Desideriamo apprendere come viaggiare nello spazio, anche se la fonte d'informazione rimane taboo a livello accademico?

Il Giornale Online

di Red Collie (Dr. Horace R. Drew) (cropcircleconnector.com)

Gli “artisti dei cropcircles” ci dicono che sanno come curvare lo spazio per generare wormholes o propulsione spaziale, usando “il potenziale A del vettore magnetico” in modo simile all'effetto Bohm-Aharonov (ma più intenso).

“Ad oggi avreste dovuto apprendere come lasciare il pianeta, ma siete ancora intrappolati. Questo è di importanza fondamentale, perchè la Terra presto non vi supporterà e non riuscirete ad andarvene”, visitatore entrato in contatto con Whitley Streiber nel 1998. Nei passati 22 anni (1990-2012), i campi dell'Inghilterra, dell'Europa e degli USA, ma anche in Brasile, Messico o Argentina, sono stati usati per produrre immagini di natura misteriosa e spesso tecnica. Molti ricercatori seri, credono che queste immagini siano prodotte da razze extraterrestri benevole, che cercano di elevare le società umane, sia spiritualmente che scientificamente, ma restando a distanza di sicurezza.

Per esempio, gli artisti continuano a mostrarci immagini che sembrano riprodurre “wormholes spaziotemporali” o “UFO triangolari”, anche se sulla Terra non siamo a questi livelli tecnologici, non ancora. Questi extraterrestri sanno sicuramente aprire wormholes per il viaggio spaziotemporale o come usare energie magnetiche per la propulsione. Cosa sanno a livello di fisica fondamentale, che noi non sappiamo? Cercherò di estrarre qualche utile informazione, da una serie di cropcircles (su cropcircleconnector.com, lucypringle.co.uk e cropcirclecenter.com). Forse da qualche parte un ricercatore accademico o industriale sarà disposto ad apprendere queste informazioni extraterrestri? I cropcircles restano taboo nelle società occidentali. Nessuno può parlarne liberamente su canali di informazione mainstream, mentre un numero crescente di mezzi extraterrestri attraversa i nostri cieli!

Solida evidenza di questo fenomeno paranormale è stata riassunta nel 2011 http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/time2012a.html e parte del puzzle chiaramente intelligente è stata descritta http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/time2012b.html In questa nuova serie del 2012, abbiamo studiato cosa ci insegnano sul magnetismo o su nuove tecnologie per l'energia. Questi dispositivi sembrano comuni tra le razze extraterrestri, anche se non siamo in grado di produrle http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012a.html http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012c.html http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012g.html

Ignorare queste immagini solo perchè considerate “taboo”, sarebbe stupido. Non possiamo fare gli stupidi mentre l'ecosistema della Terra collassa e potremmo doverla lasciare presto.

“Wormholes” nei cropcircles: quali sono le loro capacità tecniche?

Durante l'estate del 2006, abbiamo visto vari “wormholes spaziotemporali” nei simboli dei cropcircles:

L'immagine in alto a sinistra mostra un doppio-wormhole “anello romano” per il viaggio temporale. L'immagine in alto a destra mostra un quadruplo-wormhole “anello romano” per il viaggio temporale, con due dei quattro wormholes, attivi. L'immagine in basso a destra mostra due “wormholes” che si uniscono lungo lo spazio e il tempo curvati, tramite le loro “giunzioni”. I nostri fisici teorici hanno già lavorato sul concetto di “wormhole”, ma non sanno come produrne uno. Le ipotesi indicano buchi neri supermassicci, energia negativa o altri schemi poco plausibili. La pista corretta sembra molto più semplice di quanto si pensi, l'uso di un aspetto poco studiato del magnetismo, detto “potenziale A del vettore magnetico”.

Spiegherò le basi del “potenziale A del vettore magnetico” e quindi descriverò come lo utilizzino le razze extraterrestri, in base ai cropcircles. Non possiamo dire con certezza che tutti i cropcircles siano paranormali, alcuni sono prodotti dall'uomo. Per affrontare questa difficoltà ho adottato un approccio statistico, dove lo stesso tema scientifico sembra essere ripetuto in più di una stagione, perchè venga accettato.

Cos'è il potenziale A del vettore magnetico e come può “torcere lo spazio”?

Ora inizia la parte scientifica. Dovreste capire abbastanza bene grazie alle immagini. Se avessero voluto mostrarci della matematica complessa, l'avrebbero fatto. La forma più semplice del “potenziale A del vettore magnetico” si manifesta nell'induzione elettromagnetica, usata in ogni motore elettrico. Supponiamo di avere un campo magnetico B in direzione verticale, come in basso a sinistra, il potenziale A è una “torsione dello spazio” orizzontale rispetto al campo B.

Per esempio (come vedete a destra), se applichiamo un voltaggio ad un rettangolo di metallo conduttivo, questo indurrà una corrente elettrica J attraverso una bobina vicina, che si avvolge attorno ad un lato del rettangolo. Questa corrente J produrrà un campo magnetico B, che si muove verticalmente lungo il filo. Tale campo può estendersi persino all'altro lato del rettangolo, dove si sposterà verticalmente. Attorno a questo campo magnetico B “invisibile”, avremo il campo del “potenziale A del vettore magnetico”, dove lo spazio subisce “torsione”. Se mettiamo un filo nel lato lontano di questo rettangolo, verrà indotta una nuova corrente elettrica. Questo (in parte), perchè gli elettroni nel filo si sposteranno circolarmente nello spazio, a causa di un campo prodotto dal potenziale A del vettore magnetico. Spieghiamo la natura del “potenziale A del vettore magnetico” con una semplice analogia, l'acqua che scende nel lavandino http://iopscience.iop.org/0143-0807/1/3/008 Supponiamo di avere una grossa tanica d'acqua e uno scarico di lato, quindi l'acqua che scende a varie velocità:

Con V=0 abbiamo solo onde verticali, con V=0.5 vediamo le onde in alto spostarsi orizzontalmente rispetto a quelle in basso. Con V=2.5 o 3.0 l'intera regione di acqua attorno allo scarico subisce una torsione vorticosa e abbiamo più onde sopra che sotto. Gli scienziati hanno già studiato una forma debole del potenziale A nei termini dell'effetto Bohm-Aharonov http://www.youtube.com/watch?v=w11w4iymY-E http://iopscience.iop.org/1751-8121/43/35/354006 Le particelle non cariche (come i neutroni) si muovono leggermente avanti o indietro nello spazio, attraversando un campo magnetico B verticale:


I cerchi verdi rappresentano il “potenziale A del vettore magnetico”, che torcono lo spazio per muovere differentemente le particelle (con diverse fasi quanto-meccaniche). Gli artisti sembrano suggerire che il potenziale A, quando prodotto in forma più intensa, possa torcere lo spazio come per aprire “wormholes”. Abbiamo visto sopra come il potenziale A, con sufficiente intensità, possa creare un vortice simile a quello dell'acqua che scende da uno scarico. Infatti, quando gli artisti extraterrestri ci hanno mostrato nel 2006 una serie di “wormholes”, ci hanno anche mostrato l'immagine del “potenziale A del vettore magnetico” e come esso possa produrre torsione sullo spazio:

In altre due occasioni nel 1995, questi artisti hanno disegnato un “campo magnetico” vicino ad un “wormhole spaziotemporale”, a volte nello stesso giorno e campo (come a East Meon):

Gli artisti non ci hanno scritto in inglese dicendo: “dovreste usare il potenziale A del vettore magnetico per aprire dei wormholes spaziotemporali!” Studiando però molti dei loro simboli, il suggerimento è sicuramente presente.

La teoria Einstein-Cartan della “torsione” dello spaziotempo

Un lettore astuto potrebbe chiedersi: se i fisici extraterrestri hanno fatto tali progressi studiando la “torsione” nello spaziotempo, associata al campo magnetico B, cos'avranno da dire i fisici sulla Terra? Einstein nel 1928 si occupò della torsione dello spaziotempo, perchè era stato scoperto il nuovo fenomeno dello “Spin intrinseco” delle particelle subatomiche. La sua teoria della gravità del 1916, la “relatività generale”, permette allo spaziotempo solo di curvare, non di torcersi. Più tardi nel 1928 apprese che lo spaziotempo potrebbe torcersi a causa dello “spin” quantistico! Oggi diremmo che lo “spin collettivo” di molte particelle subatomiche crea un “campo magnetico B” e anche un “potenziale A del vettore magnetico”, dove lo spazio in vicinanza subisce torsione. La teoria Einstein-Cartan del 1928 fu un tentativo di inclusione della torsione nel modello dello “spaziotempo curvo” http://en.wikipedia.org/wiki/Einstein-Cartan_theory :

Sembra ovvio che questi artisti extraterrestri conoscano la “torsione dello spaziotempo”, se confrontiamo l'immagine del 22 luglio 2006 a Chartley Castle http://www.ukcropcircles.co.uk/?page=circle-thumbnails&id=107 con un diagramma dello spaziotempo visibile sopra. Per qualche ragione le generazioni seguenti di fisici non hanno mantenuto l'attenzione sulla torsione dello spaziotempo, a parte lo studio dei wormholes cosmologici http://en.wikipedia.org/wiki/Nikodem_Pop%C5%82awski Sembra che nessuno abbia pensato che forti campi magnetici possano produrre wormholes in laboratorio. Personalmente non so se questo suggerimento possa essere dimostrato. Cerco solo di riportare accuratamente cosa ci viene mostrato nei cropcircles. Sappiamo che possono creare wormholes di bassa energia, perchè tale fenomeno è stato a volte visto da ricercatori o persino registrato in cielo sopra cropcircles appena scoperti. A Crabwood nel 2002, loro hanno chiamato “condotti” tali wormholes, tra uno spaziotempo e l'altro.

Si dev'essere fondamentalisti dalla mente ristretta per non porre attenzione a quanto avviene nel sud dell'Inghilterra o altrove, dove i ricercatori spesso hanno problemi di interferenza con le videocamere o le bussole a causa di campi magnetici residui http://www.earthfiles.com/subscription.php?accesscheck=%2Fnews.php . In altre parole, quanto riferito su Physics World 2011 http://www.iop.org/news/11/aug/page_51614.html o dal fisico americano Michio Kaku in tv http://www.youtube.com/watch?v=PjOAY66MlHw non è corretto, data l'importanza dell'argomento, tali conclusioni erronee andrebbero riviste o ritirate.

Possiamo usare il potenziale A per la “propulsione spaziale”? Se creiamo un campo magnetico B, dove fluisce il potenziale A?

Torniamo all'argomento principale dell'articolo. Se una forte torsione dello spazio può creare “wormholes”, possiamo usare la stessa torsione per avere “propulsione”? Se diamo una forma toroidale al campo magnetico B, come vedete a destra, allora il suo flusso viaggerà attorno all'anello. Nel frattempo, il potenziale A fluirà lungo il centro dell'anello:

Grazie al campo magnetico B, il suo potenziale A non causerà solo “torsione dello spazio” locale, ma “spingerà lo spazio”, quindi sarebbe sfruttabile per la propulsione. Possiamo vedere quasi le stesse immagini nei cropcircles del 1995. Vediamo il “campo magnetico B di un toroide”, con un flusso di energia che suggerisce un “potenziale A del vettore magnetico”:

Vediamo sotto la solita immagine del “wormhole”, associata al potenziale A di un singolo campo magnetico lineare B.

UFO triangolari e campi magnetici toroidali nei cropcircles

Altro set di immagini dei cropcircles del 1998 mostrano il campo magnetico B di un toroide, sempre col potenziale A lungo il centro:

Associata a questi cropcircles (nello stesso campo a Danebury e lo stesso giorno) abbiamo trovato un “wormhole”, come prodotto da un singolo campo magnetico lineare. Non ci sono dubbi che gli artisti abbiano cercato di farci associare questa immagine del “wormhole” con altre due dello stesso campo. Dove può portarci questo? Quattro giorni dopo, il 6 agosto 1998, abbiamo visto nei campi l'immagine spettacolare di un “UFO triangolare” con lo stesso “campo magnetico toroidale” apparso nei campi a Danebury, il 2 agosto 1998:

Gli artisti ci hanno informati sul come funzioni la loro propulsione spaziale. Creano un potente campo magnetico toroidale in uno o nei tre angoli delle loro astronavi e quindi fanno fluire il potenziale A attraverso il centro di ogni anello toroidale per “spingere lo spazio”.

Tre diverse immagini di “UFO triangolari” nei campi di questo anno, mentre vari ufo triangolari sono stati avvistati nei cieli:

Il poliziotto Herbert Schirmer nel 1967 venne preso a bordo di un UFO nel Nebraska e gli venne mostrato il sistema di propulsione, che poi ha disegnato in dettaglio. Gli venne detto che gli UFO discoidali usano il “magnetismo reversibile elettricamente”:

Possiamo vedere che l'ufo discoidale era spinto da un campo magnetico toroidale, simile a quello disegnato nei campi nell'estate 1998. I campi magnetici usati in questi motori spaziali sarebbero molto potenti, abbastanza da depotenziare le luci delle abitazioni vicine o da spegnere i motori delle auto http://rense.com/general5/crop.htm http://www.earthfiles.com/subscription.php?accesscheck=%2Fnews.php Due altri gruppi di cropcircles vicini a Danebury nel 1995 o a Honey Street nel 2011 hanno mostrato simili “anelli di magneti”, con un flusso verticale di energia (“potenziale A del vettore magnetico”) lungo il centro. Tali magneti ad anello devono ruotare? Questo rimane aperto alla sperimentazione.

Altri cropcircles del 2007 mostrano un'astronave che attraversa un “ringhole”

Abbiamo altre immagini dal 1990 al 2012 sull'argomento, ma il punto è stato chiarito. Durante l'estate del 2007, abbiamo visto un “wormhole” nei cropcircles il 23 maggio e poi l'immagine complessa di un ufo cilindrico che attraversa un “ringhole” il 29 giugno:

Due piccole “forme angolari” nell'immagine del 29 giugno suggerisce due diversi “orizzonti degli eventi”, un dettaglio che solo pochi fisici sulla terra conoscerebbero. La stessa data, vicino ad Oxford, gli artisti hanno disegnato “due wormhole collegati” per completare il quadro e per enfatizzare che ogni estremità del dispositivo di viaggio spaziotemporale possiede il proprio wormhole.

“Tubi di flusso magnetico” in piccola scala

Raccontiamo una strana storia, che può sfidare la vostra sospensione di scetticismo. Il ricercatore Jack Sullivan ha visto strane immagini cilindriche sul parabrezza della propria auto, in diverse occasioni, durante le sue indagini sui cropcircles http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/time2010r.html Allo stesso tempo, diverse piccole parti della sua auto erano rotte, assieme alla sua bussola, come se un intruso fosse entrato nella sua auto attraverso il parabrezza tramite un campo magnetico! Non ho preso seriamente questa storia, finchè non ho visto una immagine simile nei campi a Horton, il 21 giugno 2008:

Abbiamo riconosciuto la forma cilindrica, come “tubo di flusso magnetico”, spesso suggerito come mezzo di viaggio spaziale relativo ai wormholes. Queste osservazioni suggeriscono che gli artisti possano usare il magnetismo anche in dimensioni ridotte, creando “tubi di flusso magnetico”. Sarei sorpreso se le piccole sfere metalliche, a volte viste o fotografate vicino ai cropcircles, non usassero il magnetismo come propulsione.

Qualche scienziato sulla Terra proverà mai ad usare il magnetismo per ottenere “propulsione” o creare “wormholes”?

Gli artisti dei cropcircles vogliono aiutare la popolazione terrestre, anche se (per la propria sicurezza) non possono atterrare. Le nostre agenzie militari sono paranoiche e attaccherebbero qualsiasi visitatore dallo spazio entro pochi minuti, dicendo a tutti di aver prevenuto l'”invasione aliena”. Questi extraterrestri non hanno bisogno di atterrare per aiutarci a produrre qualche nuova tecnologia. Qualche scienziato terrestre proverà ad usare il magnetismo per creare “wormholes” o per ottenere “propulsione”?

Sfortunatamente i nostri accademici sono fissati, anche stupidamente, a trattare l'argomento ufo o cropcircles come un “taboo sociale”. La parola “taboo” venne notata dall'esploratore James Cook nel 1777 quando visitò Tonga e vide pratiche irrazionali dei nativi http://en.wikipedia.org/wiki/Taboo I cropcircles sono simili “taboo” nelle società moderne occidentali, che pretendono di essere di mente aperta e liberali. Le nostre società non sono di mente aperta o liberali. Si tratta di ipocrisia. Non discutete dei cropcircles in pubblico, non lasciate che si scriva di essi nei giornali principali e specialmente che se ne parli in TV! Gli scienziati accademici pensano di essere più intelligenti di altre persone, troppo intelligenti per occuparsi di stupidi “taboo”. Evidentemente le cose non stanno così. Dipende da come definiamo l'”intelligenza”. Non sono certo più intelligenti del tipico ricercatori dei cropcircles in termini pratici. Il ricercatore ha capito bene, mentre loro no. Non si tratta nemmeno di mancanza di evidenze fisiche http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/time2012a.html http://www.earthfiles.com/subscription.php?accesscheck=%2Fnews.php http://www.earthfiles.com/subscription.php?accesscheck=%2Fnews.php

Tre ragioni di “chiusura cognitiva” tra gli accademici moderni

Penso ci siano tre ragioni per cui molti scienziati accademici si rifiutano di accettare l'evidenza degli ufo e dei cropcircles. Prima di tutto sono tra i più conservativi, non disobbedirebbero mai all'”autorità” e non crederebbero che i governi occidentali stiano mentendo sugli ufo e sui cropcircles da 60 o 20 anni rispettivamente. Secondo, passano anni a specializzarsi su argomenti arcani, che difficilmente altri conoscono e di conseguenza il loro ego diviene enorme. Trovano quasi impossibile credere che un pugno di persone non accademiche e di mentalità spirituale, con poca preparazione scolastica di alto livello, possano avere ragione su una materia del genere, molto più importante di qualsiasi cosa loro potranno mai fare in tutta la vita (tramite finanziamenti, conferenze e giornali scientifici). Terzo punto, se qualcuno di loro volesse esprimere la verità, i loro “pari” li censurerebbero o cercherebbero di escluderli dal mondo scientifico (come per John Mack di Harvard).

Correntemente gli USA, il Regno Unito e i paesi Europei stanoo “retrocedendo” in termini di scienza e tecnologia, mentre la Cina sta “avanzando” in molti campi della tecnologia, che sia propulsione spaziale, energia solare o biotecnologia. Forse è qui che la razza umana apprenderà ad usare il magnetismo al suo massimo? A costruire nuovi dispositivi per l'energia pulita o il trasporto spaziale? Naturalmente vorremmo favorire le società occidentali in cui viviamo, ma se si rifiutano di avanzare, come fossero un cavallo che si rifiuta di bere, allora avanzeranno altri. Galileo cercò di spingere avanti la cultura dell'Italia, ma venne ostacolato da stupidi con la mentalità chiusa e quindi i grandi avanzamenti scientifici arrivarono più tardi nel nord Europa o in Inghilterra (Keplero e Newton).

Non molto tempo ancora

Per riassumere, dobbiamo apprendere come creare wormholes e viaggiare veramente nello spazio, entro il 2030 o massimo 2050. Il nostro ecosistema si deteriora. Il pianeta non supporterà a lungo sette miliardi di umani http://www.nytimes.com/2012/11/10/science/earth/climate-change-report-outlines-perils-for-us-military.html?_r=0 Questo è probabilmente il messaggio degli artisti dei cropcircles apparso in inglese nel 2002:

“Molto dolore ma ancora tempo. Credete, c'è del buono qui fuori. Ci opponiamo all'inganno. Canale in chiusura”.

Non ci sono dubbi che gli artisti usino “condotti” o wormholes indotti magneticamente per molti propositi. Ci hanno mostrato il principio e qui abbiamo cercato di esporne la fisica, al meglio delle mie possibilità, affrontando la scienza extraterrestre non facile da capire. Spesso nei cropcircles vediamo “campi magnetici”, “wormholes” o “anelli di magneti”, che mostrano “flussi di energia” lungo i centri. Questi fatti generali non possono essere negati. Se altri scienziati possono dare migliori spiegazioni, sul come usare il magnetismo per creare wormholes o propulsione spaziale in base ai cropcircles, sarebbero ben accetti.

P.S. La parte 10 di questa serie discuterà il magnetismo quantistico o l'elettricità, in termini di topologie ben definite che sembrano esistere in quattro o cinque dimensioni e relative allo “spin” quantistico. Forse per questo gli artisti ci hanno mostrato un cubo a cinque dimensioni in proiezione a Jubilee Plantation il 15 agosto 2011, per dire “dovete studiare tali fenomeni in cinque dimensioni”.

Appendice 1. Se Einstein fosse vivo oggi, studierebbe i cropcircles per apprendere la “nuova fisica”?

Recentemente abbiamo visto una serie di nuove storie, che spiegano come 20 miliardi di dollari siano stati spesi su enormi acceleratori di particelle al CERN. Tuttavia da questa spesa gli scienziati esperti dicono di “non aver trovato la nuova fisica” http://www.guardian.co.uk/science/2012/nov/14/higgs-standard-model-boson http://blogs.scientificamerican.com/observations/2012/11/14/new-higgs-result-bring-reliefand-disappointment/ http://www.newscientist.com/article/mg21628923.800-higgs-boson-is-too-saintly-and-supersymmetry-too-shy.html Non per screditare le eccellenti capacità di questi fisici, ma forse sono troppo ristretti nell'approccio? In Physics Today del giugno 2005, Lee Smolin ha chiesto “perchè non c'è un nuovo Einstein”? http://math.ucr.edu/home/baez/no-new-einstein.pdf Ha concluso che molti fisici professionisti sono di mentalità ristretta e non apprezzano la diversità intellettuale che un outsider come Einstein offrirebbe. A questo aggiungo: “Se Einstein fosse vivo oggi, studierebbe i cropcircles?”

Molti studi sulle geometrie dei cropcircles sono stati fatti da non-fisici http://www.hypermaths.org/cropcircles/ http://www.cropcirclesandmore.com/content/welcome.html Inoltre, ho spiegato come alcuni cropcircles mostrino una nuova scienza dell'elettricità e del magnetismo, che permette agli UFO di volare o di aprire wormholes. Alcuni cropcircles si riferiscono specificamente alla teoria della relatività speciale di Einstein. Sembrano supportare una certa sua formulazione in termini di spazio iperbolico http://arxiv.org/ftp/arxiv/papers/1102/1102.0462.pdf http://eprints.soton.ac.uk/172655 Mostrerò alcune di queste immagini “relativistiche”.

Le ultime due immagini di una serie sui “wormholes” nel 2006 non comprese a quel tempo, ma facilmente interpretabili come “cubi iperbolici”:

Altri due esempi di geometria iperbolica qui sotto, a confronto col disco iperbolico di Poincaré:

Durante l'estate del 2003, gli artisti ci hanno mostrato l'illustrazione dello spazio iperbolico, come rientra nella teoria della relatività speciale http://en.wikipedia.org/wiki/Special_relativity

La loro prima immagine del 5 giugno 2003 doveva aiutarci ad interpretare l'ultima del 18 luglio 2003. Qui ci hanno detto in linguaggio visivo: “la nostra prossima immagine mostrerà un certo tipo di cubo”. La seconda immagine del 18 luglio 2003 ha mostrato un cubo iperbolico dentro un cerchio o sfera. Sei piccoli “orologi” del tempo costante erano attorno alla sfera. Quando entriamo nello spazio iperbolico, la sfera attorno al cubo diviene una cosiddetta “geodesica nulla”. Con questo termine diciamo che la sfera di luce si è espansa equamente in tutte le direzioni x-y-z da una origine (0,0,0) in un tempo t. Dentro la sfera, tutti gli oggetti fisici seguono percorsi iperbolici spostandosi avanti attraverso lo spazio x,y,z e il tempo t http://en.wikibooks.org/wiki/Special_Relativity/Mathematical_transformations Ecco perchè gli artisti hanno disegnato un “cubo” dentro la “sfera”, con tutti i sei vertici distorti in percorsi iperbolici. I matematici la chiamano “sfera nulla”, perchè il tempo t rimane costante col cambiare della locazione spaziale xyz. Questo è il significato dell'equazione astratta di sopra.

Riassumendo, gli artisti sembrano dire che dovremmo riformulare la teoria della relatività di Einstein in termini di spazio iperbolico. Alcuni fisici l'hanno già fatto http://en.wikipedia.org/wiki/Hyperbolic_motion_(relativity) http://arxiv.org/abs/1102.0462 Un corollario interessante è che anche la struttura in grande scala dell'Universo può essere iperbolica http://eprints.soton.ac.uk/172655/1/2009_PIRT_Barrett.pdf http://www.angelfire.com/ca6/aliou/expanduniverse.htm Questo spiegherebbe perchè la costante di Hubble non rimane “costante” su grandi redshifts, senza richiedere un'ipotesi aggiuntiva dell'”energia oscura”. Una delle maggiori preoccupazioni di Einstein era spiegare una “costante cosmologica” del come l'Universo potesse espandersi. Gli artisti sembrano aver affrontato direttamente questo problema. Sì, se Einstein fosse vivo oggi, probabilmente studierebbe i cropcircles per apprendere la “nuova fisica”, dato che aveva una mentalità aperta.

Appendice 2: Il “fantasma di Einstein” potrebbe parlarci dai campi Inglesi? Un cropcircles del 2012 mostrava “la rotazione nello spazio iperbolico”

Studiando i cropcircles, ho notato che l'apice di un tetraedro a stella, apparso vicino a Liddington Castle il 1 luglio 2012, si proietta per mostrare un “triangolo iperbolico” http://www.learner.org/courses/mathilluminated/units/8/textbook/04.php http://euler.slu.edu/escher/index.php/Hyperbolic_Geometry

Dentro questo triangolo iperbolico possiamo vedere una serie di “linee di griglia dello spaziotempo iperbolico”. E' apparso in un campo molto molto fangoso. Tuttavia tutte le sue parti sono rimaste intatte. Le foto aeree originali suggeriscono “rotazione” sul suo asse iperbolico, tramite dettagli non chiari in questi disegni http://www.cropcircleconnector.com/2012/wanboroughplain/wanboroughplain2012a.html http://www.cropcircleconnector.com/2012/wanboroughplain/wanboroughplain2012b/wanboroughplain2012b.html La fase due del 21 luglio 2012 sembrava rappresentare una rotazione di 60° rispetto all'immagine della fase 1 del 1 luglio 2012.

Secondo la teoria della relatività speciale, ogni rotazione nello spazio iperbolico è equivalente a passare da una cornice di riferimento all'altra, osservando lo stesso intervallo di spaziotempo http://en.wikibooks.org/wiki/Special_Relativity/Mathematical_transformations Chi altro potrebbe fare questi lavori nei campi, se non un esperto di fisica avanzata? Quelli che credono nel mondo spirituale dopo la morte, si sono mai immaginati che il “fantasma di Einstein” potesse parlare dai campi inglesi? Oppure potremmo ricevere informazioni da extraterrestri viaggiatori dello spazio.

Appendice 3: Il set completo di cropcircles di Liddington Castle del luglio 2012 mostra un cubo 3d che passa nel piano 2d del campo e suggerisce un significato profondo del simbolo antico del “Cubo di Metatron”

Quando abbiamo studiato la serie completa dei cropcircles, riguardante gli spazi iperdimensionali, abbiamo capito che mostrano “sezioni” o intersezioni di un cubo 3d che passa nel piano 2d di un campo, da qualche spazio iperbolico nel nostro:

Queste immagini sembrano anche fornire un significato più profondo al simbolo antico conosciuto come “Cubo di Metatron” http://en.wikipedia.org/wiki/Metatron's_Cube non conosciuto prima sulla Terra, nella storia moderna.



Red Collie (Dr. Horace R. Drew) (cropcircleconnector.com)
Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Fonte: http://www.cropcircleconnector.com/anasazi/fringe2012h.html

Desideriamo apprendere come viaggiare nello spazio, anche se la fonte d'informazione rimane taboo a livello accademico? ultima modifica: 2013-03-03T16:22:32+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)