Esperto francese emerge pubblicamente per confermare l' incontro alle Nazioni Unite sugli UFO

Il Giornale Online
Un esperto dell' aviazione francese si è fatto avanti per rivelare la sua partecipazione all' incontro segreto tenutosi al quartier generale delle NU di New York, dove si è discusso del fenomeno UFO dal 12 al 14 febbraio. Gilles Lorant è assegnato al Centro Nazionale della Ricerca Scientifica (CNRS-National Center for Scientific Research) che è una organizzazione finanziata dal governo, sotto l' autorita amministrativa del Ministero Francese della Ricerca. E' anche membro dell' Istituto per gli Studi Avanzati per la Difesa Nazionale (IHEDN- L' Organizzazione Francese che ha prodotto il Rapporto COMETA del 1999). Sia il CNRS che l' IHEDN sono prestigiose organizzazioni scientifiche in Francia e Lorant è stato invitato all' incontro delle NU come capace professionista. Un rapporto ( http://209.85.135.104/translate_c?hl=en&langpair=fr%7Cen&u=http://www.federation-airplane.eu/site/fr/ ) rilasciato da una organizzazione ufologica francese (Federation of European Airplane), di cui Lorant è membro esecutivo, contiene un sommario dell' incontro alle NU dove ha descritto cosa è accaduto.

Lorant ha rivelato che si sono tenuti una serie di incontri alle NU in un periodo di 3 giorni. Nelle riunioni si è discusso di un rapporto confidenziale, preparato dall' Air Force USA e da una branca della Guardia Nazionale, in merito all' impatto sociale degli avvistamenti UFO. La riunione iniziale si è tenuta il 12 Febbraio e, in base al rapporto di Lorant, ha portato alla richiesta di 3 Senatori USA per ulteriori discussioni.

Si sono tenute ulteriori riunioni immediatamente dopo, il 13 e il 14 febbraio. Tre Senatori USA hanno partecipato alle riunioni. Queste erano incentrate molto sullo sconvolgimento sociale dovuto ai continui avvistamenti UFO e le testimonianze di individui che affermano di aver conoscenze di prima mano sugli UFO, la vita extraterrestre e i futuri eventi globali. Si è riportato che reazioni avverse del pubblico agli avvistamenti UFO potrebbero avere drammatici impatti economici, che porterebbero la recessione in alcuni paesi.

L' enfasi sul possibile sconvolgimento sociale dovuto ai continui avvistamenti UFO ricorda la conferenza Robertson del 1953 ( http://en.wikipedia.org/wiki/Robertson_Panel ), indetta dalla CIA, che identifico' le reazioni del pubblico come un pericolo per la sicurezza, sfruttabile da nemici stranieri. La discussione alle NU si identifica sia nella conferenza Robertson del 1953 che nel Rapporto Brookings del 1961 ( http://www.enterprisemission.com/brooking.html ) al Congresso USA, sulle ramificazioni dei rapporti UFO e la scoperta eventuale di vita extraterrestre.

Il 2009 è stato identificato come l' anno per cambiamenti importanti nell' atteggiamento ufficiale in merito al fenomeno UFO. Questo suggerisce che la politica di discredito che continua dal Robertson Panel del 1953, verrebbe abbandonata e ne seguirebbe uno studio piu' serio sul fenomeno. Questo indica un cambiamento di politica importante, dove lo studio sugli UFO verrebbe incoraggiato.

Comunque, certe condizioni globali andrebbero affrontate per l' apertura ufficiale. Risultano piu' importanti la stabilità sociale nei paesi del G-8 e il mantenimento dei sistemi democratici nello sviluppo delle nazioni. Loranti suggerisce anche che un' apertura ufficiale continuerebbe solo se gli avvistamenti UFO restassero alle frequenza odierna.

La testimonianza di Lorant fornisce un riscontro indipendente alle fonti anonime che si sono rivelate il 12 febbraio ai ricercatori Claw e Shawn Pickering sull' avvenimento alle NU. La testimonianza di Lorant fornisce informazioni piu' dettagliate su cio' che è avvenuto alla riunione e coincide con le affermazioni della fonte originale, in merito ai 40 partecipanti, ai multipli argomenti affrontati sul fenomeno UFO e alla reazione pubblica per l' aumento di avvistamenti. cosa piu' importante, Lorant fornisce approfondimenti sulle ragioni per un significativo cambiamento alla politica ufficiale sul fenomeno UFO.

I risultati della riunione alle NU indicano che sia stato preso accordo per una strategia internazionale per uno studio maggiore sul fenomeno UFO, in modo da mantenere la stabilità sociale. Questo alza la possibilità che le informazioni presentate sulla vita extraterrestre e sugli UFO, indicate come minacce alla stabilità nazionale o ai sistemi finanziari, riceverebbero attenzioni speciali dalle agenzie per la sicurezza nazionale.

Comunque, chi affermasse di avere esperienze in prima persona con la vita extraterrestre, verrebbero dichiarato ciarlatano. La riunione alle NU suggerisce la continuazione della politica di divisione nella comunità ufologica, tra i ricercatori che si mantengono allo stretto studio scientifico sul fenomeno UFO e quelli che discutono sulle testimonianze e documentazioni in merito alla visita extraterrestre sulla Terra.
Un articolo sul “Galactic COINTELPRO” è disponibile qua http://exopoliticsjournal.com/vol-2/vol-2-3-Salla.htm .

La testimonianza di Lorant suggerisce che i governi si stanno spostando verso un approccio maggiore al fenomeno UFO a causa dell' aumento di avvistamenti e questo continuerebbe fino al 2009. Segue ora un sommario sull' incontro alle NU basato sulla testimonianza di Lorant, apparsa sulla nesletter della FEA ed è disponibile qua www.federation-airplane.eu/site/fr/nouvelles/newsletter/suite.php?newsid=70 in lingua francese originale.

********

(Riconoscimenti) Ringrazio Didier de Plaige per questa assistenza nel confermare l' informazione di Gilles Lorant e per la prima rivelazione sul suo blog in merito a Lorant che al tempo ha richiesto l' anonimità. Ringrazio anche Jean-Luc Bozzoli e Victor Viggiani per la loro assitenza nella traduzione del documento originale in francese.

Newsletter No.4 della F.E.A., 25/02/2008
Postata da Jean-Jacques Yvars..

Cari amici,
..

Per ragioni strettamente professionali e per coincidenza, un membro attivo del FEA è stato invitato alle NU di New York nella settimana iniziata il giorno 11 febbraio 2008. Questa persona ha preso parte allo sviluppo di discussioni sul soggetto UFO, dopo la riunione del 12 febbraio. Queste discussioni alle NU, hanno portato a ulteriori deliberazioni durante tre conferenze tenutesi a porte chiuse il 13 e 14 febbraio, alle quali il nostro membro ha avuto onore di partecipare.

Questo è il sommario dei minuti che Mr. Gilles Lorant, invitato alla riunione, ha condiviso con noi su cio' di cui si è parlato alle NU di New York:

Il 12 febbraio, l' Air Force USA e la Guardia Nazionale avrebbero effettivamente presentato una relazione sul soggetto UFO e l' impatto degli avvistamenti in molte comunità negli Stati Uniti. In quanto questa relazione è stata considerata importante per i paesi industrializzati, i rappresentanti di diversi paesi sono stati invitati a partecipare. Quindi, alla richiesta di 3 Senatori degli Stati Uniti, si sono effettuate tre riunioni nei due giorni seguenti, in presenza di 40 rappresentanti di 28 paesi, incluso il Vaticano (due paesi non hanno mandato rappresentanti).

In entrambi i giorni, il soggetto UFO è stato discusso, per non meno di un' ora e mezza, come una delle cause di confusione sociale di un paese, dovuta all' alta probabilità di recessione economica per questi discorsi di “contattati”, ciarlatani, figure religiose, alcuni scienziati e profezie. Gli avvistamenti UFO aumentano chiaramente il rischio di disordini sociali che minacciano i sistemi politici di diverse democrazie emergenti.

In accordo con Mr. Gilles Lorant, è stato discussa l' apertura ufficiale, considerando in futuro come trattare il fenomeno UFO.
Un' apertura ufficiale avverrebbe sotto due condizioni:

1) Fino alla fine del 2009, se la pace sociale nei paesi del G8 venisse garantita col modello liberale democratico (versione US)

2) Per la fine del 2009, se gli avvistamenti UFO disturbassero ancora nel mondo.

Inoltre, è stato anche discussa la posizione da adottare in caso che un paese non-allineato decida di rendere pubbliche le proprie ricerche sugli UFO. L' atmosfera era seria, secondo Mr. Lorant, i partecipanti eran, infatti, consci della “presenza dei nostri vicini di casa” nel nostro ambiente.

Conclusioni:

La proposta concordata presso le Nazioni Unite da parte dei rappresentanti di 28 nazioni, nel corso di questi scambi, è di primaria importanza per il riconoscimento pubblico del tema. Il trattamento ufficiale delle informazioni relative agli UFO potrebbe essere un punto di svolta a livello internazionale, se le circostanze restano favorevoli. I prossimi anni potrebbero mostrare un sorprendente sviluppo di documenti sul tema da parte dei nostri governi.

*********
Inoltrate come desiderate. E' garantito il permesso di circolazione tra privati e gruppi, di postare su ogni sito Internet e pubblicare in pieno senza scopo di profitto. Contattare l' autore per gli altri diritti, che sono riservati.

Michael E. Salla, Ph.D
Kona, Hawaii
01/03/08
www.Exopolitics.Org

Fonte: http://exopolitics.org/Exo-Comment-67.htm

Tradotto da Richard per Altrogiornale.org

Esperto francese emerge pubblicamente per confermare l' incontro alle Nazioni Unite sugli UFO ultima modifica: 2008-03-02T12:04:58+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)