Rispondi a: Preghiera per la PACE

Home Forum L’AGORÀ Preghiera per la PACE Rispondi a: Preghiera per la PACE

#104801

Mic
Partecipante

M.Deg
ho trovato questa con google sul sito di Maitreya, non mi sembra male, in caso la si può adattare..

Meditazione di Maitreya per la pace Prima di tutto siedi in una posizione confortevole e concediti qualche minuto per rilassare il tuo corpo e la tua mente. Tieni dritta la schiena, chiudi delicatamente gli occhi e lascia che tutto il tuo corpo, tutti i tuoi muscoli si rilassino, diventino più leggeri e aperti. Respira in maniera naturale, espira e inspira con ritmo naturale. Rilassa la tua mente liberati da ogni pensiero: pensieri sul passato o il futuro, pensieri sul tuo lavoro, pensieri su altri luoghi o persone. Lascia che questi pensieri abbandonino la tua mente come nuvole che abbandonano il cielo, lasciando la tua mente chiara come il cielo è chiaro, senza nuvole. Decidi di continuare a concentrarti sul presente, qui e ora e sulla meditazione che stai praticando, senza farti distrarre da null’altro. Ora visualizza nello spazio di fronte a te una figura o un’immagine che rappresenti l’asssoluta purezza, la bontà, la pace, l’amore universale e la compassione, tutte le perfette qualità positive. Questa figura può essere Maitreya, l’incarnazione della gentilezza amorevole, Buddha Shakyamuni o qualsiasi altra figura buddista che conosci. Se sei un cristiano, questa figura potrà essere Gesù, Maria, lo Spirito Santo o un santo a cui sei devoto. Oppure potrà essere qualsiasi figura di una tradizione religiosa che conosci e che per te incarna queste virtù. Può anche essere solo una luce, un fascio di luce bianca o dorata. Scegli qualsiasi immagine di purezza che ti faccia sentire bene e visualizzala di fronte a te. Non sforzarti di avere un’immagine perfetta, nitida e chiara. Fai il meglio che puoi e sii soddisfatto del risultato. La cosa più importante è sentire che si trova davvero lì, che tu siedi in presenza di questa rappresentazione dell’assoluta bontà, perfezione, purezza gentilezza amorevole e compassione universale. E senti davvero la gentilezza amorevole e la compassione che questa figura emana verso di te. Ora visualizza una luce sprigionata dalla figura davanti a te e che entra nel tuo corpo, in tutti i pori della tua pelle, riempie il tuo corpo come fosse un vaso vuoto che viene riempito di liquido. La luce fluisce fino alle punta delle dita di mani e piedi e ti riempie fino alla testa. Riempie ogni cellula, ogni atomo e minuscola particella del tuo corpo. Questa pura luce radiante ti purifica da tutti i tuoi problemi, dal dolore…il dolore fisico e il malessere, ma anche il dolore mentale: l’infelicità, le paure, i dispiaceri, la rabbia e qualsiasi altro sentimento o pensiero negativo che tu possa avere nella mente e anche qualsiasi cosa negativa che tuabbia fatto nel passato – il tuo karma, le tracce di azioni sbagliate o cattive commesse in passato e che porti ancora con te – tutto questo sarà completamente purificato. E così tutta la negatività del tuo corpo e della tua mente spariscono completamente, diventano inesistenti mano a mano che vieni riempito di questa luce radiante e beata. Immagina che il tuo corpo diventi pulito e chiaro come un frammento di cristallo. Immagina che la tua mente sia calma e chiara, libera ogni pensiero negativo da ogni preoccupazione, che sia piena di sentimenti di gentilezza amorevole e compassione. Immagina che il tuo essere e la tua mente diventi tutt’uno con la figura davanti a te che incarna la gentilezza amorevole e la compassione. Tu stesso diventi come lei, totalmente positivo, amorevole e compassionevole, pacifico e beato. Ora crea nella tua mente il desiderio di condividere questa energia pacifica e amorevole con gli altri in modo che possano anch’essi liberarsi dalle sofferenze e diventare amorevoli, pacifici e positivi. Ricorda che l’unica via per sentire la pace dentro e fuori di sé, nel mondo, è avere un cuore buono pieno di gentilezza amorevole e di compassione. Quindi immagina di sprigionare l’energia della gentilezza amorevole dal tuo cuore verso tutte le direzioni come fossero raggi di luce emanati dal sole. Immagina che questa luce tocchi dapprima chiunque si trovi nella stanza insieme a te, nella casa o nell’edificio in cui ti trovi. Immagina che queste persone vengano riempite dall’energia della gentilezza amorevole. Poi mandala fuori verso tutte le persone del tuo vicinato: risplenderanno tutte della luce della gentilezza amorevole. Prosegui inviandola a tutti gli abitanti del tuo paese o della tua città e immagina che tutti assorbano questa energia, la luce della gentilezza amorevole. Poi prosegui inviandola ancora più lontano a tutte le persone del tuo paese: tutti assorbono la luce, l’energia della gentilezza amorevole. Continua ad inviarla verso i popoli di altri paesi in tutto il mondo in modo che, gradualmente, tutti gli abitanti di tutti i paesi della Terra si riempiano della luce della gentilezza amorevole. E se riesci, immagina di inviare l’energia ad altri esseri, non solo alle persone ma a tutti gli esseri viventi – animali, creature del mare, uccelli e insetti – a tutti gli esseri viventi nel mondo intero. Tutti assorbiranno l’energia della gentilezza amorevole. Poi, se ci riesci, immagina di inviarla a tutto l’universo, a tutti gli esseri che riempiono l’universo; immagina che ciascuno di essi diventi pieno dell’energia della gentilezza amorevole. La mente di tutti gli esseri si libera dai pensieri negativi e si riempie di pensieri amorevoli e ovunque regna la pace. Quando desideri concludere la meditazione, per non perdere l’energia da essa generata, dedicala mentalmente a portare la pace a chiunque, ovunque a tutti gli esseri dell’universo – augurandoti che tutti si liberino delle loro sofferenze: possano essi diventare pieni di gentilezza amorevole. Un modo in cui puoi riuscirci è pregando: “Possa la mente di tutti gli esseri, ovunque essi siano, liberarsi da ogni pensiero di intolleranza, rabbia, rancore e dal desiderio di fare del male e possa la loro mente riempirsi, invece, di pensieri di tolleranza, rispetto, gentilezza amorevole e del desiderio di fare del bene”.