David Wilcock: il Risveglio dell’Errante cap. 3

– Esperienze mistiche nell’adolescenza

David Wilcock

David Wilcock

Crescendo nel “Mondo Reale”

Il mio adattamento alla vita presente sulla Terra non è avvenuto senza sfide. Gli “Erranti” o le anime ET che si incarnano sulla Terra, possono spesso rimanere legati alla pesantezza e all’oscurità delle vibrazioni planetarie e quindi fare molte scelte sfortunate di conseguenza. I miei genitori si sono separati mentre frequentavo la quinta elementare e questo mi ha causato moltissimo dolore, superficialmente non volevo riconoscerlo.

A causa della crescente pressione dell’adolescenza e dei problemi famigliari, ho preso molto peso e rapidamente, divenendo un “grasso bambino”. Affondai in una profonda e prolungata depressione che è durata per tutto il percorso della scuola media, fino al primo anno delle superiori. Il mio peso e la mia intelligenza mi hanno reso molto impopolare a scuola e sono rimasto con uno strettissimo gruppo di amici.

Nel secondo anno delle superiori ho ceduto sotto il peso della depressione e ho iniziato ad usare la marijuana. L’uso ricreativo di questa droga era piuttosto comune nei miei coetanei e questo mi ha reso più popolare a scuola. Questo mi ha anche fornito un rimedio chimico fugace, temporaneo e devastante alla mia costante depressione. Si sarebbe rivelato una dipendenza di quattro anni, un problema che spinge all’auto-conoscenza e consapevolezza.

Ogni volta che una persona si trova nella grande oscurità, questo prepara la via al grande trionfo quando si supera la sfida. Spesso dobbiamo creare il “materiale grezzo” per lottare nelle nostre vite e crescere. Un esempio di trionfo personale è stato dimagrire di 65 libbre durante la scuola superiore. Quindi, la presenza di questa fase di difficoltà nella mia vita personale è una mappa necessaria per capire il lavoro interiore della mia psiche e del mio sviluppo.

Passando in questa esperienza di lungo termine, ho appreso ad obbedire ai desideri del mio Sè Superiore, nonostante il mio Ego che premeva per tornare ai suoi vizi abitudinari. Questo stesso ciclo di dipendenza/recupero sarebbe riemerso altre volte in diversi modi, incluso il mio sforzo per adattarmi alla dieta rigorosa indicata dalle mie letture e dalla mia ricerca. Mi è stato detto che la ragione definitiva alla base di ogni dipendenza, è la nostra illusione d’essere separati da Dio.

Nel dolore che ne deriva, iniziamo a cercare come matti una soluzione di breve termine nel mondo fisico. Grazie alla mia forza di volontà sviluppata nell’abbandonare le vecchie abitudini alimentari, ero più capace di abbandonare alcol, caffeina, carne rossa, zuccheri raffinati, latticini, cibi fritti, pre-confezionati o conservanti e farina bianca.

Sono infine riuscito a seguire le linee indicate dalle Letture di Cayce sull’alimentazione, cosa che Cayce non riuscì a fare da vivo. Cayce non riuscì anche ad abbandonare caffeina e sigarette e io ho disprezzato entrambe le cose per tutta la vita. Cosa più importante della dieta, le mie letture mi insegnavano anche ad abbandonare la paura! Seguendo il corso del mio sviluppo, vedremo una persona schiacciata dalle emozioni negative e il peso che hanno avuto sul suo corpo, la sua mente e la sua carriera.

Cayce veniva costantemente avvisato dalle sue letture, che questa costante perdita di energia NON era casuata dalle stesse letture psichiche, ma dalla sua costante attitudine del portare preoccupazioni e paure nei suoi stati di trance. Se Cayce avesse mantenuto una certa positività, le sue stesse letture insegnavano che quel lavoro psichico avrebbe aumentato la sua energia vitale invece di diminuirla.

Cayce non ebbe mai successo finanziariamente e questo lo stressava molto. Questo è stato un demone che anche io ho dovuto affrontare nella mia vita. Mentre mi rendevano consapevole del mio essere più che un corpo fisico, droga e alcol mi rendevano anche consapevole della mia capacità di auto-distruzione.

Infatti, alla fine del mio secondo anno di college, ho superato una serie incredibile di balzi di crescita. (Per chi fosse interessato, ho scritto molto di questo periodo, ma come i “prequel” di Star Wars, questo richiederebbe un libro apposito. Non voglio rendere questo libro un mammut di 800 pagine, i mammut si sono estinti ormai).

Da quell’intera esperienza sono uscito col desiderio bruciante di conoscere l’Uno Creatore e di seguire i suoi desideri per me. Con mia meraviglia, avrei appreso più tardi che il mio intero processo di dipendenza/recupero è stato scritto e guidato da una Intelligenza Superiore.

Avrei anche scoperto infine che il mio processo di dipendenza/recupero era un parallelo con la saga delle vite passate di Cayce. Secondo le Letture di Cayce, mi sono incarnato come il “perditempo” John Bainbridge due volte, una nel ‘600 e un’altra nel ‘700. In entrambe le incarnazioni ho scelto nomi identici e apparentemente identici obiettivi. Entrambi erano Europei che arrivarono in America e divennero dipendenti dalla droga, dall’alcol, dal sesso e dal gioco d’azzardo.

Nella mia vita presente, a quanto pare ho avuto necessità di passare in ogni ciclo degli sviluppi precedenti, inclusi i capitoli dello sfortunato Bainbridge. Uno dei pezzi d’informazione più interessante nelle Letture di Cayce, è il fatto che fossero passati 300 anni esatti dall’arrivo di Bainbridge a Virginia Beach, in Virginia e l’arrivo di Cayce nella stessa zona, spinto dalle sue stesse Letture.

Anche io sarei stato spinto ad andare a Virginia Beach, senza poter capire il perchè fino a due mesi dopo l’arrivo. Molti incredibili segni della vita che avrei affontato, si sono manifestati negli anni in cui ero “attivo” nell’uso di sostanze. Appena passato alle superiori, ho scoperto il lavoro del Dr.Stephen La Berge, pioniere nel campo del sogno lucido. Usando le sue tecniche, ho potuto rapidamente stimolare i miei sogni lucidi, totalmente favolosi.

Chiaramente, le droghe non erano necessarie per queste esperienze trascendentali. Nello stesso periodo, mia madre portò a casa il libro “Communion” di Whitley Strieber. Sulla copertina c’era il classico alieno Grigio con i grandi occhi neri. E’ stata la prima volta che vidi quell’immagine. “Non voglio guardarlo”, dissi nervosamente e rivoltai il libro. In qualche modo nella mia mente, ricordavo il conflitto sulla Terra tra forze positive e negative per il controllo dell’anima umana. Non tutti i “Grigi” erano cattivi o al solo proprio servizio, ma c’erano sicuramente degli ET negativi la fuori.

Queste forze non vogliono che gli umani di terza densità Ascendano o che nasca la nuova Terra, anche se non possono fermare tutto questo. Sicuramente potrebbero concedere a quante più persone possibili, l'”opportunità della schiavizzazione”.

Loro rimanevano in contatto col vero governo della Terra, secondo le fonti che avrei letto più tardi, come il Ra Material. Pochi mesi dopo ero all’ascolto della canzone dei Rolling Stones “Sister Morphine”.

La canzone descrive una persona che si avvicina alla morte per una overdose di eroina. Nel mezzo della canzone, Mick Jagger canta, “Perchè il dottore non ha faccia?”. 

Quando ascoltai questo, si formò una vivida immagine nella mia mente. L’immagine era molto chiara e la disegnai il giorno dopo a scuola.

Ho impiegato quasi tutta la vita per capire cosa fosse e da quale angolatura arrivasse.

Questa era un’immagine di qualcuno sdraiato sulla schiena a terra, che puntava verso il cielo, con due extraterrestri che lo fissavano dall’alto. L’oggetto luminoso al centro sarebbe stato un UFO con tre luci simmetriche sotto, in sospensione sopra di me.

Diversi anni dopo e in seguito a molte esperienze, avrei “incontrato” telepaticamente queste entità, che si facevano chiamare Vecchio Uno o Nonno e Luce o Lucia. Sì, so cosa potreste pensare, è totalmente illuso. Però considerate questo: se questo contatto telepatico fosse stato solo immaginazione, allora come avrebbero potuto predire il futuro con tale grandiosa accuratezza? Vedremo una continua documentazione nella seconda metà di questo libro. Ammetto che anche con tutta l’accuratezza psichica che ricevevo, nei primi giorni in cui eseguivo “letture”, per me era molto difficile accettare tutta questa informazione illuminante. Ero molto scettico sulla maggioranza dei libri “canalizzati” che ho trovato durante le mie ricerche e ora stavo divenendo io stesso uno di quei pazzi.

Tornano al mio disegno, non avevo idea di quello che stavo descrivendo nel farlo, che in teoria era un uomo morente in ospedale sotto gli occhi dei dottori, dal viso invisibile. La mia vera immagine mentale indicava una mascella più conica di quelle facce, come nel caso dei Grigi, ma dato che credevo di disegnare dei dottori umani, evitai di rappresentarli in quel modo.

Nello stesso periodo seguivo lezioni di scultura e creazione di gioielli. Non c’era molto da fare per un maschio, a parte spille.

La prima che ho fatto, era un modello del communicator di Star Trek e la seconda la decisi dopo varie ipotesi messe su carta. Una volta rifinito, appariva così (immagine)

Solo dopo cinque anni ho capito il vero significato di queste due immagini. La risposta mi sarebbe arrivata nel modo più inatteso.

Vite Passate, Connessioni Future

Il mondo della fantasia e dell’arte era sicuramente una buona distrazione, un modo per rallegrare la mia immaginazione. Le vere esperienze mistiche, pensavo, erano poche e rare. La mia attitudine su questo, cambiò istantaneamente una notte, dopo aver fatto qualcosa di davvero stupido e rischiato di morire. Nonostante tutte le esperienze di trance vissute dopo quel momento, questa avventura iniziale nello sconosciuto si dinstingue nettamente dal resto dei miei viaggi. Secondo le mie letture, questa è stata un tipo di “esperienza di pre-morte”. Preferisco chiamarla “esperienza di pre-Vita” e questa vita a cui mi sono avvicinato, non era sicuramente come quella che conosco ora!
Il mio buon amico Jude, venne a casa mia un sabato notte e penso d’aver fumato da solo, lui non era interessato. Avevo sperimentato brevemente una tecnica a scuola, che chiamavo “party pass-out”. Facevo dei profondi respiri, riempivo i polmoni al massimo e soffiavo molto forte tenendo il pollice in bocca. Questo tagliava temporaneamente sangue e ossigeno dal cervello. Per i pochi terrificanti e brevi momenti che seguivano, avresti dimenticato la tua identità, la tua posizione e quanto ti accadeva. La forte emozione che dava veniva dallo spavento e dall’alterazione della realtà che percepivi.

Avevo sentito parlare di qualcosa di peggio, che causava esperienze più forti. In questa versione si sta contro un muro, piegati a metà e si respira molto rapidamente, come in iperventilazione. Quindi stando contro il muro si fa una grande inspirazione. Allo stesso tempo un’altra persona vi preme su entrambi i lati del torace, sotto le spalle. Questo per non più di 7 secondi. Il risultato sarebbe dovuto essere molto potente e psichedelico. Quindi quella notte insegnai a Jude come procurare in modo esatto questa “Grande Iperventilazione”, come la chiamavo. Lui accettò e provai. Avevo aggiunto però qualcosa, avevo detto a Jude di tenere le sue mani sul mio petto per 15 secondi, non sette. Non lo avevo avvisato che sette doveva essere il limite massimo. Volevo l’effetto massimo. Non sapevo però che quell’effetto poteva significare la mia morte!

Ero lì pietrificato davanti casa. Ho sentito il mio sedere premere contro la porta anteriore in rovere massello, mentre facevo l’iperventilazione. Poi ho inalato con forza a mi sono alzato. Jude si era avvicinato a circa 55° e con i palmi premeva contro il mio petto con tutto il peso del suo corpo. Mi sono immediatamente sentito molto strano e sentivo Jude mentre contava i secondi, ma la sua voce si allontanava: “uno, due, tre, quattro, cinque…sei….sette….otto…”

Quindi tutto sembrava scomparire e non sentivo alcun numero. Infatti, non percepivo nulla di quanto conoscessi. Avevo dimenticato chi ero, dov’ero e cos’ero. Mi sono ritrovato in un’esperienza totalmente diversa, come se vivessi nella vita di un altro. Sembrerebbe che abbia sperimentato una specie di revisione della vita, anche se non era la mia vita! Ho visto solo alcune scene, ma ogni volta avevo tutta la memoria delle esperienze di quella entità. Questo mi ha fatto percepire che fossero passati 24 anni. Io non avevo vissuto 24 anni, ma percepivo le memorie, gli alti e bassi di una persona che aveva vissuto almeno 24 anni. E’ stata un’esperienza molto prolungata nel mio tempo soggettivo, nonostante la sua natura compartimentalizzata.

Era come se la mia vita mi passasse davanti agli occhi, ma non era la mia. Era comunque molto specifica. Ricordo che vivevamo vicino ad un fiume, in una capanna a forma di cupola, creata usando l’argilla circostante e il calore del Sole. C’era un fuoco nel mezzo e penso un foro nel soffitto per la ventilazione. I nostri letti erano pezzi di stoffa o pelle che stavano sul pavimento. Arrostivamo la carne e cucinavamo delle zuppe vegetali in larghe ciotole d’argilla, usando il fuoco. La nostra dieta era molto semplice, grano coltivato lì vicino, alcuni vegetali e animali o pesci.

Sapevo di avere una moglie e che fin da giovani eravamo innamorati. Ricordo che avevamo anche dei figli, anche se questa memoria non è molto certa, è come se lei li seguisse più di me. La relazione con mia moglie sembrava più pratica che romantica, lottavamo continuamente per sopravvivere. La vita non era facile e anche se cercavamo di risparmiare il cibo, non bastava mai. Stavo passando in tutti gli alti e bassi, le gioie e i dolori di questa famiglia di coltivatori.

Era stato costruito un sistema di irrigazione piuttosto complesso fatto di canali in pietra, che ci permetteva di portare l’acqua dal fiume ai campi, molto ben organizzati. I canali erano costruiti con blocchi d’argilla marrone lunghi circa un metro e larghi circa un piede. Avevano tutti la forma a U, con un canale nel mezzo per l’acqua. Il problema più grande è che perdevamo molta acqua per le crepe nei blocchi. Era un serio problema, l’acqua era fondamentale per i raccolti.

Quindi ero divenuto una specie di eroe nel villaggio, avendo inventato una forma di adesivo per sigillare le crepe. Avevo capito che lavorando certe piante con l’acqua, per poi estrarne i succhi, potevo produrre una sostanza appiccicosa che diveniva una colla. Questo migliorava molto il trasporto dell’acqua e riduceva le perdite. Con altra ricerca che vedremo sotto, sono arrivato a credere che mi veniva “fornita” questa invenzione tramite un processo di canalizzazione conscia in quella vita.

Sapevo anche che nel villaggio c’era una grande scultura, come un piedistallo di petra molto alto. Ognuno aveva la casa a pochi passi da quel luogo. Ogni mezzogiorno, un uomo andava sul piedistallo e dava le notizie al gruppo riunito sotto. Spesso raccontava i successi o i fallimenti con i raccolti, l’attività metereologica, riguardavano le stagioni e il fiume, ogni nascita o morte, gli arrivi e le partenze, i matrimoni e i divorzi ecc.. Sembra che venissero anche raccontati dei miti, tramandati per generazioni. Questo attirava l’interesse delle persone. Giravano anche molti argomenti spirituali e sapevano parlare della coscienza.

Era una società sorprendentemente avanzata per il tipo di tecnologia che avevano. Ognuno sembrava ricordare i propri sogni, lavorare sulle abilità psichiche e la padronanza di sè. Anche se può sembrare incredibile, sono riuscito a connettermi telepaticamente con questa incarnazione precedente di me stesso e a sentire cos’avevo da dire.

Apparentemente questo era un “dono” che ho potuto recuperare grazie alle letture fin dall’inizio, quando ancora cercavo di capire l’argomento delle vite passate. Questo ci darà una prima immagine della qualità di alcune iniziali fasi dell’informazione “canalizzata” telepaticamente che stavo ricevendo dal mio Sè Superiore. Dovete capire che questo avveniva molto prima che le forze mi rivelassero la mia connessione con Edgar Cayce, cosa avvenuta il 26 Novembre 1997. Non avevo idea che mi sarei spostato a Virginia Beach o di quale fosse il proposito delle mie letture.

Domenica 17/3/97 – 8.00 am

(Nota: Il prossimo blocco sembra riferirsi ad una mia vita passata come Sumero. Implica che fossi una specie di innovatore nell’uso della scrittura cuneiforme per cose diverse dal commercio e una connessione con una fonte extraterrestre, forse. E’ importante ricordare che stavo traducendo l’informazione in linguaggio, quest’uomo non parlava Inglese, ma il linguaggio universale delle immagini e delle emozioni).

(Una voce:) Possiamo farlo senza infastidire?
(Risposta:) Oh, sì.

(Nota: Questa era una conversazione tra due “entità guida” che decidevano se darmi questa informazione.)

Non capivo al tempo che le forze mi “proteggevano” dal “fastidio” dell’apprendere in merito alle vite passate, a cui si riferiscono le letture di Cayce. Apparentemente Cayce non parla di questa vita, quindi loro potevano darmi questa informazione “senza essere di disturbo”.)

Quando vorrà farà una dichiarazione sul cuneiforme. Sembra che il tempo sia passato venti anni fa, dieci anni fa persino.

(L’uomo potrebbe essere morto a questo punto e rifletteva sulla sua vita, anche se (io) ero consapevole che si trattava del lontano passato. Queste due frasi potevano venire dalla mia Superanima o Sè Superiore, che commentava questa particolare vita, dalla prospettiva in cui era tutto visibile. Il cuneiforme lega chiaramente con i Sumeri).

Lo stemma a quel tempo erano i rubini ed erano splendidamente brillanti. Ogni volta che vedevo quelle figure (cuneiformi), scherzavo, specialmente quando ho visto la prima, perchè sapevo che veniva da altrove. Non era spazzatura. Le persone al tempo lo usava solo per il commercio, ma c’era molto altro. Lo usavo per l’equivalente delle riviste.

(Nota: le implicazioni di questo sono fantastiche! Ero inconsapevole di quanto stessi dicendo a livello conscio, comunque indicava chiaramente che questo mia passata identità era consapevole di una influenza extraterrestre positiva che stava “seminando” di informazioni la cultura Sumera, in questo caso col dono della scrittura cuneiforme. Sembra che sia stato un innovatore nell’uso di questa scrittura, che l’abbia usata per altri scopi.)

Il tempo ora è 23 dopo l’11°

(Nota: Questo dev’essere collegato ad un calendario ciclico come quello dei Maya, forse indica il 23 Novembre, dalla sua prospettiva. Nella seguente linea sembra che sapesse che ero collegato con lui in qualche modo.)

Sono preparato per registrarlo nel mio appartamento, ma questo servirà per ora; la carne è divertente. L’esperienza delle diverse modalità, forse. E’ ancora qua dopo tutto questo tempo, perchè possiamo vedere. Quando vi descrivo quello che mi hanno detto, verrà spesso fuori distorto, ci sono troppe pentole e padelle per descriverlo accuratamente.

(Nota: Chiaramente anche lui è entrato in contatto con la stessa fonte e voleva riferirmi quello che aveva appreso. Dice che questo lavoro psichico lo fa solitamente in casa, ma questa volta sembrava avvenire a livello energetico.)

Le modalità a cui si riferisce possono essere dimensioni o densità spirituali d’esistenza. Quindi sembra implicare che anche sei Sumeri fanno parte di un lontano passato, “è ancora qua dopo tanto tempo perchè così possiamo vedere”, tramite un processo psichico come la visione remota. Sembra che volesse darmi un’informazione che aveva ricevuto dagli extraterrestri, che come da lui scoperto, erano responsabili del progetto della scrittura cuneiforme. Inoltre, sembra che il suo stesso linguaggio stesse distorcendo alcuni messaggi che cercava di passarmi. L’immagine mentale che vidi nell’ultima frase è stata quella di una persona che camminava in una cucina piena di pentole e padelle appese al soffitto. Era impossibile evitare di fare rumore e ha usato questa analogia per descrivere le difficoltà a comunicare con la mia mente.)

(Ora le forze commentano ancora su questo scambio di informazioni.)

La tua vita dovrebbe avere un grande proposito, grande complessità. Parte di questo è l’abilità di ricordare le vite passate. Il tuo subconscio non è abbastanza sintonizzato ancora da permetterci di passarti precisa informazione, ecco perchè arriva in modo paradossale, come hai visto.

Il problema è che altre persone ottengono questi risultati paradossali e non sanno come usarli e così informazioni dal potenziale incredibile finiscono ignorate. Però stai lavorando bene e ci fa molto piacere. E’ risultato che molte altre persone hanno usato la loro Email, la loro Email cosmica. Quando stavo guidando e stavo passando la superficie del veicolo, in quel momento ho capito il cambiamento, la trasformazione era avvenuta. Tutte queste cose richiedono la tua “pratica diligente”, come ho detto molte volte.

Però devo insistere ripetendo quelle parole che descrivono adeguatamente le condizioni del tuo programma di addestramento. E’ per noi imperativo che tu inizi a cercare a fondo altre informazioni di natura personale, in modo che possiamo eliminare i tuoi blocchi per arrivare al nucleo. Ci sarà sempre un altro modo migliore in cui potrai agire o rispondere; un modo che esiste oltre il tuo punto spazio-temporale e la tua normale concentrazione. Questo modo è illustrato dalla tua propensione al coinvolgimento nel programma spaziale, come lo chiamiamo noi; il tuo coinvolgimento con le specie extraterrestri.

Questo diviene una chiave per rivelare la mappa della tua psiche, come abbiamo visto, troppi potenziali rimarrebbero inattivi senza quest’altro sistema. Quindi, prima di poter trasferire l’argomento di queste letture da te a fuori di te, devi pulire a sufficienza il tuo karma, per rendeti indipendente da questa guida. Può servire del tempo. Nel frattempo, non prenderti troppo seriamente, è problematico, perchè questo porta a depressione e ansia. Sappiamo che i tuoi tempi e le tue situazioni sono difficili, ma sei fortunato, puoi essere sicuro che c’è una uscita e che ti avvicini.

Molte volte nel passato vi abbiamo cercato di insegnare il potere delle vostre credenze, che possono modificare la realtà. La ragione per cui non approfondiamo è che hai una fonte adeguata con i libri di Seth, utili a rivelare questa informazione, di importanza cruciale. Solo la scorsa notte hai decodificato il fatto che quando rifiuti la marijuana, rifiuti il piacere e così, ti tagli fuori dalla terza dimensione come la conosciamo.

(Nota: Arriveremo a questa storia più avanti. Scrivere questa parte del libro è incredibile per me, molte di queste memorie erano completamente affossate nella mia mente subconscia, come se non fossero mai esistite.)

Ora, stai capendo che il piacere di una compagna è di nuovo tuo, puoi approfondire aree della tua mente ancora nascoste. Senza dover essere concentrato sulla sopravvivenza, ti liberi da un grande peso e da tanta ansia. Avete ereditato un intero sistema d’azione e pensiero e sensazioni, che causa grande limitazione ed è inerentemente stressante. Il sistema non vi farà espandere ulteriormente se non lo trascendiamo. Tutte le cose che dico dovreste saperle, ma nell’organizzare il vostro pensiero e nell’agire, i significati diverranno più chiari.

D: (Una domanda introdotta nella mia mente:) “Sono nato davvero lì?”

Sei nato molte volte e hai avuto molti cancri. Questo è un fatto che dovreste comprendere indagando il problema della rabbia. Nel momento presente, non siete sfuggiti da questi sistemi. E’ importante assicurarci che vengano espulsi e puliti. E’ terribile che vi sentiate così arrabbiati con voi stessi. Stiamo facendo tutto il possibile perchè non continui. Gli scienziati stanno impazzendo, con tutto l’avanzamento delle informazioni attorno a loro, così rapido che non riescono a gestirlo. Questo diverrà più interessante mentre vedrete i progressi, perchè nessuno sarà più esperto in nulla, l’informazione diviene così diversificata da diversi canali, che non c’è altra via dove può passare..

Questa è la fine della trascrizione. Ora, torniamo a discutere delle implicazioni delle mie scoperte in questa vita passata. Un caso molto interessante e una conferma dell’esperienza che ho fatto! In quella vita ho ottenuto parti più grandi della storia, per esempio, non sapevo di questa persona Sumera con le abilità psichiche utili a contattarmi in quel modo. Nella mia visione a scuola, non mi era stato “permesso” di vedere il contenuto riguardante il cuneiforme o gli esperimenti per contattare l’intelligenza extraterrestre. La visione di quella vita sembrava concentrata solo sui punti principali, anche se il periodo di tempo sembrava enorme. Chiaramente, la parte più epica è arrivata alla fine. Ero uscito nei campi e ho sentito scuotere la terra. Ho percepito qualcuno che gridava e avvisava di una invasione sanguinaria.

Arrivato a quel punto ero molto avanzato nella meditazione e nella pratica spirituale e così invece di correre e nascondermi, sapevo che non c’erano speranze. Sarei morto in pochi minuti, per una coltellata o investito dai cavalli. Fortunatamente avevo un fiore di loro in mano, mi sono seduto e ho iniziato a fissarlo. Sapevo che era il grande test. Tutta la mia vita avevo lavorato su questa tecnica per indurre un’esperienza extra-corporea, ma con poco successo.

Ora, con l’avanzare dell’armata, dovevo concentrarmi. Ho spento tutto e sono entrato a fondo in me stesso. Ho raggiunto il punto di immobilità. Sapevo che arrivando a vedere la mia faccia nel centro del fiore, avrei potuto trasferirla e finire per osservare il mio corpo dal punto di vista del fiore stesso. A quel punto sarei stato libero e la mia morte sarebbe stata indolore, in quanto sarei uscito dal mio corpo. Continuando a lavorare, con la terra che tremava e l’armata che avanzava, inziò ad accadere! Ho potuto vedere la mia faccia nel fiore di loto. Quindi ho notato qualcosa di inusuale.

Non era il mio viso come David Wilcock, che viveva questo dramma bizzarro, ma piuttosto la faccia di un uomo nero con gli occhi che sembravano identici ai miei, ma con un naso più largo e delle labbra più spesse. Non potevo credere a quanto vedevo. Anche se sapevo che era il grande momento e che quella sarebbe dovuta essere la mia faccia, qualcosa non andava. Cercate di capire che a quel punto, come ho detto, l’esperienza era durata tanto da sembrare come fossero passati 24 anni. Non stiamo parlando di qualcosa di rapido. Era molto strano, come se avessi visto rapidamente un album di foto, fermandomi solo in certi punti, ma in un altro senso, avevo vissuto, respirato e percepito tutte le sfide, le tribolazioni, le lunghe giornate, le gioie e i dolori di una intera vita.

C’erano tempi in cui il fiume era secco e soffrivamo profondamente, quasi fino alla morte. C’erano altri tempi in cui il fiume straripava e scoppiavano pestilenze che rovinavano i campi. Avevamo evitato la morte di continuo. Ora, tutto arrivava alla fine ed ero arrivato al risultato, riuscivo a spingere la mia anima fuori dal corpo. Quando ho fissato questa faccia strana dal largo naso e dalle grandi labbra e con i miei occhi, sono rimasto molto confuso. Quindi nello sfondo ho sentito chiamare il mio nome. “Dave! Dave! Tutto bene? Dave! Dave! Mi senti? Stai bene? Dave! Dave!” Mi chiedevo perchè mi stessero chiamando e sono corso in quella direzione. Con mia totale sorpresa, la forma a spirale del loto si era espansa in un vortice geometrico profondo in cui volavo a velocità tremenda. Arrivando rapidamente alla fonte del suono, ho iniziato a vedere dei visi. Ho riconosciuto quelle facce in mio fratello a sinistra e Jude a destra.

WHAM!

Improvvisamente sono tornato nel mio corpo fisico. Qualcosa era molto sbagliato. Le mie orecchie suonavano come cinque allarmi antincendio. L’intero mondo era distorto diagonalmente, dall’alto a sinistra al basso a destra e non potevo fermarlo. Non riuscivo a tenere le immagini al centro, tutto andava su e giu. Sembrava come se qualcosa mi facesse venire le vertigini e non potevo evitarlo con tutta la concentrazione possibile. Il corpo era incredibilmente dolorante e non capivo da dove venisse il dolore, ero nel panico totale. La mia coscienza era molto distante e sembravo molto fuori dalla realtà. E’ stato terrificante, orribile, incredibile. Non potevo credere d’essermene andato per così tanto tempo e che ora tornavo da questa “Grande Iperventilazione”, seduto a terra nel dolore e circondato da persone che mi fissavano. Ho iniziato a urlare, per assicurarmi d’essere vivo.

“Oh Mio Dio! Sono tutto Devastato! Sono tutto Devastato!”

Mio fratello e Jude erano nel panico e cercavano di calmarmi, toccandomi. “Stai bene, Dave, stai bene, tutto andrà bene, stai bene!” Erano più deliranti di me, dopo avermi visto in quello stato.

“Qualcosa non Va! Il Dolore! Qualcosa mi fa davvero Male!”
“Starai bene!”
“No, il Dolore! E’…Nel mio piede! E’ il mio Piede! Il Dolore è nel mio Piede!”

Ero caduto sopra il mio piede, l’ho spostato con le mani e il dolore era cresciuto. (Saltate la parte seguente se siete sensibili)

Il mio mignolo sinistro era dislocato di 75° a sinistra. Non c’era sangue, non c’erano fratture, ma un dito molto storto.

“Oh mio Dio, rimettilo a posto! Rimettilo a posto!”

Jude prese il dito e lo rimise a posto. Faceva davvero male, specialmente dopo il suo ritorno in posizione. Dopo questa esperienza, fasciai tre dita assieme per far guarire il mignolo. In qualche modo ero caduto in quel modo. Una volta migliorato, mi resi conto che potevo allargare le dita del piede sinistra come faccio con le mani. Ancora oggi non riesco a farlo col piede destro, è una “prova” che è accaduto veramente.

Diviene ancora intorpidito e può fare molto male quando il piede diventa troppo freddo o se suono la batteria in un certo modo e sembra come se le mie ossa sfreghino.

Ho sentito subito che quell’incidente fosse dovuto al karma. Qualcuno mi diceva che non dovevo scherzare assolutamente con la “Grande Iperventilazione”. Mi ero quasi ucciso. Anni dopo, chiesi alle mie letture cosa mi fosse accaduto e la risposta è stata che quell’esperienza di vita passata aveva un proposito. Apparentemente, se non l’avessero fatto, allora sarei passato nei primi stadi della morte e avrei avuto una esperienza di pre-morte al posto dell’altra. Avrei visto il mio corpo a terra con Jude e Mike sopra di me, sarei passato in un tunnel buio, avrei incontrato un angelo di luce che mi avrebbe rimandato indietro.

Quell’esperienza è stata molto meno traumatica e più interessante da un punto di vista karmico. Spostando la mia consapevolezza fuori dalla situazione, sono riusciti a guarire il mio corpo e a riportarmi indietro più rapidamente, in termini di tempo lineare. Dopo aver sistemato il dito, ho iniziato a raccontare tutto a Jude.
“Non capisci! Sono stato via per 24 anni! Non posso crederci!”
Jude: “Di cosa diavolo parli, Dave?”
“E’…durato 24 anni! Sono stato 24 anni in quella capanna vicina al fiume! Non posso credere d’essere tornato!”

Jude voleva chiarimenti ed entrai nei dettagli. Quindi lui mi disse qualcosa che mi sconvolse. Prima la mia domanda è stata:

“Quanto tempo mi avete visto seduto a terra? Dev’essere stato molto tempo.”
“No, per nulla”, rispose Jude.
“Cosa intendi? Cos’è avvenuto?”
“Premevo sul tuo petto e non sono arrivato a 15. Sei caduto improvvisamente a peso morto e sembravi senza coscienza. Abbiamo subito iniziato a urlare per svegliarti e subito non è avvenuto. Quindi dopo circa sei-sette secondi sei tornato e hai iniziato ad urlare, dicendo “Sono devastato, sono devastato.” (11:11 pm 23-3-99)
“Allora è così? Sette secondi? Tutto qua?”
“Sì, non più di 7 secondi, al massimo.”
“Mio Dio, incredibile!”
“Non chiedermi di farlo mai più, fratello. Mi hai spaventato a Morte.”
“Non ti preoccupare, non lo farò”, ho risposto. “Sicuramente questo non voglio ripeterlo mai più”.

La Magia del 3:33

Il passo avanti più grande è arrivato un giorno dopo essere tornato a casa da una visita ad alcuni amici dopo la scuola. Guardavo le case fuori e avevo un pensiero molto strano. Erano così quadrate, isolate, inorganiche, pensavo. Non sarebbe meglio che tutti vivessero assieme? Guardavo la spazzatura davanti ogni casa e pensavo che non c’era molta differenza tra le case e la spazzatura, entrambe cose create dagli umani, non necessarie e distruggevano l’ambiente. Entrai in casa e mi sedetti al tavolo della cucina, con questa idea bruciante in mente. Mi girai per controllare l’orario e le cifre azzurre sul forno a microonde dicevano 3:33.

“Ora è il momento di spingere l’interruttore”, disse Nonno. “Questo lo abbiamo regolato bene. E’ entrato al momento esatto.”
“Quale dispositivo dobbiamo attivare?” chiese Lucia.
“Le orecchie. Voglio assicurarmi che ci ascolti quando impostiamo questa sincronicità dell’orario per lui.”
“3:33?” Mi chiedevo. Allo stesso momento, sento una pressione incredibile alle orecchie e ho la sensazione che parte della mia consapevolezza si alzi oltre il mio corpo. E’ stata l’esperienza più insolita che abbia mai avuto.
Questo evento esplosivo ora è avvenuto oltre 500 volte nella mia vita e non so mai quando accadrà. A volte passa più di un mese senza che avvenga e altre volte accade diverse volte in una settimana.

Sembrano eventi collegati alla crescita che ottengo nella mia coscienza e nessun altro l’ha mai provato allo stesso momento a parte me. Sono così potenti che devo smettere di parlare finchè non finisce e ora so come restare calmo e meditare quando avviene. Ho riflettuto infinitamente sul significato probabile di queste tre cifre e sul perchè di questa esplosione nelle mie orecchie. Anche se non ho ottenuto risposta immediata, ho iniziato a vedere le cifre ripetute sempre più spesso. Per il secondo anno di college, poteva accadere quasi ogni giorno. Non l’ho mai pianificato, avveniva costantemente. Potevo essere seduto a leggere, non guardare l’orologio a lungo e ogni volta che volevo sapere l’orario erano le 3:33, 2:22, 4:44, 5:55, 1:11, 11:11, 12:12 e simili. Avviene ancora giornalmente mentre scrivo queste parole. Ma non andiamo oltre.

Traduzione a cura di Richard
divinecosmos.com


Nota: chiaramente si sconsiglia vivamente di imitare le pericolose azioni respiratorie descritte da Wilcock in questo capitolo, come lui stesso afferma, sono stupide e rischiose per la vita così come l’abuso di droghe e alcol.

David Wilcock: il Risveglio dell’Errante cap. 3 ultima modifica: 2011-06-19T18:25:06+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)