Disperato atto d’accusa di Clark McClelland contro la NASA

Il Giornale Online

Un ex operatore specialista della Flotta Space Shuttle al Kennedy Space Center, in Florida, dichiara di aver visto un’astronave aliena e un ET collaborare con equipaggi americani

Di Clark McClelland
A cura di Lavinia Pallotta

29 Luglio 2008 (20 Luglio 1969, 39mo anniversario dello sbarco dell’Apollo 11 sulla Luna,)

Scrivo in sostegno al mio amico e coraggioso astronauta della NASA, Edgar Mitchell, Apollo 14.

Io, Clark McClelland, ex ScO della Flotta Space Shuttle, dichiaro di aver visto con i miei occhi un ET alto dagli 8 ai 9 piedi (oltre tre metri, N.d.R.) sui miei monitor da 27 pollici mentre ero in servizio presso il Launch Control Center (LCC) del Kennedy Space Center. L’ET era in piedi nella stiva di carico dello Space Shuttle e discuteva con due astronauti NASA agganciati! Inoltre, sui miei monitor notai l’astronave dell’ET che si era posizionata in un’orbita stabile dietro i riscaldatori dei motori dello Space Shuttle. Osservai la cosa per circa un minuto e sette secondi. Tutto il tempo di memorizzare. ERANO UN ET e un’astronave aliena!

In seguito mi contattò un amico dicendomi di aver visto un ET alto dagli 8 ai 9 piedi DENTRO LA CABINA DELL’EQUIPAGGIO DELLO SPACE SHUTTLE! Sì, dentro il NOSTRO Shuttle! Entrambe le missioni erano incontri DoD (Pentagono) TOP SECRET (TS)!
Considerato che il mio background è verificabile, non c’è Agenzia del Governo Federale che può accusarmi di essere pazzo! Sono un pioniere del programma spaziale. Ho contribuito al lancio delle missioni spaziali Mercury, Gemini, Apollo, Apollo-Soyuz, Skylab, Space Shuttle e della Stazione Spaziale Internazionale. Ho ricevuto attestati di merito per il mio lavoro da:

Walter Cronkite, il Maggiore Donald Keyhoe, direttore del NICAP, il Vice direttore del NICAP Richard Hall, l’astronomo Dr. J. Allen Hynek, e altri. Per conto del MUFON sono stato assistente per lo Stato della Florida e Direttore presso il KSC (Kennedy Space Center), nonché direttore del NICAP (National Investigations Commitee on Aereal Phenomena) a Cape Canaveral e al KSC! Ho ricevuto menzioni onorarie da Senatori USA, membri del Congresso, Ufficiali militari e scienziati. (Visitare il mio sito per maggiori informazioni sulle mie rivelazioni).

Questo conferma in modo assoluto ciò che il mio amico, l’astronauta Edgar Mitchell dell’Apollo 14 ha recentemente dichiarato con tanto coraggio.
Ho partecipato ed ho assistito al lancio di 650 missioni in tutto l’arco della mia vita.
Sono un esperto nella ricognizione visiva di qualsiasi velivolo creato e pilotato dalla razza umana, sia esso segreto o altro. Riconosco un velivolo ET quando ne vedo uno!

Sono stato direttore della Unit-3 del NICAP, i veri X-Files a Cape Canaveral e al Kennedy Space Center, dal 1958 al 1992! Sì, I VERI X-FILES!! Gli Alieni SONO QUI!! Camminano tra noi. Potrebbero essersi infiltrati nei NOSTRI governi!!

Ciò che so, non mi permetterebbero di pubblicarlo! Ho scritto almeno tre libri per far conoscere la verità a tutta la razza umana. Ero nella posizione di massima responsabilità a questo riguardo, e ho incontrato molti astronauti anche NASA nel corso degli anni, ho preso parte a programmi spaziali militari NASA, dal 1958 al 1992. Ho ascoltato molte esperienze di ET visti sulla Luna, ecc. da Astronauti della NASA e riferisco di questo e dialtro nei miei libri.

La NASA non è un’agenzia spaziale civile. È di proprietà del Pentagono. Alcune missioni DoD (Dipertimento della Difesa) a cui ho partecipato, erano TOP SECRET! Queste missioni trasportavano Satelliti TS e altri hardware in orbita, dove molti equipaggi incontrarono degli ET! Sono pronto a raccontare la mia storia, ma a condizione di riceverne un compenso.
Clark C. McClelland
Former ScO, Space Shuttle Fleet,
Kennedy Space Center, Florida.

NOTA:
Molti di voi non sanno che (dopo un inopinato licenziamento, N.d.R.) al termine del mio lavoro nel programma spaziale mi è stata negata la pensione. Diversi manager di alto livello del KSC mi sconsigliarono di intraprendere azioni legali, perché stavano cercando di farmi riassumere, con il riconoscimento degli arretrati. Sì, certo! Devo ringraziare gli Dei della Legge se trovai un avvocato che mi concesse una consulenza gratuita.

Mi disse che i tempi per poter avviare un’azione legale contro i responsabili erano strettissimi. Poi, mi chiamò e mi disse: «Lei è agli sgoccioli». Mi restavano un paio di settimane. Lo informai che poteva inoltrare l’azione dopo che avessi chiamato il KSC per verificare se avessero intrapreso qualche azione per il mio risarcimento. Nessuno di quei manager volle parlarmi. Speravano che il mio tempo scadesse.

Quelli con cui ho lavorato sono dei codardi! Io e il mio avvocato ci riunimmo diverse volte con i loro legali di Miami. Mi offrirono delle noccioline perché accettassi la loro offerta “finale”! Io li avvertii che avrei scritto molti libri per divulgare le mie straordinarie esperienze a Cape Canaveral e al KSC. Rifiutai l’offerta. E pensare che mi ero rivolto allo stesso sistema giudiziario di cui ci insegnano a fidarci!

L’udienza preliminare RESPINSE la mia richiesta di processo con i miei colleghi come membri della giuria. Credo si rendessero conto che con la mia esperienza di relatore in molte università avrei sicuramente vinto il caso! Quindi mi negarono i Diritti Costituzionali. Il mio avvocato disse che avrebbe potuto ottenere un trasferimento alla Corte Federale di Atlanta, GA. Disse che era ad un passo dalla Corte Suprema di Washington DC. Chiese $$$. Naturalmente, che altro ci si poteva aspettare da un avvocato?

Chiesi in prestito $$ dai miei amati e non benestanti genitori. L’avvocato portò il mio caso ad Atlanta, dove languì per due anni! Il mio avvocato venne convocato ad Atlanta. Tornò dicendomi che ancora una volta era stato negato il mio Diritto Costituzionale! Non avrebbero permesso l’udienza del mio caso!!

Ero e sono ROVINATO. Ho perso tutto il mio denaro, ho perso la mia famiglia, mio figlio, morto a 19 anni, mia moglie ha divorziato, ho perso la nostra casa, non sono riuscito a trovare un lavoro pagato meglio di 4,25 dollari all’ora. I miei amati genitori sono devastati. Questo e molto altro. Chiedo a chi è ricco, famoso come una rock star, o una star del cinema, a Bill Gates, a tutti quelli che hanno abbastanza denaro per dieci vite, VI PREGO AIUTATEMI. Lo sto facendo per voi, la razza umana. Sono solo. C’è tra voi qualcuno abbastanza coraggioso da aiutarmi? Se così non sarà, i miei libri stupefacenti non saranno mai letti. Inviate gli aiuti alla mia P.O. Box 233, Tavares, Florida USA 32778.

Il mio indirizzo email: clark0003gmail.com
stargatechronicles@yahoo.com

Sito internet: www.stargate-chronicles.com

Fonte: Dnamagazine.it

Disperato atto d’accusa di Clark McClelland contro la NASA ultima modifica: 2008-08-03T21:15:02+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)