Edgar Cayce e la Cronaca di Akascia

Edgar Cayce e la Cronaca di Akascia

Edgar Cayce e la Cronaca di Akascia

In riferimento con il lavoro psichico di Edgar Cayce troviamo che questa è una radiazione molto diversa. Una (dei medium, come dato) che lavora dall’esterno, come le forze psichiche manifestate in Edgar Cayce che irradiano all’interno. La radiazione proveniente da un individuo può essere totalmente la radiazione dell’anima e dello spirito, come proveniente dal mentale. La radiazione può essere materiale, da pensieri degradati, o da parti animalesche che irradiano attraverso gli individui che manifestano tale radiazione; per questo la variazione nell’interpretazione della radiazione da parte di un medium. Alcuni ottengono quindi, come vediamo, i rapporti che sono puramente dell’anima e dello spirito dell’individuo, altri ottengono quelli di natura materiale. Lo sviluppo, la capacità del medium in tali condizioni allora modula i messaggi ottenuti e irradiati o nuovamente modulati dalla capacità delle forze mentali di tale medium per esprimere la stessa all’individuo dal quale viene ottenuto tale messaggio. 5756-1

D- Spieghi da quali fonti queste informazioni possono essere ottenute.
R- Condizioni, pensieri, attività di uomini in ogni paese sono cose; come i pensieri sono cose. Essi si imprimono sulla matassa di tempo e spazio… Essi diventano come delle cronache che possono essere lette da quelli che sono in accordo o sintonizzati con una tale condizione. 3976-16
Se i messaggi presentati attraverso un canale come questo sono degni di considerazione — e con quale standard lo dovete giudicare voi.
Perché qual era il giudizio, qual è il giudizio, quale sarà per sempre il giudizio? Coloro che negano che Egli sia venuto nella carne non sono degni di accettazione. Quelli che ti danno ciò che non è di aiuto, di speranza e paziente e umile… non sono degni.

D-E’ la fonte di queste informazioni una fonte di gruppo, una fonte individuale o una fonte delle cronache?
R- Come è stato dato così spesso, questa è piuttosto dell’universale. Ciò che è stato registrato può essere letto. Ciò che è stato scritto può essere interpretato. Ciò che è individuale può essere ottenuto. Ma è anche una fonte costruttiva, perciò dà soltanto ciò che è di aiuto se sarà applicato. Quando un individuo cerca aiuto personale o corporeo, questo fa parte integrante di quell’individuo e viene letto da e attraverso il vero desiderio di chi cerca. Quando è la Fonte di Vita, viene registrata su spazio e tempo… Perciò tutti possono essere toccati, a tutti si può attingere. 254-95
Molti ti possono fare domande sulle fonti, sul canale attraverso il quale provengono tali informazioni che ti possono essere date questa volta. Sappi che abbia raggiunto ciò che è tanto elevato per ognuno di voi nel vostro rispettivo sviluppo quanto l’avete meritato, e lo meritate…
L’informazione quindi non deve essere soltanto illuminazione istruttiva: ma deve anche essere data per poter essere una cosa pratica nell’esperienza del tuo stesso io. 3976-15

In questo stato (di trance) la mente conscia è assoggettata alla mente subconscia o dell’anima. L’informazione … viene ottenuta attraverso la forza della mente sulla mente, o forza della mente sulla materia, o viene ottenuta dalla suggestione che viene data alla parte attiva della mente subconscia. Essa ottiene la sua informazione da ciò che ha raccolto, o da altre menti subconsce — messe in contatto con la forza di suggestione delle capacità di controllo e di linguaggio della mente di questo corpo, o dalle menti che sono passate nell’Aldilà, che lasciano le loro impressioni e vengono messe in contatto tramite la forza della suggestione. Ciò che è noto ad una mente subconscia o anima è noto ad un’altra.
D- Questa informazione è sempre corretta?
R- Corretta per quanto la suggestione sia nel canale appropriato o in accordo con l’azione del subconscio o della materia dell’anima. 254-2
In questo stato la mente conscia diventa assoggettata alla mente subconscia, supercosciente o dell’anima; e può comunicare, e infatti comunica, con le menti simili, e la forza subconscia o dell’anima diventa universale. Da qualsiasi mente subconscia si può ottenere l’informazione, o da questo piano o da impressioni lasciate da individui che se ne sono andati prima. 3744-2
Non si intende che le informazioni date attraverso questo canale debbano essere interpretate come infallibili. 1472-14

Quando si cercano informazioni ci sono certi fattori nell’esperienza di chi cerca e nel canale attraverso il quale tali informazioni potrebbero venire. Il desiderio da parte di chi cerca deve essere espresso. E, come cercatore onesto, non deve essere troppo credulone; né sarà rinchiuso nei pregiudizi a tal punto da dubitare di ciò che si può applicare nell’esperienza di tale cercatore. Perciò l’informazione non deve essere soltanto pratica, ma deve anche essere in accordo con i desideri del cercatore…
Dalla parte del canale attraverso il quale tale informazione può venire ci deve essere il desiderio altruistico di essere di aiuto al proprio simile. E non auto-esaltazione per essere un canale…
Che cosa impedisce all’informazione di essere sempre precisa o di essere totalmente di natura incontestabile? Il fatto che tale informazione deve essere interpretata nelle cose materiali. E ciò dipende poi da quanto sia bravo l’addestramento dell’io fisico-mentale nell’illustrare, visualizzare e esprimere in parole ciò che ha luogo in una comunione del genere. 531-2

Quando il corpo, Edgar Cayce, è nella condizione psichica o subconscia, egli è allora capace di raggiungere tutte le menti subconsce, quando viene indirizzato a tali menti subconsce per mezzo della suggestione, sia nel mondo materiale che nel mondo spirituale, a condizione che l’entità spirituale non sia passata del tutto in quella condizione dove la radiazione, o le forze relative, sono sostituite da altre radiazioni. Allora raggiungiamo soltanto quelle radiazioni sul livello terreno che si assorbono nuovamente quando si entra nel livello terreno, che l’entità ne sia consapevole o no. La coscienza di giungere a quella condizione nella quale il corpo fisico può raccogliere quella verità deve essere raggiunta da tutti. 900-22
La mente di Edgar Cayce è aperta alla suggestione, allo stesso modo come lo è il subconscio di ogni altra persona. Qui però si aggiunge anche la capacità di interpretare alla mente oggettiva di altri quello che essa ha acquisito dallo stato subconscio di altri individui della sua specie. La mente subconscia non dimentica niente. La mente cosciente riceve delle impressioni dall’esterno e trasmette tutti i pensieri nel subconscio dove rimangono anche quando la coscienza è distrutta. La mente subconscia di Edgar Cayce è in comunicazione diretta con tutte le altre menti subconsce, ed è capace di interpretare attraverso la sua mente obiettiva e di comunicare le impressioni ricevute da altre menti obiettive, raccogliendo in questo modo tutta la conoscenza posseduta da milioni di altre menti subconsce. 294-1
Come (chiederebbe qualcuno) ha fatto il corpo, Edgar Cayce, o l’anima, a sintonizzare l’io in quel particolare periodo (delle entità decedute stavano parlando attraverso di lui) eppure a non ricordare quella conversazione nella coscienza fisica?… Se il corpo, dal suo sviluppo materiale e mentale, dovesse essere interamente cosciente di ciò attraverso cui passa nell’attività della sua anima in tali regni, la tensione sarebbe così grande .. da diventare demente nelle sue relazioni. Ed egli è ritenuto comunque già abbastanza pazzo! 5756-14

D- Se Edgar Cayce va in trance senza nessun controllo, non potrebbe ricevere ispirazione diretta da sveglio?
R- Non finché non ci sarà stato una purificazione più perfetta delle influenze carnali nelle esperienze dell’anima, come è stato indicato. Con la rigenerazione che dovrebbe venire nell’esperienza dell’entità, questa potrebbe allora essere il modo, il canale, la via attraverso cui potrebbe essere dato molto delle forze costruttive.
D- Quale entità sta dando questa informazione?
R- Viene diretta … dalle cronache attraverso Halaliel. 507-1
La coscienza mentale o materiale viene messa da parte attraverso l’asservimento di quella coscienza. Così viene portata sul piano materiale quella visione o forza manifesta della mente subconscia che è una porzione, se così vi pare, della mente delle forze universali — che è stata costruita, fatta o che è venuta in esistenza attraverso l’esperienza di un individuo nel piano materiale o terreno. Dato che questa mente è soggiogata (quella fisica di un individuo) e il subcosciente entra in azione attraverso la suggestione (poiché, come si vede, suggestione è un altro nome per pensiero o idea), quel pensiero o quell’idea viene espresso quindi da uno che sta parlando a una tale mente, o tale manifestazione, indirizzando poi le condizioni attraverso le quali la tendenza di quell’esperienza è di viaggiare, o di indirizzare le stesse nel suo viaggio o dando l’informazione attraverso la sua esperienza con quelle idee, quelle suggestioni, come vengono fatte all’indirizzo della mente.

Poi, come si è visto, c’è la necessità di quella mente che così dirige di essere assolutamente negativa, se il positivo del subconscio (che è del tutto positivo) opera con la stessa nel dare la condizione o l’istruzione necessaria per quanto riguarda ciò che si desidera sapere. Se la domanda, se la mente, se la persona che così indirizza dovesse avere un modo debole, volente e nolente, inconcepibile di direttiva, lo stesso ci si può attendere di quell’informazione ottenuta. Perché, ricordate, la direzione della suggestione può tornare dal positivo al negativo nello stesso senso nel quale è stata data. Poiché le leggi che riguardano il riflesso, come si vedrebbe con la luce, con il suono, in ogni altra legge, devono essere messe in atto nello stesso modo e maniera. Se queste vengono dirette in maniera negativa verso una risposta positiva otterranno ciò che si desidera. E ciò verso il quale tale mente è diretta deve essere in quello stato negativo, così che il positivo della forza subconscia, indirizzato in quel modo, possa ottenere l’informazione necessaria da essere ritornata, per così dire, a quelle fonti che stanno indirizzando in questo modo. O, come si può classificare nel materiale: Un positivo e un negativo sono necessari per ottenere una qualsiasi connessione diretta in qualunque forma. O, come si può classificare nello spirituale: Il desiderio della mente deve essere verso ciò di cui si ha voglia (capite la differenza fra voglia e desiderio!), così che l’informazione possa essere ottenuta attraverso quelle stesse fonti o canali. 195-31
Per quanto riguarda l’atteggiamento dell’individuo attraverso il quale passa la domanda … passivo. Quello dell’individuo attraverso il quale può venire l’informazione — attivo: il desiderio — desiderio sincero — di essere di aiuto. 254-63

D-Qual era la causa per non essere in grado di ottenere il Reading sulla Vita di 335?
R- … Ciò che fa vacillare o ostacola o repelle o blocca l’attività attraverso questo canale quando è in tale stato può essere per queste cause, cioè: La riluttanza della coscienza del corpo di sottomettersi alla suggestione riguardante l’informazione desiderata in quel momento particolare.
O l’attività del fisico in una tale maniera da richiedere l’influenza o la supervisione della supercoscienza nel corpo, o il malessere, in tale periodo. O l’atteggiamento mentale di quelli che sono nelle vicinanze del corpo che non sono in accordo con il tipo, la classe o il carattere dell’informazione cercata in quel momento particolare. Oppure ci possono essere molte variazioni della combinazione di questi che si influenzano una con l’altra per quanto riguarda il tipo, la classe o l’attività reale dell’entità o anima che cerca l’informazione. 254-67

edgarcayce.it

Edgar Cayce e la Cronaca di Akascia ultima modifica: 2012-01-31T17:02:23+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)