuove attrezzature di cura, come le Pile Umide, l’Apparecchio Radiale ed il Violet Ray (2).

Per la sua epoca, e sicuramente anche per qualsiasi altra epoca, i risultati di Cayce sono stati di portata straordinaria. Sembrava ci fosse un accesso illimitato a tutti i mezzi di informazione spirituale, simile all’accesso di Ramanujan alla matematica. Tuttavia, per quasi tutti i primi vent’anni della carriera psichica di Cayce, l’argomento della reincarnazione non è stato mai menzionato una volta, né lo sono stati molti altri fatti e concetti metafisici che, al tempo, erano molto controversi.

Ma ora, nel 1939, Cayce si trova all’estremità opposta di un importante sviluppo personale – ha deciso fare un po’ di luce sulle proprie irremovibili convinzioni Cristiane Fondamentaliste ed inizia ad accettare molte nozioni metafisiche che le sue letture avevano voluto dirgli per anni. Queste informazioni includevano cose come vite passate, astrologia e persino la vita su altri pianeti.

Se le forze avessero rivelato prima queste conoscenze, egli le avrebbe, molto probabilmente, dichiarate maligne e, probabilmente, avrebbe interrotto l’intero processo. In mezzo a queste nuove informazioni, le fonti di Cayce rivelano la possibilità di cambiamenti epici senza precedenti, che si sarebbero concentrati intorno al 1998. È in questo giorno, 22 Settembre 1939, che forse il più grande pezzo in assoluto del puzzle nell’intera saga di Cayce riguardo questo argomento è stato ammesso.

LETTURA N° 3 PER IL CLIENTE N°1602, DOMANDA 8

8. (D.) Trecento anni fa, Jacob Boheme decretò che Atlantide sarebbe risorta ancora durante questo periodo di crisi in cui si passa dall’Era dei Pesci a quella dell’Acquario. Atlantide sta sorgendo ora? Provocherà una improvvisa circonvoluzione e intorno a quale anno?

(Ricordate che l’autore ha evidenziato di proposito la parte di questa domanda in cui il cliente specifica i “tempi di crisi” come quelli della transizione dell’Era dei Pesci in quella dell’Acquario. Quando esploreremo nei capitoli successivi, questo periodo di tempo è quasi esattamente lo stesso di quel 22/12/2012 che è la data della fine del Calendario Maya. Perciò, se questa fosse l’unica data di cui dobbiamo preoccuparci, dovremmo aspettarci che le Letture di Cayce la menzionino. Osserveremo immediatamente sotto l’enigmatico fatto che esse NON hanno menzionato il 2012).

(R.) Nel 1998 potremo trovare una gran quantità di attività in quanto elaborate dai graduali cambiamenti che stanno per arrivare. Questi sono i periodi in cui il ciclo dell’attività solare, o gli anni relativi al passaggio del sole attraverso varie sfere di attività diventano assolutamente predominanti per il cambio fra l’era dei Pesci a quella dell’Acquario. Questa è un’attività graduale, non catastrofica nell’esperienza della terra in questo periodo.
1602-003 22 / 9 / 39

La domanda originale era essenzialmente questa: “La terra sprofondata di Atlantide sorgerà ancora? Se sì, provocherà una circonvoluzione improvvisa, uno spostamento nella massa terrestre? In che anno possiamo aspettarci che accada qualcosa del genere?” Notate che l’espressione della risposta non indica un risposta definitiva a nessuna di queste domande. Decisamente non afferma che Atlantide risorgerà, né che la California sprofonderà. Dice che questo evento è un’attività graduale, non catastrofica durante questo periodo. Quindi, sebbene altre letture di Cayce indichino un disastro nel 1998, questa chiaramente non lo fa. Fateci concentrare su quello che abbiamo veramente ottenuto in questa lettura, poiché è estremamente importante.

Parafrasando la risposta delle letture, si potrebbe giungere alla seguente affermazione: “Un gran numero dei cambiamenti graduali (non catastrofici) che circondano la transizione nell’era dell’Acquario, potrebbero accadere nel 1998. È un (Grande) Ciclo nell’attività del Sole che introduce questa nuova era. O, più precisamente, è il passaggio del Sole attraverso altre sfere d’attività che crea questo ciclo solare”.

La nostra domanda cruciale per spiegare il rompicapo, allora diventa: “Quali altre sfere d’attività attraversa il Sole?” In altre parole, “Intorno a cosa gira il Sole?” L’ovvia risposta, basata sul sistema fisico che stiamo studiando, è che le forze si riferiscono alle armoniche sferiche di varie “unità di coscienza” che esistono come punti di forza nella Via Lattea. Man mano che il tempo avanza, sosterremo questa idea con prove più grandi, comprese quelle di natura matematica. Parafrasiamo ancora.

“Il 1998 porterà molti dei grandi risvegli che conducono nell’Era dell’Acquario. Questo è provocato dal Grande Ciclo del Sole. Questo grande ciclo solare è causato a usa volta dalla rivoluzione del Sole attraverso le varie sfere d’attività nella galassia. Questo ciclo è un’attività graduale, non avviene tutto in una volta.”

Le letture personali di Wilcock spiegano chiaramente che attraverso eventi come la sparatoria nella scuola di Jonesboro, la popolarità del film Titanic e la sua capacità di generare una manifestazione emotiva spontanea, la “crocifissione” pubblica del Presidente Clinton, si sono provocati nel pubblico importanti risvegli. Certamente, ora che è passato, potremmo anche non vedere il 1998 come un anno tanto cruciale, eppure un evento come lo scandalo Clinton è veramente senza precedenti nella storia del mondo.

Tramite Internet, la vita privata dell’uomo più potente del mondo è stata esposta al pubblico in dettagli anche penosi. Questo, a sua volta, ha portato la popolazione a comprendere con forza la realtà di quanto sbagliati siano questi comportamenti sessuali extra-coniugali. Abbiamo imparato la grande lezione di non ferire i nostri cari, in questo caso i nostri coniugi. Nella “mente di gruppo” dell’umanità, sono avvenuti sicuramente dei cambiamenti enormi.

Il problema successivo ha due risvolti. Sappiamo che questa lettura di Cayce si riferisce ad un ciclo solare. Non ci viene dato quasi niente per continuare riguardo questo ciclo, eccetto che le letture di Cayce mettono un accento molto forte sull’anno 1998. Affronteremo la questione di come il 1998 si relazioni al Ciclo Solare nei prossimi capitoli, ma per ora, ci concentreremo sulla prima parte del problema. Se questo Ciclo Solare è di fatto un fenomeno tangibile, misurabile, ci dovrebbero certe certi indizi nelle Letture di Cayce che ci spingano in questa direzione. Andremo ora a ricercare quegli indizi e a vedere cosa possiamo trovare.

Prima di tutto, se rileggiamo la lettura, potremo vedere che questo Ciclo Solare è chiaramente associato al passaggio da un’era ad un’altra. Sappiamo che attualmente ci troviamo nei anni 2.160 anni dell’Era dei Pesci, e che entreremo nell’Era dell’Acquario in un momento preciso che secondo un calcolo di scienziati francesi avverrà nell’anno 2011. In questo modo, quindi, vediamo che c’è la possibilità che queste ere dello Zodiaco abbiano un ruolo nella nostra equazione. Come alcuni di noi possono, o non possono, sapere, ci sono un totale di 12 ere, per i dodici segni dello zodiaco. E 12 volte 2.160 fa 25.920. In questo modo, una intera o Grande Era dello Zodiaco durerebbe 25.920 anni.

Qualcuno potrebbe chiedersi perché sia stato scelto questo numero, perché potrebbe sembrare arbitrario. In realtà non è affatto arbitrario. Questo numero è in realtà un ciclo astrologico osservabile, di cui gli Antichi sono stati a conoscenza per migliaia di anni. Ci si riferisce a questo come la precessione degli equinozi. Questo significa che la posizione di certe stelle, che sembrano essere immobili, in realtà “precederanno” attraverso il cielo di un moto prestabilito ogni anno.

Potreste misurare la posizione di queste “stelle fisse” ad ogni Equinozio, e dopo 72 anni, potreste osservare che davvero tutte le stelle si sono spostate dalle loro posizioni di un grado d’arco nel cielo notturno. Ovviamente, il numero 72 è due volte 36, di conseguenza possiamo osservare i sistemi armonici al lavoro. Ricordiamo che nel capitolo precedente, i disegnatori del Gran Sigillo degli Stati Uniti hanno messo esattamente 72 mattoni nella Piramide. Anche 12 e 2.160 sono numeri perfettamente armonici, insieme al “numero maestro” 25.920.

Per visualizzare il movimento di un grado ogni 72 anni di precessione, dobbiamo osservare la Stella Polare, che noi normalmente consideriamo fissa ed inamovibile. È la “Stella del Nord”, che tutti conosciamo ed amiamo, perché sembra che tutte le altre stelle nel cielo ruotino intorno ad essa nel corso della notte. Tuttavia, la precessione alla fine, allontanerà la Stella Polare da questa posizione. Per esempio, anche la stella Alpha Draconis, nella vicina costellazione del Dragone, è stata, un tempo, in questa posizione. Il movimento della terra responsabile di questo fenomeno è la precessione.

Poiché l’intervistatore di questa lettura ha richiesto dettagli specifici riguardo al passaggio di queste ere zodiacali, possiamo osservare una connessione diretta con la precessione di 25.920 anni degli equinozi. Le letture di Cayce la attribuiscono ad un ciclo solare, sebbene l’opinione scientifica corrente sappia che questa precessione è provocata da una “oscillazione” nell’asse terrestre, causata da un’interazione fra la gravità del Sole e la gravità della Luna, che ha un effetto molto lento sull’orbita della Terra. Si dice che l’effetto sia il prodotto della Terra che agisce come un giroscopio. Molte persone sanno che la Terra non è una sfera perfetta, ma piuttosto uno “sferoide oblato”, ovvero che si allarga all’Equatore.

Quindi, a causa della distribuzione non uniforme del peso, la Terra sperimenta una contro-rotazione molto lenta nella direzione opposta alla sua normale rotazione antioraria, ovvero da ovest verso est.

La stessa cosa può essere osservata in una trottola, che ha interrotto la sua regolare rotazione perpendicolare e che sta per fermarsi. Diciamo che la trottola rappresenti la Terra, e che si inizi a farla girare in senso antiorario. Potete guardarla andare per un po’ e tutto andrà bene, ma non molto tempo dopo tremerà e mentre continuerà a girare alla sua normale velocità inizierà un lento movimento di contro-rotazione.

Questo tremolio avverrà in direzione oraria, opposta a quella con cui avete fatto partire la trottola. Mentre rallenta la vedrete tracciare un lento ma preciso cerchio. Quindi, anche se continua a girare molto velocemente, una volta destabilizzata, traccia molto lentamente anche un cerchio nella direzione opposta.

Osservando questo fenomeno possiamo dire che esso ha ovviamente a che fare con un effetto gravitazionale. Non c’è alcun dubbio che i fattori gravitazionali più forti sulla Terra siano il Sole e la Luna, e così i moderni astrofisici spiegano che questo movimento è causato dall’interazione di queste forze gravitazionali.

Ma questo non ci porta molto più in là in termini di comprensione del perché questo ciclo sia di 25.920 anni. Non sembra esserci alcun meccanismo causale sufficientemente specifico da spiegare la lunghezza precisa di questo moto. Chiaramente l’immagine della precessione è un disegno complicato da visualizzare, ed il miglior modo per farlo con la Terra, sembra essere attraverso la nozione di un asse visibile.

Se la Terra fosse ridotta alla dimensione di una palla da basket, e vi si potesse camminare sopra mentre gira, si potrebbe visualizzare un asse gigante che attraversa la Terra in direzione nord-sud. Diciamo che si può toccare e spostare l’asse senza disturbare la rotazione della Terra, come un giroscopio. La Terra sarebbe si troverebbe nella sua inclinazione di 23,5°, reclinata rispetto alla verticale. Se si sale su questo asse e lo si afferrasse in alto e in basso, si potrebbe farlo girare in un lento e intenzionale cerchio nella direzione opposta alla sua rotazione antioraria.

Sarebbe come mescolare del cibo in un pentolone con un cucchiaio, compiendo un giro completo. Il tempo che si impiegherebbe per completare questo giro sarebbe, in termini terrestri, un Anno Precessionale di 25.920 anni.

Quindi, questa è la nostra spiegazione ufficiale su come visualizzare la precessione, e su quanto dura. Ora, abbiamo una Lettura di Cayce che sembra indicare un ciclo solare che sta giungendo al termine della sua era, non esattamente un ciclo della Terra. Se nel Sole esiste effettivamente un ciclo che governa la lunghezza precisa della precessione, ufficialmente dobbiamo ancora scoprirlo. Nei prossimi capitoli, presenteremo prove molto convincenti che un ricercatore di nome Maurice Cotterell, ha fatto proprio questo, con un sorprendente grado di precisione.

Cotterell ha anche collegato questo Ciclo Solare direttamente all’enigmatico Calendario Maya. Ma per ora, il nostro interesse sono le stesse Letture di Cayce. Se veramente si riferiscono ad un ciclo lungo approssimativamente 25.000 anni, allora nelle letture ci dovrebbero essere alcuni altri indizi ad indirizzarci in questa direzione. Quindi, dobbiamo scoprire se le Letture di Cayce di fatto si riferiscono a qualsiasi punto di svolta delle ere precedenti, e osservare poi se i numeri ci saltano all’occhio.

Senza entrare in dettagli noiosi, e per mantenere breve questo capitolo, possiamo riassumere le seguenti informazioni. Chiunque può incrociare e convalidare questi dati con svariati strumenti, compresi i numerosi libri di Edgar Cayce disponibili, o anche consultando direttamente le letture stesse per trovarli. Vedremo velocemente le implicazioni delle informazioni attuali che le Letture di Cayce ci hanno dato, mentre studiamo gli eventi che sono elencati per questi vari periodi di tempo.

– Ecco i valori approssimativi in anni per la cosmologia delle ere di Cayce:

10.500.000 AC: Primi uomini primati che vivono in caverne e che si sono separati in famiglie. Questi hanno formato i corpi dell’umanità moderna. (2665-2) (5748-2)

200.000 AC: Entrata sul piano terrestre di entità spirituali extraterrestri, che hanno formato l’Atlantide originale. (364-4) Le entità sono “più della natura dei pensieri-forma” che possono “spingersi fuori da loro stessi… nel modo e nella maniera dell’ameba” (364-3) Le entità in questione sono esseri iperdimensionali o non-fisici.

100.000 AC: Amilius, un’entità spirituale presente a quel tempo, nota che si sta formando una crisi. Le entità pensiero-forma si stanno separando dalle loro radici spirituali, e potrebbero “indurirsi”. (364-3)

75.000 AC: Le entità pensiero-forma si “induriscono o vengono messe nella forma del corpo umano esistente di quel tempo”. La presenza pensiero-forma iperdimensionale improvvisamente comincia ad occupare i corpi umani sulla Terra, come pure gli animali. Il genere umano spiritualmente conscio è nato, e con esso anche la perdita della memoria della propria eredità originale. Amilius comincia un programma massiccio per liberare le entità iperdimensionali, unendosi a loro nella forma fisica per insegnare loro chi realmente sono. Questa incarnazione di Amilius è chiamata Adamo, il “Primo Uomo.” (364-3) (Nota: Le Letture di Cayce non specificano esattamente quando sia avvenuto questo “indurimento”; The Ra Material, dall’altra parte, ci dà la data che abbiamo elencato)

50.000 AC: La prima importante civiltà tecnologica sulla Terra crolla con lo spostamento polare. Distruzione quasi totale di Lemuria e sprofondamento parziale di Atlantide. Una conferenza mondiale aveva appena deciso di usare un apparecchio di tipo radioattivo progettato per uccidere gli animali predatori in quantità molto grandi. Dopo lo spostamento polare stesso, gli abitanti hanno scoperto che il loro utilizzo delle radiazioni aveva solamente esacerbato un ciclo che stava per completarsi comunque.

25.000 AC: Seconda importante inondazione di Atlantide. La civiltà crolla un’altra volta.

12.500 AC: Terza grande inondazione di Atlantide. Viene costruita la Grande Piramide, in parte per preservare le registrazioni.

0 AC: Amilius/Adamo ritorna sulla Terra per l’incarnazione fisica finale come Gesù Cristo. Poi completa i propri obblighi portando l’umanità a riconoscere come sfuggire alla materialità attraverso il processo dell’Ascensione. Questo stabilisce il modello da seguire per gli altri.

2001 DC: Spostamento dei poli magnetici sulla Terra, associato anche con l’alba della Seconda Venuta di Cristo.

Come possiamo vedere dal diagramma, ci sono molte informazioni metafisiche interessanti che si possono sviluppare come risultato di tutto questo. Il lettore è incoraggiato a meditare su questi fatti, e guardare oltre, nei molti libri riguardo Cayce e Atlantide per maggiori dettagli, quali The Egyptian Heritage (3), Edgar Cayce on the Origin and Destiny of Man (4) e Mysteries of Atlantis Revisited (5). Per ora, l’attenzione immediata dovrebbe andare nell’osservare che il ciclo che stiamo cercando nella cosmologia delle ere delle Letture di Cayce, è effettivamente divisibile in unità di circa 25.000 anni.

Quindi, possiamo dimostrare in modo adatto una connessione fondamentale fra il “ciclo solare, o il passaggio del Sole attraverso le varie sfere d’attività” di Cayce e la nostra cifra di circa 25.000 anni per la precessione.

Mentre abbiamo i dati davanti a noi, è bene evidenziare alcune altre cose in questa cosmologia di Cayce che ora sono sostenute dalla scienza moderna. Nella linea temporale di Cayce, si dice che l’entrata dei corpi umani sulla Terra è avvenuta circa 10 milioni di anni fa. Questo è precisamente in linea con le ultime ricerche condotte da Thompson e Cremo, riguardo agli storici casi di scheletri interamente umani che sono stati ritrovati.

L’epico opera che cataloga queste scoperte si chiama Forbidden Archaeology (6), e le loro asserzioni sono supportate da una scienza assolutamente solida. La loro conclusione è che l’intera teoria Darwiniana dell’evoluzione è sbagliata e che esseri umanoidi moderni sono stati sulla Terra, in una forma o in un’altra, per approssimativamente gli ultimi dieci milioni di anni.

L’entrata sulla Terra di esseri di tipo extraterrestre spirituale, si dice nelle letture di Cayce che sia avvenuta circa 200.000 anni fa. È abbastanza interessante notare che i ricercatori genetici moderni hanno concluso che il DNA umano può essere fatto risalire, ad una singola Eva, che ha vissuto circa 200.000 anni fa.

Questo fatto è riportato in modo molto dettagliato nel libro di Zecharia Sitchin la Genesis Revisited (7). Anche il lavoro di Richard Hoagland ed altri, riguardo a possibili rovine extraterrestri su Marte, che abbiamo già esaminato nei capitoli precedenti, indica il periodo di circa 200.000 anni fa.
Questa forse è stata l’epoca più recente in cui Marte potrebbe aver subito una catastrofica collisione con un asteroide, che ha portato alla sua distruzione.

Ci sono prove schiaccianti che Marte sia stata molto simile alla Terra in un certo momento del suo passato, con oceani fertili, cieli azzurri, nuvole e pioggia. La prova, da ricercatori come l’astrofisico Thomas Van Flandern, è molto forte nel suggerire che una colossale esplosione causata da un asteroide sia stata responsabile del decesso di Marte. Un’altra fonte per questi dati si trova in The Mars Mystery (8) di Graham Hancock e Robert Bauval. È interessante che la più recente “Meteorite di Marte”, esaminata in Europa in quanto potrebbe avere possibili prove di vita batterica risale anch’essa a 200.000 anni fa.

È certamente possibile che questo cataclisma planetario possa essere stata la “palla di neve che ha fatto cadere la valanga”.

Tornando al punto essenziale sollevato nelle Letture di Cayce, sembrerebbe che tutti gli umani moderni sono “caduti” da una forma di vita più spirituale ed energetica. Ci si riferisce a queste forme di vita come “esseri di pensiero-forma… capaci spingersi fuori da loro stessi in una materia simile all’ameba”. Non ci viene detto molto di questi esseri nelle letture, ma le implicazioni sono che essi possedevano una grande intelligenza, suffiente da permettere loro di riuscire a proiettarsi negli animali, in primo luogo.

La conclusione inevitabile che affrontiamo nelle Letture di Cayce è che l’energia intelligente di queste creature ha provocato una modifica nel DNA degli ominidi esistenti sul pianeta.

Entrando nei corpi nel modo in cui l’hanno fatto loro, potrebbero aver avuto un effetto preciso sulle strutture del DNA. Cayce ci dice che il loro “indurimento” completo nel 75.000AC ha portato a sua volta alla produzione di umanoidi moderni. La modifica della struttura del DNA dovrebbe quindi essere l’“indurimento” o “adattamento” cui si riferivano le Letture di Cayce.

Il punto di vista di Cayce su questa storia, ci direbbe che le vibrazioni delle entità stesse dovevano aver avuto un effetto diretto sulla struttura delle molecole del DNA umano.

Questo è in armonia con gli interessanti fatti riguardo il DNA, di cui abbiamo già parlato. È stato ripetutamente dimostrato dagli scienziati, incluso uno degli scopritori originari delle molecole stesse del DNA, che il disegno è di gran lunga troppo complicato per essersi originato attraverso i processi casuali dell’evoluzione esposti nel modello Darwiniano.

Quindi, il paradigma scientifico si sta sempre più spostando nella direzione del “disegno intelligente”. Inoltre, come abbiamo già detto, Gregg Braden ha citato ricerche che hanno provato che una molecola di DNA, quando viene inserita in un cilindro di luce, attrae i fotoni all’interno e li fa girare a spirale con sé. E ricordiamo che egli ha detto anche che questa spirale proseguirà anche se il DNA viene rimosso. Così, dato che ora abbiamo visto che la “linea di luce spiroidale” è il mattone fondamentale dell’Unità di Coscienza, e che l’Unità di Coscienza, secondo Seth, è la formazione di tutta la percezione intelligente, tutto comincia ad essere un po’ più chiaro.

Ognuno di noi è veramente una lunghezza d’onda “indurita” di una forma di coscienza che un tempo era una forma di Luce spiroidale pura! Dato che nel tardo XX secolo abbiamo imparato che l’origine del DNA dell’umanità moderna può essere fatta risalire a 200.000 anni fa, dobbiamo accettare il fatto che c’è una quantità crescente di prove scientifiche che concordano molto bene con i dati di Cayce; dati che sono venuti in anticipo rispetto queste più recenti scoperte. Un fatto sicuro è che la precisione medica di Cayce non può essere contraddetta.

Quindi per ora continuiamo a lavorare con questa linea temporale. La reale combinazione di queste entità di pensiero-forma con i corpi fisici umanoidi sulla Terra, è avvenuta nel 75.000 A.C. Pertanto, questo dovrebbe essere il momento in cui il ciclo delle incarnazioni umane ha avuto effettivamente inizio. Vedremo tra poco che il Ra Material tratta molto dettagliatamente di questo fatto. Da questo possiamo poi vedere che se la lunghezza del ciclo è di circa 25.000 anni, ci sono stati esattamente tre cicli che ci hanno condotti al presente. La caduta di Atlantide, avvenuta 12.500 anni fa, sarebbe avvenuta esattamente a metà strada del ciclo di 25.000 anni più recente.

Quindi, ogni ciclo sembra essere divisibile a metà, ed il punto finale di ciascuna metà potrebbe produrre un’attività tettonica stressante. Lo sprofondamento di una massa di terra come Atlantide potrebbe essere spiegata attraverso l’idea dello spostamento dei poli magnetici, che noi abbiamo detto in precedenza essere stata approvata da Albert Einstein, sulla base di una revisione del lavoro di Charles Hapgood.

Nel modello di Hapgood, l’intero campo magnetico della Terra inverte improvvisamente la propria polarità, provocando un improvviso cambiamento della posizione del Nord e del Sud magnetico, e lo scivolamento della crosta terrestre esterna sul mantello liquido interno. Ovviamente questo processo causerebbe un problema molto serio ed immediato sulla Terra per quelli che sono rimanasti ancora nella terza densità – e questa è la frase chiave. Ricercatori come il dott. Immanuel Velikovsky nel suo libro Worlds in Collision (9) ha collegato in modo certo la nozione di uno Spostamento Polare con l’immediata e globale distruzione di gran parte della vita animale sulla Terra nel passato.

I dati di Velikovsky includono le scoperte di enormi quantità di animali preistorici che vivevano in climi temperati ritrovati contorti, mutilati e morti nelle regioni Artiche. La datazione al carbonio di questi disastri è identica all’epoca dello spostamento dei poli. Fatti come questo portano Velikovsky ed altri verso la teoria che ciò che è accaduto sulla Terra sia stato così veloce e catastrofico che le superfici della Terra stessa si sono letteralmente trasformate da tropicali ad Artiche in una manciata di minuti, a seconda di dove erano situate. In altre parole, la Terra ha completamente spostato la sua posizione nei cieli.

Inoltre, è comunemente risaputo che le ultime grandi inversioni dei poli magnetici registrate sono avvenute approssimativamente 75.000, 50.000 e 25.000 anni fa. Quindi, ancora una volta, possiamo osservare un preciso incastro fra i collassi delle presunte civiltà perdute delle Letture di Cayce e le effettive date delle inversioni polari. Le Letture di Cayce si riferivano a questi collassi come avvenuti anche attraverso “uno spostamento dei poli magnetici della terra”. Non dovrebbe essere una sorpresa che le Letture di Cayce indichino un altro spostamento dei poli per il 2001.

L’epica opera di Michael Mandeville, fornisce prove geologiche definitive a sostegno dell’idea che le predizioni di Cayce si avvereranno. Ora notate che in questo libro non stiamo predicendo nessuna apocalisse. Le implicazioni più grandi del Grande Ciclo Solare indicano che uno spostamento fondamentale nella natura della coscienza e dell’energia stessa ci faranno transitare in modo naturale ad un livello in cui questo non ci danneggerà.

THE RA MATERIAL E IL GRANDE CICLO

A questo punto, forniremo ancora una volta alcune informazioni di sfondo riguardo al fatto che il materiale della Legge dell’Uno ci ricorda i punti salienti di questo sviluppo nel campo delle “letture psichiche”. Questo autore si unisce all’opinione del suo collega autore nonché amico dott. Scott Mandelker, che afferma che il Ra Material/Legge dell’Uno è l’avanguardia delle canalizzazioni, ed è secondo in termini di forza solo alle Letture di Cayce. In molti modi, le supera anche, poiché non si deve rovistare in 14.000 oscure letture diverse per trovare tutte le informazioni importanti – tutto è contenuto in cinque libri.

I commenti di Mandelker su Ra sono raccolti dall’Appendice 3 del suo libro From Elsewhere (10). Egli afferma quanto segue:

Senza dubbio The Ra Material è la più importante fonte di insegnamento scritto che io abbia mai incontrato. The Ra Material è il primo di quattro volumi di testo canalizzato, organizzato in 100 sessioni di domande e risposte, in un periodo di due anni e mezzo.

Detto questo, diventa difficile riordinare i miei pensieri su un argomento la cui influenza personale è stata così grande, un’esperienza tanto rivoluzionaria e trasformante. Per chiunque sia interessato o sensibile alla prospettiva extraterrestre, io credo sia difficile entrare in contatto con The Ra Material, senza che questo abbia un profondo impatto sui propri sentimenti e civiltà personali. Davvero, io credo che l’intera visione dell’universo ne sarà alterata.

The Ra Material era il prodotto finale di un lavoro ultra-ventennale di canalizzazione, realizzato attraverso una donna chiamata Carla Rueckert. In questo lavoro, la Rueckert veniva resa completamente incosciente, proprio come Cayce nel suo lavoro. (Questo non è il modello tipico nella letteratura “canalizzata”, che di solito viene realizzata da uno stato almeno semi-cosciente).

La Rueckert non aveva memorie di alcun tipo di quello che diceva nei contatti con Ra, mentre le sue esperienze precedenti erano sempre avvenute attraverso il processo della “canalizzazione cosciente”. Ra parlava direttamente attraverso la Rueckert e le domande gli erano poste da Don Elkins, Laureato in Fisica, un ex pilota di linea e un professore di fisica all’Università di Louisville.

Mandelker non è il solo autore pubblicato che esprime su carta stampata il massimo elogio per The Ra Material. In questo campo c’è anche il Ten. Col. dell’USAF in pensione Donald Ware. Le considerazioni del Col. Ware su The Ra Material vengono esposte nel libro UFOs and the Alien Presence – Six Viewpoints (11) di Michael Lindemann, pubblicato da The 2020 Group, CA, 1991. Nel periodo in cui è stato pubblicato il libro, il Col. Ware era il Eastern Regional Director del MUFON, il Mutual UFO Network. Ware rivestiva un ruolo chiave nell’indagine del MUFON sugli ormai famosi avvistamenti di Gulf Breeze, in Florida. Il MUFON concluse che le fotografie da Gulf Breeze erano davvero autentiche.

Lindemann, chiaramente, non si aspettava che Ware stesse per affrontare argomenti discussi nel Ra Material, e sembra che le stesse informazioni di Ware raccolte da Ra fossero piuttosto sorprendenti, addirittura stupefacenti, per Lindemann. Ware afferma quanto segue nella sua intervista con Lindemann:

ML: Lei parla della realtà più ampia. Mi piacerebbe sapere cosa intende con questo.

DW: La realtà più ampia è la base di tutte le più importanti religioni del mondo, e di tutte le società segrete. La sua conoscenza era così gravosa che solo pochi potevano comprenderla, e non completamente. La realtà più ampia sta arrivando a noi in molti modi diversi ora, la maggior parte dei quali telepaticamente. Io penso che la descrizione più chiara che ho letto nell’ultimo paio d’anni è nei quattro libri de La Legge dell’Uno, che sono la trascrizione di 104 sessioni di domande e risposte che Don Elkins ha avuto con un’entità chiamata Ra fra il 1981 ed il 1983.

(Nota: Il quinto libro delle serie di Ra, una raccolta di materiale personale, è stato pubblicato per la prima volta nel 1998)

Le informazioni contenute nel Ra Material sono immense, ma lo è anche il prezzo che il corpo di Carla ha pagato. Come abbiamo già detto nel capitolo su Ramanujan, quando osserviamo il campo delle letture psichiche nel loro insieme, ci sono ripetuti esempi di persone che come risultato del loro lavoro subiscono un considerevole danno sul loro corpo. Fra questi vi sono Jane Roberts, Paul Solomon ed Edgar Cayce, che avevano tutti connessioni profonde e che sono tutti morti ad un’età piuttosto precoce.

Similmente, la connessione di Ra stava pesantemente prosciugando le energie fisiche e vitali di Carla, inasprendo dolori artritici pre-esistenti e una disfunzione renale. Alla fine del quarto libro della serie, questo lettore era praticamente in lacrime per il prezzo che alla fine le è costato. Sembra che Carla sarebbe potuta morire se avessero provato a continuare più di quello che avevano già fatto.

Ma apparentemente, questo prezzo fisico in energia vitale era parte del dono di Carla, per poter essere in grado di recare questa informazione unica al mondo.

Ra è indicato come un gruppo extraterrestre che ha aiutato a fondare la civiltà in Egitto dopo la caduta di Atlantide. Le parole emerse dalle labbra di Carla sono decisamente più complicate ed intricate di qualsiasi altro materiale esistente, eppure rimane coerente al 100% nei dati da una seduta all’altra, per tutti e cinque i libri. Il Ra Material non è stato dettato come un libro, ma come una lunga serie di sessioni di domande e risposte fra Ra e Don Elkins. La complessità delle informazioni di Ra era così grande che frequentemente sconcertava Elkins, il quale, ovviamente, era molto ben istruito e aveva studiato i fenomeni UFO per oltre vent’anni.

Il gruppo stesso controllava quali domande erano poste, e venivano regolarmente rimproverati quando si avventuravano in argomenti “fuori tema”, che Ra chiamava “argomenti di importanza transitoria”. Leggendo Ra è piuttosto evidente che l’unico argomento che desideravano discutere era la Legge dell’Uno, poiché questa era la più potente legge che chiunque possa mai sperare di comprendere. La legge afferma che tutte le entità, luoghi e cose in tutte le dimensioni della creazione sono Uno, e che fra di loro non c’è nessuna vera separazione.

Ra ha spiegato che l’unica importantissima cosa che possiamo apprendere per sostenere la Legge dell’Uno è la nozione del servizio agli altri. Questo è l’unico termine usato quasi invariabilmente quando Ra descrive la polarità positiva, o il percorso positivo. Il termine usato per la polarità negativa è “coloro che scelgono il percorso del servizio al sé”. In questo sta la distinzione.

Per esperienza di questo autore si può impiegare anche mezz’ora su una una singola pagina, a leggere, rileggere e assimilare i concetti prima che possano essere compresi.

Leggere e cominciare a comprendere tutti e cinque i libri non è un’impresa da poco. Gli argomenti principali di questo libro che voi state leggendo ora sono il risultato finale di due anni di intenso studio di certe parti di questo materiale quindi, in un certo senso, l’autore si è preso la libertà di analizzare gli scritti e di comprimere i punti principali in parti semplici. Sicuramente, a causa della schiacciante difficoltà che presenta, Ra non è per chiunque, e l’autore stesso non gli aveva mai dato una seconda occhiata fino a quando non ha visto per la prima volta una copia del Terzo Libro in libreria.

Certamente parrebbe che nessuna intelligenza umana possa mai veramente comprendere tutto quello che viene detto nel materiale della Legge dell’Uno; possiamo semplicemente girarci intorno e puntare il dito verso le parti più ovvie.

Secondo queste letture, Ra è un “complesso di memoria collettiva” di sesta dimensione, che loro affermano essere l’equivalente di un intero pianeta di esseri che si sono fusi in un’unica identità. Il loro pianeta d’origine è nel nostro stesso sistema solare e molto tempo fa, secondo i nostri canoni, essi hanno avuto là una civiltà di terza densità:

il pianeta è Venere. Parecchi studi scientifici hanno indicato il fatto che Venere possa essere stato molto più simile alla Terra in un lontano passato, rendendolo adatto alla vita. Questo è stato l’argomento di un articolo di un numero di USA Today del 1996, dal titolo, “Venere potrebbe avere avuto vita milioni di anni fa”. Ovviamente, le letture sia di Cayce sia di Ra sarebbero d’accordo sul fatto che Venere sia ancora piuttosto adatto a forme di vita di dimensioni superiori.

Il gruppo di Ra ha usato spesso parole molto fuori della portata del vocabolario di Carla, costringendoli ad usare successivamente dei dizionari. Sebbene tutto questo materiale è molto meno conosciuto rispetto alle Letture di Cayce, ci sono tutte le ragioni per credere che, per molti versi, sia un miglioramento nella qualità d’informazione rispetto ad esse nel senso che fornisce una vasta “cosmologia delle dimensioni” con la fisica con la relativa fisica a supporto.

Ma noi dovremmo dire anche questo: è un fatto a parte che Cayce in apparenza si trasferisse ad un livello dimensionale superiore rispetto a Ra per ottenere informazioni; vale a dire l’ottava densità.

Ra diceva che loro erano una fonte di sesta densità. Nessun’altra informazione “canalizzata” attendibile sembra provenire da densità superiori alla quinta, oltra a Ra e Cayce.

Le convinzioni fondamentaliste estreme di Cayce gli hanno permesso di ottenere solamente informazioni esoteriche in oltre trent’anni di letture psichiche strettamente basate sulla medicina. Per anni, Wilcock aveva percepito che dietro le letture di Cayce si nascondeva una immensa, intoccata conoscenza di cui solo brevissimi barlumi saltavano all’occhio in casi come la lettura sul ciclo solare di cui abbiamo riportato prima.

Alle forze non veniva mai veramente permesso di spiegare semplicemente tutto quello che sapevano, poiché Cayce non lo avrebbe tollerato. In più, le letture erano eseguite per clienti paganti, che volevano sapere delle loro vite.

La nostra affermazione che il materiale di Ra/Legge dell’Unopossa essere pensato come una fonte migliore non è intesa neanche un po’ ad attaccare o minare la credibilità delle Letture di Cayce. Tuttavia, si può dire con una certa sicurezza che il contatto di Ra migliora molto quelle informazioni che nel lavoro di Cayce erano solo accennate.

La differenza principale nel Ra Material ha due risvolti. Le letture di Cayce erano piuttosto oscure, e questo a causa del fatto che egli, per ottenere le informazioni, inviava una parte di se stesso individualmente in quei regni superiori. Così, nel condurre queste ricerche di informazioni, tutto ciò che aveva erano le risorse di una sola entità, cioè sé stesso. Con il Ra Material ci viene detto che abbiamo un intero pianeta ricco di entità. Queste entità, naturalmente, vivono a quel livello e così hanno molta più esperienza nel mettere insieme il materiale e nell’essere in grado di comunicarlo in modo accurato ed affidabile.

La seconda ragione per cui il materiale di Ra/Legge dell’Uno è più utile, è che non ci sono limitazioni evidenti nella flessibilità delle convinzioni del gruppo che esegue il lavoro. L’inflessibilità di Cayce poneva un tremendo e persistente problema per le forze che lavoravano con lui. Nel lavoro con Ra, sembrava che quasi nulla di quello che emergeva durante le sessioni potesse turbare o colpire Elkins, (con poche eccezioni annotate nel Quinto Libro) perché era di mente estremamente aperta e aveva studiato il fenomeno molto intensamente. Prima che il contatto iniziasse sul serio, erano state fatte ricerche sugli UFO e precedenti canalizzazioni per più di vent’anni.

Le canalizzazioni erano sempre state fatte a livello cosciente. Fu l’arrivo in gruppo di Mc Carty a fornire direttamente il catalizzatore affinché prendesse vita il contatto con Ra a livello inconscio.

Chiaramente, molti potrebbero pensare che queste affermazioni che sostengono l’eccellenza del Ra Material possano essere esagerate. Ma la semplice verità è che Ra era in grado di rispondere a tutte le domande che il dottore gli poneva, non importa quanto complesse o intricate. Il livello di intelligenza mostrato nel contatto è così elevato che è letteralmente impossibile pensare che Carla abbia potuto produrlo da sola.

La fonte fa sembrare spesso Elkins ridicolmente inadeguato nella sua comprensione. Fra le altre cose, Ra ha risolto molti paradossi fisici su cui Elkins aveva già lavorato. Queste soluzioni includevano una teoria del Campo Unificato, che sosteneva le scoperte di un fisico poco noto chiamato Dewey Larson. Ra ha confermato che ogni dimensione dello spazio ha anche una sua dimensione del tempo. Il nostro attuale modello di fisica non fornisce una dimensione diversa di tempo per ogni livello; il tempo è visto solo come un fenomeno della terza dimensione.

L’altra principale innovazione nella fisica emersa dal materiale della Legge dell’Uno è stata la pietra angolare di questo libro: il fatto che le dimensioni stesse siano organizzate in una struttura ad ottava. Proprio come abbiamo visto, Ra ci informa che ogni dimensione corrisponde ad una frequenza sonora, ad una frequenza di luce e ad una frequenza geometrica strutturale, e persino i fisici più estremisti come Tony Smith, hanno prodotto modelli che indicano quasi esattamente la stessa cosa. Questo autore ha scoperto che più ricerche fa e più ne capisce di questa ricerca, più la serie della Legge dell’Uno si spiega.

RA PARLA DEL GRANDE CICLO SOLARE

È importante tenere a mente che Cayce e Ra sono letteralmente i due più grandi attori in tutta questa storia. Lo stesso Cayce aveva un’importante incarnazione quale il sacerdote Egizio Ra-Ta, il quale ha coordinato gli sforzi dei sopravvissuti di Atlantide e aiutato a progettare le Piramidi e la Hall of Records per conservare la loro conoscenza. Il nome “Ra-Ta” è indicato nelle letture di Cayce con il significato di “Sole-Terra”. Ma chiaramente il Ra di cui stiamo parlando qui, non può essere lo stesso Ra-Ta. Ci viene detto che Ra esiste complessivamente fuori del tempo lineare nella sesta densità, e che è milioni di anni avanti a noi in termini di evoluzione.

In una sezione delle letture di Cayce, viene data una lista di nomi sacri da invocare per le preghiere e protezione. In questa lista di nomi c’è un “Ra” come pure un “Ra-Ta”. Questo è il nostro unico indizio nelle letture di Cayce, che c’è un’altra forza coinvolta oltre lo stesso “Ra-Ta”. Quindi, se il nostro gruppo di entità dia sesta dimensione aveva il nome Ra, il nome “Ra-Ta” potrebbe proprio essere stato preso dal loro contatto sulla Terra. Inoltre ci viene detto che “Ta” significa “Terra”, quindi questo nome potrebbe significare “Ra sulla Terra.”

A Cayce questa informazione sul Ra “esterno” non deve essere stata presentata, a causa dell’effetto che avrebbe potuto avere sulle sue fragili convinzioni sull’esoterismo, e quindi questa parte della storia è stata deliberatamente omessa. La storia delle attività di Ra-Ta è stata semplificata, affinché potesse superare l’ostacolo.

Traduzione: Susanna Angela per Stazione Celeste
Revisione: Mauro Carfì
divinecosmos.com

David Wilcock: Il Cambio d’Era – cap. 15 prima parte ultima modifica: 2009-03-25T17:17:59+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)