Rispondi a: La nostra musica

Home Forum L’AGORA La nostra musica Rispondi a: La nostra musica

#101090

marì
Bloccato

Sempre in onore della signora Luna

[link=hyperlink url][youtube=425,344]pz0yzwPs-Pk[/link]

… tanto declamata da sempre:

AL CHIAR DI LUNA
R. Tagore

Calma, calma questo cuore agitato,
tu, notte tranquilla di luna piena.
Troppe gravi preoccupazioni,
più e più volte
gravano sul mio cuore.
Versa tenere lacrime
Sopra brucianti pene.
Con i tuoi raggi argentati,
portatori di sogno e di magia,
morbidi come petali di loto,
o notte, vieni, accarezza
tutto il mio essere
e fammi dimenticare
tutte le mie pene.

TRISTEZZA DELLA LUNA
Charles Baudelaire

Questa sera la luna sogna più languidamente;
come una bella donna che su tanti cuscini
con mano distratta e leggera
prima d'addormirsi carezza il contorno dei seni,
e sul dorso lucido di molli valanghe morente,
si abbandona a lunghi smarrimenti,
girando gli occhi sulle visioni bianche
che salgono nell'azzurro come fiori in boccio.
Quando, nel suo languore ozioso,
ella lascia cadere su questa terra una lagrima furtiva,
un pio poeta, odiatore del sonno,
accoglie nel cavo della mano
questa pallida lagrima dai riflessi iridati
come un frammento d'opale, e la nasconde
nel suo cuore agli sguardi del sole.

LUCE DI LUNA
Baldo Bruno

Delle onde laggiù il palpito
lassù la luna quieta,
tace la notte e ti penso,
allora blandisce il mio respiro
il soffio di petunia delle tue guance.
La luna è là
quella luce m'inquieta gli occhi
inumiditi di cristalli di sogni
e scende illuminandomi dentro
quello che ho di te.
E ho voglia delle tue labbra
come nel buio è nascosto il desiderio di luce
come nelle onde l'ansia del moto continuo.
Ho voglia della tua voce
suono d'arpa dolce nel mio oceano libidinoso.
Tutto quello che ho di te
così mi brama nell'ombra.

ALLA LUNA
Percy Bysshe Shelley

Sei pallida perché
sei stanca di scalare il cielo
e fissare la terra
tu che ti aggiri senza compagnia
tra le stelle che hanno una differente
nascita, tu che cambi
sempre come un occhio senza gioia
che non trova un oggetto degno della
sua costanza?

:bravo: