David Wilcock: Il segreto ultimo del calendario Maya

calendario mayaUn Ciclo di Implosione di Aumento Energetico, Culminante nel 2012-2013

Col lavoro del Dr. S.V. Smelyakov e di Y.Karpenko sul Calendario Maya (6), possiamo avere la “pistola fumante” per provare scientificamente che sta avvenendo un cambiamento energetico fondamentale nell’intero Sistema Solare in questo tempo, promuovendo un legame cruciale tra gli effetti locali sul Sole, la Terra e altri pianeti e gli effetti sulla coscienza dell’umanità.

LA PRECESSIONE

Da tempi antichi, tutti questi cambiamenti profetizzati sono stati associati con il culmine di un ciclo maestro di 25.920 anni conosciuto come “precessione”. In Shift of the Ages (10), abbiamo dimostrato come questo ciclo può essere visto nell’attività a lungo termine del sole (3), così come nella rotazione della Terra sul proprio asse. Mostriamo anche come il ciclo del Calendario Maya, di 5.125 anni in lunghezza, sia esattamente un quinto della precessione. (10)

John Major Jenkins, uno dei partecipanti all’evento di Louisville in arrivo (KY) il 26-28 Aprile 2002, ha dimostrato che il 21 Dicembre 2012, la data finale di questo ciclo, l’orientamento “precessionale” di lungo-termine dell’asse terrestre è perfettamente allineato col centro della galassia. (4)

LA SCALA TEMPORALE AUREA

Ora, il gruppo del Dr.Smelyakov ha aggiunto nuove evidenze al caso nella loro pubblicazione intitolata “The Auric Time Scale and the Mayan Calendar.” (6) Questo articolo che state leggendo è il primo che riporta questo importante studio, oltre alla pubblicazione in sè, rimanendo completamente oscuro alla cultura metafisica in internet. Questo è quasi certamente dovuto al suo livello di sofisticazione, rendendolo quasi indecifrabile a chi non è educato in fisica e matematica.

La scoperta di Smelyakov è basata sulle sue prime investigazioni del rapporto conosciuto come “phi” o Sezione Aurea e su come unifichi e leghi i seguenti fenomeni (6):

  • tutti i fenomeni fondamentali in biologia (ritmi fisiologici e cellulari)
  • eventi ciclici in botanica (cicli vegetativi, ecc)
  • cicli in zoologia (conta dei capi di bestiame, il numero di pesci catturati, ecc)
  • cicli metereologici del clima
  • la fisica dei movimenti del Sole e della Terra
  • il flusso e riflusso delle emozioni umane visibili nelle attività del mercato finanziario (ciclo di Kondratiev (2) e altri)
  • eventi nella storia come guerre e livelli di popolazione
  • cicli del comportamento criminale
  • terremoti e altri disastri naturali epici
  • cicli di variazione improvvisa del contenuto di radiazione del Carbonio 14 negli anelli degli alberi

IL RAPPORTO PHI

Chi ha studiato geometria sacra e ha letto i miei libri o altro sul soggetto, sanno bene dell’importanza del rapporto phi, che ha valore 1.6180339. Questo rapporto può essere visto bene nelle relazioni tra le frequenze musicali “Diatoniche” comuni, così come nelle proporzioni naturali della crescita di gruppi di batteri, di vita vegetale, vita animale e del corpo umano.

Quando disegnato geometricamente, appare come la classica forma a spirale che spesso vediamo nelle conchiglie sulla spiaggia. Inoltre, l’importanza del phi è riportata in molte strutture antiche nel mondo.

Come rapporto, bilancia perfettamente le forze di espansione e di contrazione, cosa dimostrabile geometricamente o matematicamente e la sua connessione con la musica mostra che è una caratteristica fondamentale del comportamento della vibrazione. (10,11) Smelyakov e altri asseriscono che le vibrazioni del phi si muovono attraverso il “tessuto” del tempo e dello spazio, per le sue innate caratteristiche armoniche.

MISTERI DELL'”ETERE”

Nel nostro libri The Divine Cosmos, spieghiamo come gli scienziati Russi hanno determinato che quello che chiamiamo “spazio” non è vuoto, ma pieno di un medium energetico che come suggeriva Nikola Tesla, “si comporta come liquido per i corpi solidi e come solido per luce e calore”.

I misteri dell’Universo, dalla formazione “piatta” dell’Universo conosciuto alle anomalie della formazione di galassie, la struttura e la funzione del nostro Sistema Solare e persino il mondo della fisica quantistica, possiamo unificare tutto assieme in un modello singolo e coerente quando reintroduciamo questo medium, che gli antichi Greci chiamavano “etere”.

Come vediamo nel nostro secondo libro The Science of Oneness (11), molti altri misteri della coscienza, della vita e dell’esistenza di fenomeni “psichici”, possono essere spiegati da modelli basati sull’etere e la suddetta lista di cicli legati al “phi”, certamente si aggiunge a quello che sappiamo già dalla ricerca.

Se facessimo vibrare un fluido, allora vedremmo apparire lunghezze d’onda con una relazione phi tra loro. Similmente, la relazione phi può essere osservata nell’Universo, come nei cicli del nostro Sistema Solare.
Sembra che ci muoviamo tra “onde” di energia nella nostra Galassia, in intervalli di tempo basati sul phi e di cui i Maya erano consapevoli (10,11), come vedremo in questo articolo.

IL SINCRONISMO SOLARE-PLANETARIO

Smelyakov ha determinato che il nostro intero Sistema Solare opera in un modo unificato e armonico che lui definisce “il Sincronismo Solare-Planetario”, (SPS) e i suoi valori sono relativi tra loro per un rapporto phi.

Questo lavoro ci permette di prevedere l’esatta orbita di un ipotetico pianeta “Prosperine” oltre Pluto di una lunghezza pari a circa 510.9 anni (6), così come di unificare i movimenti della Fascia di Asteroidi e i vari cicli di attività solare con tutte le altre armoniche (orbite) nel Sistema Solare.

Inoltre, come abbiamo detto, possiamo mostrare che gli stessi cicli influenzano la vita umana e i movimenti dell’andamento economico. Queste connessioni tra i vari cicli celesti e terrestri sono stati scoperte prendendo una unità temporale di base ed espandendola o contraendola per diverse potenze esponenziali del phi, dove phi^0 = 1, e phi^1 è il classico rapporto di 1.6180339 e phi^-1 è .618.

Soprattutto, Smelyakov chiama le varie potenze di phi come “serie Aurea” e assegna a questa serie la lettera F. Ovvero, F è una progressione geometrica come di seguito: F= {…phi^-2, phi^-1, phi^0, phi^1, phi^2,…} e questo ciclo si può espandere potenzialmente all’infinito sia in direzione positiva che negativa. Quindi, per vedere questo Sincronismo Solare-Planetario in azione, iniziamo prendendo un dato ciclo nel nostro Sistema Solare e assegnandolo al centro della serie Aurea come phi^0.

IL CICLO DI MACCHIE SOLARI: UN SOTTO-CICLO DI PHI

Un esempio sarebbe prendere un anno terrestre per questo ciclo di base. Facendo così, scopriremmo che phi^5 è 11.089, molto vicino al valore stabilito degli 11.07 anni terrestri per il “ciclo di macchie solari”.

Questo esempio ci mostra che il ciclo di macchie solari standard di 11 anni è quello che Smelyakov chiamerebbe “quinta armonica-phi” dell’orbita della Terra. Ovviamente, molte persone non si aspetterebbero alcuna connessione tra questi due cicli, dato che il Sole e i pianeti si suppone siano “separati”.

Nel nuovo modello, sono molto ben integrati dall'”etere”. (11) Questo è uno dei molti esempi che mostrano come il nostri Sistema Solare lavori come un sistema miracolosamente unificato, ma nei modelli fisici ufficiali che escludono l’esistenza di un “etere”, questi collegamenti non vengono visti o vengono ignorati.

ARMONICHE DEL PHI ATTRAVERSO IL SISTEMA SOLARE…E LA NATURA

Smelyakov spiega che la maggioranza della “armoniche-phi” che si possono trovare nel Sistema Solare, sono basate sia sull’orbita della Terra di 1 anno che sul ciclo di macchie solari di 11.07 anni. (6)

Ognuno di questi cicli può essere usato come punto centrale sul quale calcolare le armoniche del phi. Facendo questo, Smelyakov dice che prendendo varie potenze del phi o varie potenze di 2xphi da questi “semi” di cicli temporali, otteniamo “i periodi più conosciuti nella Natura e nella società, dalla biologia alla geologia, inclusi i cicli economici.” (6)

La grandiosa scoperta del Dr.Smelyakov è che il ciclo del Calendario Maya è stato scoperto con un processo simile al suddetto, dove un dato ciclo temporale con una dato momento di partenza viene diviso in “una sequenza di intervalli (in esso che hanno una) durata decrescente (secondo phi)”.

COLLIDE IN UN “PUNTO DI IMPLOSIONE”

E’ importante ricordare che l’intero ciclo diminuisce fino ad un momento finale alla fine del ciclo. Benchè la serie F basata sul “phi” possa teoricamente estendersi infinitamente in ogni direzione, quando avete a che fare con una serie che decresce esponenzialmente in durata, il ciclo converge in un punto finale, semplicemente rappresentando intervalli di tempo sempre più piccoli.

Sarebbe lo stesso di un punto centrale della spirale in una conchiglia che implode nella sua curva, teoricamente all’infinito, non potreste definire chiaramente dove si trovi la fine della spirale. Smelyakov quindi ha applicato la “serie Aurea” F al ciclo del Calendario Maya. Facendolo, questo punto finale convergente all’infinito si raccoglie sulla data del 21 Dicembre 2012. (6)

Fatto questo, vediamo che questo ciclo “phi” implosivo ha chiari effetti sugli oggetti celesti nello spazio interplanetario e sul comportamento delle forme di vita nel tempo, questo può spiegare perche i Maya affermarono che “il tempo collassa” alla fine del loro Calendario. (3,4)

Queste connessioni sono state suggerite precedentemente ed esplorate intuitivamente da Terence McKenna nel modello “Timewave Zero”, ma ci sono ancora controversie sulla scientificità delle sue scoperte. Con l’aggiunta del Dr.Smelyakov, ogni mistero rimanente viene chiarito in un modello più verificabile che supporta la premessa di base di un “ciclo implosivo” centrato attorno al 2012-2013.

IL CICLO DEL CALENDARIO MAYA E’ STATO USATO COME UNITA’ TEMPORALE CENTRALE

Come abbiamo detto, tipicamente Smelyakov prenderebbe il valore dell’orbita terrestre di un anno o il valore del ciclo di macchie solari di 11.07 anni e lo metterebbe nel centro della serie Aurea (phi^0) per localizzare gli altri cicli.

Col Calendario Maya, è stato fatto lo stesso processo, eccetto che la lunghezza totale del Calendario Maya di 5.125.3661 anni è stata usata come unità di tempo centrale per la serie Aurea e sono state calcolate le varie “armoniche” di phi, in numero di anni.

“IMPROVVISI CAMBIAMENTI MONDIALI” AD OGNI BIFORCAZIONE

E’ stata usata la data comunemente accettata del 6-13 Agosto 3113 A.C. come origine del ciclo. Infatti, Smelyakov ha scoperto “improvvisi cambiamenti mondiali” in ogni punto del ciclo determinato da questo sistema. (6) Il set generale di categorie che Smelyakov ha correlato alla serie Aurea è il seguente:

  • Cataclismi naturali globali (sulla Terra) e fenomeni nello Spazio (supernova di stelle vicine nella nostra Galassia);
  • La venuta di Grandi Maestri per l’umanità, così come di grandi filosofi e scienziati;
  • L’origine di calendari (sistemi di misurazione del Tempo-Spazio);
  • Andamenti demografici (specificati dalla popolazione della Cina come indicatore della tendenza mondiale);
  • La formazione e l’interazione di sistemi religiosi/filosofici e di Stati.

Alla fine di questo documento, vedremo l’integrazione di queste categorie nella Tabella estrappolata n.10 dal lavoro di Smelyakov, che specifica cosa avviene in ogni “punto di controllo del ciclo”. Possiamo vedere in particolare che abbiamo una combinazione di cambiamenti cataclismici con effetti sulla popolazione e nella qualità della coscienza spirituale dell’umanità come vediamo nella venuta di grandi maestri, filosofi e scienziati, così come nella formazione e interazione di nuovi sistemi religiosi e filosofici.

Quindi, quando un ciclo che ha connessioni dimostrabili con la coscienza spirituale viene visto convergere nel nostro vicino futuro in un “Punto Omega” di grande intensità energetica, abbiamo importanti evidenze per cui questo momento corrisponda ad un grande cambiamento della coscienza dell’umanità. (6) Questo sembrerebbe l’avverarsi di varie profezie sull’Ascensione che troviamo in molte tradizioni spirituali, anche nel Cristianesimo.

DEMOGRAFIA

Per fornire una base completa allo studio storico e mostrare il flusso e riflusso dei livelli di popolazione e dei centri culturali, Smelyakov si concentra sulla statistica della demografia della Cina, in quanto hanno accurati dati rimasti ininterrotti da oltre 2000 anni. (6) Infatti, ha scoperto che tutti i maggiori cambiamenti demografici in Cina si raggruppano precisamente attorno ai “punti di controllo” come specificati dalla Serie Aurea del Calendario Maya. Le fasi generali in base al ciclo Aureo includono:

  1. Processi prolungati di condensazione dei centri di civilizzazione;
  2. Periodi relativamente brevi per la fondazione di nuove culture in alcuni dei centri suddetti;
  3. Crescita ed espansione violenta di nuove culture separata da quelle “genitrici”.

Due “punti di biforcazione” di cambiamenti estremi si trovano nel 2003 e 2008 come stabilito dagli studi di Smelyakov, relativi a cicli di movimento planetario e a tempi stimati statisticamente, sui cambiamenti più significativi della popolazione in Cina.

(13/3/09: Jan Wicherink ha scoperto che il punto finale era leggermente “fuori” calibrazione. La “correzione” risultante dei “punti di biforcazione” ha piazzato l’evento proiettato nel 2008 sul 20 Marzo 2009. L’elezione di Obama, accoppiata col collasso economico e la risultante “pulizia” in corso, è una delle maggiori realizzazioni di questa profezia.)

PREDIZIONE CORRETTA DELL’ 11 SETTEMBRE

Non ci sono dubbi che dopo la pubblicazione del lavoro di Smelyakov nel 1999, siano avvenuti drammatici cambiamenti. L’accuratezza delle sue predizioni sui cicli, viene ulteriormente evidenziata dal fatto che nel Dicembre del 2000, ha correttamente appuntato la data dell’11 Settembre (con una finestra di 10 giorni attorno al 16 Settembre) come un momento “estremamente pericoloso” per l’umanità, associato a incidenti aerei o di altro tipo, fallimenti dell’economia e guerra. (7,8,9) Persino le nazioni coinvolte nel problema, inclusi gli USA, Israele e l’Afghanistan, erano incluse nella sua predizione, menzionata nel magazine The Mountain Astrologer. (5)

TERREMOTI

Smelyakov ha dimostrato anche la correlazione tra le Serie Temporai Auree del Calendario Maya e i maggiori terremoti. Prima del ventesimo secolo, non esisteva la scala di misurazione Richter e la severità dei terremoti era basata sul numero di morti. Il Centro Nazionale di Informazione sui Terremoti della Russia, ha elencato i maggiori 21 terremoti nel mondo dal 856 AD fino ad oggi e tutti avvengono durante uno dei “punti ciclici di controllo”.

Inoltre, la natura “implosiva” del ciclo si vede dal fatto che da un totale di 21 terremoti, 9 di essi sono avvenuti nel ventesimo secolo. (6) Questo suggerisce fortemente che i metodi di predizione convenzionali per i terremoti e le analisi, devono essere abbandonati e unificati in una visione “eterica”. (11)

CONCLUSIONE

Lo studio del gruppo del Dr.Smelyakov mostra che il Calendario Maya, quando propriamente compreso, non viene visto come ciclo lineare di tempo, ma come punto focale per un ciclo esponenzialmente “implosivo” di tempo, basato sul phi. (6) Basandoci sulla nostra ricerca in via di pubblicazione, sentiamo che questo ciclo delinei il nostro movimento attraverso aree progressivamente di maggior vibrazione eterica nella Galassia.

Ogni volta che ci muoviamo in un nuovo strato dove la vibrazione dell'”energia di punto zero” nello spazio aumenta, abbiamo diretti effetti fisici. Questo ciclo ha direttamente causato le ultime tre inversioni geomagnetiche sulla Terra, una notevole successione di potenti terremoti ed esplosioni di “supernove” nelle aree vicine della nostra Galassia. (6)

MAGGIORI AVANZAMENTI SPIRITUALI

Quasi ogni insegnamento religioso nel mondo si è originato durante uno di questi punti ciclici, incluso quello di Krishna, Vyasa, Zoroastro, Gautama Buddha, Fu-Si, Lao-tzu, Confucio, Pitagora, Platone e il Cristianesimo. (6)
Praticamente tutte le antiche civiltà conosciute hanno creato calendari in questi periodi, includendo Cina, India, Iran, Babilonia, Egitto, quella Maya, ecc..(6) Ora col lavoro del Dr.Aleskey Dmitriev (1) abbiamo anche visto come l’intero Sistema Solare mostri segni di un aumento di carica energetica.

E’ notevole che i Maya siano stati in grado di codificare questo ciclo così chiaramente nel loro Calendario, con le connessioni al fenomeno lineare della precessione e con un fenomeno esponenziale basato sul “phi”, che ha tali effetti energetici sia sul piano materiale che nell’arena della coscienza.

E’ ancora più notevole che questo ciclo avanzi con un aumento di intensità fino a quando la posizione precessionale della Terra si trova in allineamento con centro della nostra Galassia. (4) Il mistero del come e perchè tutti questi cicli siano collegati sarà svelato e integrato nel nostro libro finale, The Divine Cosmos.

NESSUNA RAGIONE PER AVER PAURA DEI CAMBIAMENTI

Combinando gli effetti dei cambiamenti geo-cosmici con il fiorire dell’umanità nel senso spirituale e culturale, vediamo che mentre il ciclo continua ad accelerare esponenzialmente la sua frequenza di vibrazione energetica fino alla “singolarità” del 2012-2013, possiamo aspettarci un aumento rapido nella consapevolezza dell’umanità, che porta a discontinui mega-eventi dove il “tempo e lo spazio collassano”.

Noi crediamo che non ci sia da aver paura, perchè ci stiamo muovendo letteralmente in uno spostamento delle caratteristiche di base della materia, dell’energia e della coscienza. Nel nostro secondo articolo su questo sito, intitolato “A Scientific Blueprint for Ascension”, abbiamo dimostrato la connessione tra questi cambiamenti energetici e l’evoluzione della vita sulla Terra. Il lavoro del Dr.Vladimir Poponin, del Dr.Glen Rein e di altri, mostra che il DNA è realmente un “effetto di campo” energetico che appare come caratteristica innata delle “vibrazioni” dello spazio-tempo attorno a noi.

TRASFORMAZIONE DELLA MATERIA FISICA E DELLA VITA

Con questi cambiamenti energetici esterni, abbiamo anche cambiamenti nella vita e come abbiamo dimostrato in The Science of Oneness (11), con l’aumento di questa energia raggiungeremo un limite che trasformerà letteralmente la materia in un dimensione o “densità” energetica superiore, rendendola invisibile a quelli della nostra “terza densità” o dimensione.

Benchè sembri incredibile, sappiamo di importanti casi di sparizione e/o invisibilità di umani o di effetti anomali sulla materia in presenza di campi energetici di alta intensità. Questi includono effetti di “vortici” come quelli documentati nei Triangoli delle Bermuda o del Diavolo, così come nelle meno conosciute anomalie causate dai tornado. (11)

ALBA DI UNA ERA DORATA

Dalla nostra ricerca, sembra che gli Antichi conoscessero la venuta di questo tempo e vi si riferissero come alba di una Era Dorata per l’umanità, come mai abbiamo immaginato.

Tutti noi abbiamo l’opportunità di sperimentare una iniziazione collettiva, come direbbe Gregg Braden, in cui dobbiamo scegliere di muoverci fuori dalla paura e nella fiducia sulle profezie che ci sono state fornite. Queste profezie includono le parole di Gesù di Nazareth, che ha detto: “Come io faccio queste cose, così faranno loro e cose ancora più grandi…” (Giovanni 14:12)

APPENDICE

Segue il contenuto completo della Tavola 10 dal documento di Smelyakov e Karpenko, che descrive nel dettaglio l’esatta natura dei vari tipi di eventi che si raggruppano in ogni punto della Serie Aurea basata sul Calendario Maya. (6) Ulteriore contesto e dettaglio sono ottenibili scaricando lo studio completo. I numeri che vediamo prima di ogni paragrafo iniziano col numero dell’armonica di phi in questione, da -2 a 10, seguita dal numero stimato della popolazione in Cina al tempo, rappresentato come una figura che indica quanti milioni di persone esistevano in quel periodo.

Il terzo valore mostra l’esatto punto in cui la popolazione è aumentata spontaneamente in grandezza in un breve periodo, basato sul censimento Cinese. Il quarto numero finale è la vera data calcolata in base alla Serie Temporale Aurea. Certi speciali periodi e/o l’omissione di alcuni numeri vengono spiegati nel documento di Smelyakov e per brevità non includiamo queste spiegazioni.

CONTENUTO DELLA TAVOLA 10

Table 10. Separation Epochs of Auric Cycles for the Mayan Calendar and their Synchronism with Global Geocosmic Phenomena, Demographic Trends, and Development of Consciousness

(-2) 3.85 11,434 BC 11,446 BC

Epoch of termination of the last glacial era (XII-th millennium BC) Flash of Supernova; Geomagnetic inversion (second to the last); Intensification of earthquakes and volcanic activity (XIII-XI millenniums BC) Change in surface of Central Asia (XII-th millennium BC)

(-1) 6.22 6294 BC 6296 BC
Flash of Supernova; Geomagnetic inversion (next to the last); Growth of concentration of precipitated uranium (VIII-VII millenniums BC)
Birth of Zoroaster (6194 BC — by Aristotle)
Epoch of ruin of Atlantis (by Platon)
Epoch of “Creation of the World” (by Augustine et al.)
(0) 10.07 3113 BC 3113 BC
The last geomagnetic inversion (3.2-2.9 millenniums BC)
Total Solar eclipse at vernal equinox (3306 BC)
Beginning of the Kali Yuga (about 3100 BC)
Beginning of the Mayan Calendar (3113 BC)

Emergence of Sumerian civilization and Babylon (about 3000 BC): in those times they were provided with the star ascending tables and (at least, since 2500 BC) they used the Solar-Moon calendar.

Up to the epoch of 3000 BC (since 4000 BC), the heliacal rise of Sirius in Memphis was the “exact” calendar for the annual flooding of the Nile River.

Krishna, his era and record of the legend — over 3000 BC

Vyasa, founder of Vedanta (about 3100)

Fu-Si (about 2852 BC) and his heirs had found and expanded the Chinese Empire up to the Eastern Sea and ordered the calendar that was later improved more fully during succeeding centuries; as well, Fu-Si discovered the trigrams that were further developed (See below) into the I Ching in the Age of Confucius

Yudistir (died in 3101 BC) — founder of the Indrapresht, on the ruins of which Delhi was built in the XVII-th century (See Akbar, below)

(1) 16.28 1147 BC 1146 BC

Significant intensification of tectonic activity coincides with a growth in the concentration of precipitated uranium (about 1200 BC)

The Golden section of the Mayan Calendar (from the end to the beginning), 1155 BC
Fall of Troy (1194 BC)
End of the age of the creation of the Mahabrata (1500-1200 BC)
The discovery of Tibet and China by the Europeans
Beginning of the Iron Age (1200-1180 BC)
Ramses II (1314-1200 BC) establishes the Calendar of “lucky/unlucky” days
(X) 550 BC
Coming of the Great Pleiad of the Initiate Adepts and thinkers:
Gautama Buddha (621-544 BC)
Historical Maitreya (V-th century BC), Mahatma, successor of Gautama Buddha
Zoroaster (VI-th century BC)
Pythagoras (570-496, or 582-507 BC), Initiate, the most known of the mystic philosophers

Plato (427-347 BC), Initiate, the greatest European philosopher of the pre-Christian Age; he reflected the ideas of Vedanta and Pythagorean concepts

Herodotus (birth about 484 BC), the most exact of the historians, the founder of the European historical science

Anaxagor (about 500-428 BC), famous Ionian philosopher; one of those who firstly disclosed the secret Pythagorean concepts

Anaximander (610-546 BC), the first who put forward the concept of the evolution of human beings

Lao-tzu (VI-th century BC)

Confucius (551-479 BC)

Destruction of the Jerusalem’s Temple, Babylonean Capturing (588 BC);

Final fall of Babylon (539 BC), being one of the richest countries and the hearth of science and culture

Greece makes the Eleusics (viz. initiations) the source of profits (520 BC)

The Phoenician expedition was the first to go around Africa (in the middle of the VI-th century BC), and was surprised by the anti-clock-wise movement of the Sun that they observed

Iran established a Zoroastrian calendar similar to the Egyptian type (VI-V centuries BC)

Solon (640-560 BC) established (in 593 BC) the first regular Solar-Moon Greek calendar which was edited by Meton in 432 BC

Phales of Miletus (625-547 BC), the first in Europe to be known by name who was recorded as predicting a Solar eclipse

Creation of I Ching (VI-th century BC) — the number-one book in the history and culture of China, which is closely associated with the binary structure (2^6 =64) of the Mayan Tzolkin

(Y) 2 26.35 69 AD (56) 71 AD

Engendering of the Christianity; first persecutions of the Christians

Apostle Paul

Buddhism in China (65); great Chinese movement to the West

Worldwide Hebrew massacres (65)

Destruction of Jerusalem’s Temple (70)

Eruption of Vesuvius (79)

Migration of Huns; Starting of the Great transmigration of peoples in Eurasia

The age of Sak (78) — beginning of count of days in the national Indian calendar being officially accepted in 1957

Apollonius of Tian (Birth in the beginning of the 1st century AD, lived for about 100 years),

Initiate, earnest devotee of Pythagoras, the most famous historical personality of the “Age (viz. century) of Miracles’”

Simon Magus (1st century) — the second, after Apollonius — a famous Gnostic and magician who was called “The Great God’s Might”

Claudius Ptolemaeus (end of the 1st century — middle of the 2nd century) — the creator of Almagestum and geocentric system which were used in astronomy until Copernicus, and the author of the Tetrabiblos, which still has an outstanding role in astrology that has steadfastly remained valuable right through to the present

(3) 42.63 820 AD 823 AD

Earthquakes in Iran in 856 (200,000 victims) and in 893 (150,000 victims)

The miraculous disappearance of the people of the Mayan Empire (830)

Beginning of the Kiev’s Rus (See below)

(944 AD) Z (944 AD) 1035 AD

Flash of Supernova (1054)

Birth of the historical Quetzalkoatl (Kukulcan) (947)

Igor’s (Kiev’s famous duke) campaign against Byzantium (944),

Baptism of Kiev’s Rus (988)

Starting of Indian and Himalayan campaigns of Mahmud (1001-1013)

Tibet-China war (1015)

Mongolia establishes the calendar relevant to Chinese analogue (1027)

(4) 69.98 1285 AD 1287 AD

Earthquakes in Asia Minor in 1268 (60,000 victims) and in China in 1290 (100,000 victims)

Dissemination of Zen Buddhism in Japan (XIIIth century)

Invasion of Mongols in China, Japan, Java, Punjab (1276-1293)

Foundation of the Parliament in England (1265); Origin of the Ottoman Empire (1288), Moscow (1276) and Lithuanian (1293) Princedoms

Proscription of Hebrews from England, Christians from Palestine (1290-1291)

Decay of new Maya

(5) 111.61 1572 AD 1574 AD

The most terrible (relative to victims — 830 000) earthquake on record in the world, China, 1556

Dreadful epidemic of the plague in Europe (1563) during a great conjunction of Mars, Jupiter and Saturn

Flashes of Supernovas: in 1572 (Tycho Brahe) and in 1604 (Kepler)

Europe: beginning of Renaissance, development of capitalism, Reformation and dissemination of Christianity over the world, establishing of world-wide empires, great geographical discoveries of 15-16 centuries

Asia: flourishing of the Mogul empire of the emperor Akbar (1542-1605) being called “the Solomon of India”

Flourishing and reformation of Moscow and Lithuanian Princedoms into kingdoms (1547, 1572, respectively); subjugating of Siberia by Ermak (1582)

Massacre in Vassi (1560), uprising of Huguenots in France (1567), Massacre of St. Bartholomew (1572), Religious riots in Japan (1571), London’s punishment (1588)

Dissemination of heliocentric world outlook: Copernicus (1473-1543), Tycho Brahe (1546-1601), Giordano Bruno (1548-1600), Galileo (1564-1642), Kepler (1571-1630)

(1718 AD) (1718 AD)

A series of most destructive earthquakes: Caucasus, 1667 (80,000 victims); Italy, 1693 (60,000); Iran, 1727 (77,000)

Storm of Potala (1717); Manchurian Dynasty subordinates the land of Tibet (1720)

The reformation of Russia into an Empire (1718-1721), the first general census

The discovery of Easter Island and its monuments (1722) — the only remains of Lemuria

The creation of a physical and mathematical foundation for the sciences: Newton (1643-1727),

G.W. Leibnitz (1646-1716) et al.

(6) 180.60 1749 AD 1752 AD

A series of most destructive earthquakes, tsunamis and typhoons: India, 1737 (300,000 victims); Portugal, 1755 (70,000); Italy, 1783 (50,000)

The commencement of the industrial revolution and the flourishing of materialistic science, the disappearance of feudalism in Europe and the formation of colonial empires

Beginning of raids of Ahmed-Durran to India, riots in Mongolia and China (1747), intestine

wars in Java Island (1750). Seven Year’s war, British-French wars in America, India; taking of

Pandishery by British troops (1750-1763)

Discovery of Uranus (1781)

(7) 292.21 1859 AD 1861 AD

Beginning of the age of triumph of materialism, pragmatic ideology and science

Helena Blavatsky (1831-1889) — publication of the Secret Doctrine

Abolition of serfdom in Russian Empire (1961), the last serfage in Europe and on the 1/6 part of the land

Wars, revolutions, riots occur in many places on ideological and religious grounds (1845-1875)

Theoretical prediction and discovery of Neptune (1846)

(1901 AD) (1901 AD)

The epoch of beginning of the last evolutional cycle (1901-2013, viz. the XX-th century) within the 7-phase Auric structure of the Mayan Calendar, which defines the period of continuous and accelerating reorganization of the world as a unitary system, both in material and ideological spheres

The period of the most destructive earthquakes (See Para. 12.3)

“The twentieth century has laid up for the humanity very strange events, and it may even happen for this century to be the last one” [15]

(8) 427.88 1926 AD 1929 AD

The age of Pluto — symbolizing the development of nuclear power, world wars and world-wide cataclysms in both material spheres and the realms of consciousness.

Discovery of the planet Pluto (1930) in this cycle is directly accompanied by the reaction of Pluto, the Sovereign of the underground kingdom, during the period of 1920 to 1935, we see 5 of the 21 most destructive earthquakes over the 1140 years of registration, which seized about 650,000 lives. We see the world-wide economical crisis, the world war that killed about 50,000,000 people, and the ideological split of the world community into two “superpower” systems with the looming threat of nuclear war

(9) 765.08 1968 AD 1971 AD

Earthquakes: Peru, 1970 (66,000 victims), China, 1976 (from 255,000 to 655,000); Iran, 1990 (50,000)

The age of the collapse of consciousness, seen by the inability to adapt to the onsequences of this frontal breach into unprecedented spheres of knowledge and technology, which makes humankind the hostage of its achievements. Firstly, this is seen with global computerization and informatization of life; it is also seen with the exploration of Space (flights to other planets, space stations, militarization of the space). Then, we see the ecological and technological crisis, and the problem of the exponential growth of knowledge and technologies exceeding the human ability to monitor the consequences; there are epidemics in developed countries (AIDS, etc.)

Dissemination of the Eastern philosophy to the West, and Western logic and technology to the East.

[1987 AD] Flash of Supernova SN1987A in 1987 AD (See Para.12.3)

Intensification of technological, natural and ideological cataclysms: Chernobil Catastrophe, problems with utilization of chemical and nuclear wastes, heating of the atmosphere, seismic/volcanic drift of the Pacific platform, growth of ozone holes, etc.

Ruin of the communist world. Continuous political and armed world-wide confrontation on ideological and religious bases.
10 1238.05 1994 AD 1997 AD

The establishment of a “new world order” presenting misbalance on the background of the demographic “explosion” and global (natural, social, and technological [11-13]) cataclysms, the development of which is intensified with the coming of Saturn to the sign of Taurus (March 1, 1999)

Unprecedented (since WWII) military action in Europe begins exactly at the comet Hale-Bopp Time Focus on March 24th , 1999, which was previously manifested by military conflicts and riots in Albany (1997) and Kosovo (1998)

[Note: It is remarkable to point out here that one of Dr. Smelyakov’s most serious Hale-Bopp time foci was for Sept. 16, 2001, +/- 5 days. This data was published in The Mountain Astrologer magazine in the winter of 2000.

Smelyakov associated this period with “a series of events of extreme nature”, and suggested that the countries involved would include the USA, Balkans, Central Europe, Moscow, India, Israel, Japan and Afghanistan.

He indicated that there would be marked splashes in mental collisions, political disorders and military operations. The “splashes” that Smelyakov had referred to were seen as air and space crashes, fires and other technogeneous catastrophes.

He made this prediction in the winter of 2000, saying that the time around the 16th was “dangerous.”]

(11) 2003.26 2010 AD 2013 AD

The end of the Mayan Calendar

RIFERIMENTI

(1) Dmitriev, Aleskey. Planetophysical State of the Earth and Life. The Millennium Group, January 1998.

(2) Fisher, D. Kondratieff Wave. May, 1998.

(3) Gilbert, Adrian and Cotterell, Maurice. The Mayan Prophecies. Element Books, Inc., 1995. ISBN: 1-85230-906-7

(4) Jenkins, John Major. Maya Cosmogenesis 2012. Bear & Company, 1998.

(5) Reynolds, Carolyn. Monthly Horoscopes. November, 2001.:

(6) Smelyakov, S.V., Karpenko Yu.B. THE AURIC TIME SCALE AND THE MAYAN FACTOR: Demography, Seismicity and History of Great Revelations in the Light of the Solar-Planetary Synchronism. Kharkov, 1999. ISBN: 966-7309-53-3: http://timeofglobalshift.com/Science/AMCC.pdf

(7) Smelyakov, S.V., Whether the Comet Hale-Bopp is Opening the Gate to the Forthcoming Decade? November, 1997.

[8] Smelyakov, S.V., The Focuses of the Comet Hale-Bopp, Solar Activity and Major World Events. Summer, 2001.

(9) Smelyakov, S.V., The Focuses of the Comet Hale-Bopp — the Magic Spectacles for Seeing the Mosaic of the Mundane Trends? Summer, 2001.

(10) Wilcock, David. The Shift of the Ages. December, 2000.

(11) Wilcock, David. The Science of Oneness. April, 2001.

David Wilcock

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

David Wilcock: Il segreto ultimo del calendario Maya ultima modifica: 2009-04-25T11:42:11+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)