Epatite C, la Quercetina il flavonoide naturale che aggredisce il virus

Il Giornale Online11 Gennaio 2010
di Osvaldo Cioè

Tra tutte le forme d’epatite, la C è sicuramente la più subdola e pericolosa. Rispetto alle altre forme inizialmente non da sintomi e spesso quando si presentano, le condizioni del fegato sono in parte compromesse. Fondamentale per prevenire è fare un test specifico così da poter eventualmente in caso di positività monitorare la situazione. Ora dall’Università della California a Los Angeles (UCLA) e pubblicata sulla rivista “Hepatology”, arriva la notizia che la quercetina, un a sostanza naturale, sarebbe in grado di attaccare due proteine cellulari fondamentali per lo sviluppo del virus dell’epatite C.

Il fatto di attaccare le proteine cellulari e non quelle virali assicura una minore possibilità di sviluppare resistenza virale e questo potrebbe portare a diminuire la carica virale presente nell’organismo.Il fatto che questo trattamento non presenti effetti collaterali ha spinto i ricercatori a continuare lo studio, consapevoli che le cure attuali non sempre sono possibili e che presentano diversi effetti collaterali. La quercetina si trova in numerosi vegetali tra i quali l’uva rossa, tè verde, cipolle e iperico.

Fonte: http://www.vitadidonna.org/salute/medicine-alternative/epatite-c-la-quercetina-il-flavonoide-naturale-che-aggredisce-il-virus-3484.html

Epatite C, la Quercetina il flavonoide naturale che aggredisce il virus ultima modifica: 2010-01-16T09:41:54+00:00 da Quantico
About the Author
Quantico