Rispondi a: Proposta: la cucina alternativa di AG.

Home Forum L’AGORÀ Proposta: la cucina alternativa di AG. Rispondi a: Proposta: la cucina alternativa di AG.

#104639

Sun_iron
Partecipante

[quote1220980814=m.degournay]
T'ho trovato qualcosa, credo: http://www.lerboristeria.com/index.php?p=articoli/2003_11.php
😉
[/quote1220980814] :ok!: Grande Deg, e grazie, ma mi sa che alla fine lo faro' seguendo questa ricetta che vi posto per due motivi…

Primo: Dev'essere buonissima 🙂
SEcondo: E' una ricetta di una suora del 1585 😉

FARRO ALLE MANDORLE E ZAFFERANO
Nel 1585 Suor Maria Vittoria Dalla Verde annotava a proposito di questa ricetta: «Setaccialo con lo stacciolo e poi lavalo, buttando via quello che rimane in superficie. Fa’ bollire lungamente e tieni il recipiente indietro, rispetto al fuoco: mantieni la pignatta con poco liquido e rimesta lentamente tutto intorno, in modo che il farro non si attacchi al recipiente. Pesta delle mandorle, stemperale con dell'acqua, fa’ un impasto che sia abbastanza denso e mescolalo con il farro quando è cotto l'acino; aggiungi pepe, zafferano e sale»*. Ingredienti per 4 persone: 100 g. di mandorle pelate, 100 g. di farro di Assisi, una bustina di zafferano, 2,5 lit. di brodo a piacere purché ben sgrassato e senza odori, sale, pepe nero macinato. Procedimento: lasciate le mandorle a bagno in acqua per 4 ore, poi pestatele e passatele con il passatutto in modo da avere un impasto abbastanza denso. Dopo averlo tenuto in acqua per almeno 6 ore, cuocere il farro nel brodo maneggiando spesso, aggiungervi l'impasto di mandorle, lo zafferano, il pepe e aggiustare di sale. Mescolare in continuazione, finché il tutto non avrà raggiunto la consistenza di una polentina. Conservare un poco di brodo per “allungare” la minestra se fosse necessario.

* G. Casagrande, “Gola e Preghiera nella clausura dell'ultimo '500”, Foligno 1988, p. 282″

http://www.ilbongustaio.com/ricette_cereali.htm