Edgar Cayce: LA NATIVITA’

La Natività

Edgar Cayce: La Natività

Come viene data la testimonianza che è la conoscenza comune della maggioranza, a Betlemme di Giudea nacque quell’entità, quell’anima, Gesù…che diventa il Cristo, il Maestro dei Maestri. 5749-7

L’arrivo fu alla sera—non come si conta secondo il tempo dei romani, né quello dichiarato a Mosè da Dio quando si doveva tenere la Seconda Pasqua ebraica, né quello stesso tempo che in uso comune anche in quel paese, bensì ciò che ora rappresenterebbe il sei di gennaio…

Sotto la collina, nella stalla—sopra la quale i pastori stavano raccogliendo le loro greggi nell’ovile…nacque il Salvatore, il Bambino; il quale, attraverso la volontà e la vita manifestate, diventò il Salvatore del mondo—quel canale attraverso il quale – così era stato detto ai vecchi – sarebbe stata mantenuta la promessa fatta ad Eva; la nascita nuovamente di un altro simile a Mosè; e come era stato dato a Davide, la promessa non doveva allontanarsi da quel canale. Ma sempre più in basso era caduto il concetto dell’uomo delle necessità.

Poi—quando la speranza sembrava svanita—cantarono gli angeli messaggeri. La stella apparve che causò la meraviglia dei pastori, che causò il timore reverenziale e la costernazione a tutti quelli che si trovavano intorno alla Locanda…
Tutti ebbero soggezione quando apparve lo splendore della Sua stella brillante, quando la musica delle sfere portò quel coro gioioso: “Pace in terra ! Buona volontà agli uomini di buona fede.” Tutti avvertirono le vibrazioni e videro una grande luce…
Proprio quando venne l’ora della mezzanotte ci fu la nascita del Maestro. 5749-15

D- Quando fu che Egli nacque?
R- Nel 19esimo giorno di ciò che ora si chiamerebbe marzo.

D- E l’anno?
R- Dipende da quale calendario o da quale periodo giudichereste. Dal calendario Giuliano, l’anno 4. Dal calendario ebraico o mosaico, l’anno 1899. 587-6

D- In un Reading ci dicono che il compleanno di Gesù fu il 19 marzo secondo il nostro attuale calcolo del tempo. In un altro Reading (5749-8) ci dicono che festeggiamo Natale nel momento giusto, il 24 o 25 di Dicembre, come contiamo ora il tempo. Per favore spiegate l’apparente contraddizione.

R- Entrambi sono corretti secondo il tempo da cui lo stesso fu calcolato. Quante volte ci sono stati i calcoli? Prendi questi in considerazione, con il periodo di eventi che viene seguito nell’informazione indicata. Proprio come i vari gruppi calcolavano per la loro attività individuale, così fu data l’informazione per quanto riguarda la documentazione da quella fonte con cui erano coinvolti coloro che cercavano. 2067-7

L’entità aveva molto da fare nell’aiutare quelli nella chiesa, dapprima in quelle intorno alle associazioni esseni nel Carmel, dove si cominciò a stabilire tali date—dalla nascita. Da lì iniziarono a.C. e d.C…
E come troviamo ci può essere un’attività dell’entità nel presente da quelle esperienze, di giudicare non soltanto per quanto riguarda i rapporti di gruppi o classi o masse, ma per quanto riguarda un tipo particolare di dati in relazione con il ciclo di esperienze sulla nascita e la caduta non solo di paesi ma di nazioni—e le attività messe in relazione l’una con l’altra. 1486-1

(L’entità fu il Locandiere) che era degli esseni, benché di discendenza ebraica, benché una combinazione di ebreo e greco.
Perché l’entità fece allora uno studio di quei popoli, sapeva di quelle cose che erano state predette dagli insegnanti degli esseni, e fece tutte le preparazioni il più vicino possibile a ciò che era stato predetto…
L’entità fece questo (allontanò la Sacra Famiglia) piuttosto per proteggerla che non perché—come è stato detto—non “c’era spazio nella Locanda”. 1196-2

Subito prima che il sole in tutta la sua gloria delle colline della Palestina quasi emise la voce della natura, proclamando l’annuncio di una nuova speranza, una nuova nascita per la terra, e la glorificazione della speranza dell’uomo in Dio—l’apparizione della Sua Stella nel cielo della sera portò timore riverenziale e meraviglia a tutti quelli che videro…
Il chiarore della Sua Stella si avvicinò sempre di più…La luce che proveniva dalla Sua Stella riempì il posto, allora l’entità vide il Bambino per primo.Spesso l’entità nella quiete della sera ha rivisto gli eventi, e ha cercato di sapere sempre di più che cosa era successo con la Sua Stella, la Sua Luce.

D- Per quanto tempo la sacra famiglia rimase a Betlemme?

R- Fino a quando il tempo della purificazione era trascorso. Ventinove giorni, come contereste oggi i soli. 1152-3

edgarcayce.it

Edgar Cayce: LA NATIVITA’ ultima modifica: 2009-12-25T09:19:00+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)