Rispondi a: The Divine Cosmos

Home Forum L’AGORA The Divine Cosmos Rispondi a: The Divine Cosmos

#105783
Richard
Richard
Amministratore del forum

[quote1374663416=Richard]
il p.camelot intervista Laviolette…

http://projectcamelot.org/lang/en/paul_laviolette_interview_en.html

Inizio della Intervista:

Bill Ryan (BR): Siamo Bill Ryan e Kerry Cassidy del Project Camelot, è Mercoledì, 29 luglio, 2009, e siamo a Lagonissi, che è appena a sud di Atene in Grecia. È nostro grande piacere essere qui, perché siamo con il Dr. Paul LaViolette, che è meglio descritto, credo, come un astrofisico fuori dalla norma, che ha alcune teorie molto importanti che possono eventualmente avere un certo impatto per le persone su questo pianeta in questo momento. Siamo qui per chiedere a Paolo di spiegare l'”ipotesi della Superonda Galattica”.
..
PLV: In effetti, alcuni scienziati hanno teorizzato che i raggi gamma siano accompagnati da particelle cariche provenienti assieme, che in realtà siano le particelle cariche che generano i raggi gamma nel percorso. Questa è una superonda, tranne che su una scala molto più vasta. Invece di uno scoppio, solo di una frazione di secondo, abbiamo a che fare con qualcosa che potrebbe continuare per centinaia, addirittura migliaia di anni….
[youtube=425,344]oURVtGKW420
[/quote1374663416]
http://www.comunicarepensando.it/index.php?view=article&id=738%3Asagittario-a-storia-di-un-buco-nero-tranquillo&option=com_content&Itemid=50
Sagittario A* è stato sempre considerato sempre un buco nero “atipico”, rispetto a quelli delle altre galassie, perché molto tranquillo. Lo studio, che presto sarà pubblicato anche su Astrophysical Journal, è basato su dati raccolti dallo strumento LAT del satellite Fermi e firmato da Douglas Finkbeiner e Meng Su dello Harvard-Smithsonian Center for Astrophysics, suggerisce invece che non sia sempre stato così tranquillo.

In un passato non molto lontano, fino a 50.000 anni fa, il buco nero avrebbe creato dei getti di raggi gamma capaci di viaggiare fino a 27.000 anni luce dal nucleo della galassia. I getti, o meglio l’immagine fantasma che ne resta, appaiono lunghi e sottili, visibili soprattutto nei raggi gamma a più alta energia, e più luminosi rispetto ai sistemi interstellari circostanti. Questi getti, secondo gli autori, potrebbero spiegare la nascita di due enormi “bubble”, bolle di raggi gamma che si estendono a nord e a sud del centro galattico, rivelate nel 2010 proprio da Fermi.