Extraterrestri: la Cina e il più grande radiotelescopio al mondo


Il radiotelescopio più grande e più famoso del mondo – l'Osservatorio di Arecibo, a Porto Rico – stella di numerosi film e grande alleato dei cacciatori di extraterrestri, sta per essere spodestato.

In una parte remota della provincia di Guizhou, nella Cina meridionale, si inizierà la costruzione di un'opera di grande ingegneria, abbastanza condivisa dai cinesi.

Radiotelescopio di 500 metri

Promettendo di trasformare la radioastronomia, si è cominciato a costruire il FAST (Five -hundred -metre Aperture Spherical radio Telescope, in apertura con una ricostruzione a 3-D) – radiotelescopio di apertura sferica di 500 metri. Sarà un unico disco che misura, come espresso dal suo nome, 500 metri di diametro, che occupa l'interno di un rilievo che assomiglia a un cratere. Un complesso di motori di grandi dimensioni sarà in grado di modificare la forma della sua superficie riflettente, consentendo al FAST di scandagliare grandi aree del cielo. Questo renderà il FAST tre volte più sensibile rispetto al radiotelescopio di Arecibo. Con esso, gli astronomi sperano di scoprire migliaia di nuove galassie e altri corpi celesti nel cielo profondo, fino a 7 miliardi di anni luce di distanza.

Cratere carsico

La provincia di Guizhou è colmo di incredibili depressioni carsiche, burroni formati dall'acqua che ha corroso le rocce calcaree durante le ere geologiche. Usando una combinazioni di immagini satellitari e rilevazioni aeree, gli astronomi guidati da Rendong Nan, dell'Osservatorio Astronomico Nazionale di Pechino, hanno selezionato una depressione con 800 metri di lunghezza. L'incredibile burrone è circondato dalle montagne, abbastanza lontano dai centri abitati per essere liberi da interferenze di frequenze radio. I lavoratori scaveranno un milione di metri cubi di terreno per dare una forma emisferica alla depressione, necessaria per supportare l'antenna.
La costruzione del FAST terminerà nel settembre del 2016.

La più grande antenna del mondo

La gigantesca antenna, che sarà la più grande della Terra, sarà composta da 4.400 pannelli di alluminio triangolare. I pannelli saranno collegati tra di loro, potranno essere spostati sopra e sotto attraverso un cavo o un sistema di motori, cambiando la forma della superficie del piatto. Anche se è stato ispirato da Arecibo, FAST ha differenze importanti. La parabola di Arecibo ha una curvatura sferica fissa. Ciò significa che le onde radio ricevute sono focalizzate su una linea sopra l'antenna. Specchi secondari o terziari sono sospesi in cima, per concentrarsi a linea su un punto, per poi essere elaborati dagli strumenti. Quindi, solo 221 dei 305 metri dell'antenna saranno utilizzati, effettivamente, per studiare il cielo.
Messa a fuoco regolabile

Per la parabola di 500 metri di larghezza del FAST, in attesa di tali specchi peserebbe 10.000 tonnellate. Così, gli ingegneri del FAST hanno deciso di usare proprio la parabola per mettere a fuoco il segnale. Per effettuare ciò, un sottoinsieme di pannelli sulla superficie del FAST saranno spostati per formare uno specchio parabolico di 300 metri di diametro – la dimensione dell'intero piatto di Arecibo.
Questo piatto di piccole dimensioni può essere formato in qualsiasi punto della superficie di 500 metri, permettendo così al FAST di rilevare oggetti e di studiare le differenti zone del cielo su un campo visivo molto più grande. Inserito sopra l'antenna, un ricevitore raccoglierà il segnale focalizzato, permettendo lo studio simultaneo di 19 regioni del cielo, in differenti bande dello spettro radioelettrico – Arecibo può studiare solo 7 regioni di volta in volta.

Relatività ed Extraterrestri

Gli astronomi e gli astrofisici ritengono che FAST scoprirà migliaia di oggetti che ci aiuteranno a capire meglio l'Universo. Le osservazioni di pulsar e resti di stelle diventate supernove aiuteranno a fare una sorta di messa a punto della Teoria della Relatività Generale di Einstein. Decine di migliaia di nuove Galassie – invisibili ai telescopi ottici – emergeranno quando FAST capterà tenue emissioni radio di gas idrogeno neutro di cui sono composte. Questo darà indizi sopra la natura della Materia Oscura e l'evoluzione delle Galassie. Per gli obiettivi più vicini alla Terra, FAST entrerà a far parte del progetto SETI nella ricerca di intelligenze extraterrestri.
Esso sarà capace di ascoltare 5.000 stelle come il Sole alla ricerca di trasmissioni aliene.

“Il FAST potrà rilevare una trasmissione, simile al radar dell'antenna di Arecibo, ad una distanza di più di 1.000 anni luce”, ha dichiarato Seth Shostak, del SETI Institute.

Traduzione a cura di Antonio De Comite
Pubblicato da Centro Ufologico Ionico

Fonte: http://centroufologicoionico.blogspot.com/2011/06/extraterrestri-la-cina-e-il-piu-grande.html – http://www.inovacaotecnologica.com.br/index.php

Extraterrestri: la Cina e il più grande radiotelescopio al mondo ultima modifica: 2011-06-29T12:23:30+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l’incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all’autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)