Fausto Intilla: Sonde Spaziali, in viaggio tra i segreti del cosmo

Il Giornale Online
Negli ultimi dieci anni, la mole di informazioni (sia a carattere scientifico che di altro genere) accumulatesi online e disponibili per chiunque abbia interesse a raccoglierle (per diletto, oppure per delle ricerche finalizzate alla divulgazione scientifica), ha ormai raggiunto dei livelli esponenziali. Se dunque il vero obiettivo, per un autore che si occupi solo ed esclusivamente di divulgazione scientifica, è quello di trasmettere (attraverso delle dettagliate, nonché opportunamente selezionate e verificate, raccolte di informazioni tecnico-scientifiche) in modo puramente oggettivo e cronologico (dunque ordinatamente), ciò che il web può offrire solo in modo “casuale” (e spesso anche senza garanzie di attendibilità delle informazioni), allora diviene necessario appoggiarsi alle fonti più affidabili ed autorevoli presenti oggigiorno in quello spazio virtuale accessibile a milioni di persone, chiamato Internet.

E questo è proprio ciò che io ho fatto per la“composizione” di questo libro. Il presente volume, è dunque il frutto di un lavoro di ricerca, valutazione, verifica di correttezza ,“scrematura” e disposizione cronologica, delle informazioni relative all’argomento trattato, tratte prevalentemente dal web dal sito ufficiale della NASA, dell’Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF), dell’Agenzia Spaziale Italiana (ASI), di quella europea (ESA) e non da ultimo, dall’Enciclopedia Libera Wikipedia (la cui affidabilità ed attendibilità delle informazioni in essa contenute, da me utilizzate spesso per la stesura della presente opera, sono state sempre da parte mia attentamente e scrupolosamente verificate attraverso un confronto con i documenti e gli articoli originali, menzionati ed utilizzati dalla stessa Enciclopedia Libera per la realizzazione dei testi).

Lo scopo di questo volume, è dunque quello di fornire un supporto cartaceo (preconfezionato e quindi …“pronto-uso”) ricco di informazioni ordinate e ponderatamente selezionate, a tutti coloro che per motivi di tempo o semplicemente per pura pigrizia, preferiscono evitare dei lunghi e faticosi lavori di ricerca online, sui loro argomenti preferiti. Considerata la natura della presente opera, essa (per questioni di copyright) in formato digitale (eBook), è quindi disponibile gratuitamente sul sito web dell’editore. Per quanto riguarda il contenuto del libro, come già il titolo lascia intuire, l’argomento centrale attorno al quale ruotano altre tematiche (altresì importanti ma molto meno approfondite nel testo), è rivolto esclusivamente verso i programmi (o missioni) spaziali.

Ma sono solo alcune (probabilmente le più importanti, per ciò che sono state in grado di apportare, in termini di nuove conoscenze in ambito scientifico), le missioni esposte e descritte nel libro, a volte con dovizia di particolari, durante il lungo excursus sui modelli, gli obiettivi e le funzioni fondamentali delle sonde spaziali che hanno caratterizzato e rivoluzionato il campo della ricerca astronomica in questi ultimi quattro-cinque decenni di storia. Ma lo scopo di questa breve opera, a carattere estremamente introduttivo (in relazione all’argomento trattato), era proprio questo; ovvero fornire al lettore appassionato di tali tematiche, qualche spunto per visualizzare meglio la direzione in cui l’ingegneria aerospaziale si sta muovendo, in quest’epoca (tra la fine degli anni novanta ed oggi) di grande fervore scientifico e tecnologico.

Se tra le ultime pagine del presente volume, qualche lettore quindi riuscirà in tale intento (ammesso che sia anche il suo obiettivo), sappia che il merito non è affatto del sottoscritto, bensì di quelle persone che ogni giorno, dietro le quinte (…a volte riconoscibili solo da un nickname), lavorano instancabilmente affinché tutti possano accedere liberamente all’informazione (sia essa di natura scientifica, filosofica, poetica o di qualsiasi altro genere), e farne possibilmente buon uso; poiché, come giustamente intuì Seneca già duemila anni fa:
“occorre essere servi del sapere, per essere veramente liberi”.

Fausto Intilla
Cadenazzo, 22 settembre 2013

[link=http://www.altrogiornale.org/request.php?45]Clicca per scaricare l'ebook gratuitamente[/link]

Il Giornale OnlineFausto Intilla (6 febbraio 1972), inventore-divulgatore scientifico, è di origine italiana ma vive e lavora in Svizzera (Canton Ticino). I suoi ultimi libri sono: “Fisica dell'Invisibilità. Metamateriali e tecnologie del futuro” (ebook), “L'esperimento di Afshar” (eBook) e “Fisica dell'Informazione, ultima frontiera della scienza” (ebook), tutti pubblicati dalla Aracne Editrice (Roma). I suoi precedenti lavori sono: “Dio=mc2. Oltre l'Universo Olografico” (eBook) , “La funzione d'onda della Realtà” (eBook) e “Verso una nuova scienza di confine” (eBook), tutti pubblicati dall'editore Lampi di Stampa (Milano). Nel campo delle invenzioni invece, il suo nome è legato alla “Struttura ad albero”, una delle più note strutture anti-sismiche per ponti e viadotti brevettata in Giappone e negli Stati Uniti. Il suo indirizzo di posta elettronica è: f.intilla@bluewin.ch

Nel campo della ricerca sull’interazione tra psiche e materia, Intilla ha collaborato inoltre allo sviluppo di alcune teorie ed esperimenti, con alcuni membri del P.E.A.R (Princeton Engineering Anomalies Research), il cui laboratorio si trova nel New Jersey, USA. Le ricerche in questo ambito scientifico, da parte del Dr. Roger D. Nelson e colleghi, dopo la chiusura dei laboratori del PEAR, si sono trasferite qui: ICRL . In questo istituto, da diversi anni a questa parte, le ricerche sono rivolte principalmente verso il “Global Consciousness Project”.

Visita la sezione [link=http://www.altrogiornale.org/download.php?list.4]download[/link] di Fausto Intilla

Fausto Intilla: Sonde Spaziali, in viaggio tra i segreti del cosmo ultima modifica: 2013-10-03T17:55:50+00:00 da Richard
About the Author
Richard

Noi siamo l'incarnazione locale di un Cosmo cresciuto fino all'autocoscienza. Abbiamo incominciato a comprendere la nostra origine: siamo materia stellare che medita sulle stelle. (Carl Sagan)