Rispondi a: The Divine Cosmos

Home Forum L’AGORÀ The Divine Cosmos Rispondi a: The Divine Cosmos

#105780
Richard
Richard
Amministratore del forum

Shnoll concludes: “From the data presented above, it follows that the ‘idea of shape’—the fine structure of distributions of results of measurements of processes of diverse nature—is determined by cosmological factors.” He does not put forward a definite hypothesis concerning the nature of the these factors, but suggests as a possibility the notion of a global “change of space-time structure,” and notes that “a sound analysis of such a hypothesis will possibly require experiments under different gravitational conditions.”
http://www.21stcenturysciencetech.com/articles/time.html

https://www.altrogiornale.org/_/content/content.php?content.874
Per gli ultimi trent'anni, Shnoll ha raccolto dati che hanno dimostrato come differenti processi biologici, chimici e atomici, incluso il decadimento radioattivo di molti differenti materiali, siano in qualche modo direttamente influenzati da movimenti celesti come il giorno, il mese e l'anno.

(Nota: questi istogrammi non dovrebbero cambiare nel tempo se il decadimento radioattivo fosse veramente un processo casuale, come credono i fisici quantistici. Dovrebbero sembrare curve a campana senza questi bizzarri picchi che vediamo. Il Prof.Shnoll ci ha detto che quasi tutti gli scienziati definiscono questo “rumore nei dati” e lo ignorano, perchè non hanno ragione di pensare diversamente.)

Questi e moltissimi altri esperimenti fatti da Shnoll e i suoi collaboratori in molti anni, puntano in modo chiaro all'esistenza di un fattore universale che influenza le forme degli istogrammi e che varia nel tempo

Quindi ha visto che tutti i processi chimici e radioattivi mostrano gli stessi cambiamenti energetici negli istogrammi usati per misurarli in un dato “punto” nel tempo del movimento della Terra attraverso il sistema solare e la galassia.

Il lavoro di Shnoll indica chiaramente un “fattore universale…che varia nel tempo”. Il modello eterico come specificato sopra, spiega esattamente questo fattore universale. Deve esserci un medium nello spazio libero che viene disturbato dai movimenti celestiali e questo stesso medium deve anche essere responsabile per la creazione dei processi biologici, chimici e atomici momento per momento.

https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.6322