Rispondi a: The Divine Cosmos

Home Forum L’AGORÀ The Divine Cosmos Rispondi a: The Divine Cosmos

#105755
Richard
Richard
Amministratore del forum

..Profezie Ancor più Esplicite su Chi Diverremo

Continuiamo da un altro punto poco dopo questo e vediamo:

http://classics.mit.edu/Virgil/eclogue.4.iv.html

Sotto di te console inizierà la gloria di quest'era,
o Pollione, e i grandi mesi cominceranno a trascorrere.
Con te guida, se resteranno vestigia dei nostri delitti,
esse saranno vanificate e le terre sciolte da perpetua paura.
Egli riceverà la vita degli dei, egli vedrà gli eroi
misti agli dei, ed egli stesso apparirà ad essi,
e reggerà l'orbe pacato dalle virtù patrie.

Questa è una profezia di un evento molto positivo. La Terra viene liberata da una paura incessante. Gli “Dei” si uniscono all'umanità. Quindi noi “riceviamo la vita degli dei” e “veniamo visti come loro”. Ci viene anche data una finestra temporale, attorno alla fine del ciclo di 25920 anni.

Altri Riferimenti al Punto Finale del Ciclo

Vicini alla fine della Quarta Egloga di Virgilio, che cita direttamente questo più grande tesoro di Roma, vediamo altro chiaro riferimento al ciclo di 25920 anni. Nello specifico, vediamo un riferimento al “tottering of the world's orbed might”.

Questo sembra riferirsi al lento movimento dell'asse della Terra durante il ciclo.

http://classics.mit.edu/Virgil/eclogue.4.iv.html

Sarà già tempo di raggiungere gli alti onori,
o cara prole degli Dei, o grande rampollo di Giove!
Guarda il mondo che scuote la convessa mole,
e le terre e le distese del mare, e il profondo cielo!

La Discussione sul “Raccolto” è Intrecciata nell'Intera Serie

Questo stesso evento imminente viene discusso nell'intera serie della Legge dell'Uno, dalla prima all'ultima sessione ed è chiamato “Raccolto”. E' chiaro che la principale ragione per cui queste civiltà ET di alto livello si trovano qui è per aiutare il maggior numero di persone a “laurearsi” in questo evento. Tutti i diversi “Dei” che hanno visitato e civilizzato antiche culture e hanno codificato questa profezia nei loro miti, erano tutti membri della “Confederazione di Pianeti al Servizio dell'Uno Creatore”, secondo i termini della Legge dell'Uno. Quindi l'informazione inserita nella Sibilla di Cuma e infine arrivata sul Grande Sigillo degli Stati Uniti, è nata molto probabilmente come messaggio positivo della Confederazione. Il governo Romano ha considerato questi testi come il suo tesoro più grande. E' interessante che nonostante il loro accurato contenuto profetico, i Romani non siano riusciti ad usarlo a proprio favore. Penso che la Confederazione abbia reso interessante il contenuto dei libri per attrarre la loro attenzione, in modo che li conservassero fino ai nostri tempi.

Cos'è la Confederazione?

La fonte della Legge dell'Uno ha dichiarato il credo della Confederazione nella prima frase espressa tramite Carla Rueckert:

1.0 http://lawofone.info/results.php?s=1#0 La Confederazione dei Pianeti al Servizio dell'Infinito Creatore ha solo una dichiarazione importante.
Questa, nostri amici, come sapete, è: “Tutte le cose, tutta la vita, tutta la creazione è parte di un solo pensiero originale”.

La composizione esatta della Confederazione la leggiamo nella Sessione Sei:

6.24 http://lawofone.info/results.php?s=6 Sono uno dei membri della Confederazione dei Pianeti al Servizio dell'Infinito Creatore.

Ci sono circa 53 civiltà, che comprendono circa 500 complessi di coscienza planetaria in questa Confederazione

Questa Confederazione contiene anche quelli del vostro pianeta che hanno raggiunto dimensioni oltre la terza. Contiene entità planetarie del vostro sistema solare ed entità planetarie di altre galassie. E' una vera Confederazione nel senso che i suoi membri non sono uguali, ma alleati nel servizio secondo la Legge dell'Uno.

Più avanti vedremo cosa intendono per “altre galassie”. Loro NON intendono qualcosa al di fuori della Via Lattea. Questa è stata una delle cose più confuse che ho affrontato nel leggere la serie nel 1996.

Un Balzo Quantico circa 30 anni dopo il 1981

La serie della Legge dell'Uno dice specificamente che ci sarà un “balzo quantico”, che cambia le leggi fondamentali della fisica per come le conosciamo, circa 30 anni dopo il gennaio 1981.

6.16 http://lawofone.info/results.php?s=6#16 Intervistatore: Qual'è la posizione di questo pianeta rispetto alla progressione del ciclo ora?

Ra: Sono Ra. Questa sfera ora è nella vibrazione di quarta dimensione. Il suo materiale è confuso a causa dei complessi di memoria sociale nella sua coscienza. Non ha fatto una transizione facile nelle vibrazioni che si avvicinano. Quindi ci saranno alcuni inconvenienti.

6.17 http://lawofone.info/results.php?s=6#17 Intervistatore: Questi inconvenienti sono imminenti?

Ra: Sono Ra. Questi inconvenienti o complessi vibratori disarmoniosi, sono iniziati anni fa nel vostro passato. Continueranno per circa 3 oh, 30 dei vostri anni.

6.18 http://lawofone.info/results.php?s=6#18 Intervistatore: Dopo questo periodo di trent'anni, assumo che ci sarà un pianeta di quarta dimensione o quarta densità. E' corretto?

Ra: Sono Ra. E' così.

6.19 http://lawofone.info/results.php?s=6#19 Intervistatore: E' possibile stimare quale percentuale della presente popolazione abiterà il pianeta di quarta densità?

Ra: Non c'è ancora il raccolto, quindi la stima non ha significato.

Il Calendario Maya e il 2012 Non è Mai Stato Discusso

Non sono mai andati oltre questi dettagli. Il Calendario Maya non è mai stato citato. Il 2012 nemmeno. Queste cose erano quasi sconosciute nel 1981, anche per i membri del gruppo L/L Research, che ha prodotto la serie della Legge dell'Uno. Questa idea dello spostamento dimensionale combacia perfettamente con le profezie della Sibilla di Cuma. Spiega anche la profezia dell'Era Dorata incorporata nelle mitologie di oltre 30 culture antiche, come rese noto Graham Hancock nel 1995.

Calendario Maya e Cicli di Tempo

Semplicemente stiamo seduti ad “attendere la magia” una volta conosciuta questa informazione? Io di certo non l'ho fatto. C'era abbastanza materiale per montare una indagine approfondita e scientifica per capirlo a pieno. Un indizio intrigante che trovai inizialmente, fu che il Calendario Maya di 5125 anni, è quasi esattamente un quinto di questo ciclo di 25920 anni. Spesi molti anni per capirne il funzionamento, il motivo e la causa.

Ogni Ciclo del Calendario Maya Corrisponde a Orbite Planetarie

Mentre scrivevo The Source Field Investigations, ho scoperto che ogni sotto-ciclo del Calendario Maya, 260 giorni, 360 giorni+5, 7200 giorni (19,7 anni) e 144000 giorni (397,4 anni), era direttamente sincronizzato con le orbite nel nostro sistema solare. Lo “tzolkin” di 260 giorni appare più apertamente nei cicli Mesoamericani.

Robert Peden, professore Australiano, ha scoperto che 260 giorni è il numero più piccolo possibile che connette tutte le orbite dei pianeti interni http://www.spiderorchid.com/mesoamerica/mesoamerica.htm

I Maya costruirono un intero sistema di divinazione attorno a questo, tracciando un ciclo di 20 giorni e di 13 giorni allo stesso tempo. Ogni giorni di ogni ciclo ha un significato particolare, come nell'astrologia. Gli effetti che sperimentiamo cambieranno con l'intersecarsi di questi due cicli nel periodo di 260 giorni.

Molto Strano…

Gli astronomi convenzionali non crederanno mai che esista un ciclo come questo. Le orbite planetarie non dovrebbero essere così precisamente connesse, come ingranaggi di un grande orologio cosmico. Come può avere un comune denominatore, qualcosa di così apparentemente complesso come le orbite dei pianeti? Peden ha scoperto questo nel 1981 e non l'ha pubblicato fino al rilascio gratuito online del 24 maggio 2004. Infine, ho concluso che nulla è casuale nel nostro Sistema Solare. Tutto ciò che vediamo ora è il risultato di un sistema molto intricato, perfetto al secondo, che iniziamo solo ora a capire.

Calendario Maya e Realtà Geometrica

Quindi se il Calendario Maya traccia questi cicli di tempo che corrispondono a orbite planetarie, come sono nati prima di tutto questi cicli? Perchè ci sono quasi esattamente cinque cicli del Calendario Maya in uno di 25920 anni? Fino alla scorsa estate ho cercato una sorta di struttura energetica che potesse letteralmente guidare queste orbite e interconnetterle. Diciamo che invece di muoversi ciecamente nello spazio, il nostro Sole si muova attraverso una matrice invisibile di qualche tipo, che guida letteralmente questi cicli, incluso quello di 25920 anni.

Noi Orbitiamo Attorno ad una Quasi Invisibile Stella “Nana Bruna”

Lo scorso anno, prima di partire per la Nuova Zelanda e l'Australia, ho capito che il nostro Sole doveva orbitare attorno ad una “nana bruna” compagna, come alcuni studiosi ipotizzano. Le forze naturali prodotte dalla nana bruna, che discuteremo fra poco, ci darebbero tutta la struttura che ci serve per guidare energeticamente queste orbite planetarie e sincronizzarle. Questa grande orbita del nostro Sole attorno ad un'altra stella, sconosciuta alla maggioranza nel nostro mondo moderno, diviene quindi come la molla principale e l'asse centrale di un orologio.

La Geometria Appare quando l'Orbita del Sole è Modellata in un Cerchio

Diciamo che il Sole orbiti attorno ad un'altra stella, non abbastanza luminosa da essere visibile. Diciamo quindi che possiamo arrotondare questa orbita in un cerchio perfetto, per mostrarla in una forma “idealizzata”. La lunghezza del ciclo del Calendario Maya diviene una geometria perfetta a cinque lati, se il nostro Sole orbitasse un'altra stella in un ciclo di 25920 anni.

Questa geometria può essere la ragione nascosta del funzionamento del Calendario Maya, è la molla principale, l'asse centrale, nell'orologio cosmico. Questo era il grande pezzo mancante nella mia ricerca di The Source Field Investigations. Parte di questo lavoro è apparsa anche nel libro Divine Cosmos sul mio sito http://divinecosmos.com/index.php/start-here/books-free-online/20-the-divine-cosmos/97-the-divine-cosmos-chapter-03-sacred-geometry-in-the-quantum-realm per mostrare la geometria sottostante alla nostra realtà.

Come la Geometria si Incastra nel Disegno?

Vediamo la geometria che appare in varie forme nelle scienze naturali. La troviamo nella struttura dei nuclei atomici e nei gruppi di nuclei detto “microclusters”. La vediamo anche nella struttura sottostante ai continenti e alle montagne sulla Terra, detta “Griglia Globale”. Inoltre appare nel posizionamento delle orbite planetarie. Ho perso il “gran finale” quando ho scritto The Source Field Investigations. Non ho capito cosa sperimentasse il nostro Sole nel muoversi attraverso lo spazio. Una volta risolto il mistero, mi sono molto emozionato. Con le basi che avevo già, sapevo che si trattava del pezzo finale del puzzle che aspettavo. Ora voglio portarvi in un viaggio attraverso alcuni dati che trovate in The Source Field Investigations e che mi hanno aiutato a riscoprire questa conoscenza.

La Geometria delle Orbite Planetarie

Anche se questa non è una nozione scientifica “popolare”, possiamo già provare che il nostro Sole genera onde di energia geometriche che strutturano e guidano le orbite dei pianeti nel nostro sistema solare. La spaziatura geometrica tra le orbite planetarie è stata di recente provata da John Martineau, in A Little Book of Coincidence in the Solar System. Questo è discusso in dettaglio nel libro Source Field. Martineau ha usato tecnologia informatica moderna per modellare le orbite in cerchi perfetti e confrontarne le relazioni. Le orbite planetarie probabilmente sarebbero perfettamente circolari allo stato naturale, ma il gas, le polveri e la pressione gravitazionale della galassia le trasforma in ellissi, mentre giriamo attorno al Centro Galattico. Cosa importante, un cerchio perfetto è anche l'equatore di una sfera perfetta, se estendete in tre dimensioni.

Il Tetraedro tra Mercurio e Venere
La relazione più semplice e ovvia è il tetraedro. Questo appare come geometria “piatta” in 2D, nella relazione triangolare tra Mercurio e Venere:

Per vedere il tetraedro, dovete trasformare questo triangolo nella base di una piramide, aggiungendo un quarto punto sopra la sua metà e connettendo tutto. Ora avete una piramide a quattro lati, dove ogni faccia è un triangolo equilatero.

Venere, Marte e la Terra

Qui vediamo un diagramma dal libro di Martineau, che mostra le incredibilmente precise relazioni geometriche tra le orbite di Venere e Marte e quelle della Terra e di Marte, modellandole in cerchi perfetti.

Durante il movimento dei pianeti, queste geometrie si muovono con essi. Grazie alle correnti di pressione gravitazionale, ogni pianeta rimarrà sempre “bloccato” nell'angolo della geometria mentre ruota attorno al Sole. Questo sarà un punto molto importante, come vedremo presto.

Ci sono Cose Molto più Grandi che si Muovono oltre ai Pianeti

Abbiamo ora una visione molto diversa delle orbite nel nostro sistema solare, tenendo presente queste cose. Se guardate solo ai pianeti, vi perdete completamente il movimento di questi schemi energetici tutti incastrati come in una cipolla. Il libro di Martineau prova che tutte queste relazioni esistono nel sistema solare e lo fa con molta precisione, attorno al 99.9%.

La Terra e Giove

Anche la relazione tra la Terra e Giove può essere modellata con la geometria, per esempio. L'orbita della Terra è nella sfera interna e l'orbita di Giove è nella sfera esterna nel prossimo diagramma.

Ricordate, molte delle geometrie che vediamo, nel sistema solare interno, rientrerebbero in questo piccolo cerchio centrale. Infatti, tutti i pianeti interni rientrano in questi schema, se disegnamo un'altra sfera attorno al piccolo subo a sinistra. La sfera attorno a questo cubo ora è della esatta larghezza dell'orbita di Marte. Vediamo una precisa relazione geometrica tra le orbite della Terra e di Giove. Potete anche unire cubi o tetraedri per vedere lo schema, come ha fatto Martineau ed è matematicamente perfetto.

Simili relazioni continuano attraverso Saturno, Urano, Nettuno e Plutone, mentre i pianeti si muovono, con essi si spostano anche queste geometrie. E' incredibile che questa scoperta sia rimasta fuori dalla scienza ufficiale fino ad ora, specialmente quando consideriamo come questa stessa geometria appaia in tanti altri posti.

I Solidi Platonici

Ognuno di questi schemi geometrici, che siano nei nuclei atomici, nei microclusters, nella Griglia Globale o nelle distanze tra pianeti, è uno dei cinque “Solidi Platonici”.

Perchè questi schemi appaiono così regolarmente in natura? Mi sono serviti anni per rispondere. Uno dei primi indizi è stato che i matematici sapevano che tali forme sono più “simmetriche” di altre geometrie 3D.

I Fluidi Vibranti Creano Geometria

..
Il Nostro Intero Sistema Solare di Muove in Questo Modo

Controllando i dati, diviene ovvio. Infatti le spiegazioni ufficiali per l'”oscillazione della Terra” nel ciclo di 25920 anni sono deboli, una volta che vediamo la ricerca di Cruttenden.

Uno dei migliori rapporti che ho trovato è questo http://www.sott.net/article/230480-Is-the-Sun-Part-of-a-Binary-Star-System-Six-Reasons-to-Consider
La ragione per cui le stelle si spostano di un grado ogni 72 anni nel cielo notturno è che l'intero sistema solare si muove in quel modo. Ogni pianeta è influenzato dal ciclo. Questo spiega anche diversi fenomeni chiave che vediamo nel nostro sistema solare e che non sono influenzati dal ciclo di 25920 anni. Se l'asse della Terra si muovesse in solitudine, certamente cose come le piogge di meteore che si ripetono lo stesso giorno, ogni anni, per secoli, dovrebbero alterarsi, ma non è così. Ogni anno, per quanto gli uomini abbiano potuto scrivere, le meteore arrivano precisamente lo stesso giorno. Ironicamente, Cruttenden mi ha contattato mentre scrivevo questo articolo e consideriamo ora una collaborazione in futuro.

Molte Stelle nella Nostra Galassia Sono già Binarie

..

Un Grande Dodecaedro, che Attraversiamo in 25920 anni

In questo caso vediamo che la stella compagna del Sole crea un dodecaedro. La cima e le linee che ne derivano formano una struttura pentagonale.

Questo significa che la fine del Calendario Maya indica anche l'allineamento geometrico con questo dodecaedro. Come ho rivelato, tale allineamento geometrico crea “portali” molto probabilmente, sulla Griglia Globale attorno alla Terra.

Cambiamenti Climatici in un Ciclo di 5200 anni

Abbiamo forti evidenze scientifiche che ogni volta che tocchiamo questi “punti nodali” del dodecaedro, il nostro Sole cambia energeticamente. La Terra quindi riceve moltissima energia che influenza il nostro clima. Questo ciclo è stato scoperto dal Dr.Lonnie Thompson, glaciologo.

Il Dr.Thompson non ha mai indicato quanto il ciclo di 5200 anni da lui scoperto sia vicino a quello Maya di 5125 anni:
http://researchnews.osu.edu/archive/5200event.htm

..

Le Citazioni della Legge dell'Uno sui Sistemi Stellari come “Galassie”
..

Queste Citazioni lo Dicono Chiaramente

Non ho davvero esaminato queste citazioni fino alla scoperta di Cruttenden che supporta il modello della stella binaria. Avendo questo in mano, le citazioni mi sono balzate addosso nelle Sessioni 10 e 16. La fonte dice chiaramente che il nostro Sistema Solare è una “galassia”. Una galassia è un “sistema stellare”, non una stella individuale…

http://divinecosmos.com/start-here/davids-blog/1099-2012romancereality