Rispondi a: Teodorani tra verità e spericolate affermazioni…

Home Forum L’AGORÀ Teodorani tra verità e spericolate affermazioni… Rispondi a: Teodorani tra verità e spericolate affermazioni…

#107136
Richard
Richard
Amministratore del forum

Esatto invece si ci para il c… quando conviene , nella scienza “ufficiale”, ma fin qua posso capire, quello che mi da fastidio è questo pensare che altri si occupino di informazione spazzatura perchè sono ignoranti e creduloni, poi che tutti quelli che scrivono libri , quando conviene sempre perchè dipende da cosa scrivono, con ipotesi o teorie che vanno contro al proprio EGO , allora lo fanno per soldi e mettono la faccia solo per questo, prendendo in giro e scrivendo scemenze.
Se Braden scriveva che la frequenza di schumann non potrà mai passare a 13hz, allora era un mito..anche se lo scriveva nei libri e li vendeva..
Ho un amico molto preparato in informatica,robotica,reti,programmazione e mi ha detto che Braden ha anche lavorato sui primi protocolli di routing per internet a livello militare (se non ricordo male piu o meno mi ha spiegato questo tempo fa), oltre che aver lavorato qua

http://www.lockheedmartin.com/ (un tempo Martin Marietta quando ci lavorava lui
http://en.wikipedia.org/wiki/Martin_Marietta ).

e qua

http://www.americancompanies.com/company1.asp?ID=Philips%20Petroleum

come ha ribadito pubblicamente qua
https://www.altrogiornale.org/news.php?extend.3115.5

Ha ribadito anche che dato che in quegli ambienti sviluppano armi per mantenere la pace, stando ad una discussione che ha avuto anni fa con un personaggio, allora ha mollato perchè per lui la pace si trova in altro modo, questo per me è Gregg Braden fino a prova contraria.
Avvisa di questo cambiamento imminente ora ,da decenni e da subito ha precisato che si tratta di una ipotesi che ha studiato confrontando dati moderni con le scritture antiche e trovando enormi correlazioni.

Non so pero se Andrea ha visto questo
http://video.google.com/videoplay?docid=3246068643261697998

Uno non puo azzardarsi a dare una sua ipotesi contraria a quella accademica, che viene subito accusato di demenza..

Tesla parlava dell'etere come medium in cui ondula la luce ed era contrario almeno in parte alla legge della relatività e al modello classico dell'atomo, disse che al suo tempo l'avevano vinta Einstein e altri, ma che il futuro sarebbe stato suo.
Il modello Russo del cosmo comprende l'etere e inserendo questo elemento cambiano molte molte cose.

—————–

Tesla affermava che

« Non c'è nulla che sia dotato di vita – dall'uomo, che ha reso schiavi gli elementi, alla più agile creatura – in tutto questo pianeta che non oscilli durante una rotazione. Ogni volta che un'azione sia generata da una forza, anche infinitesimale, il bilancio cosmico viene alterato ed il moto universale ne risente degli effetti. »

Tesla, riguardo la teoria della relatività di Albert Einstein, osservava che

« …la teoria della relatività, in ogni caso, è più anziana dei suoi attuali sostenitori. Fu avanzata oltre 200 anni fa dal mio illustre connazionale Ruđer Bošković, il grande filosofo, che, non sopportando altre e più varie occupazioni, scrisse un migliaio di volumi di eccellente letteratura su una vasta varietà di argomenti. Bošković si occupò di relatività, includendo il cosiddetto “continuum spaziotemporale”… »

[20]

Tesla fu dunque critico rispetto il lavoro di Einstein sulla relatività,

« …[a] un magnifico abito matematico che affascina, abbaglia e rende la gente cieca di fronte ad errori impliciti. La teoria è come un mendicante vestito color porpora che la gente ignorante scambia per un re…, i suoi esponenti sono uomini brillanti, ma sono metafisici, più che fisici… »

[21]

Lo scienziato affermò addirittura che:

« Io continuo a ritenere che lo spazio non possa essere curvo, per il semplice fatto che esso non può avere proprietà. Sarebbe come affermare allo stesso modo che Dio ha delle proprietà. Egli non ne ha, ma solo degli attributi di nostra invenzione. Di proprietà se ne può parlare solo per la materia che riempie lo spazio. Dire che in presenza di corpi enormi lo spazio diventa curvo è equivalente ad affermare che qualcosa possa agire secondo nulla. Io[22] mi rifiuto di sottoscrivere un simile modo di vedere. »

http://it.wikipedia.org/wiki/Nikola_Tesla

Einstein ci ha portato fin qua,nulla da togliere, Tesla ci porterà oltre.

In poche parole nessuno su questo pianeta ha la verità in mano..la strada è lunga..lunghissima.

Quello che riportiamo su AG , che sia Braden o Wilcock…non è basato sul nulla.