Rispondi a: The Divine Cosmos

Home Forum L’AGORÀ The Divine Cosmos Rispondi a: The Divine Cosmos

#105719
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1352536590=Rebel]
[quote1352503128=Richard]
http://translate.google.it/translate?sl=en&tl=it&js=n&prev=_t&hl=it&ie=UTF-8&layout=2&eotf=1&u=http%3A%2F%2Fdivinecosmos.com%2Fstart-here%2Fdavids-blog%2F1090-disclosurecamelot

Onde di de Broglie E IL “principio di indeterminazione”
Tutti i fotoni, elettroni, neutroni, protoni, particelle subatomiche, gli atomi e le molecole sono costantemente flip-flop tra uno stato “particella” e uno stato di “onda”.
Questo semplice fatto osservabile ha sconcertato gli scienziati dal 1924, quando DeBroglie postulato che tutta la materia ha un aspetto ondulatorio. Ha vinto il Premio Nobel per questa scoperta nel 1929.
Werner Heisenberg ha raccolto la palla nel 1925, e dal 1927 si era formato il “principio di indeterminazione”, che è ancora tenuto quasi come un dogma religioso da scienziati fino ad oggi.
E tuttavia, il principio di indeterminazione in pratica dice che nel regno quantico, tutto è un onda e particella – allo stesso tempo. Non si può risolvere il puzzle perché non può essere risolto. L'universo è costruito su incertezza. Questa è la risposta. ..Non ho mai creduto che questo è come funziona – né che questo apparente paradosso è irrisolvibile.
[/quote1352503128]
Ttutto questo mi fa pensare che sia la nostra mente a stabilire cosa sia il reale e cosa sia il virtuale, la nostra realtà probabilmente viene sostenuta dal nostro collettivo mentale esclusivamente per sperimentare diverse forme di esperienze diverse dalla nostra vera essenza immateriale.
[/quote1352536590]

https://www.altrogiornale.org/news.php?item.6995
In particolare, la misurazione usuale postulata dalla teoria quantistica, incluso il collasso della funzione d'onda e le probabilità date dal quadrato assoluto delle ampiezze di probabilità, emerge da una analisi delle due equazioni di movimento – l'equazione di Schrödinger e l'equazione pilota – senza l'invocazione tradizionale di uno speciale e in qualche modo oscuro, stato dell'osservazione.

..La fisica è cambiata dalla sua precedente forma, quando cercava di spiegare le cose e fornire una qualche immagine fisica. Ora l'essenza è considerata matematica. Si pensa che la verità sia nelle formule..

I giovani fisici solitamente apprezzano l'ordine implicato, perchè rende la meccanica quantistica più facile da afferrare. Quando arrivano alla laurea, divengono dubbiosi su di esso, perchè sentono che le variabili nascoste non abbiano utilizzo in quanto sono state rifiutate.

https://www.altrogiornale.org/_/forum/forum_viewtopic.php?82557.0#post_82709
Penso che sia evidenza di questo sistema organizzato, alcuni ci pensano pensando a Dio che organizza o Spirito…io inizio a sviluppare la dinamica dell'autorganizzazione, sembra essere lo stesso vuoto tra noi e tra gli atomi, è pieni di informazione irradiata e che ci torna e piu diventiamo bravi a concentrare le nostre intenzioni e a informare il vuoto con le nostre intenzioni, questo ci risponde in modo piu appropriato a quello che cerchiamo,

essenzialmente manifestazione..

si..ma c'è un bilanciamento tra la tua interpretazione interiore e quello che l'universo risponde, quando immetti informazione nel vuoto e nell'universo viene modificato e coordinato da tutto quello che gli altri immettono, si dice che tutti creano la propria realtà ma se fosse cosi se ognuno formasse la sua realta sarebbe molto solitario..nessuno si incontrerebbe, c'è una relazione e consenso, puoi concentrarti su cio che vuoi e l'universo ti dara qualcosa di simile ma coordinato alle intenzioni degli altri, una relazione e danza.

https://www.altrogiornale.org/news.php?item.8142.7
Partendo dall’ipotesi che ciascun sistema fisico individuale sia composto da un corpuscolo e da un’onda che lo guida (idea che va anche sotto il nome di dualismo oggettivo onda-corpuscolo), Bohm mostrò che il movimento del corpuscolo sotto la guida dell’onda avviene in accordo a una legge che ha la forma della seconda legge di Newton della meccanica classica, con l’unica differenza che qui la particella è soggetta, oltre che ad una forza classica, anche a una forza quantistica, legata a una forma di energia chiamata potenziale quantico…
La particella si comporta in pratica come una nave che arriva al porto grazie alla potenza dei suoi motori (vale a dire all’azione dei campi classici che conosciamo) ma sotto la guida di un radar (vale a dire il potenziale quantico) che le indica la strada da seguire.
Quello che avviene nell’ordine esplicito rappresenta tuttavia una proiezione del livello fondamentale, nascosto, cioè il livello del background e dell’ordine implicito, caratterizzato da non località e non separabilità.

la nave scorre sulla struttura del vuoto..che non abbiamo ancora compreso e dove tutto è ben organizzato e non indeterminato..
http://www.link2universe.net/2010-08-30/nuova-scoperta-potrebbe-sfidare-lattuale-teoria-sul-nucleo-atomico/