Rispondi a: Legge sulle intercettazioni

Home Forum L’AGORÀ Legge sulle intercettazioni Rispondi a: Legge sulle intercettazioni

#102589

merced
Partecipante

veramente è stato l'unico ad aver alzato le pensioni minime, ma forse in francia non ha fatto notizia sta cosa, sennò ora i pensionati minimi se le sognavano 500 euro, ricordo mia nonna che pace all'anima sua prendeva 490 mila lire… quindi ben lontana dal milione delle vecchie lire che prese con l'aumento passato con la finanziaria dello scorso governo berlusconi. Io odio berlusconi per come si pome, per le boiate che spara in tv, ma almeno i programmi di governo che propone poi li vedo realizzarsi almeno diciamo per 2/3… l'altra parte non l'ho mai vista migliorare qualcosa x il popolo, anzi.. ma quì scadrei troppo nella dottrina economica per la quale ho la tesi a novembre :p

Ci tengo a precisare per l'ennesima volta che non sono filo berlusconiano, semplicemente tra il governo del fare e il governo del dire… preferisco il primo… il resto poi delle questioni morali penso che lascino il tempo che trovano, a fine mese si fa i conti con lo stipendio e il proprio potere d'acquisto non con le questioni morali o col dialogo 😉

esempio pratico proprio di questi giorni:

Il precedente governo Prodi aveva abbassato l'aliquota ai petrolieri fino al 27% (robe pazzesche se pensate che un poveraccio lavoratore minimo ha una tassazione del 33% e di sicuro non guadagna miliardi di euro come i petrolieri). ora l'aliquota è stata riportata al 33% (fosse x me la alzerei anche al 43% come tutti gli altri comuni mortali che superano un certo imponibile) cmq sia sono 5 punti percentuali derivati da grandi multinazionali che portano gettito nelle casse dello stato per poterlo ridistribuire, ad esempio con la tessera per i ceti deboli (anziani e coloro che rientrano nella fascia di povertà) che avranno 400 euro annue di sgravi fiscali nel fare la spesa e/o pagare le bollette [QUESTI SONO FATTI PER ME] e tu pensa un po è dovuto salire un governo con a capo il berlusca per togliere ai ricchi per dare ai poveri… pensa come stiamo messi con la politica in italia :p

Senza contare tutte le stangate che sta studiando il ministro Brunetta contro i fannulloni statali, che poi a guardarle bene non sono stangate ma semplici equiparazioni verso la condizione di lavoro di qualsiasi dipendente privato dato che nessun lavoratore non statale può permettersi 60 giorni di assenza dal lavoro ogni anno, o bonus di produttività pur lavorando al tempo stesso come sindacalista e quindi non potendo fisicamente ricoprire i 2 ruoli per 8 ore ciascuno.. e se vogliamo potrei andare avanti all'infinito smascherando tante di quelle caste che ad analizzarle in confronto quella dei politici sembra una barzelletta.

ps. cmq dalle carte del processo ad oggi pare che Mills la tangente da 600 milioni l'abbia presa, peccato però non da berlusconi.. quindi mi pare più che logico ciò che è accaduto in inghilterra.

pps. ora che mi sono ricordato proprio in Francia l'ex presidente Chirac venne processato a mandato scaduto, ovvero per le leggi Francesi le alte cariche dello stato devono PRIMA governare (una volta ottenuto il consenso popolare tramite il voto) e POI possono essere soggette a processo.

Solo che se così funziona in Francia, Inghilterra, Germania, U.S.A. (dove addirittura serve l'alto tradimento per finire sotto processo) a tutti pare normale, se invece si propone la stessa norma in Italia allora diventa impraticabile e bisogna fare le barricate anti-berlusconiane a prescindere.. pure se quel processo poteva essere chiuso già da anni ma viene tenuto in vita dalla magistratura a proprio uso e consumo 😉