Rispondi a: Intervista a JL

Home Forum L’AGORÀ Intervista a JL Rispondi a: Intervista a JL

#104720

sephir
Partecipante

http://www.cieliparalleli.com/documenti000/traduzionedimajestytwelve.html

richard un po preoccupato ti farei leggere questa traduzione MAJESTYTWELVE by William Cooper, 1997

ora forse tu sai gia chi è questo signore.Quel che dice è un po come dire terribile perchè va contro tutti e tutto demolendo la teoria aliena e invece dando spazio alla teoria della cospirazione degli illuminati e addirittura mette in mezzo anche art bell come massone e altri come anche john lear fra i disinformatori!

il link deriva da cieliparalleli che mi hai postato.
Ora non so, ma nonostante sia tradotta male e possa essere una delle tante teorie da montare erismontare, mi ha risuonato un po.dimmi un po anche tu!

in effetti già il fatto che tolga fuori marxismo ed ebrei e altro…dice pure della falsità dell'atterraggio sulla luna…forse è solo una grande scempiata!

“Nessun uomo non è mai asceso molto più in alto delle 300 miglia, sopra la superficie terrestre. Sotto quell’altitudine gli astronauti sono protetti dalle radiazioni della Cintura di Van Allen schermati dalle estreme radiazioni che permeano lo spazio. Nessun uomo non ha mai orbitato, atterrato o camminato sulla Luna d'ogni pubblico conosciuto programma spaziale. Se l'uomo è stato realmente sulla Luna, questo è stato fatto in segreto e con una tecnologia molto differente.

L'esplorazione della Luna s'arrestò perché era impossibile continuare lo scherzo senza essere scoperti. E comunque fanno uscire episodi pre filmati.

Le tremende radiazioni che s'incontrerebbero nella Cintura di Van Allen, la radiazione solare, radiazioni cosmiche, aloni solari, il controllo delle temperature e molti altri problemi connessi con i viaggi stellari, impediscono ad organismi viventi l'uscita dalla nostra atmosfera con i nostri livelli di conoscenza e tecnologia. Ogni intelligente delle scuole avanzate con un basico libro di fisica può provare che la NASA falsificò l'atterraggio dell'Apollo sulla Luna.

Se voi dubitate questo per favore, voi spiegate come gli astronauti possono camminare sulla superficie della Luna rinchiusi in un alloggiamento dello spazio in piena luce del giorno assorbendo un minimo di 265 gradi di calura, circondati dal vuoto… e non sono mai portati in considerazione gli effetti delle radiazioni cosmiche, aloni solari, micro meteoriti, eccetera. La NASA dice noi che la Luna non ha atmosfera e che gli astronauti sono circondati dal vuoto dello spazio. Il calore è definito come la vibrazione o il movimento di molecole tra la materia. L’accelerazione del moto molecolare alle più elevate temperature. Il più lento moto molecolare raffredda le temperature. Lo zero assoluto è il punto dove tutto il moto molecolare cessa. In modo che per avere caldo o freddo, devono essere presenti molecole.Il vuoto è una condizione di nullità dove non ci sono molecole. Il vuoto esiste in gradi. Qualche scienziato ci afferma che non esiste qualcosa che è assolutamente vuota. Lo spazio rinchiuso nell'assoluto vuoto sconosciuto. Ci sono alcune molecole presenti nella maggior parte delle aree di quello che noi conosciamo come “spazio” nel quale ogni concetto di “caldo” o di “freddo” è impossibile da misurare. Il vuoto è un perfetto isolatore. Questo è ciò che è il “termos” o bottiglia vuota che è usata ad immagazzinare liquidi caldi o freddi in modo di mantenere la temperatura più a lungo possibile senza essere riscaldata o raffreddata. Radiazioni di tutti i tipi viaggeranno attraverso un vuoto ma non influiranno sul vuoto. Ardenti radiazioni dal Sole viaggiano attraverso il vuoto dello spazio ma non lo “scaldano”. Infatti, le ardenti radiazioni del Sole non avranno qualsiasi effetto finché colpiranno la materia. Movimenti molecolari accresceranno in diretta proporzione all'ardente radiazione la qual è assorbita dalla materia. Il tempo per scaldare la materia esposta direttamente alla luce solare dello spazio è determinato dai suoi colori che sono elementari proprietà, e questa distanza dal Sole e le sue quote d'assorbimento d'ardente radiazione d'energia. Lo spazio non è CALDO. Lo spazio non è FREDDO.

Oggetti che sono ardenti non possono essere raffreddati dallo spazio. Giacché per raffreddare un oggetto, questo deve principalmente essere rimosso dalla luce diretta del Sole. Oggetti che si trovano nell'ombra di un altro oggetto, eventualmente potranno raffreddarsi ma non perché lo spazio è “freddo”. Lo Spazio non è freddo. Caldo e freddo non può esistere nel vuoto dello spazio. Oggetti si raffreddano perché le leggi del moto ordinano che le molecole di un oggetto rallenteranno alla resistenza risultante dalla collisione con altre molecole finché infine tutto il moto si fermerà purché l'oggetto sia protetto dalla diretta o/e indiretta radiazione del Sole e in assenza d’altre sorgenti di calore. La protezione del vuoto dello spazio è il perfetto isolatore d'oggetti raffreddati, quando rimossi da tutte le sorgenti di calore, per essere protetti da calore, o da altre diffusioni.

La NASA insiste che gli alloggi degli astronauti nello spazio utilizzati sulla superficie lunare, sono stati provvisti di condizionatori d'aria. Un condizionatore d'aria non può e potrà mai funzionare senza scaricare calore. Uno scaricatore di calore semplicemente non s'arroventa per un mezzo del Freon che lo carica trasferendolo in un altro posto. Questo richiede un ambiente di molecole che l’assorbono trasferendo il calore in un'atmosfera o in acqua. Un condizionatore d'aria non può e potrà mai funzionare in un vuoto. Un alloggio nello spazio circondato dal vuoto non può trasferire il calore dall'interno dell'alloggio verso ogni altro posto. Il vuoto, ricorda, è un perfetto isolatore. Un uomo potrebbe arrostire nel suo alloggio in quelle circostanze.” etc etc